Tecnica di lettura veloce: consigli utili per tutti

di | Aprile 1, 2021

Si denuncia sempre con molta veemenza come nel nostro Paese si legga sempre poco; eppure il tempo per riuscire a farlo è sempre poco. Ci sono delle tecniche di lettura veloce che possono aiutare a leggere un libro molto più rapidamente, senza rinunciare a memorizzare le informazioni necessarie. Sono tecniche che permettono di affinare la capacità di lettura e che possono rivelarsi davvero decisive e utili per diversi ambiti della propria vita.

Tecniche di lettura veloce: perché sono importanti

Leggere non è solamente uno svago e se c’è chi divora libri per il semplice gusto di scoprire storie nuove o approfondire un determinato argomento, ci sono anche coloro che devono leggere libri per preparare un esame, scrivere un progetto, elaborare una tesi, sostenere un colloquio, eccetera. Solitamente per ognuna di queste situazioni il tempo è sempre troppo poco o comunque riuscire a ottimizzarlo e gestirlo in maniera virtuosa non è mai un male. Per questo possono tornare utili le tecniche di lettura veloce. Scopriamo alcune delle principali che possono rappresentare una grande opportunità per tutti.

5 metodi di lettura veloce

  • L’uso della penna

Una prima tecnica di lettura veloce molto apprezzata è quella che prevede di utilizzare un puntatore. Può essere anche il proprio dito, ma utilizzare una penna o una matita è sicuramente preferibile. Bisogna quindi leggere utilizzando la penna come fosse un puntatore da inseguire e che sarà lei a dettare la velocità di lettura che potrà aumentare una volta imparato il meccanismo. In questo modo si evita non solo di tornare indietro a rileggere parti della frase o del periodo (cosa che avviene spesso e costa una gran perdita di tempo), ma permette anche di individuare rapidamente i concetti chiave da memorizzare.

  • La struttura del libro

I libri non sono tutti uguali e neanche il metodo di scrittura degli autori; conoscere le caratteristiche aiuta a velocizzare la lettura. Soprattutto per i libri per lo studio può essere importante e utile concentrarsi sull’indice, scorrere i vari titoli e sottotitoli dei capitoli, capire quali sono quelli più importanti e leggere o solo quelli o partire da quelli. Una volta afferrato il concetto chiave, infatti, i capitoli introduttivi possono essere letti con maggiore velocità solamente per trovare eventuali informazioni aggiuntive.

  • Le parole delle frasi

Per com’è composta la nostra lingua difficilmente il concetto chiave è posto all’inizio della frase e una buona tecnica di lettura veloce è quella che punta a saltare le congiunzioni e le preposizioni e ad andare dritta sulle parole che caratterizzano quella frase. In questo modo si superano tutte le frasi che non comunicano informazioni importanti e si ottimizzano i tempi.

  • Leggere le frasi, non le parole

Similmente a quanto detto è importante leggere le frasi senza leggere tutte le parole di cui sono composte. Basta riuscire ad allenare l’occhio e la mente ad acquisire quella visione in grado di individuare “automaticamente” le tre-quattro parole chiave di ogni frase, quelle che comunicano il concetto che si ha bisogno di imparare.

  • Leggere insegna a leggere velocemente

L’ultimo consiglio per imparare le tecniche di lettura veloce indica che bisogna leggere tanto e spesso. È una sorta di circolo virtuoso che va creato e mantenuto. Leggere è un esercizio che può essere allenato; come fare i pesi quando si va in palestra. All’inizio può risultare difficile, complicato e impossibile, ma con l’allenamento costante nel giro di poco tempo si intravedono i primi risultati. Imparare a leggere velocemente è poi un’abilità che si migliora con il passare del tempo perché si allena la mente a ottimizzare le varie tecniche, trovarne di nuove e, anche per il semplice fatto di essere allenati a leggere, a riuscirci in maniera più rapida.