Attualità #Cronaca

ESERCITAZIONE CONGIUNTA C.R.I. – VV.F.

Sabato 13 aprile si è svolta una giornata formativa sulle attività di ricerca persone scomparse.  All’iniziativa hanno partecipato congiuntamente i volontari della Croce Rossa Italiana appartenenti ai Comitati di Biella, Cavagliá e Cossato ed il personale del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Biella. La giornata si è strutturata in due parti, al mattino presso il Comando dei Vigili del Fuoco, i Volontari CRI hanno partecipato ad una lezione teorica su ruoli e responsabilità, tecniche di ricerca e l’utilizzo del GPS, mentre al pomeriggio presso il comune di Sala Biellese, si sono svolte esercitazioni pratiche con una reale ricerca persone, sotto l’attenta supervisione dei Vigili del Fuoco. Gli obiettivi di questa giornata erano apprendere le tecniche di ricerca, uniformare le modalità operative, confrontarsi e conoscere i ruoli e la struttura delle due Componenti operative, comprendere le criticità legate all’utilizzo della strumentazione per le radiocomunicazioni e la gestione dei volontari in situazioni di emergenza.

Tra i compiti istituzionali di Croce Rossa Italiana c’è anche l’attività di ricerca persone scomparse, contemplata dal “Piano Provinciale per la ricerca di persone scomparse” che prevede il coordinamento dei Vigili del Fuoco di Biella la cui partecipazione alle operazioni di ricerca vede l’utilizzo, di un Posto Comando Avanzato P.C.A., quale l’unità mobile a cui rivolgersi per ogni tipo di necessità. La CRI è tra gli enti che prendono parte alle operazioni di ricerca, attraverso l’impiego di personale formato allo svolgimento dei seguenti compiti: Coordinamento, ricerca con l’ausilio di logisti, unità cinofile, squadre SMTS (Soccorso con Mezzi e Tecniche Speciali), OPSA (Operatori Polivalenti Salvataggio in Acqua), SEP (Squadre Emergenza Psicosociale). Inoltre la CRI può garantire assistenza sanitaria a tutto il personale impiegato nelle operazioni di soccorso. Un importante caratteristica della CRI è la possibilità di impiegare personale, attrezzature e mezzi anche dalle altre province della regione Piemonte. L’iniziativa, inserita in una serie di attività che riguardano il soccorso a persone disperse in territorio provinciale, ha visto la partecipazione di circa 35 unità di ricerca della Croce Rossa e di 10 unità del personale VV.F. con l’obiettivo di migliorare la sinergica attività delle diverse forze messe in campo nella risposta alle esigenze della popolazione e anche per eventi di protezione civile.

Al termine delle fasi operative è stato possibile per tutti gli operatori verificare direttamente il lavoro svolto e individuarne i momenti di criticità operative con la collaborazione tecnica dei Vigili del Fuoco e dei soccorritori volontari. Un ringraziamento particolare è rivolto al Comune di Sala Biellese per la disponibilità e il supporto alle attività offerto nell’occasione.

Cronaca

A FUOCO LA CANNA FUMARIA DELL’AGRITURISMO VITALE DI DORZANO

Un incendio scoppiato verso le 13 di ieri pomeriggio poteva mandare a fuoco l’intero agriturismo Vitale di Dorzano, ma, il pronto intervento dei due proprietari, il genitore di 60 anni e il figlio di 34, intervenuti prontamente hanno permesso prima di contenere il danno e poi con l’aiuto dei vigili del fuoco di spegnerlo del tutto. A fuoco la canna fumaria e il muro su cui insiste la canna stessa. La struttura nonostante l’intervento dei vigili è agibile, per i titolari sicuramente un brutto spavento.

Attualità #Cronaca #In primo piano

L’IMPEGNO DEI VIGILI DEL FUOCO NELLA NOSTRA PROVINCIA

Nel corso del 2018 l’opera di soccorso si può sinteticamente riassumere in circa n. 2631 interventi di cui n.1675 effettuati dalla sede di Biella, n.429 da quella di Trivero, n.643 da quella di Cossato.

Il numero di interventi effettuati, in linea con quelli degli ultimi anni, che si distinguono in:

  1. 247 per incendio con impegno di 419 squadre;
  2. 111 per incidenti stradali;
  3. 56 per dissesti statici
  4. 94 per danni d’acqua;
  5. 198 per soccorso a persona con impegno di 270 squadre;
  6. 38 per ricerca persone scomparse con impegno di 160 squadre; 38 di cui 1 ancora dispersa, 3 decedute e 34 trovate in buone condizioni di salute.
  7. 27 per incendi di bosco e sterpaglie 1
  8. 1491 per soccorsi vari (quali taglio di alberi pericolanti, apertura porte, soccorso ad animali …);
  9. 86 richieste per falsi allarmi;
  10. 1 missioni sul territorio regionale per Incendi boschivi.
  11. 4 missioni a Genova per il crollo del viadotto Morandi

Si evidenzia la presenza del Comando di Biella nello scenario genovese che è stato apprezzato per l’azione della nostra unità SAPR Servizio Aereo Pilotaggio Remoto che ha partecipato direttamente per le riprese video durante i lavori di rilievo e messa in sicurezza delle strutture del viadotto.

All’attività di soccorso tecnico è strettamente affiancata l’importantissima azione di “prevenzione incendi” e “sicurezza sui luoghi di lavoro”: Il Servizio di Prevenzione Incendi nel corso del 2018 ha confermato i dati dell’anno 2017 e si è caratterizzato per capacità di risposta puntuale nel rispetto dei tempi prescritti.

L’ATTIVITA’ DI PREVENZIONE INCENDI ha riguardato 644 pratiche evase, di cui: 85 esami di progetti 2 deroghe 275 rinnovi attestati di conformità antincendio 282 SCIA pervenute e Sopralluoghi effettuati 10 Esposti

ATTIVITA’ DI POLIZIA GIUDIZIARIA 4 pratiche disciplina sanzionatoria D.Lvo 758/94 (sicurezza antincendi nei luoghi di lavoro) 6 sopralluoghi di verifica a seguito di esposti-denuncia e di intervento di soccorso (20) informative all’Autorità Giudiziaria. La Formazione dei lavoratori esterni e la diffusione della cultura della sicurezza antincendio, questa rivolta anche ai più piccoli cittadini, costituiscono una pratica che vogliamo assolvere nel migliore dei modi. Essere preparati per prevenire e proteggersi dai nemici delle incolumità della vita, aggiornarsi con regolarità garantisce senza alcun dubbio il miglioramento delle prestazioni professionali e della qualità della vita. 2

L’ATTIVITÀ DI FORMAZIONE ESTERNA ha visto l’espletamento di CORSI ANTINCENDIO D.Lvo 81/2008 (sicurezza antincendio nei luoghi di lavoro) 15 corsi espletati per un totale di 32 ore di lezione teorico/pratica 475 lavoratori formati (come addetti alle emergenze nei luoghi di lavoro) 3 corsi di aggiornamento espletati per un totale di 15 (5) ore di lezione 91 lavoratori aggiornati 34 sedute di esami 475 unità abilitate alla lotta antincendio nei luoghi di lavoro. 15 incontri presso la sede con le scuole per la diffusione della cultura della sicurezza.

L’ATTIVITÀ DI FORMAZIONE INTERNA ha visto l’espletamento di L’impegno del personale finalizzato al miglioramento ed al mantenimento della capacità per intervenire professionalmente preparati ed in sicurezza nel corso del 2018 ha visto realizzare le seguenti attività: Sono state organizzate ed effettuate ben 1114 ore di prove addestrative nelle tecniche speleo-alpini-fluviale (SAF), nelle tecniche di primo soccorso sanitario TPSS e nella materia NBCR nucleare batteriologico chimico e radiologico, da aggiungere all’addestramento giornaliero, quotidianamente svolto presso tutte le sedi di servizio. Il Comando ha preso parte a 13 corsi tenuti sul territorio nazionale, riguardanti le varie discipline connesse al soccorso interessando 24 discenti per complessive 1200 ore di formazione in 75 giorni di lezione. E’ stato organizzato un Corso per Vigili Volontari riservato ai Distaccamenti di Trivero e Cossato per un totale di 1200 ore, inoltre sono state tenute, presso la sede VVF Di Biella, tre giornate formative riguardanti la materia NBCR, riservate al personale della Questura e Polizia Stradale, del Comando Provinciale dei Carabinieri, del Comando Provinciale della Guardia di Finanza che ha con la partecipazione complessiva di 90 unità.

Attualità #Cronaca

LA SICUREZZA PRIMA DI TUTTO – FOTOGALLERY

Mattinata di promozione di sicurezza stradale in Piazza Vittorio Veneto a Biella con le forze dell’ordine e i vigili del Fuoco, Iniziativa partecipata e molto utile per i più piccoli e non solo

Cronaca

CROLLO PONTE MORANDI GENOVA, PARTITI ANCHE I VIGILI DEL FUOCO DI BIELLA E LA REGIONE ATTIVA LA CENTRALE

Andranno in aiuto dei colleghi già impegnati. Anche la regione Piemonte ha attivato la centrale per l’organizzazione dei soccorsi sanitari.

Alle 16,10 di oggi pomeriggio due automezzi e quattro vigili del fuoco sono partiti con destinazione Genova. Il loro prezioso lavoro andrà a supportare le operazioni di soccorso impegnate dopo il crollo del ponte Morandi sull’autostrada A10.

La Regione Piemonte, immediatamente dopo il crollo del viadotto sull’autostrada A10 a Genova, ha aperto la Centrale remota per l’organizzazione dei soccorsi sanitari (Cross) gestita dal 118 di Torino.

Il compito della centrale, una delle due esistenti in Italia insieme alla centrale di Pistoia, è quello di coordinare per conto del Dipartimento di Protezione civile di Roma l’allerta e l’attivazione di qualsiasi tipo di soccorso sanitario richiesto dalla regione colpita.

In questo caso la centrale contatta tutti i referenti sanitari e i gruppi di intervento delle varie regioni, partendo da quelle più vicine, per accertare in tempo reale la disponibilità dei moduli sanitari, dei mezzi di soccorso, degli elicotteri e dei posti letto nei reparti di terapia intensiva dei principali ospedali. Ricevuti i dati, li trasmette al Dipartimento di Protezione civile di Roma e al responsabile sanitario regionale della regione interessata.

La centrale è in funzione dalle ore 13,00. Per il momento non sono pervenute richieste specifiche di implementazione dei soccorsi da parte della Regione Liguria. La centrale resta in ogni caso aperta e operativa.

Cronaca #In primo piano #Montagna

SI PERDE SUL MONTE BO POCO PRIMA DEL TEMPORALE, SALVATO DAI VIGILI DEL FUOCO

In azione il “Drago” dei pompieri che durante il rientro è stato costretto ad un atterraggio di fortuna nella campagne di Saluggia.

Squadra e “Drago”, elicottero dei vigili del fuoco, sono intervenuti ieri sera per il recupero di una persona in difficoltà e dispersa sulle pendici del monte Bo. La richiesta di soccorso è giunta dagli amici del 40enne intorno alle 20 che non vedendolo arrivare a Bielmonte hanno telefonato ai vigili del fuoco. I pompieri hanno così provveduto a localizzare tramite coordinate telefoniche il disperso. L’elicottero è riuscito ad intervenire nonostante il maltempo che in quel momento era in arrivo nella zona. Tutto in pochi minuti. Tutto in grande precisione. L’uomo è stato individuato, tratto in salvo e affidato al personale sanitario del 118 per accertamenti. Da terra erano già pronti ad interveniure anche le squadre del soccorso alpino nel caso in cui l’elicottero non fosse riuscito nell’operazione di salvataggio proprio per le condizioni meteo in arrivo.
Durante il rientro alla base di Caselle, infatti, il “Drago” dei vigili del fuoco è stato costretto ad un atterraggio precauzionale nella campagne di Saluggia poiché le condizioni meteo su Torino erano proibitive visto il nubifragio in corso. Dal comando di Biella hanno precisato che “in questi casi una squadra ha presidiato e controllato il mezzo fino a quersta mattina”. Il presidio è stato effettuato dai pompieri di Vercelli. Il rientro alla base è avvenuto questa mattina. 

f.f.

Attualità #Cossatese #Valsessera

10 NUOVI VIGILI DEL FUOCO VOLONTARI

Nella giornata di domenica 29 luglio, nella sede del Comando Provinciale, si sono svolti gli esami per l’abilitazione effettiva al servizio di soccorso tecnico urgente di 10 unità volontarie.
Dopo 120 ore di corso gli allievi sono stati sottoposti ad una verifica teorico-pratica da parte di un’apposita commissione di valutazione.
Le suddette unità saranno destinate a prestare servizio presso i distaccamenti di Trivero- Ponzone e Cossato, equamente distribuite.
A tutti loro vanno le congratulazioni da parte del Comando, unitamente agli auguri di un proficuo percorso di crescita individuale e di squadra.

Cronaca

61ENNE TROVATO MORTO IN CASA

Cause naturali, forse un infarto hanno stroncato l’uomo.

E’ stato trovato privo di vita nella sua abitazione in frazione Chiesa a Valle San Nicolao, Mario Capace di 61 anni. La scoperta nel pomeriggio di ieri da parte dei vigili del fuoco e carabinieri dopo una segnalazione. Era infatti da qualche giorno che non si avevano più notizie dell’uomo. I pompieri l’hanno trovato ormai privo di vita e la morte, avvenuta per cause naturali, potrebbe risalire ad alcuni giorni.

Attualità #Società #Valsessera

LA CASERMA DEI VIGILI DEL FUOCO DI TRIVERO-PONZONE SI CHIAMERA’ ERMINIO CAPPARONI

Il prossimo week end avrà luogo la festa del 60esimo del distaccamento dei Vigili del Fuoco Volontari di Trivero Ponzone, in concomitanza, nella mattinata di domenica, intitoleremo la nuova caserma a Erminio Capparoni, scomparso prematuramente, alla cui costanza e impegno dobbiamo questa nuova struttura.

Verrà posta una targa commemorativa donata dall’ Associazione Nazionale dei Vigili del Fuoco Volontari come ringraziamento a Erminio; è stato per anni impegnato come consigliere nazionale ed è sempre stato una colonna portante nonché figura fondamentale per lo sviluppo dell’Associazione.

Attualità #Società #Territorio

BENEDIZIONE DI S. BARBARA, PATRONA DEL CORPO NAZIONALE DEI VIGILI DEL FUOCO.

Consacrato anche il dipinto della pittrice Francesca Matera.

Ieri 13 Giugno, presso il Comando Provinciale di Biella ha avuto luogo la benedizione della statua di S. Barbara patrona dei Vigili del Fuoco, statua donata dai Vigili del Fuoco della CONAPO VV.F. quale riproduzione della storica opera consegnata ai vari corpi del Regno d’Italia nel 1939, in occasione dell’istituzione del Corpo Nazionale. Contestualmente la consacrazione ha compreso un dipinto raffigurante la Santa prodotto e donato al Comando dall’artista pittrice Francesca Matera.

Entrambi i nobili gesti di donazione sono conseguiti al rovinoso evento che lo scorso 4 dicembre, in occasione dell’ultima celebrazione della Santa Patrona del Corpo nazionale dei Vigili del Fuoco, non ha risparmiato la storica statua del Comando rimasta gravemente danneggiata a causa di un urto accidentale. Il momento solenne, officiato dal Capellano Don Filippo Nelva, ha evocato gesta e aspetti storici della santa Patrona S. Barbara toccando il significato umano del lavoro dei Vigili del Fuoco, il senso di attaccamento agli ideali ed ai valori umani fino all’estremo sacrificio in un contesto ricco di devozione ed altruismo.

Don Filippo ci ha ricordato che “la Patrona Santa Barbara è da sempre invocata in onore delle Sue Virtù, tempestività e costanza, tempestività per distruggere il male e costanza nel perseverare il bene, in nome della sua gente e per i popoli”.

Con queste semplici e toccanti espressioni si è avviato alla benedizione della statua e del dipinto donati ai Vigili del Fuoco accompagnato per l’occasione dal Prefetto di Biella Annunziata Gallo e dalla ex Senatrice Nicoletta Barbara Favero ed alla presenza dei donatori, del Personale del Comando e dei Pensionati dei Vigili del Fuoco. Al termine della cerimonia è stata letta la preghiera dei Vigili del Fuoco.