TUTTO ESAURITO GIOVEDI’ SERA A CALLABIANA PER JOHNSON RIGHEIRA

Folla, balli e canti come sempre. Righeira accolto dal solito calore della gente che popola la festa d’agosto.

E se Sanremo è sempre Sanremo anche Callabiana è sempre Callabiana. Un paragone eccessivo, certo, anzi un paragone impossibile ma la festa nel paesino della Valle Cervo è da anni un’attrazione, un amore infinito tra gli organizzatori della Pro Loco, i biellesi e i villeggianti. Un qualcosa di veramente speciale. Righeira giovedì sera, Little Tony lo scorso anno, Viola Valentino e Camerini ancora prima. Non importa chi sale sul palco, unica priorità è vedere “live” un grande artista, divertirsi in un ambiente simpatico che negli anni ha saputo ritagliarsi uno spazio molto importante nel panorama delle sagre estive del territorio. La formula probabilmente è vincente: la buona tavola, il servizio impeccabile dei volontari, l’ambiente, la buona musica proposta. Insomma giovedì sera il repertorio limitato di Johnson Righeira poteva creare buchi in platea. E invece no. La solita gente, tanta gente festaiola ad ascoltare, partecipare e applaudire l’esibizione del cantante torinese che negli anni ’80 ha spopolato nelle scalette musicali con diversi brani. No tengo dinero (ha iniziato con questa canzone l’altra sera), vamos a la playa, l’estate sta finendo, sono le canzoni più conosciute e anche quelle che hanno fatto ballare e cantare una generazione intera. E anche oggi mantengono il loro spazio nei programmi radiofonici italiani nei migliori network. Giovedì sera Johnson è stato “aiutato” sul palco da due graziose cantanti Amy Ambros e Angelic e il gruppo dei “iPesci” a termine dell’esibizione. Ed è sempre stato spettacolo. Divertiti? Certamente, chi era presente non aveva dubbi. In fondo, Callabiana è sempre Callabiana.

Fulvio Feraboli

Tag:, , ,

Comments are closed.