UOMO AGGREDITO IN GIARDINO DAL CINGHIALE, IL SUO CANE RIMANE FERITO

E’ successo l’altra mattina in frazione San Francesco di Bioglio. L’ungulato fuggiva dai cacciatori.

Lui se l’è cavata con qualche escoriazione, ma il suo cane ha rimmediato un profondo squarcio nel basso ventre. La cancellata del suo giardino invece è andata totalmente distrutta. E’ successo domenica mattina nella frazione San Francesco di Bioglio, a Mauro Venzi che, ancora spaventato, racconta la terribile esperienza vissuta poco dopo le 10 del mattino. “Ho sentito trambusto in giardino, mi sono affacciato e ho visto un grosso cinghiale che stava attaccando il mio cane, era grosso quanto un vitello, faceva davvero paura. Immediatamente mi sono precipitato fuori nel tentativo di aiutare il mio cane ma in quel momento ho visto che il cinghiale puntava nella mia direzione. Fortunatamente mi ha solo colpito di striscio perchè il suo obiettivo era la fuga: era braccato da un cane da caccia. Distruggendo la recinzione del mio giardino, l’ungulato è riuscito a fuggire”.
Venzi ha la certezza che il cane che inseguiva l’animale selvatico fosse di due cacciatori: “Due uomini sono arrivati poco dopo e mi hanno detto che, appena fossero riusciti ad uccidere l’animale, me ne avrebbero regalato un pezzo – racconta ancora l’uomo -. Forse pensavano di essere simpatici, peccato che il cinghiale abbia infilzato il mio cane con una zanna provocandogli una profonda ferita di diversi centimetri. In questa zona è pieno di bambini che giocano all’aperto, nessuno pensa a cosa sarebbe potuto accadere se ci fosse stato uno di loro?”
Ora Venzi, tra spese veterinarie e spese per la recinzione divelta dovrà spendere più di 500 euro: “Ho subito presentato denuncia ai Carabinieri ed ora andrò in Provincia nella speranza che esista un’assicurazione contro questi danni. Resta il fatto che la situazione sta divenando sempre più pericolosa. Bisogna fare qualcosa al più presto per arginare il problema derivato dai cinghiali”.

Tag:, , ,

Post a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*