BIELLA 25-07-2016

Aree industriali la Regione chiede indietro i soldi

Brutta tegola sui bilanci di Biella e Mongrando, che dovranno restituire 865mila e 500mila euro. Cifre record per Gattinara (2,milioni e 800mila) e Santhià (3 milioni e 500mila)

Aree industriali la Regione chiede indietro i soldi 4
L'area industriale di Mongrando

Brutta tegola quella caduta sui bilanci di Biella e, soprattutto, di Mongrando, comuni a cui la Regione ha chiesto di restituire il finanziamento ottenuto per la realizzazione di aree industriali attrezzate. Si tratta di 865.585 euro per il capoluogo e di 500mila per il comune della Valle Elvo, cifra che farebbe rischiare i default all’amministrazione guidata da Tony Filoni. In realtà ad altri comuni confinanti è andata anche peggio, Gattinara ad esempio è chiamata a restituire 2 milioni 824mila e rotti euro, Santhià addirittura 3 milioni 593 mila. Cifre tali da gettarenel panico qualsiasi assessore al bilancio.

Il debito deriva dall’applicazione della legge regionale 9 del 1980 sugli “interventi per il riequilibrio regionale del sistema industriale”. In pratica la Regione forniva ai comuni, o ad agenzie partecipate che lo gestissero per loro conto, un prestito con cui acquistare terreni di aree giudicate ideali per un insediamento industriale e urbanizzarli, in modo da venderli poi a imprese e con il ricavato restituire il prestito, avendo inoltre rilanciato le attività produttive sul proprio territorio.

Nel caso di Biella il prestito, ottenuto nel 2001, serviva per lanciare il Pip (Piano per Insediamento Produttivo) di Chiavazza, che non è però mai partito e così il comune in questi 15 anni non è mai riuscito a restituire nulla. La pratica in questo caso era gestita dalla Nordind, società partecipata dal comune di Vercelli e da Finpiemonte, che si trova ora in liquidazione e le cui condizioni economiche sarebbero uno dei motivi per cui la Regione nell’aprile scorso ha deciso di chiedere il rientro dei prestiti, sollecitando il tutto con la messa in mora dei Comuni, già notificata.

“Questo rappresenta un brutto colpo per un bilancio già risicato come il nostro – spiega il sindaco Marco Cavicchioli –, quando l’assessore Gaido rientrerà dalle vacanze vedremo il da farsi. Credo che sposteremo la cifra sul prossimo bilancio e poi capiremo come restituirla”.

Cosa che non ha intenzione di fare il primo cittadino di Mongrando Tony Filoni, per il cui bilancio quel mezzo milione rischia di trasformarsi in un macigno capace di bloccare gli investimenti per un decennio. “Mi hanno già ipotizzato una rateizzazione, da 50mila euro al mese, irrealizzabile”, commenta. Mongrando è stato tra i primi comuni a ricevere il prestito, nel 1990, con sindaco Massimo Guabello. La cifra complessiva superava di poco il milione e 400 mila euro (allora però si ragionava ancora in lire) e a gestirla era la Società Aree Industriali e Artigianali, sempre partecipata e la cui esperienza si è chiusa in maniera turbolenta.

Mongrando una parte dell’area è riuscito negli anni a commercializzarla, si tratta dell’attuale zona industriale, in cui sono stati edificati tre capannoni e un impianto fotovoltaico e in effetti ha già restituito circa 900mila euro. Poi il resto del debito è sparito tra le scartoffie comunali e dimenticato dopo vari cambi di amministrazione. “Adesso stiamo cercando di ricostruire il tutto – spiega Filoni – anche perché i conti non ci tornano, una parte delle opere di urbanizzazione potrebbero non essere state eseguite”. Del resto rimborsare interamente il debito pare fuori discussione. “Mi sono rivolto al consigliere regionale Vittorio Barazzotto – spiega Filoni – perché la cifra per noi è davvero tropo alta, anche diluendola in un decennio”.

E secondo Barazzotto qualche possibilità pare esserci, proprio per il percorso travagliato della Saia. “Ne ho parlato con il vicepresidente Reschigna – commenta il consigliere democratico – e mi ha garantito che approfondirà in tempi brevi”.

Con maggior aplomb l’ha presa Santhià, che pure deve restituire una delle somme più alte. “Abbiamo già preso contatti con la Regione per chiedere un piano di rientro dilazionato negli anni – spiega il vicesindaco Angela Ariotti -. La cifra che il Comune deve rendere è troppo alta, non si può fare altrimenti. Appena insediati 5 anni fa avevamo già lamentato la pericolosità della scelta fatta dai nostri predecessori, ma ormai non si potevano più cambiare le cose”. Anche in questo caso la società  che doveva occuparsi della vendita dei terreni, la Sviluppo Santhià, attualmente è in liquidazione.

Per la cronaca, in totale la cifra erogata dalla Regione è stata di 48milioni 282mila e 224 euro. I comuni sono riusciti a restituirne appena 19miliini e 105mila 849.

© Riproduzione Riservata

Privacy Policy


La Presente Privacy Policy ha lo scopo di descrivere le modalità di gestione del sito web www.biellacronaca.it (in seguito anche il “Sito”), in riferimento al trattamento dei dati personali dell’Utente che lo consulta (in seguito anche l’“Utente”).

Si tratta, in particolare, di un’informativa che è resa ai sensi dell’art. 13 del D.Lgs. n. 196/03 recante il “Codice in materia di protezione dei dati personali” (in seguito anche “Codice Privacy”) a coloro che si collegano al Sito.

Il Sito è di proprietà di biellacronaca.it, CF 01838620027 (in seguito anche la “Società”), che garantisce il rispetto della normativa contenuta nel Codice Privacy.

La presente informativa è resa solo con riferimento al Sito e non anche per altri siti web eventualmente consultati dall’Utente tramite link.

L’Utente dovrà leggere attentamente la presente Privacy Policy prima di inoltrare qualsiasi tipo di informazione personale, di compilare qualunque modulo elettronico presente sul Sito stesso o di sottoscrivere una delle tipologie di abbonamento al quotidiano BiellaCronaca offerte sul Sito (in seguito anche “Abbonamento”).


1. Titolare del trattamento.

Il Titolare del trattamento è biellacronaca.it, CF 01838620027 ed il responsabile è il sig. Zola Mauro.


2. Tipologia di dati trattati e finalità di trattamento.

1) Dati di navigazione.

I sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del Sito acquisiscono, nel normale esercizio, alcuni dati personali che vengono poi trasmessi implicitamente nell’uso dei protocolli di comunicazione Internet.

Si tratta di informazioni che, per loro natura, potrebbero, mediante associazioni ed elaborazioni con dati detenuti da terzi, permettere di identificare gli Utenti (ad esempio, tramite l’indirizzo IP, i nomi di dominio dei computer utilizzati dagli Utenti che si collegano al Sito, …) (in seguito anche i “Dati”).

I Dati vengono utilizzati solo per informazioni di tipo statistico (e sono, quindi, anonimi) e per controllare il corretto funzionamento del Sito e vengono cancellati subito dopo l’elaborazione.

I Dati potrebbero essere utilizzati per l’accertamento di responsabilità in caso di ipotetici reati informatici ai danni del Sito o della Società: salva questa eventualità, allo stato, i dati sui contatti web non persistono per più di sette giorni.

Nessun dato personale dell’Utente viene, in proposito, acquisito dal Sito, né viene fatto uso di cookie per la trasmissione di informazioni di carattere personale o di cookie persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi di tracciamento dell’Utente.

L’uso dei c.d. cookie di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell’Utente e svaniscono con la chiusura del bowser) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del Sito

I menzionati cookie di sessione evitano, in ogni caso, il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione dell’Utente e non consentono l’acquisizione di dati personali identificativi dell’Utente.

Per ulteriori approfondimenti circa le tipologie e modalità di utilizzo dei cookie da parte del Sito, è possibile consultare la Cookie Policy qui.

2) Dati forniti volontariamente dall’Utente.

Si tratta dei dati personali forniti direttamente dall’Utente all’atto della registrazione necessaria al fine di accedere al Sito e/o in particolari sezioni dello stesso od alla sottoscrizione di una tipologia di abbonamento proposta sul Sito, vale a dire tutte quelle informazioni personali che consentono l’identificazione dell’Utente (quali, ad esempio, nome e cognome, indirizzo, indirizzo di posta elettronica, numeri telefono, altri numeri e/o codici di identificazione personale) o che sono state inviate alla Società per partecipare alle attività del Sito (ad esempio, immagini o video).

L’invio facoltativo, esplicito o volontario di posta elettronica agli indirizzi indicati sul Sito o la compilazione di moduli per la raccolta dei dati personali o l’invio di materiale audio/video comporta la successiva acquisizione dell’indirizzo del mittente, necessario per rispondere alle richieste, nonché degli eventuali altri dati personali inviati/inseriti.


3. Modalità del trattamento.

I dati personali sono trattati con strumenti automatizzati o manualmente per il tempo strettamente necessario a conseguire gli scopi per cui sono stati raccolti.

Specifiche misure di sicurezza sono osservate per prevenire la perdita dei dati, usi illeciti o non corretti ed accessi non autorizzati. Sul punto, si evidenzia, tuttavia, che, presa coscienza dei rischi legati alla divulgazione di dati personali, nessun sistema è totalmente sicuro od a prova di manomissione da parte di hacker.

A tal fine, la Società evidenzia che sono state poste in essere, ai sensi degli artt. 33 e ss. del Codice Privacy, tutte le misure ragionevolmente necessarie per impedire e minimizzare i rischi dovuti ad accessi non autorizzati, trattamenti, alterazioni o distruzioni non autorizzate o contrarie alla legge.


4. Finalità del trattamento.


I dati personali sono trattati con le finalità di seguito indicate:

a) finalità connesse alla fornitura dei servizi e/o prodotti offerti dal Sito: a mero titolo esemplificativo, fornire i servizi e/o prodotti richiesti dall’Utente; consentire la partecipazione alle attività promosse dal Sito; gestire la comunità degli Utenti; gestire la registrazione al Sito; rispondere a specifiche richieste dell’Utente; adempiere ad obblighi di legge o contrattuali (od esercitare facoltà derivanti dal contratto). Il conferimento dei dati per tale finalità è necessario per usufruire dei servizi richiesti o di accedere al Sito.

b) Invio di comunicazioni commerciali (marketing) e vendita diretta: previo ottenimento del consenso espresso da parte dell’Utente, i dati personali potranno essere utilizzati a fini di invio di comunicazioni commerciali (marketing) e/o vendita diretta, tramite e-mail, fax, telefono ed ogni altra tecnologia di comunicazione a distanza, presente od in futuro sviluppata, per la promozione di beni e servizi propri o di soggetti terzi. Il conferimento dei dati per tale finalità è facoltativo ed un eventuale rifiuto al conferimento non comporterà l’impossibilità di usufruire dei servizi offerti dalla Società.

Tuttavia, anche in caso di consenso, l’Utente avrà comunque il diritto di opporsi, in tutto od in parte, al trattamento dei propri dati personali per finalità di marketing e/o vendita diretta, facendone semplice richiesta alla Società, senza alcuna formalità.


5. Ambito di comunicazione e diffusione.

Potranno venire a conoscenza dei dati personali dell'Utente, i soggetti nominati di volta in volta dalla Società quali responsabili od incaricati del trattamento, in particolare la società SOFTPLACE Srl, con sede legale in Via Massaua n. 6 – 13900 BIELLA (BI) – CF e P.IVA 02255690022 essendo, quest’ultima, incaricata dalla Società della gestione e della manutenzione del Sito.

I dati personali potranno essere comunicati a:

- società controllate/controllanti o collegate della Società, soggetti cessionari di azienda o di ramo d'azienda, società risultanti da possibili fusioni o scissioni della Società, i quali potranno utilizzarli per le medesime finalità specificate alle lettere a) e b) di cui sopra.

Previo ottenimento del consenso espresso dell'Utente, i dati personali potranno altresì essere comunicati a:

- altre società che svolgono attività nei settori dell'intrattenimento, delle produzioni audio/video, dei social networking;

- società partner commerciali, coinvolte in specifici progetti/iniziative promossi dalla Società sul Sito, cui l'Utente ha aderito.

Le suddette società potranno, a loro volta, utilizzarli per finalità di marketing, comunicazioni pubblicitarie e vendite diretta relativamente a beni e servizi propri o di terzi, tramite e-mail, fax, telefono e qualsiasi altra tecnica di comunicazione a distanza, presente od in futuro sviluppata. Tali soggetti agiranno come autonomi titolari del trattamento.

Il consenso alla comunicazione dei dati personali è facoltativo ed un eventuale rifiuto non comprometterà la possibilità di iscriversi al Sito e partecipare alle iniziative promosse dalla Società. Anche in caso di consenso, l'utente avrà comunque il diritto di opporsi, in tutto o in parte, alla comunicazione dei propri dati personali a tali soggetti terzi, nonché al loro successivo trattamento per finalità di marketing e/o vendita diretta, facendone semplice richiesta, senza alcuna formalità, alla Società od ai soggetti terzi cui i dati saranno eventualmente comunicati.

I dati personali dell'Utente non saranno in alcun modo diffusi al pubblico, fatta eccezione per l'eventuale pubblicazione sul Sito del nome, cognome o "nick name" dell'Utente o di immagini o video volontariamente inviate dall'Utente allo scopo precipuo di pubblicarle sul Sito.


6. Diritti del richiedente.

La Società informa che l'art. 7, primo comma, del D.Lgs. 30 giugno 2003, n. 196 ("Codice Privacy”) riconosce, al richiedente, specifici diritti che potranno essere esercitati in qualsiasi momento.

I soggetti cui si riferiscono i dati personali hanno il diritto in qualunque momento di ottenere l’indicazione:

a) dell'origine dei dati personali;

b) delle finalità e modalità del trattamento;

c) della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l'ausilio di strumenti elettronici;

d) degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell'articolo 5, secondo comma, del D. Lgs. 30 giugno 2003, n. 196;

e) dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati.

Ai sensi del menzionato art. 7, secondo comma, del D.Lgs. 30 giugno 2003, n. 196, il richiedente ha il diritto di chiedere:

a) l'aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l'integrazione dei dati;

b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati;

c) l'attestazione che le operazioni di cui alle precedenti lettere a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato.

Le richieste andranno rivolte al titolare del trattamento.