In primo piano #Sport #Territorio

ATLETICA – CAMPIONATI ITALIANI ASSOLUTI DI PESCARA, VALERIA ROFFINO GUIDA IL PLOTONE DEI BIELLESI

Tanti gli atleti della nostra provincia al via nella tre giorni tricolore. Non ci sarà Elena Romagnolo, per lei niente pista. Ecco la lista degli iscritti.

Pescara capitale per tre giorni dei campionati italiani assoluti di atletica leggera. Da oggi a domenica saranno impegnati anche molti biellesi nelle varie specialità. Purtroppo ci saranno anche delle rinunce a partire da Elena Romagnolo (Cus Pro Patria Milano) recente argento nei 10 km su strada: la mamma volante e due volte olimpionica rinuncia ai 5000 su pista per dedicarsi completamente alle corse su strada. Pole position per Valeria Roffino (Fiamme Azzurre) e il suo compagno Michele Fontana (Aeronautica). L’azzurra campionessa in carica cercherà di bissare l’oro conquistato nel 2017. Ricordiamo che a luglio Roffino aveva fermato il crono al meeting di Bellinzona a 15’57”42. Buone chances di medaglie anche Fontana e il sempre eterno Marco Lingua (Marco Lingua Forever) quest’ultimo biellese d’adozione visto che lavora da anni nella caserma della Guardia di Finanza di Biella. L’atleta dell’Aeronautica si cimenterà sui 5000 forte di un 14’08”65 ma dovrà battere la concorrenza di Najibe Salami (Esercito) e Marouan Razine (Fiamme Oro). Ci sarà anche Stefania Biscuola (Atletica Arcobaleno) che vanta un personale di 2’05”62: obiettivo entrare in finale. 3000 siepi per Umberto Contran (9’09”10 Cus Milano Pro Patria) pronto per cercare il tempo nei primi dieci. Saranno a Pescara anche Francesca Peretto (20 anni, Unione Giovane Biella) al via sui 400 ostacoli accreditata di 1’01”64; Chiara Sala (19 anni Gs. Zegna) pluri campionessa regionale nel salto in alto (1.74); Milica Travar (Gs. Zegna, 18 anni) nel salto in lungo (6.09). In forse Sara Perolio (17 anni del Gs. Zegna), al via nel giavellotto. Sempre in questo campo dubbi sulla partecipazione di Sara Zabarino (Acsi Roma) che deciderà solo in giornata. La biellese è reduce dal quinto posto mondiale Under 20 con 53,99 misura che le consente di posizionarsi al quarto posto tricolore dietro ad atlete del calibro di Zahra Bani (Fiamme Azzurre 58,27), Sara Jemai (Esercito 57,80) e Carolina Visca (Fiamme Oro 56,79).

Fulvio Feraboli

Sport

LE FIAMME AZZURRE COMPIONO 35 ANNI

Il Gruppo Sportivo delle Fiamme Azzurre della Polizia Penitenziaria con la biellese Valeria Roffino e Stefano Sottile di Borgosesia.

Si spendono 35 candeline per il gruppo sportivo Fiamme Azzurre. La data di nascita è quella del 25 luglio 1983, quando un decreto ministeriale diede vita al Gruppo Sportivo della Polizia Penitenziaria. Due degli atleti di primaria importanza sono Valeria Roffino e Stefano Sottile.
La ricorrenza è stata ricordata a Roma, nella Sala Minervini del D.A.P. (Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria), alla presenza del nuovo Capo del DAP e della Polizia Penitenziaria Francesco Basentini e della Signora Manuela Olivieri, moglie di Pietro Mennea, indimenticabile campione dell’atletica italiana e cofondatore delle Fiamme Azzurre insieme con l’allora dirigente Raffaele Condemi.
Dall’intuizione di entrambi, ora purtroppo scomparsi, sono nate le Fiamme Azzurre: dalle due sezioni costituite inizialmente – quelle dell’Atletica Leggera e del Pentathlon Moderno – ora se ne contano 19, il cui organico è formato da circa 100 atleti, campioni tra i più rappresentativi del movimento sportivo italiano. Tanti i momenti da ricordare, pietre miliari del nostro sport olimpico: dal primo titolo mondiale nel ciclismo femminile su pista, con Vera Carrara, al primo oro iridato di una pentatleta, Claudia Corsini; dal primo trionfatore italiano, Francesco Bruyere, nella “Jigoro Kano Cup” – il più importante torneo internazionale del judo – alle sette partecipazioni ai Giochi del tiratore Giovanni Pellielo, recordman di titoli mondiali nella “fossa” (quattro) e di medaglie olimpiche (quattro).
Primo Gruppo Sportivo di un “corpo di polizia dello stato italiano” ad aprire le porte allo sport paralimpico, fin dal 2007, e primo Gruppo Sportivo a dotarsi di uno strumento normativo per il reclutamento degli atleti, nel 2002: le Fiamme Azzurre hanno fatto da apripista alla nuova stagione dello “Sport di Stato”, quella dello spirito di servizio, espressione del Corpo di Polizia Penitenziaria.
I numeri possono dare un’idea del contributo offerto dalle Fiamme Azzurre allo sport italiano: 27 medaglie olimpiche – tra Giochi Estivi, Invernali e Paralimpici – poi 116 podi nei Campionati Mondiali assoluti (oltre a 15 giovanili e 41 paralimpici) e altre 185 medaglie negli Europei assoluti (con 59 giovanili e 20 paralimpiche). Ma una delle medaglie più belle è rappresentata dall’attività promozionale in ambito giovanile, con l’apertura della Scuola di Atletica Leggera “Pietro Mennea” e la Scuola di Vela.

Nella foto Manuela Olivieri Mennea, il Capo del DAP nonché Capo della Polizia Penitenziaria, Francesco Basentini e il Responsabile delle Fiamme Azzurre il Funzionario di Polizia Penitenziaria, Commissario Fabio Pichi.

Attualità #In primo piano #Sport

VALERIA ROFFINO, IL PAESE LE DEDICA UN PERCORSO DA RUNNER E LEI SI COMMUOVE

Forse una delle più difficili interpretazioni della campionessa italiana e soprattutto occhieppese.

“E’ stato più difficile discutere la tesi o correre qualche 5000 metri in giro per l’Italia”. Le parole di Valeria Roffino al momento dell’inaugurazione del percorso per runners a lei dedicato, non hanno lasciato dubbi: bellissima e genuina emozione. Lo si leggeva negli occhi, lo abbiamo ascoltato nel leggero tremore delle sue parole scandite ai tanti presenti, amministratori, persone di sport, runners, semplici cittadini. Stretta a sé, l’azzurra che corre per le Fiamme Azzurre, sempre Giorgia la sua nipotina, inseparabile durante tutta la manifestazione. All’evento mancava il sindaco Monica Mosca, impossibilitata e rammaricata di non essere potuta essere presente ma c’era l’assessore Marco Baresi uno dei fautori del progetto e della realizzazione del percorso di 4,3 chilometri che si snoda in Occhieppo Inferiore, una sorta di biglietto da visita del  paese visto nei suoi lati meno conosciuti. E ancora il delegato provinciale Fiudal Gino Marangoni, il tecnico fiduciario nonché allenatrice di Roffino, Clelia Zola, il presidente del Biella Running Paolo Vialardi anche lui uno dei promotori dell’iniziativa e tanti runners presenti e pronti a provare in anteprima il nuovo percorso per gli allenamenti. Il clou dell’evento è stato lo scoprimento del cartello con la frase misteriosa coniata per l’occasione dalla stessa Valeria Roffino.  Alla capitana azzurra degli ultimi due europei di Cross l’onore di renderla pubblica con la lettura ad alta voce della sua frase. E così la mezzofondista si è armata di coraggio per affrontare quell’ultimo ostacolo prima di scoprire la scritta e   leggerla. “Correre in questo luogo, fatto di montagne e di verdi pianure dopo un lungo viaggio o dopo un periodo di lontananza, mi riporta nel mio centro, nel mio equilibrio interiore. Mi riporta a casa”. Applausi e via di corsa insieme agli altri runner a percorrere i 4,3 chilometri del nuovo tracciato che rispecchia la personalità di Valeria Roffino.

Fulvio Feraboli

Biella #Sport

IN 110 A BIELLA PER I 5000 IN PISTA, VITTORIA PER GATTONI E ROFFINO. LA CLASSIFICA

Grande successo per la serata al La Marmora-Pozzo.

Una gran bella serata di atletica ieri allo stadio La Marmora-Pozzo di Biella: oltre 100 gli atleti, soprattutto biellesi, che hanno preso parte al “Tutti in pista 5.000 party”, manifestazione organizzata dal comitato FIDAL Biella/Vercelli, in collaborazione con l’amministrazione comunale di Biella e le società Olimpia Runners, Gaglianico 74, Biella Running e Unione Giovane Biella.

A nobilitare l’evento, completamente incentrato sui 5000 metri in pista, anche la presenza di Valeria Roffino, portacolori delle Fiamme Azzurre e della Nazionale Italiana. Con lei tanti atleti “pistaioli” ma anche podisti da “strada” che in questa occasione hanno voluto mettersi alla prova su una distanza impegnativa del panorama olimpico dell’atletica leggera.

Ha vinto il borgomanerese Marco Gattoni, portacolori di Sport Project Verbania col tempo di 15’59”4, seguito dal biellese Matteo Lometti dell’Ugb (16’10”0) e dal triverese Francesco Nicola dello Zegna arrivato ad un secondo.
Tra le donne, chiaramente, successo di Roffino in 16”14’3, a circa 5 secondi dal recente record personale. Al secondo posto la biellese Marta Gariglio, ex Splendor, tornata quest’anno alle gare dopo un lungo stop con la maglia dell’Ugb. A completare il podio la santhiatese Chiara Copelli del Runner Team Volpiano.

La manifestazione assegnava i titoli di specialità per quanto concerne il quadrante nord-est Piemonte. Sono andati a: Marco Gattoni (Assoluto), Matteo Riva (Allievi) Giulio Sunder (Junior), Francesco Nicola (Promesse), Matteo Biolcati (M35), Marco Ghiardo (M40), Gianni Chiorboli (M45), Enrico Dall’Angelo (M50), Salvatore Di Blasi (M55), Franco Pellanda (M60), Roberto Danasino (M65), Mario Secci (M75) tra gli uomini e a Marta Gariglio (Assoluta), Selena Bernardi (Senior), Arianna Raniero (Allieva), Alice Gattoni (Junior), Daniela Ramella (F40), Simona Banfo (F45), Antonella Manfrinato (F50), Anna Maria Vannelli (F55) e Claudia De Mari (F60).

Nella serata è stata organizzata anche una serie sugli 800 metri che ha visto al via dodici atleti tutti biellesi: ha vinto Alessandro Salogni (Ugb) in 1’57”5, seguito da Matteo Raviglione (Arcobaleno Savona) in 1’58”3 e da Allessandro Farina (Atletica Stronese) in 2’00”3.

Di seguito le classifiche assolute dei 5000 metri.
Classifica Assoluta Femminile 1ª Valeria Roffino (Fiamme Azzurre) 16:14.3, 2ª Marta Gariglio (Ugb Biella) 18:31.6, 3ª Chiara Copelli (Runner Team Volpiano) 18:56.7, 4ª Ilaria Zaccagni (Cus Pro Patria) 18:58.5, 5ª Selena Bernardi (Biella Running) 19:20.9, 6ª Arianna Reniero (Atl. Stronese) 19:23.7, 7ª Ludovica Megna (Safatletica Piemonte) 19:30.1, 8ª Debhora Li Sacchi (Olimpia Runners) 20:02.6, 9ª Alice Gattoni (Ugb Biella) 20:25.8, 10ª Simona Banfo (Biella Running) 20:54.2, 11ª Daniela Ramella (Biella Running) 21:13.1, 12ª Antonella Manfrinato (Olimpia Runners) 21:20.6, 13ª Kirsi Burzio (La Vetta Running) 22:04.7, 14ª Lorella Boschetto (Gaglianico 74) 22:32.1, 15ª Stefania Zanellato (Gaglianico 74) 23:35.2, 16ª Anna Maria Vannelli (Biella Running) 24:22.3, 17ª Elisa Pasi (Gaglianico 74) 24:23.1, 18ª Manuela Saccomano (La Vetta Running) 26:59.4, 19ª Luisa Valdo (Olimpia Runners) 29:20.7, 20ª Graziella Catto (La Vetta Running) 29:33.6, 21ª Claudia De Mari (Olimpia Runners) 33:17.2. Classifica Assoluta Maschile 1° Marco Gattoni (Sport Project Vco) 15:59.4, 2° Matteo Lometti (Ugb Biella) 16:10.0, 3° Francesco Nicola (Zegna Trivero) 16:11.0, 4° Massimiliano Barbero (Ugb Biella) 16:43.5, 5° Michael Zagato (Applerun) 16:53.0, 6° Alessandro Mello Rella (Atl. Saluzzo) 16:56.4, 7° Federico Poletti (S. Stefano Borgomanero) 16:59.5, 8° Matteo Biolcati Rinaldi (Biella Running) 17:12.8, 9° Andrea Marchionatti (Biella Running) 17:18.3, 10° Marco Ghiardo (Biella Running) 17:21.2, 11° Matteo Riva (Atl. Vercelli 78) 17:45.4, 12° Andrea Pelosi (Atl. Monterosa) 17:55.1, 13° Marco Marangone (Biella Running) 18:02.1, 14° Marco Ravetti (Biella Running) 18:02.4, 15° Federico Peloso (Atl. Strambino) 18:07.6, 16° Matteo Prina Mello (Biella Running) 18:10.1, 17° Gianni Chiorboli (Atl. Santhià) 18:19.4, 18° Fabrizio Lavezzato (Brancaleone Asti) 18:28.7, 19° Giulio Sunder (Ugb Biella) 18:29.4, 20° Fausto Baratella (Gsa Pollone) 18:32.4, 21° Carlo Torello Viera (Genzianella) 18:32.5, 22° Alexander Coen (Splendor Cossato) 18:33.9, 23° Giuseppe Chieppa (Splendor Cossato) 18:41.8, 24° Alberto Gallotto (Splendor Cossato) 18:46.8, 25° Alessio Crosa (Ugb Biella) 18:51.0, 26° Silvio Roma (Valsusa Running Team) 18:54.0, 27° Pietro Sansalone (Ugb Biella) 18:58.2, 28° Giovanni Bonfante (Gaglianico 74) 19:02.6, 29° Luca Grometto (La Vetta Running) 19:05.0, 30° Andrea Fabbris (Atl. Candelo) 19:06.6, 31° Luca Beltrami (Atl. Santhià) 19:08.2, 32° Enrico Dall’angelo (Gaglianico 74) 19:28.3, 33° Domenico Nicastro (Biella Running) 19:37.5, 34° Andrea Miola (Zegna Trivero) 19:38.1, 35° Claudio Perino (Atl. Lessona) 19:48.9, 36° Alessandro Zingarelli (Atl. Candelo) 19:55.3, 37° Rubens Grosso (Zegna Trivero) 20:01.9, 38° Nicola Falabella (Zegna Trivero) 20:04.5, 39° Gianluca Coda (Gaglianico 74) 20:12.7, 40° Paolo Pistono (Atl. Candelo) 20:16.2, 41° Corrado Belli (Gac Pettinengo) 20:31.1, 42° Fabio Trivero (Gaglianico 74) 20:31.8, 43° Salvatore Mele (Biella Running) 20:42.6, 44° Franco Pellanda (Biella Running) 20:53.1, 45° Marco Eulogio (Biella Running) 20:56.6, 46° Luca Perrone (Biella Running) 21:04.1, 47° Salvatore Di Blasi (Olimpia Runners) 21:16.9, 48° Massimiliano Copelli (Olimpia Runners) 21:17.5, 49° Michele Stefani (Biella Running) 21:18.3, 50° Luigi Gentile (Atl. Santhià) 21:19.6, 51° Michele Gallina (Gaglianico 74) 21:26.1, 52° Ettore Antoniotti (Olimpia Runners) 21:29.2, 53° Santino Milici (La Vetta Running) 21:35.2, 54° Luca De Mattia (Ugb Biella) 21:45.4, 55° Giordano Dona’ (Atl. Lessona) 21:45.8, 56° Nicola Fantasia (Biella Running) 21:50.6, 57° Antonino Ricceri (Atl. Candelo) 21:57.6, 58° Roberto Danasino (Pod. Vigliano) 21:58.9, 59° Mauro Peria (Biella Running) 22:09.6, 60° Rodolfo Miotto (Zegna Trivero) 22:27.0, 61° Alberto Belli (Biella Running) 22:37.5, 62° Roberto Bellini (Rivarolo 77) 22:41.4, 63° Simone Frezzato (Biella Running) 23:29.9, 64° Camillo Carelli (Pod. Vigliano) 24:13.6, 65° Antonello Formaggio (Olimpia Runners) 24:26.9, 66° Davide De Mattia (Olimpia Runners) 24:53.1, 67° Mario Secci (Gaglianico 74) 25:24.3, 68° Renato Zacchero (Gaglianico 74) 25:36.3, 69° Vito Colletta (La Vetta Running) 26:35.5, 70° Simone Perona (Biella Running) 26:52.4, 71° Giuliano Botalla (Olimpia Runners) 27:44.3, 72° Sergio Filippi (Gaglianico 74) 27:58.0, 73° Fabio Coriele (Olimpia Runners) 28:52.0, 74° Marco Ascari (Atl. Candelo) 37:25.8.

Attualità #In primo piano #Sport #Valle Elvo

UN PERCORSO RUNNING INTITOLATO A VALERIA ROFFINO

L’opera realizzata verrà inaugurata entro il mese. Entro l’anno verranno portati a termine altri lavori nel comune per 300 mila euro.

E sarà quasi certamente la stessa atleta azzurra pluri campionessa delle Fiamme Azzurre Valeria Roffino ad inaugurare il nuovo percorso da running a lei intitolato che è stato realizzato ad Occhieppo Inferiore: un circuito di 5 chilometri destinato a tutte le persone che vogliano avvicinarsi in modo graduale alla corsa.
L’inaugurazione avverrà entro maggio, appena il sindaco Monica Mosca e la stessa Roffino stabiliranno la data, in riferimento agli impegni soprattutto della mezzofondista. “Sono onorata per questa intitolazione -commenta il capitano della nazionale di Cross-. E’ un grande vanto per me essere biellese e residente in questo comune della Valle Elvo”. Quello che è stato realizzato dalla giunta presieduta dal sindaco Monica Mosca è un percorso destinato sia a chi vuole iniziare a correre sia alle persone della terza età che hanno aderito a “invecchiamento attivo”. “Si tratta di un progetto al quale teniamo particolarmente – spiega il sindaco Mosca -. Grazie alla collaborazione con la società Biella Running, alcuni atleti gratuitamente si metteranno a disposizione di tutte quelle persone che, dalla semplice camminata, vogliono conoscere le nozioni base per passare alla corsa leggera”.
Ma i progetti destinati allo sport non si limitano al percorso running.
Il Ministero delle Economie e delle Finanze ha concesso all’amministrazione la possibilità di dare il via alla ristrutturazione ad un progetto davvero importante: il rifacimento del tetto e della copertura destinata al contenimento energetico della palestra comunale. Si tratta di un cantiere del valore di 220 mila euro. I lavori inizieranno in estate si concluderanno dopo qualche mese. Inoltre, il 15 maggio, con un investimento di 60 mila euro, inizieranno i lavori di ristrutturazione degli spogliatoi del campo di calcio del Comune. Il cantiere terminerà entro il 30 agosto quando il Valle Elvo Calcio tornerà ad allenarsi. Infine, con 22 mila euro, verranno restaurati i due campetti da calcio in prossimità del Municipio. Al posto verrà realizzato un campo unico con due porte da calcio ed un canestro.

Scuola #Sport

I BIMBI DI PONDERANO ALLO STADIO CON VALERIA ROFFINO E GRETA GAMBA

I ringraziamenti di genitori e maestri alle organizzatrici.

Il 18 aprile 2018 gli alunni della scuola dell’Infanzia di Ponderano si sono recati allo Stadio La Marmora per la giornata dedicata all’Atletica.

I bambini si sono cimentati in varie discipline: salto in lungo, salto in alto, corsa, ostacoli e lancio del vortex.

“Un ringraziamento particolare alle organizzatrici Greta Gamba e Valeria Roffino, atleta delle Fiamme Azzurre” commentano dalla scuola.

Sport #Valle Cervo

38ª BIELLA-PIEDICAVALLO E 2ª BALMA-PIEDICAVALLO, I MIGLIORI TEMPI DI SEMPRE

Classifiche all time maschili e femminili. Le migliori performance compresa l’edizione 2018.

L’edizione numero 48 della Biella-Piedicavallo e la numero 2 della Balma-Piedicavallo hanno riscritto le classifiche all-time dei due tracciati. Quello lungo ha “perso” 300 metri con l’edizione 2017 e dunque ha mandato in pensione tutti i vecchi record, quello “corto” è sempre più apprezzato dai runner per le sue caratteristiche.

Nella Balma-Piedicavallo al primo posto spunta la santhiatese Miriam Di Vincenzo del Cafasse che ha battuto di 6 secondi la canavesana Rachele Young (Valchiusella) vincitrice lo scorso anno. Dunque nella prossima edizione il tempo da battere sulle rampe di 7 chilometri (e circa 400 metri di dislivello) che portano a Piedicavallo dalla Balma sarà 33 minuti e 43 secondi. Sul terzo gradino del podio la prima biellese: si tratta di Sonia Destro dello Zegna Trivero, seconda nel 2017 col tempo di 34’12”. Sono solo 7 le atlete che sono riuscite a stare sotto i 40 minuti: oltre alle citate ci sono Chiara Schiavon, Carla Young, Milena Foglio Stobbia e Federica Pozzo.

In ambito maschile sembra destinato a durare a lungo il 25’02” ottenuto la scorsa settimana da Francesco Carrera, borgosesiano in forza al Casone Noceto. Il biellese Andrea Nicolo dell’Ugb Biella che vinse lo scorso anno e che ha chiuso secondo in questa edizione, ha percorso le dure salite verso Piedicavallo in 26 minuti e 46 secondi. Sul terzo gradino Mauro Stoppini della Genzianella, secondo nel 2017 con tempo di 27 netti. Sotto i 30 minuti altri sette atleti: Francesco Nicola, Giuliano Bossone, Matteo Siletto, Massimiliano Barbero, Silvio Balzaretti, Mattia Bertoncini e Alessandro Mello Rella.

Record abbattuto anche nella Biella-Piedicavallo femminile: la presenza quest’anno di due stelle piemontesi al via era già garanzia di grandi tempi.
In effetti la torinese Giorgia Morano (Cus Torino) è riuscita a scendere sotto gli 80 minuti, chiudendo in 1h17’57”, nuovo best time della corsa intitolata al fondatore Ismar Pasteris e da una decina di anni organizzata da Claudio Piana con gli staff di Biella Sport Promotion e Gac Pettinengo.
Sul secondo gradino del podio Valeria Roffino della Fiamme Azzurre segue la Morano con un eccellente 1h18’18”. Nessun’altra atleta sotto gli 80 minuti: sul terzo gradino del podio all-time Lara Giardino del Biella Running che vinse lo scorso anno col tempo di 1h21’05”.
Tra le prime 10 spiccano i nomi delle prime 8 atlete del 2018 a testimonianza di come il livello tecnico sia cresciuto rispetto all’edizione 2017. Dal 4° posto al 10° segnaliamo Federica Poletti, Katarzyna Kuzminska, Debhora Li Sacchi, Selena Bernardi, Laura Mazzucco, Elisa Almondo e Agnese Valz Gen.

Analogamente nella classifica all-time maschile i primi 7 dell’edizione 2018 sono entrati nella top-10 e i primi tre sono riusciti a scalzare tutti i migliori della passata edizione o a migliorarsi, nel caso di Edward Yopung, secondo quest’anno e primo nel 2017. Un altro record che potrebbe durare a lungo è dunque quello di Alberto Mosca, quest’anno tesserato Atletica Potenza Picena: il biellese ha chiuso in 1h07’15”, precedendo Edward Young (Valchiusella) che scende a 1h08’24” (contro 1h09’48” del 2017). Terzo il lombardo Michele Belluschi (Atl. Recanati, 1h09’02”) che scalza Giuseppe Molteni (1h09’48” lo scorso anno). Sono questi quattro gli unici a vantare un crono inferiore ai 70 minuti sui 19 km di gara (630 metri di dislivello). Nella top-10 dal 5° in poi segnaliamo Francesco Grllo, Salah Ouyat, Juan David Orozco Sanchez, Mario Romano, Matteo Pezzana a Enzo Mersi, secondo biellese dietro al capofila Mosca.

Andato in archivio il doppio appuntamento dello scorso 25 aprile, l’agonismo tornerà sabato 9 giugno con l’edizione numero 22 di Corri Contro L’Emarginazione, corsa su strada di 7 chilometri con partenza e arrivo dallo stadio La Marmora-Pozzo.
E’ in fase di realizzazione anche il “1° Trittico tra Storia & Sapori d’Eccellenza” organizzato con la Collaborazione della Pasticceria Massera dell’Arci Amici di Bornasco e il Comune di Sala Biellese che prevederà 3 gare , il 23 Giugno ,6 Luglio e 4 Agosto che oltre alle premiazioni di ogni singola gara proporrà una classifica per il trittico.

Sport #Valle Cervo

LA BIELLA-PIEDICAVALLO A MOSCA E MORANO DAVANTI AD UNA GRANDE ROFFINO -FOTOGALLERY-

Bene i biellesi Matteo Lometti, Fabio Bosio, Andrea Pelosi e Adriano Zucco. Nel femminile quinto e sesto posto per Debora Li Sacchi e Selena Bernardi.

E’ stata una Biella-Piedicavallo combattuta e interessante. Quasi 200 al via questa mattina da piazza Vittorio Veneto, numeri in calo rispetto al recente passato (258 lo scorso anno, 300 nel 2016), così come era accaduto due settimane fa per la Biella-Graglia quasi che ad una parte di runners biellesi non interessino più le corse locali.
Numeri in leggera crescita, invece, per la più corta Balma Piedicavallo che da 85 della prima edizione è passata a 100 di questa seconda (ne parliamo in altro articolo).
Gara asciutta per tutti e freddo intenso solo in alcuni tratti non baciati dal timido sole primaverile che ha fatto capolino questa mattina.

Nella corsa da Biella a Piedicavallo, 19,3 chilometri con 620 metri di dislivello, successo per Alberto Mosca quest’anno in forza all’Atletica Potenza Picena che va così a riscrivere il proprio nome nell’albo d’oro dopo il successo del 2014: il maratoneta biellese ha chiuso in 1h07’15” precedendo di oltre un minuto Edward Young, inglese della valchiusella, che si era aggiudicato la vittoria nella passata edizione. Sul podio da 5 anche Michele Belluschi (Atl. Recanati) seguito da Francesco Grillo (Base Running) e da Salah Ouyat (Sport Project Vco). Per i primi quattro, così come successivamente per le prime quattro donne, controllo antidoping a fine gara: una “prima” sulle strade biellesi.
Tra i primi 10 anche altri quattro atleti di casa classificati nell’ordine dal 7° al 10° posto: si tratta di Matteo Lometti, Fabio Bosio, Andrea Pelosi e Adriano Zucco.

Non è riuscito il bis, invece, a Valeria Roffino (Fiamme Azzurre) che ha chiuso al secondo posto in 1h18’18”, preceduta dalla torinese Giorgia Morano (Cus Torino) al traguardo in 1h17’57”. La vincitrice, specialista sulla distanza della mezza maratona dove ha un personale di 1h16′, ha sempre avuto un centinaio di metri di vantaggio sulla biellese. Sul terzo gradino Federica Poletti della Fulgor Prato Sesia, seguita dalla polacco-canavesana Katarzyna Kuzminska che ha superato nel finale la biellese Debhora Li Sacchi (Olimpia Runners). Tra le migliori anche Selena Bernardi (Biella Running) sesta assoluta.

«Sono molto contento» ha commentato al termine Claudio Piana «Credo abbiamo regalato ai runners una bella giornata: abbiamo avuto anche qualche grande nome al via e anche il tempo ha tenuto nonostante le previsioni non fossero delle migliori. Bene così, pensiamo alla prossima con il solito grande entusiasmo».

Tutto impeccabile nella regia di Biella Sport Promotion e Gac Pettinengo, società organizzatrici dell’evento che come sempre è intitolato alla memoria dell’ideatore della gara, Ismar Pasters, nonché di altri due grandi del passato ovvero Enrico Rizzo e Paolo Bellini.

f.f.

Sport

ITALIANI DI CROSS: FONTANA ALLE STELLE, ROFFINO: “IERI AVREI FIRMATO PER QUESTO RISULTATO”

Bene l’altro biellese Francesco Bona giunto quinto. Roffino migliora l’ottava posizione dello scorso anno sebbene non in perfette condizioni. Fontana da urlo, piazza la ciliegina sulla torta per la stagione invernale.

La notizia del giorno per quanto riguarda l’atletica biellese sono i due terzi posto ai campionati italiani di cross a Gubbio di Valeria Roffino e Michele Fontana, un grandissimo risultato, per certi versi anche inaspettato. E per arrivare a questo dobbiamo precisare in primis che Roffino, all’appuntamento, l’anno scorso era giunta ottava e Fontana era ancora alle prese con i suoi problemi fisici. L’atleta delle Fiamme Azzurre ha trascorso diverse settimane alle prese di qualche problemino che le ha impedito di correre al top della forma, questa mattina a Gubbio. La medaglia di bronzo con il tempo di 28’56” assume un valore ancor più grande visto che a vincere il titolo italiano è stata Martina Merlo (Aeronautica Militare) con il tempo 28’52” ovvero solamente 4” in meno di Roffino. Il podio di mezzo l’ha ottenuto Francesca Bertoni (La Fratellanza) solo 1” davanti alla biellese. “Ieri avrei sottoscritto per questo risultato -commenta l’azzurra- proprio per il fatto che le ultime settimane non sono state particolarmente buone e non sono arrivata all’appuntamento in piena forma”. Da sottolineare che l’atleta di Occhieppo Inferiore sta preparando la discussione della tesi di laurea in Servizi Sociali e Politiche Sociali in calendario a fine aprile, appuntamento fondamentale per il suo futuro. Tornando alla gara Roffino ci ha raccontato come sia giunta questa medaglia: “Mi sono lasciata staccare al terzo giro. Il gruppo dietro però ha continuato a mordermi le caviglie così per non farmi passare ho tentato di rientrare su chi mi stava precedendo ma purtroppo era tardi. Ripeto, sono contenta e questa medaglia la dedico a Clelia Zola che ringrazio per il supporto che mi ha dato in queste ultime settimane. Ora posso concentrarmi sulla mia laurea, con l’atletica ne riparleremo a fine aprile”.

Al settimo cielo è invece Michele Fontana (Aeronautica Militare) compagno di vita di Roffino. Per lui il bronzo con il tempo di 31’33” è il “completamento della stagione invernale, una ciliegina sulla torta per aver finalizzato l’obiettivo concordato con il mio allenatore, Andrea Bello” precisa l’atleta ormai biellese, vista la sua residenza presa a Occhieppo Inferiore da diversi mesi. “E’ stata una gara intelligente, in progressione nei primi tre giri con Francesco Bona (altro biellese dell’Aereonautica Militare, ndr) -continua- perché sapevo della sua ottima condizione. Siamo andati via regolari fino al penultimo giro quando ho capito di riuscire a dare qualcosa in più e difendere la terza posizione negli italiani e decima assoluta. Per questo risultato devo e voglio ringraziare Andrea Bello. Insieme riusciremo a toglierci altre soddisfazioni prossimamente in pista”. Per la cronaca la gara è stata vinta da Ishmael Chelanga Kalale (Kenia) in 30’38” mentre a vincere il titolo di campione italiano è stato Yohanes Chiappinelli (Carabinieri) terzo assoluto in 30’52”, secondo Lorenzo Dini (Fiamme Gialle), sesto nella classifica assoluta in 31’05”. Francesco Bona si è piazzato in quinta posizione tricolore con il tempo di 31’39” e 13esimo assoluto.

Fulvio Feraboli

Attualità #Biella #Circondario #In primo piano #Moda #Montagna #Società

8 MARZO: OMAGGIO ALLE DONNE… OLTRE ALLE GAMBE C’È DI PIÙ

In occasione della Giornata internazionale della donna 2018, vi proponiamo alcune delle iniziative che animeranno Biella e dintorni.

Aperitivi, cene, serate a tema. La Festa della donna torna puntuale con una serie di proposte in rosa che quest’anno vogliono andare oltre il semplice divertimento, lasciando spazio alla cultura e creando spunti di riflessione sulla figura femminile e le discriminazioni di genere.

Partiamo da Bielmonte, dove l’intera giornata dell’8 marzo sarà dedicata alle donne, tra sport, natura e buon cibo: un’ora di lezione di sci gratuita collettiva (con sosta al Bar Massaro per gustare la torta mimosa), ciaspolata all’Alpe Moncerchio in compagnia delle guide del territorio e speciali trattamenti benessere al Bucaneve Wellness. Per finire la giornata, sarà possibile scegliere tra le degustazioni in rosa organizzate a Trivero, come ad esempio Una serata tra amiche (cena al Microbirrificio Jeb accompagnata da birre artigianali e omaggi a tutte le donne) e Rosa Rosae.. (cena tipica all’Agriturismo Oro di Berta a Castagnea di Portula, con musica dal vivo e animazione per bambini).

A Cossato, venerdì 9 marzo, presso l’area eventi di Villa Ranzoni si terrà la Serata Poetica Musicale ed altro…, iniziativa culturale ad ingresso libero. Spazio alla lettura di poesie, all’intrattenimento musicale e all’arte figurativa, con le proiezioni fotografiche a cura del Gruppo Fotografico FotoArt e la mostra d’arte pittorica di Lucia Morandini.

In città, il Quartiere degli affari si fa promotore dell’iniziativa Donne fuori dagli schemi, un pomeriggio per celebrare la figura femminile attraverso lo sport. L’idea è nata da una chiacchierata tra l’assicuratore Marco Vergnano e Chiara Borghesi del negozio Primo Piano, che hanno pensato di dare risalto alle eccellenze sportive del nostro territorio per celebrare la forza ed il valore di donne che hanno saputo distinguersi in quelle discipline solitamente considerate più maschili. A partire dalle 15.30, i portici di via Lamarmora e di via Pietro Micca si animeranno con attività ed intrattenimento: presenti la campionessa paralimpica Nicole Orlando, Serena Rodella (campionessa italiana formula FIF, Federazione Italiana Fuoristrada), le regine dell’atletica Valeria Roffino delle Fiamme Azzurre e Marzena Michalska delle Fiamme Oro. E poi rappresentanze femminili delle squadre locali di boxe, calcio, rugby e di Kart Maga nonché la delegazione del gruppo motociclistico delle Forze dell’Ordine Shot Gun. Il pomeriggio sarà anche un’occasione per affrontare il delicato tema delle violenze e degli abusi grazie alla presenza dell’associazione Voci di Donne e della Consigliera di Parità della Provincia di Biella Carlotta Grisorio.

Segnaliamo ancora l’iniziativa del Museo del Territorio Biellese che dall’8 all’11 marzo sarà ad ingresso libero per le donne ed il loro accompagnatore. Oltre alle sezioni permanenti, sarà possibile visitare liberamente anche la mostra temporanea Neve. Sport invernali a Oropa 1920-1960, che terminerà il prossimo 25 marzo. Inoltre, le visitatrici verranno invitate a fotografarsi davanti alla propria opera preferita e a condividere lo scatto sui canali social con l’hashtag #8marzoalmuseo.