Detrazione fiscale sulle zanzariere come approfittarne?

di | Luglio 1, 2021

ZAZARIERE – DETRAZIONI FISCALI

Con l’avvicinarsi del periodo estivo si ripresenta, purtroppo, un problema alquanto molesto: le zanzare.
Soprattutto per chi è nelle immediate vicinanze di spazi verdi o corsi d’acqua, risulta quantomai necessario prevedere delle opportune barriere per difendersi da questi fastidiosi insetti.
I sistemi per proteggersi sono vari, dai prodotti a muro, alle candele alle zanzariere plissettate, a carrarmato a rullo o a pannello.
Proprio queste ultime risultano il sistema più efficace e diffuso per sopperire a questo problema, e godersi in pace e tranquillità il periodo estivo.

BONUS ZANZARIERE

Aspetto interessante, che forse non tutti conoscono, è che l’acquisto delle zanzariere rientra nel cosiddetto Ecobonus 2021. Va da sé che per ottenerlo vanno seguite scrupolosamente le indicazioni al riguardo, che cercheremo di riassumere nei paragrafi sottostanti.
Come suggerisce il nome stesso non stiamo parlando di un rimborso vero e proprio, ma più precisamente di uno sgravio fiscale.
Ciò significa che si ha diritto ad un recupero in misura del 50% nella detrazione delle imposte Irpef o Iref, a patto che il sistema installato abbia anche la funzione di schermo solare.
Importante sottolineare che il recupero dell’importo spettante non verrà evaso in un’unica soluzione, ma in 10 quote annuali di pari valore.
Il bonus si applica alle spese sostenute fino al 31 dicembre 2021, con un limite di spesa detraibili massimo pari a 60.000 euro.
Ovviamente quanto detto vale anche per le unità abitative condominiali. In questo caso è però necessario ottenere approvazione dall’assemblea condominiale.

CHI PUO’ RICHIEDERLO

Chiaramente anche in questo caso sono stati fissati dei paletti, per cui cercheremo di fare chiarezza su chi ha diritto a richiedere questo Bonus.
Essenzialmente, può farne richiesta:

  • Proprietari di unità immobiliari (persone fisiche o giuridiche);
  • Chi possiede la nuda proprietà;
  • Chi ha un contratto di comodato;
  • Inquilini o affittuari, purché in accordo col proprietario e disposti a sostenerne le spese.

CATEGORIE DI FABBRICATI

Il Bonus è applicabile a qualsiasi categoria catastale di immobile? La risposta è sì, purché siano già esistenti. Vengono quindi automaticamente esclusi quei fabbricati in corso di costruzione al momento della domanda.
La destinazione d’uso del fabbricato (uso civile, uffici, sede imprese ecc) non è vincolante per la richiesta del Bonus.

TIPOLOGIE DI ZANZARIERE AMMESSE

Anche per quanto riguarda la tipologia di zanzariere va fatto un distinguo. Non tutte permettono di rientrare nell’Ecobonus, in particolare devono avere le seguenti caratteristiche:
Devono essere fisse. Non verranno quindi incluse le cosiddette zanzariere montabili e smontabili;
Devono essere installate a supporto di una superficie vetrata (finestre, porte), indipendentemente dalla loro esposizione;
Come detto devono avere anche la funzione di schermatura solare. Non solo, devono essere inoltre regolabili in base all’intensità del sole rispettando determinati parametri (valore Gtot inferiore a 0,35);
Per ultima ma non per importanza, devono riportare imprescindibilmente la marcatura CE

TIPOLOGIA DI INTERVENTO

Anche gli interventi sono regolati da precise regole. Riassumendo, le spese possono coprire l’acquisto e l’installazione dei sistemi schermanti, la rimozione di eventuali opere preesistenti, l’onorario per il professionista incaricato di seguire la pratica.

PAGAMENTI

E’ altresì ovvio che per poter usufruire della detrazione, va presentata opportuna documentazione comprovante l’intervento (da conservare per almeno 10 anni).
In particolare i documenti comprovanti l’attività sono i seguenti:

  • Fatture e ricevute;
  • Bonifico parlante o bonifico online;
  • Certificazione del fornitore;
  • Documentazione, opportunamente firmata, inviata all’ENEA e compresa di ricevuta di invio;
  • Schede tecniche dei componenti utilizzati.