L’aspirazione dell’aria, tassello fondamentale per la tua attività in laboratorio

di | Giugno 3, 2022

Lavorare protetti in laboratorio grazie ai bracci aspiranti

I bracci aspiranti sono dei dispositivi indispensabili all’interno di un laboratorio in quanto effettuano l’aspirazione localizzata e precisa dell’aria in corrispondenza della singola postazione di lavoro. In commercio vengono prodotti di diverse lunghezze e con caratteristiche differenti a seconda dell’ambito di utilizzo. Se ti stai domandando come individuare se un modello di braccio aspirante è più adatto di un altro ad essere installato nel laboratorio dove lavori. Tra i migliori sul mercato c’è da citare sicuramente Aleph.

Il braccio di aspirazione Aleph purifica la qualità dell’aria, evita il contatto tra sostanze nocive e corpo umano, proteggendo la tua salute e quella dei tuoi colleghi. Vediamo cosa rende il braccio di aspirazione Aleph cosi efficace. Innanzitutto ne esistono di due tipi, ad aspirazione fissa, quindi sempre diretto verso la medesima area di lavoro, oppure snodato cioè direzionabile verso punti differenti. Tutti i modelli sono in grado di aspirare tutte le sostanze nocive, gas, vapori, esalazioni di ogni entità, anche nelle quantità più piccole e difficilmente rilevabili. Inoltre, garantiscono il totale isolamento dell’operatore dalle sostanze chimiche e nocive trattate, nonché da fumo e polvere. Aleph è inoltre in grado di realizzare bracci ad hoc per soddisfare tutte le esigenze di aspirazione nel tuo laboratorio.

L’importanza della manutenzione e della pulizia dei bracci aspiranti

Affinché svolgano un lavoro efficace, e quindi sicuro per la tua salute e quella dei tuoi colleghi, i bracci di aspirazione devono essere sottoposti costantemente a manutenzione e pulizia. La frequenza degli interventi di manutenzione e pulizia varia a seconda dell’utilizzo. Nel caso di un laboratorio chimico dove viene messo in funzione quotidianamente, si consiglia sicuramente di rispettare la cadenza mensile. Una variabile importante da considerare, per cui può rendersi necessaria una manutenzione anche più di una volta al mese, è il livello di tossicità delle sostanze che vengono trattate dall’aspiratore in questione. Infatti, più è elevato il grado di tossicità delle sostanze trattate nel laboratorio, più vanno aumentati gli alert per quanto riguarda lo stato di conservazione dei bracci aspiranti che in questo contesto deve essere eccellente. Nulla di meno.

Capacità di captazione

Per valutare l’efficienza dei bracci aspiranti, si parla di livello di capacità di captazione. Che cosa si intende con questa espressione? Si fa riferimento alla capacità del braccio aspirante di intercettare, riconoscere e inglobare l’aria della postazione di lavoro estrapolando e separando tutte le sostanze tossiche rilevate. Ovviamente, se lo strumento non si trova in condizioni ottimali, ecco l’importanza di fare eseguire regolarmente la pulizia e la manutenzione del braccio, l’affidabilità di questo parametro potrebbe venire meno, o comunque diventare meno attendibile, il che sarebbe grave considerata l’importanza del suo ruolo nel funzionamento dell’attività di aspirazione. Tutto ciò porterebbe come risultato un’aspirazione in grado di rilevare solo parzialmente le sostanze nocive oppure che non riesce a eliminarle totalmente. Se questa situazione si verifica, siamo in presenza quindi di un’aspirazione non efficace che in ultima analisi va a discapito della salute degli operatori i quali trascorrono diverse ore ogni giorno in laboratorio. Di conseguenza, tu e i tuoi colleghi probabilmente state inalando sostanze nocive, mentre ritenete invece di essere adeguatamente schermati, perché l’aria dell’ambiente in cui vi trovate non è stata adeguatamente filtrata e pulita.