UN FERRARESE IN FORMATO ALL STAR REGALA I TRE PUNTI A LA BIELLESE

Primo successo bianconero tra le mura amiche in campionato.
Una doppietta del centrale difensivo consente a La Biellese di battere il Borgovercelli per 3-1. Portare a casa un successo tra le mura amiche, è questo il diktat per La Biellese di Giancarlo Boldini al suo debutto in campionato. 
Avversario di turno il Borgovercelli che non può fare affidamento su tre pedine fondamentali come Vergadoro, Canino e Petrillo (quest’ultimo in panchina).
Match che inizia con una fase di studio senza occasioni per le due compagini.
Al 17′ alla prima vera chance gli ospiti passano: calcio di punizione di Rognone che trova l’angolo vincente per il vantaggio del Borgovercelli.
Passano tre minuti e La Biellese trova il pareggio con un colpo di testa di Mirko Ferrarese sugli sviluppi di un corner. Dopo 290 minuti arriva la prima rete laniera al Lamarmora-Pozzo.
La gara procede con molto gioco a centrocampo, ma al 38′ arriva il 2-1 realizzato da bomber Pinelli con un’incornata vincente su assist di Virga.  Il Borgovercelli prova a rispondere al 52′ con Sposito ma Vero si supera su una conclusione ravvicinata. Al 57′ Pagliero impegna Mafezzoni con un rasoterra insidioso deviato in corner.
Al 78′ ci prova Coppo con un destro a giro, Mafezzoni c’è.
Nei minuti finali non succede nulla fino al triplice fischio del signor Moncalvo che sancisce la fine dell’incontro.
Una bella vittoria per cominciare la nuova era di mister Boldini, tre punti che sono ossigeno puro in classifica. La rincorsa alle posizioni di vertice è ancora lunga ma un primo passo è stato fatto.

La Biellese – Borgovercelli 3-1 (2-1)

Marcatori: Rognone (BV) al 17′, Ferrarese (B) al 20′ e al 47′, Pinelli (B) al 38′

La Biellese: Vero; Verdese, Virga, Ferrarese, Bonel (dal 46′ Botto Poala); Canessa (dal 65′ Canton), Coppo, Testori Cremonte; Pagliero (dal 72′ Paladino); Pinelli (dall’82’ Giovinazzo) (Cavallari, Mancin, Nicoletta, Prato, Lanza). All.: Giancarlo Boldini

Borgovercelli: Mafezzoni, Berzero, Fusaro (dal 71′ Baghdadi), Ferrarotti, Miglietta, Bertolone, Bertola (dall’85’ Bilotta), Sposito (dal 93′ Gajon), Pavesi (dal 75′ Trevisio) Gallace, Rampone (Silvia, Gennaro, Abate, D’Aniello, Petrillo). All.: Pierluigi Rampon

Arbitro: Moncalvo di Nichelino

Note: ammoniti Coppo, Canton, Berzero

LE PAGELLE BIANCONERE

Vero 5,5

Sulla rete del vantaggio ospite si butta con colpevole ritardo. In generale non dà  sicurezza al reparto arretrato. Bene su un tiro ravvicinato di Sposito.

Verdese 6

Prestazione senza infamia e senza lode.

Virga 6,5

Il vero leader difensivo, senza se e senza ma. Dirige i compagni di reparto come un direttore d’orchestra.

Ferrarese 7,5

Prova solida a livello difensivo con la ciliegina sulla torta rappresentata dalladoppietta che decide il match.

Bonel 6

Ancora un pó timido in fase offensiva. Bene in copertura.

Coppo 6,5

Mister Boldini gli ha disegnato un nuovo ruolo che sta interpretando con grande competenza. Tecnica e polmoni al servizio della squadra.

Canessa 6

Prende il posto di Botto Poala in mediana e fa quello che serve per portare a casa la vittoria.

Testori 6,5

Il collante che serve per tenere stretti i reparti. Boldini non può rinunciare alla sua duttilità tattica.

Pagliero 6

Molto più cercato rispetto alle gare precedenti. La gamba è quella dei giorni migliori, manca ancora la precisione.

Cremonte 6

La nuova posizione da esterno destro offensivo lo vede ancora un pò titubante, ma quando capirà i movimenti può essere devastante.

Pinelli 7

Il centravanti boa che serve a mister Boldini. Fa salire la squadra, lotta con i due centrali e trova anche il gol.

Dal 46′ Botto Poala 6

Il capitano gioca 45 minuti di grande ordine, anche se il Borgovercelli non crea grossi problemi nella ripresa.

Dal 65′ Canton 5,5

Meno bene del match di Coppa di mercoledì, ma tornerà utile in futuro.

Dal 72′ Paladino s.v.

Dall’82’ Giovinazzo s.v.

Giancarlo Boldini 6,5

Una ventata d’aria fresca rispetto al passato: un gioco produttivo, specialmente sulle fasce, e una squadra che finalmente trova il gol in casa. C’è tanto su cui lavorare, ma il primo impatto è positivo.

Stefano Villa
Tag:, , , ,

Comments are closed.