BIELLA 26-05-2017

MUSICA

Dopo Sgt. Pepper's tutto era possibile

Microsolchi è dedicata al capolavoro dei Beatles, nel caso vogliate saperne di più ci siamo rivolti al più accanito dei beatlesiani biellesi

Dopo Sgt. Pepper's tutto era possibile 3
Andrea Lavino con sir Paul McCartney

l brusii del pubblico. La band inizia a suonare e una voce canta a squarciagola 'It was twenty years ago today Sergent Pepper taught the band to play...' Da quando quell'incipit pazzesco arrivò nei negozi di dischi aprendo un disco che avrebbe cambiato il modo di concepire/realizzare/ascoltare la musica pop sono invece passati 50 anni. In termini discografici un'era geologica. Dal punto di vista dei contenuti e della rivoluzione che scatenò quell'album sembra l'altroieri, perché a ben pensarci nessun altro prodotto nei 50 anni a seguire ha più dato il via ad un cambiamento così epocale. Ma andiamo con ordine.

Nel 1966 i Beatles erano un fenomeno che oggi stentiamo a comprendere appieno. Il loro livello di popolarità era a livelli senza precedenti. All'apice di quel delirio che da tempo aveva cominciato a causar loro una serie infinita di problemi e momenti ben più che complicati da gestire decisero di interrompere l'attività concertistica. Subito la stampa ci andò a nozze parlando di fine prossima dell'effimero fenomeno Beatles. I critici musicali più avveduti si erano invece già accorti già dai primi loro LP di quelle che erano le capacità compositive non comuni del duo Lennon - McCartney e di come la loro pasta musicale fosse un prodotto innovativo, benché ancora circoscritto all'interno di generi ben precisi.

La musica poi iniziò letteralmente a cambiare con Rubber Soul e in misura ancor maggiore con Revolver, gli ultimi due album che i fab four avevano dato alle stampe. Era già evidente come lo schema 'gruppo che incide un brano' ai Beatles risultasse stretto e avessero iniziato ad osare. Fiati, sovrincisioni, l'uso di più piste, nastri fatti 'suonare' al contrario, tracce accelerate...

I Beatles stavano esplorando nuove vie, usando lo studio di registrazione come un nuovo strumento dalle potenzialità infinite. E fissiamo subito un punto fondamentale. Non fu tanto la tecnologia a fare la differenza, ma il genio, la competenza e la dedizione del loro produttore George Martin. Sir Martin viene spesso indicato come 'il quinto Beatle', mentre qualcuno, parlando proprio di Sgt. Pepper o di Abbey Road, li definisce con una punta di malizia 'i migliori dischi di George Martin'. Per chi scrive non c'è malizia nel riconoscere a George Martin un merito forse superiore a quello dei quattro messi assieme. Basti dire questo: Lennon arrivava con richieste come "Voglio che suoni come un coro tibetano" o "Voglio che abbia il suono di un'arancia" è lui eseguiva. "Così, John?". Così. Queste sono solo le premesse per dire che alla faccia dei gufi che li davano per finiti qualcosa di grosso era nell'aria. E arrivò. I Beatles, dato l'addio alla vita frenetica dei tour ebbero finalmente il tempo di chiudersi in studio e dedicarsi anima e corpo alla creazione di quello che sapevano benissimo sarebbe stato una rivoluzione. Una prova di forza, se vogliamo. "Adesso vi facciamo vedere noi".

Se Revolver aveva crepato i muri che delimitavano i confini del 'dove si potesse arrivare' con un disco pop rock, Sgt Pepper's Lonely Hearts Club Band ruppe tutti gli argini. Le sessioni di registrazione di Sgt Pepper partirono con l'incisione di due brani: quella di Penny Lane e quella - travagliatissima - di Strawberry Fields Forever. Due pezzi che oggi a 50 anni di distanza conoscono anche i sassi, ma non furono inclusi nell'album. Una scelta che da sola la dice lunga sulla sicurezza che potessero avere i Beatles su quella che era la qualità del loro lavoro. All'epoca era piuttosto comune che i singoli e gli album fossero due prodotti separati, oggi il solo pensarlo sarebbe follia.

Ma proseguiamo. I Beatles decisero di dare vita a una sorta di show variegato su LP, con tanto di sigla introduttiva e reprise della stessa a chiudere il tutto. Per farlo si inventarono degli alter ego, come a voler ancora di più prendere le distanze dal passato. Il disco con questi accorgimenti diede a tutti l'impressione di essere un concept, cosa di fatto smentita poi dagli stessi interessati negli anni a venire. Harrison e McCartney hanno dichiarato più volte di aver barato sapendo di farlo: i brani non c'entravano più o meno nulla l'uno con l'altro, ma eliminando gli spazi tra le canzoni e ripetendo lo stesso tema all'inizio e alla fine il gioco era fatto. Ma allora? Un disco con una copertina incredibile su cui sono spesi fiumi di inchiostro, spacciato per un concept senza esserlo e senza singoli che siano poi finiti tra i classici immortali. A dirla tutta un disco al quale i fan più 'caldi' di solito preferiscono altri titoli. Dov'è stata la rivoluzione che 50 anni dopo ha fatto sì che si sia ancora qua a parlare di questo album e aspettare l'ennesima ristampa rimaneggiata dal figlio di Sir Martin? Sgt Pepper's Lonely Hearts Club Band è semplicemente il più grande esempio di libertà creativa nella storia della discografia. Dentro troviamo una gamma di generi, suoni, composizioni che ancora oggi risultano stordenti. Proviamo ad immaginare come possano aver suonato all'orecchio di un ascoltatore di 50 anni fa.

Le canzoni scorrono e nel disco di quel 'quartetto di capelloni con la chitarra' sentiamo una rock band con una banda di ottoni, riferimenti e suoni lisergici, l'ironia delle contrapposizioni Lennon/McCartney nei testi, arpa, un allucinante viaggio circense e uno ancor più straniante nelle atmosfere indiane, Il cabaret anni '50, storie di fughe da casa e di passeggiatrici, fiati che suonavano più rock di una chitarra elettrica. E a chiudere il tutto quello che forse è il capolavoro assoluto del duo Lennon - McCartney e soprattutto di George Martin. A Day in the Life è la summa dell'opera beatlesiana. Due canzoni che si incastrano, un'interpretazione più che ispirata, un testo poetico pieno di riferimenti culturali, all'attualità dell'epoca e nonsense, 'l'orgasmo musicale' orchestrato da Sir Martin, gli ultrasuoni a chiudere. I racconti su come si arrivò ad un simile risultato si sprecano. Su tutti consiglio la lettura del libro di George Martin L'estate di Sgt Pepper, senza dubbio il testo più esaustivo sull'argomento. Su quello che furono le reazioni all'uscita quel disco (che ricordiamolo, uscì nei negozi 10 MESI DOPO REVOLVER) si è detto tutto e di più. Forse quello che risulta meno chiaro oggi fu l'impatto che ebbe non tanto sugli ascoltatori, gli acquirenti medi, i fans dei Beatles stessi, ma sui musicisti, i discografici, i produttori dell'epoca e delle generazioni a venire. Sgt Pepper dimostrò che TUTTO ERA POSSIBILE E NULLA ERA PRECLUSO. Nel giro di pochi anni arrivarono mille artisti che sperimentarono nuove soluzioni musicali, lo studio di registrazione inteso come strumento si trasformò, le piste da usare divennero infinite, le soluzioni sempre più audaci. E tutto partì da lì. Da quel "Adesso vi facciamo vedere noi". L'hanno fatto. Eccome se l'hanno fatto

Andrea Lavino

© Riproduzione Riservata

Privacy Policy


La Presente Privacy Policy ha lo scopo di descrivere le modalità di gestione del sito web www.biellacronaca.it (in seguito anche il “Sito”), in riferimento al trattamento dei dati personali dell’Utente che lo consulta (in seguito anche l’“Utente”).

Si tratta, in particolare, di un’informativa che è resa ai sensi dell’art. 13 del D.Lgs. n. 196/03 recante il “Codice in materia di protezione dei dati personali” (in seguito anche “Codice Privacy”) a coloro che si collegano al Sito.

Il Sito è di proprietà di biellacronaca.it, CF 01838620027 (in seguito anche la “Società”), che garantisce il rispetto della normativa contenuta nel Codice Privacy.

La presente informativa è resa solo con riferimento al Sito e non anche per altri siti web eventualmente consultati dall’Utente tramite link.

L’Utente dovrà leggere attentamente la presente Privacy Policy prima di inoltrare qualsiasi tipo di informazione personale, di compilare qualunque modulo elettronico presente sul Sito stesso o di sottoscrivere una delle tipologie di abbonamento al quotidiano BiellaCronaca offerte sul Sito (in seguito anche “Abbonamento”).


1. Titolare del trattamento.

Il Titolare del trattamento è biellacronaca.it, CF 01838620027 ed il responsabile è il sig. Zola Mauro.


2. Tipologia di dati trattati e finalità di trattamento.

1) Dati di navigazione.

I sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del Sito acquisiscono, nel normale esercizio, alcuni dati personali che vengono poi trasmessi implicitamente nell’uso dei protocolli di comunicazione Internet.

Si tratta di informazioni che, per loro natura, potrebbero, mediante associazioni ed elaborazioni con dati detenuti da terzi, permettere di identificare gli Utenti (ad esempio, tramite l’indirizzo IP, i nomi di dominio dei computer utilizzati dagli Utenti che si collegano al Sito, …) (in seguito anche i “Dati”).

I Dati vengono utilizzati solo per informazioni di tipo statistico (e sono, quindi, anonimi) e per controllare il corretto funzionamento del Sito e vengono cancellati subito dopo l’elaborazione.

I Dati potrebbero essere utilizzati per l’accertamento di responsabilità in caso di ipotetici reati informatici ai danni del Sito o della Società: salva questa eventualità, allo stato, i dati sui contatti web non persistono per più di sette giorni.

Nessun dato personale dell’Utente viene, in proposito, acquisito dal Sito, né viene fatto uso di cookie per la trasmissione di informazioni di carattere personale o di cookie persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi di tracciamento dell’Utente.

L’uso dei c.d. cookie di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell’Utente e svaniscono con la chiusura del bowser) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del Sito

I menzionati cookie di sessione evitano, in ogni caso, il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione dell’Utente e non consentono l’acquisizione di dati personali identificativi dell’Utente.

Per ulteriori approfondimenti circa le tipologie e modalità di utilizzo dei cookie da parte del Sito, è possibile consultare la Cookie Policy qui.

2) Dati forniti volontariamente dall’Utente.

Si tratta dei dati personali forniti direttamente dall’Utente all’atto della registrazione necessaria al fine di accedere al Sito e/o in particolari sezioni dello stesso od alla sottoscrizione di una tipologia di abbonamento proposta sul Sito, vale a dire tutte quelle informazioni personali che consentono l’identificazione dell’Utente (quali, ad esempio, nome e cognome, indirizzo, indirizzo di posta elettronica, numeri telefono, altri numeri e/o codici di identificazione personale) o che sono state inviate alla Società per partecipare alle attività del Sito (ad esempio, immagini o video).

L’invio facoltativo, esplicito o volontario di posta elettronica agli indirizzi indicati sul Sito o la compilazione di moduli per la raccolta dei dati personali o l’invio di materiale audio/video comporta la successiva acquisizione dell’indirizzo del mittente, necessario per rispondere alle richieste, nonché degli eventuali altri dati personali inviati/inseriti.


3. Modalità del trattamento.

I dati personali sono trattati con strumenti automatizzati o manualmente per il tempo strettamente necessario a conseguire gli scopi per cui sono stati raccolti.

Specifiche misure di sicurezza sono osservate per prevenire la perdita dei dati, usi illeciti o non corretti ed accessi non autorizzati. Sul punto, si evidenzia, tuttavia, che, presa coscienza dei rischi legati alla divulgazione di dati personali, nessun sistema è totalmente sicuro od a prova di manomissione da parte di hacker.

A tal fine, la Società evidenzia che sono state poste in essere, ai sensi degli artt. 33 e ss. del Codice Privacy, tutte le misure ragionevolmente necessarie per impedire e minimizzare i rischi dovuti ad accessi non autorizzati, trattamenti, alterazioni o distruzioni non autorizzate o contrarie alla legge.


4. Finalità del trattamento.


I dati personali sono trattati con le finalità di seguito indicate:

a) finalità connesse alla fornitura dei servizi e/o prodotti offerti dal Sito: a mero titolo esemplificativo, fornire i servizi e/o prodotti richiesti dall’Utente; consentire la partecipazione alle attività promosse dal Sito; gestire la comunità degli Utenti; gestire la registrazione al Sito; rispondere a specifiche richieste dell’Utente; adempiere ad obblighi di legge o contrattuali (od esercitare facoltà derivanti dal contratto). Il conferimento dei dati per tale finalità è necessario per usufruire dei servizi richiesti o di accedere al Sito.

b) Invio di comunicazioni commerciali (marketing) e vendita diretta: previo ottenimento del consenso espresso da parte dell’Utente, i dati personali potranno essere utilizzati a fini di invio di comunicazioni commerciali (marketing) e/o vendita diretta, tramite e-mail, fax, telefono ed ogni altra tecnologia di comunicazione a distanza, presente od in futuro sviluppata, per la promozione di beni e servizi propri o di soggetti terzi. Il conferimento dei dati per tale finalità è facoltativo ed un eventuale rifiuto al conferimento non comporterà l’impossibilità di usufruire dei servizi offerti dalla Società.

Tuttavia, anche in caso di consenso, l’Utente avrà comunque il diritto di opporsi, in tutto od in parte, al trattamento dei propri dati personali per finalità di marketing e/o vendita diretta, facendone semplice richiesta alla Società, senza alcuna formalità.


5. Ambito di comunicazione e diffusione.

Potranno venire a conoscenza dei dati personali dell'Utente, i soggetti nominati di volta in volta dalla Società quali responsabili od incaricati del trattamento, in particolare la società SOFTPLACE Srl, con sede legale in Via Massaua n. 6 – 13900 BIELLA (BI) – CF e P.IVA 02255690022 essendo, quest’ultima, incaricata dalla Società della gestione e della manutenzione del Sito.

I dati personali potranno essere comunicati a:

- società controllate/controllanti o collegate della Società, soggetti cessionari di azienda o di ramo d'azienda, società risultanti da possibili fusioni o scissioni della Società, i quali potranno utilizzarli per le medesime finalità specificate alle lettere a) e b) di cui sopra.

Previo ottenimento del consenso espresso dell'Utente, i dati personali potranno altresì essere comunicati a:

- altre società che svolgono attività nei settori dell'intrattenimento, delle produzioni audio/video, dei social networking;

- società partner commerciali, coinvolte in specifici progetti/iniziative promossi dalla Società sul Sito, cui l'Utente ha aderito.

Le suddette società potranno, a loro volta, utilizzarli per finalità di marketing, comunicazioni pubblicitarie e vendite diretta relativamente a beni e servizi propri o di terzi, tramite e-mail, fax, telefono e qualsiasi altra tecnica di comunicazione a distanza, presente od in futuro sviluppata. Tali soggetti agiranno come autonomi titolari del trattamento.

Il consenso alla comunicazione dei dati personali è facoltativo ed un eventuale rifiuto non comprometterà la possibilità di iscriversi al Sito e partecipare alle iniziative promosse dalla Società. Anche in caso di consenso, l'utente avrà comunque il diritto di opporsi, in tutto o in parte, alla comunicazione dei propri dati personali a tali soggetti terzi, nonché al loro successivo trattamento per finalità di marketing e/o vendita diretta, facendone semplice richiesta, senza alcuna formalità, alla Società od ai soggetti terzi cui i dati saranno eventualmente comunicati.

I dati personali dell'Utente non saranno in alcun modo diffusi al pubblico, fatta eccezione per l'eventuale pubblicazione sul Sito del nome, cognome o "nick name" dell'Utente o di immagini o video volontariamente inviate dall'Utente allo scopo precipuo di pubblicarle sul Sito.


6. Diritti del richiedente.

La Società informa che l'art. 7, primo comma, del D.Lgs. 30 giugno 2003, n. 196 ("Codice Privacy”) riconosce, al richiedente, specifici diritti che potranno essere esercitati in qualsiasi momento.

I soggetti cui si riferiscono i dati personali hanno il diritto in qualunque momento di ottenere l’indicazione:

a) dell'origine dei dati personali;

b) delle finalità e modalità del trattamento;

c) della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l'ausilio di strumenti elettronici;

d) degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell'articolo 5, secondo comma, del D. Lgs. 30 giugno 2003, n. 196;

e) dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati.

Ai sensi del menzionato art. 7, secondo comma, del D.Lgs. 30 giugno 2003, n. 196, il richiedente ha il diritto di chiedere:

a) l'aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l'integrazione dei dati;

b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati;

c) l'attestazione che le operazioni di cui alle precedenti lettere a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato.

Le richieste andranno rivolte al titolare del trattamento.