UNA CASA DI GIORNO RESTAURATA

Ospiti, volontari, operatori, amministrazione comunale e abitanti del quartiere: i gestori della Casa di Giorno di via Corridoni hanno voluto tutti al loro fianco alla festa che ha celebrato il primo anno di attività della cooperativa Punto Service nella struttura del Villaggio La Marmora. L’appuntamento di venerdì 17 maggio è stato anche l’occasione per mostrare le sale al termine dei lavori, con la chiusura del cantiere, prima opera portata a termine della seconda fase del piano periferie.

L’intervento ha previsto la sostituzione di tutti i serramenti (lo stabile, che fino a trent’anni fa ospitava asilo nido e scuola materna, è caratterizzato dalle grandi finestre), la realizzazione di un “cappotto” per l’isolamento termico, l’installazione dei pannelli fotovoltaici per “autoprodurre” energia elettrica e la costruzione di due rampe: quella sul fronte serve alle persone in sedia a rotelle, quella che parte dal fianco dell’edificio consente invece ai furgoni di arrivare davanti all’ingresso sotto una tettoia, per poter lasciare più agevolmente gli ospiti che fanno più fatica a camminare. Il valore dell’investimento è stato di oltre 200mila euro.

A ricordare la storia della Casa di Giorno è stato Sergio Leone, assessore ai lavori pubblici ma in passato anche presidente dell’associazione che, per prima, si è assunta la gestione della struttura: “Nel 1992 è nata, pensando soprattutto alle persone del Villaggio La Marmora. Poi si è pian piano ampliata, passando sotto il controllo del Comune e adesso, con l’Asl, accoglie anziani non solo della città ma della provincia”. Alle sue parole, che ha voluto pronunciare chiamando accanto a sé Nadia Bonino, l’attuale presidente dell’associazione, si sono aggiunte quelle del sindaco Marco Cavicchioli: “Questa struttura è un esempio di come l’ente pubblico può fare qualcosa di utile per i cittadini. Averci messo mano è il segno di voler prestare attenzione non solo al centro di Biella ma anche agli altri quartieri, con pari dignità”. Un momento emozionante è stato la lettura, da parte di un’anziana ospite, di un messaggio di saluto e di ringraziamento ai presenti.

Tag:, ,

Comments are closed.