PALLACANESTRO BIELLA CHE SIA SOLO UN TEMPORALE ESTIVO

Il commento del Direttore

Le tempeste estive si sa durano lo spazio di una giornata o poco più e poi torna a splendere il sole, ma la buriana che si è scatenata nell’ambito di Pallacanestro Biella corre il rischio di essere più di temporale estivo se non affrontato in tempo e con le dovute controindicazioni. Quando si litiga si sa la ragione non sta né da una parte né dall’altra, ma le colpe vanno equanimemente divise. Un imprenditore come Montoro forse potrà avere ecceduto con la sovraesposizione mediatica, però, è prima di tutto un tifoso e una persona che si spende in prima persona e quando lo fa si impegna e lo fa convintamente. Che questo si possa scontrare con l’algida gestione biellese può succedere, il consiglio che ci sentiamo, in modo del tutto spassionato di dare, è che tutto si appiani per il bene dello sport biellese. Il basket ha vissuto stagioni esaltanti dal Palapaietta al Forum, ma è innegabile che da qualche stagione a questa parte stia remando a vista. Prova ne sia anche il calo di spettatori visto nell’ultima stagione. Mentre altre piazze piemontesi hanno aumentato il loro appeal, vedasi Torino pronta a dire la sua in A1, Casale che è arrivata a un soffio dalla A1 e la stessa Tortona che punta in questa stagione a sbancare il campionato di serie A2. Una squadra tutta da scoprire e un palcoscenico in cui non si recita da protagonisti può diventare un problema e il Forum in prospettiva l’ennesima cattedrale nel deserto della nostra provincia. Quindi un appello a tutte le forze vive di Pallacanestro e del territorio affinché non si disperda quello che è un patrimonio ormai collettivo della nostra realtà territoriale ricordando una vecchia massima che recita: le bandiere si vedono quando il vento soffia forte. In bocca al lupo Pallacanestro Biella.

Beppe Rasolo

 

Tag:, , , , ,