Attualità #Sport

IMPRESA BIELLA RUGBY UN ALTRO ANNO IN SERIE A2

Per tutta la società gialloverde, quello vissuto oggi pomeriggio, è il momento più bello dopo quello vissuto sul campo di Alghero il 13 maggio del 2018. Edilnol Biella Rugby, con la vittoria 30-22 ottenuta sul campo di casa contro Asr Milano, davanti ad un pubblico numerosissimo, più di quattrocento cinquanta persone, ha ottenuto la matematica salvezza in Serie A: l’obiettivo che si era prefissato all’inizio della stagione. Niente era scontato sulla carta, a partire dalla vittoria da strappare ad avversari tanto quotati. Asr Milano, una squadra capace ed esperta che ha dimostrato le proprie qualità per tutto il campionato, che occupava, e tutt’ora occupa la terza posizione nella classifica del girone e che si era imposta con facilità su Biella nel girone di andata. Poi tutte le altre variabili rappresentate da tutti i risultati possibili ottenuti sugli altri campi dalle due squadre che seguono in classifica Edilnol Brc. Un’incognita che dopo ottanta entusiasmanti minuti, si è risolta nel migliore dei modi: bastava una vittoria per annullare tutte le altre ipotesi. E così è stato.

Aldo Birchall, head coach Edilnol Biella Rugby: “Asr Milano è un’ottima squadra, ha ottimi giocatori, alcuni che fanno la differenza per esperienza e capacità. Noi siamo stati molto bravi ad annullare il loro gioco, non ho nulla da dire. Abbiamo conquistato un risultato importantissimo, una delle partite più belle del campionato. Forse abbiamo concesso qualche calcio di punizione di troppo che ha permesso ai nostri avversari di metterci pressione e segnare qualche punto, ma il nostro numero dieci ha davvero controllato la partita nonostante il tempo e il campo scivoloso. Siamo giunti a questo risultato, la matematica salvezza a due giornate dalla fine del campionato, anche grazie alla società che non ci ha mai messo pressione, neppure durante il periodo delle sconfitte di quaranta punti. Ci ha permesso di lavorare con serenità e di tenere unito il gruppo fino a raggiungere l’obiettivo che ci eravamo prefissati”.

Vittorio Musso, presidente Biella Rugby Club: “La vittoria di oggi significa aver raggiunto il nostro obiettivo indipendentemente dai risultati delle altre squadre. Raggiungere la salvezza matematica con due partite di anticipo, davanti a tanto pubblico e giocando una partita come quella che abbiamo giocato oggi, rappresenta il contenuto di una giornata indimenticabile. Il segreto del nostro successo, la capacità dei nostri allenatori di tenere il passo e unita la squadra, malgrado le sconfitte con più di quaranta punti che avrebbero potuto creare la discesa rapida

Attualità #Sport

AL BIELLA RUGBY NON RIESCE L’IMPRESA SUL CAMPO DEL RECCO

A Edilnol Biella Rugby non riesce la cinquina. Gli Squali di Recco guidati dalla panchina da Callum McLean, assente l’altro ex gialloverde Imad Chtaibi, si impongono anche al turno di ritorno, questa volta con il punteggio di 33-17. Sconfitta che nulla cambia per i biellesi ai fini della classifica dal momento che anche Settimo Torino e Cus Milano, diretti competitor per la salvezza, sono capitolati rispettivamente sui campi di Accademia e Lyons. Due tempi di gioco in netto contrasto. I primi quaranta minuti in perfetto equilibrio, con Biella che vince territorio e possesso, ma si rivela poco concludente in finale. Solo un calcio messo a segno da Evans al 33’. Buona la difesa. Appaiono più in difficoltà i padroni di casa, ma le poche incursioni nei ventidue biellesi sono sufficienti per segnare una meta e chiudere in vantaggio 5-3. Chi sperava in un testa a testa fino alla fine, rimane deluso sin dall’attacco. Recco allunga di due misure piene approfittando dell’indisciplina di Edilnol punita in maniera fin troppo severa. Meta di punizione per placcaggio senza palla da parte di Biella al 41’ e seconda meta tecnica al 50’ perché il direttore di gioco riscontra la netta superiorità della mischia chiusa ligure vicina alla linea di meta. Due decisioni che trasformano il soddisfacente parziale in un più severo 19-3. Segue la meta di Mastrorosa trasformata da Evans al 64’. Recco risale il campo, Biella ruba l’ovale e libera al piede riportando il gioco sulla metà del campo, ma alla successiva incursione non perdona e segna ancora, al centro dei pali, facilitando la trasformazione di Agniel. Non cedono gli uomini di Birchall che cercano il riscatto. Trovano la seconda meta grazie allo spunto di Sigillò al 72’. Evans trasforma, ma Recco segna ancora a due minuti dalla fine quando il divario è troppo alto e a Biella non resta che firmare la resa.

Aldo Birchall head coach Edilnol Biella Rugby: “Abbiamo fatto una buona gara nonostante quanto riporta il risultato finale. Abbiamo sofferto il vento nel secondo tempo che invece il dieci di Recco è stato bravissimo a sfruttare con calci alti e di spostamento costringendoci nella nostra metà campo. Davvero un peccato perché fino all’intervallo eravamo 5-3 e tutti i giochi erano ancora aperti. Tutti quei punti subiti nella ripresa fanno rimanere male. In classifica nulla è cambiato. Mancano tre gare alla fine del campionato, mi auguro che la sconfitta di oggi ci faccia imparare la lezione, ma anche rimettere subito in sesto perché domenica abbiamo una partita importante con Asr Milano sul nostro campo”.

Pro Recco v Edilnol Biella Rugby 33-17 (5-3) Marcatori: p.t. 28’ m. Panu n.t. (5-0); 33’ c.p. Evans (5-3).  s.t. 41’ m. tecnica Pro Recco (12-3); 50’ m. tecnica Pro Recco (19-3); 64’ m. Mastrorosa tr. Evans (19-10); 68’ m. Tagliavini tr. Agniel (26-10); 72’ m. Sigillò tr. Evans (26-17); 78’ m. Cavallo tr. Agniel (33-17). Pro Recco: Gaggero; Ma. Monfrino (55’ L. Romano), A. Panetti, Becerra (21’ Torchia), M. Panetti (70’ Cinquemani); Agniel (cap.), Tagliavini; Mi. Monfrino, Canoppia (55’ Barisone), Ciotoli (48’ Nese); Metaliaj (70’ Cavallo), Leung Way; Corbetta (55’ Actis) , Bedocchi (61’ Noto), Avignone. All. Callum McLean Edilnol Biella Rugby: Sigillò; Lancione, Grosso (cap.), Laperuta, Souare (23’ Ongarello); Evans, Perissinotto (42’ Perissinotto); Loretti, Mastrorosa, Coda Zabetta (45’ Cassutti); Panaro, Vecchiato (62’ Eftimie); Giusti (50’ Vaglio), Romeo (45’ Gatto), Zamolo (42’ Panigoni). Non entrato: Barbera. All. Aldo Birchall

Serie A – risultati XIV giornata: Asr Milano – Cus Genova 36-27; Acc. Naz. I. Francescato – TKGroup Torino 73-12; Lyons Piacenza – Cus Milano 33-10; Pro Recco – Edilnol Biella Rugby 33-17; Cus Torino – Parabiago 19-26.

Classifica: Lyons punti 64; Acc. Naz. I. Francescato 49; Asd Milano 46; Cus Ad Maiora 44; Parabiago 43;  Pro Recco 42; Cus Genova 40; Edilnol Biella Rugby 29; TKGroup Torino 19; Cus Milano 16.

Sport

BIELLA RUGBY UNA TRASFERTA DURA A RECCO

La trasferta al Carlo Androne di Recco è in programma per Edilnol Biella Rugby nel prossimo fine settimana. Dopo la vittoria ottenuta sul campo di casa contro gli altri liguri del Cus Genova, i ragazzi di Birchall e Shelford si apprestano ad incontrare gli Squali allenati dallo storico coach neozelandese Callun McLean e l’ex compagno di colori Imad Chatibi. Reduci a loro volta da un importante successo 20-7 ottenuto contro i primi della lista, Lyons Piacenza alla seconda e consecutiva sconfitta stagionale che non compromette comunque ai piacentini l’accesso, ormai garantito, alla semifinale. Nulla di eclatante ai fini della classifica, ma una conferma in più per i biancocelesti dopo i successi ottenuti su Cus Torino e Accademia solo nel girone di ritorno. In via D’Acquisto tutto procede com’è consueto. Di poche parole l’head coach Aldo Birchall: “Ancora una volta cercheremo di alzare la nostra asticella, senza pensare troppo al risultato che vogliamo ottenere, ma focalizzandoci sulla prestazione. Una buona prestazione avrà come conseguenza un buon risultato. Una vittoria aumenterebbe le nostre probabilità di salvezza, ma occupiamo comunque un’ottima posizione in classifica per continuare anche in caso di una sconfitta. Noi vogliamo solo continuare a migliorare il nostro modo di lavorare. Abbiamo alcuni giocatori acciaccati dopo la partita con Genova, valuteremo all’ultimo momento chi portare a Recco e chi invece vogliamo far rimanere fresco, perché come ho detto, quattro partite una dietro l’altra non sono facili da affrontare. Importante in questo senso la gestione funzionale della rosa”. All’andata, Recco aveva sconfitto Edilnol Biella Rugby con il punteggio di 33-7.

Serie A girone 1 – 15a giornata – 30-03-19: Asd Milano – Cus Genova. 31-03-19:  Acc. Naz. I. Francescato – TKGroup Torino; Lyons Piacenza – Cus Milano; Pro Recco – Edilnol Biella Rugby; Cus Ad Maiora – Parabiago.

Attualità #In primo piano

INAUGURATA CON UN FLASH MOB LA TRIBUNA DEL RUGBY

un Flash mob di presentazione per la nuova tribuna del Rugby immortalato dal fotografo Lorenzo Fassoletto. Presenti la Nazionale Italiana U20 e la squadra russa del Rugby Kuban. il miglior modo per iniziare il fine settimana dedicato alla palla ovale a Biella

Attualità #Eventi & Musica

VENERDI SERA IL GRANDE RUGBY AL LAMARMORA POZZO

Torna l’appuntamento ormai annuale con il grande rugby allo stadio La Marmora-Pozzo. Questa volta è di scena il Sei Nazioni Under 20, il torneo più prestigioso tra quelli europei, che vede di fronte l’Italia e la Francia campione del mondo. C’è anche la possibilità di veder scendere in campo un biellese: è tra i convocati infatti il pilone di scuola Biella Rugby Lorenzo Michelini. Si gioca alle 19, biglietti a 10 euro ma l’ingresso è gratis per gli Under 12

Attualità #Sport

TUTTO IL WEEK END DELLE GIOVANILI DEI GIALLOVERDI

Serie C. Brc vs Cus Torino 12-17. Mete di: Vecchiato e Murray. Una trasformazione di Poli. U18. Brc vs Ftgi Embriaci 38-5. Mete di: Foglio Bonda, Tosetti, Macchniz, Longo, Passuello e Protto. Quattro trasformazioni di Martinetto. Il commento dell’assistant coach Giovanni Martinetto: “Domenica a Biella, seconda partita del girone di ritorno, seconda fase. Gli avversari sono L’FTGI Embriaci di Genova, ma non sembrano affatto la stessa squadra che a Genova due mesi fa si è vista rifilare 93 punti dai nostri. I liguri si sono presentati con un bel rinforzo di giocatori provenienti dalla loro élite. Lo si vede subito: un inizio molto solido e concreto che li porta a meta dopo un attacco prolungato con parecchie fasi. I ragazzi però prendono subito le misure soprattutto dal punto di vista tattico con un buon uso del piede che ci porta spesso a giocare nei loro ventidue e a marcare con Passuello, Tosetti e Foglio Bonda, fissando il primo tempo sul 17 a 5. Il secondo tempo continua come il primo, con un calo di ritmo e ancora troppi problemi di disciplina. Arrivano altre mete: Macchniz, Longo e Protto. Quattro su cinque di Martinetto dalla piazzola portano a un finale di 38 a 5. Adesso due settimane di pausa per recuperare forze e infortuni, poi le ultime tre partite fondamentali per guadagnare un posto nella fase finale”.

U16. Cus Torino vs Brc 17-17. Due mete di Besso, due trasformazioni e un calcio piazzato di Caputo. Enrica Guglielminotti, dirigente accompagnatore: “Nonostante la superiorità fisica degli avversari, i nostri ragazzi hanno disputato una grande partita. Magnifici in difesa dove hanno ribattuto colpo su colpo”.

U14. Brc1 vs Asti 26-31. Tre mete e tre trasformazioni di Moretti e una meta di Morel. Brc2 vs Volpiano 7-43. Meta di Castello trasformata da Chtaibi.

U12. l’allenatore Cosimo Rizzo: “Sabato a Ivrea sono scese in campo due squadre gialloverdi di U12, divise per annata (2008-2009). I più piccoli hanno dimostrato coraggio e determinazione. Non hanno mai mollato nonostante il punteggio avverso in alcune gare. Nei ‘grandi’ si è notata un’evoluzione del gioco sia in attacco che in difesa. I risultati delle gare sono stati tutti positivi. Prossimo obiettivo: maggiore attenzione ai dettagli e ai cali di concentrazione”.

U10. A Grugliasco, Il dirigente accompagnatore Anna Rita Pozzati: “Giornata un po’ intorpidita per i nostri ragazzi, ma tutti hanno giocato molto e si sono divertiti, grazie anche a una bellissima giornata di sole”.

Attualità #Biella #Sport

SI AVVICINA L’APPUNTAMENTO CON IL 6 NAZIONI DI RUGBY A BIELLA

Venerdì 15 marzo al Pozzo – La Marmora di Biella, l’ Italia U20 sfiderà la Francia, squadra Campione del Mondo in carica.

Dirigente Fir al seguito degli Azzurrini, il consigliere ed ex presidente Brc Cesare Maia che per la seconda volta accompagnerà la ‘sua’ Nazionale sul campo ‘di casa’, esprime soddisfazione per l’evento: ‘Quella con la Francia, sarà una partita molto, molto bella da vedere, soprattutto dal punto di vista tecnico. La Francia è la squadra Campione del Mondo in carica ed è composta da giocatori che, pur restando di categoria, sono già pronti per la Nazionale maggiore. Sono i giocatori sui quali i francesi stanno puntando per rifondare una prima squadra che ultimamente ha conseguito prestazioni altalenanti. Il livello tecnico della Francia è altissimo: in finale al Mondiali ha battuto l’Inghilterra piazzandosi davanti a Sudafrica e All Blacks. Ho parlato tanto della Francia, ma ci tengo a far presente che anche lo staff alla guida della nostra Nazionale è di altissima qualità. Fabio Roselli è riuscito a dare un’impostazione di grande efficacia agli Azzurri che, sono certo, riuscirà a mantenere anche con la nuova U20. Saranno a Biella anche Andrea Moretti, l’allenatore della mischia azzurra, e head coach dell’Accademia Francescato, prossimo avversario del Biella Rugby in Serie A nella prossima stagione e tante altre ‘vecchie conoscenze’ del club. Per me sarà la seconda volta a Biella in qualità di dirigente della U20, sarà una grande soddisfazione ritornare al La Marmora’.

Contento per aver ottenuto ancora una volta la fiducia della Federazione Italiana Rugby, il presidente del Biella Rugby Vittorio Musso ha commentato: ‘Abbiamo lavorato a lungo con la Federazione per ottenere l’organizzazione di questo match, un match importantissimo che vedrà l’Italia sfidare la Francia, squadra che ha recentemente ottenuto la vittoria del Campionato del Mondo Under 20. Sarà una partita di assoluta qualità e interesse, ci è sembrato un bel modo per celebrare il nostro primo anno di Serie A. Sarà una settimana interessante quella che precederà la partita del 15, perché le squadre si alleneranno a Biella. Noi ci auguriamo che questo crei in città la giusta tensione e che il La Marmora sia tutto esaurito in occasione della sfida’.

redazione biellacronaca sport

Sport

ANCORA UNA VITTORIA PER IL BIELLA RUGBY

Sempre cortissime le distanze tra Biella e Parabiago che al secondo confronto della stagione si riducono ulteriormente: 33-31 il finale, questa volta in favore dei gialloverdi che conquistano per la prima volta il bonus offensivo. Inizio difficile per i padroni di casa, subito avanti grazie al piazzato di Evans al 2’, poi costretti a subire la pressione imposta dagli avversari per i venti minuti successivi. Tre mete e due trasformazioni segnate da Parabiago al 6’, 10’ e 18’. Quando si incominciava a pensare al peggio, Biella tura fuori l’orgoglio. Lancione, in campo nonostante l’influenza, chiede di essere sostituito al 22’. Entra al suo posto il giovanissimo Macchniz che tre minuti dopo il suo esordio, conclude oltre la linea segnando i suoi primi cinque punti in Serie A. Evans manca la trasformazione, ma il desiderio di rimontare incendia il cuore dei gialloverdi e del numeroso pubblico assiepato a bordo campo. Al 37’ Biella conquista una punizione centrale alle acca, ma alla distanza di quaranta metri. L’inglese si sente sicuro e va per i pali. Non sbaglia e riporta la squadra sotto al break: 11-19. Al 40’ la prima meta di Leveratto in velocità trasformata da Evans, fissa il parziale sul 18-19. Secondo tempo: quaranta minuti da giocare e una storia da riscrivere tutta da capo. È lotta dura su entrambe i fronti. Iniziano i cambi e Biella che ha schierato l’inedita prima linea con gli esordienti Granieri e Monetti, fa entrare il solito trio: Panigoni, Vaglio e Zorzetto. Poi Vecchiato per Bertone e Laperuta per Sigillò, cambio che determina lo spostamento di Evans all’estremo e di Corrado Musso all’apertura. Al 62’ un altro penalty infilato tra i pali da Evans stabilisce il sorpasso: 21-19. Due minuti più tardi è nuovamente Leveratto spettacolo che da metà campo, con qualche cambio di direzione, sigla la seconda personale trasformata da Evans. Dieci minuti e lo scatto del ligure, Nazionale di rugby a sette, man of tha match della gara odierna, colpisce per la terza volta e centra il bonus. Peccato per la mancata trasformazione, ma lo score vede Biella avanti 33-19 a sei minuti dalla fine. Sei minuti intensissimi caratterizzati da un Parabiago determinato a riprendere le redini della partita. Attacchi continui e due mete proprio sul finale, la prima trasformata per il 33-26, la seconda no.

Aldo Birchall head coach Edilnol Biella Rugby: “Non siamo partiti bene, ma siamo stati bravi a rientrare in partita e poi a chiuderla conquistando il bonus. Buona anche la gestione del tempo. Un po’ fortunati per il calcio sbagliato da Parabiago sul finale che avrebbe trasformato la vittoria in un pareggio. Questi cinque punti valgono oro per il nostro cammino

Edilnol Biella Rugby vs Parabiago 33-31 (18-19)

Marcatorip.t. 2’ c.p. Evans (3-0); 6’ m. Orlandi n.t. (3-5); 10’ m. Cancro tr. Grillotti (3-12); 18’ m. Coffaro tr. Grillotti (3-19); 25’ m. Macchniz n.t. (8-19); 37’ c.p. Evans (11-19); 40’ m. Leveratto tr. Evans (18-19). s.t. 22’ c.p. Evans (21-19); 24’ m. Leveratto tr. Evans (28-19); 34’ m. Leveratto n.t. (33-19); 38’ m. Saleri tr.Grillotti (33-26); 40’ m. Cancro n.t. (33-31).

Edilnol Biella Rugby: Sigillò (52’ Laperuta); Leveratto, Ongarello, C. Musso, Lancione (22’ Macchniz); Evans, Della Ratta (62’ Perissinotto); Cassutti, Coda Zabetta (41’ Mastrorosa), Vezzoli; Bertone (50’ Vecchiato), Panaro; Granieri (41’ Vaglio Moien), Gatto (cap.) (41’ Zorzetto), Monetti (41’ Panigoni).

All. Birchall

Parabiago: Grillotti; Ceaprazaru (70’ Saleri), Domenghini, Schlecht, Baudo (70’ Castiglioni); Sanchez (65’ Durante), Coffaro; Mikaele, Manuini (58’ Dell’Acqua), Cancro; Orlandi, Volta (53’ Maggioni); Polio (36’ Franceschini), Fulciniti (53’ Simioni), Torri (cap.) (53’ Cattaneo).

All. Mamo.

Arb. Sig. Dante D’Elia (Taranto)

AA1. Platania (Alessandria)       AA2. Boni (Torino).

Serie A – risultati XIII giornata: Asr Milano – Cus Milano 38-29; Edilnol Biella Rugby – Parabiago 33-31; Cus Ad Maiora Torino – Lyons Piacenza 29-24; Cus Genova – TKGroup Torino 17-15; Accademia Naz. I. Francescato – Pro Recco 17-24.

Classifica: Lyons punti 59; Cus Ad Maiora Torino 42; Asd Milano 40; Acc. Naz. I. Francescato 39; Cus Genova 38; Parabiago 34;  Pro Recco 33; Edilnol Biella Rugby 24; Cus Milano 16; TKGroup Torino 15.

Sport

TUTTI I RISULTATI DEI GIALLOVERDI DEL RUGBY BIELLA

Serie C. Amatori Verbania vs Brc 12-10.

Partita di carattere della squadra laniera, persa per qualche errore di troppo nella trasmissione della palla. Padroni di casa che vanno in vantaggio prima da touche e carrettino, poi sfruttando una distrazione dei gialloverdi. Biella non si scompone, ma ritrova le redini del gioco, innesca una grandissima pressione in difesa e porta più volte all’errore la compagine di casa. Uno di questi errori è sfruttato dall’esperienza di Teagno che porta la palla oltre la linea di meta. Poli trasforma il 12-7. Continua l’assedio dei lanieri fino alla conquista di un calcio di punizioni che Poli inserisce tra i pali per il 12-10. A nulla valgono gli ultimi assalti di Biella che con una grande azione corale porta Blotto, al rientro dopo quindici mesi di infortunio al ginocchio, quasi in meta. Amatori Verbania difende egregiamente e ruba il pallone decretando di fatto la fine dell’incontro. Soddisfatto coach Marmiroli per l’ottima prova di squadra e per il buon esordio di Arbore in prima line.  (Commento di Christian Teagno – assistant coach Serie C Brc)

U18. Brc vs FTGI Ligues 32-14. Mete di: Granieri (2), Foglio Bonda, Macchniz, Agnolio e Tosetti. Trasformazione di Foglio Bonda.

Scontro al vertice tra Biella e Recco, due squadre imbattute in prima fase e vincenti, fino a questo appuntamento, anche in seconda. Biella ha giocato benissimo imbastendo a dovere il proprio piano di gioco. 27-7 il parziale. Si è trattato di una partita difficile e molto fisica. Diversa la ripresa quando i ragazzi dopo essersi innervositi, sono calati in termine di prestazione. Recco ci ha creduto fino alla fine ed è riuscito a segnare la seconda meta. Vani i tentativi successivi. Nessun migliore in campo tra i biellesi perché tutti hanno lavorato bene e rispettato il game plane. La vittoria è stata di squadra perché hanno lavorato bene sia gli avanti che i trequarti. Ancora ampio il margine di miglioramento perché il potenziale di questi ragazzi è veramente notevole. ( Giovanni Martinetto – assistant coach U18 Brc)

U16. Brc vs FTGI Ligues 21-12. Mete di: Vaglio Tessitore, Besso e Mafrouh. Due calci piazzati di Caputo. Partita portata con una buona pressione, a livello attitudinale Biella ha giovato bene, peccato per l’indisciplina che ha sicuramente contribuito a far crescere il punteggio alla squadra avversaria. Bene alcune situazioni di gioco in attacco e bene il gioco al piede. Siamo stati cinici quando necessario. (Marco Porrino – head coach U16 Brc)

U12. Asti. L’appuntamento di Asti si presenta impegnativo, con compagini complete e di buon livello. La nostra Under 12 ha affrontato il primo impegno della seconda fase regionale proponendo due formazioni equilibrate che hanno mostrato determinazione e grinta, ma soprattutto un giusto spirito collaborativo e di squadra. (Cosimo Rizzo – head coach U12 Brc)

U10. Raggruppamento di Novara. Noi allenatori siamo molto soddisfatti dell’atteggiamento in campo dei bambini che hanno dimostrato un ottimo spirito di collaborazione e desiderio di aiutarsi reciprocamente oltre alla bravura dimostrata nell’esprimere sul campo, la tecnica appresa in allenamento. (Edo Barbera – head coach U10 Brc)

U8. Raggruppamento di Novara. Bambini entusiasti per il primo impegno del 2019. Le tre squadre di Biella hanno dato il massimo anche nelle partite in cui si sono fronteggiate direttamente. Da segnalare l’esordio di Mattias, nuovo tesserato che ieri ha disputato la prima partita di rugby della sua vita. Auguriamo a lui e a tutti i compagni, di continuare a divertirsi come hanno fatto ieri. (Mirko Mantovan – head coach U8 Brc)

Attualità #Sport

RUGBY BIELLA CONTRO TORINO UNA PARTITA IMPORTANTISSIMA

Edilnol Biella Rugby si era congedato dal pubblico di casa regalando una sofferta, ma meritata vittoria su Cus Milano il 27 gennaio scorso, ribaltando una sorte che sembrava avversa da troppo tempo. Due turni di riposo per dare spazio al Sei Nazioni ed ora il rientro in campo, per una sola giornata prima di una nuova pausa. Un impegno importantissimo che i ragazzi di Birchall giocheranno domenica in trasferta sul campo dello storico rivale Settimo Torino. Vicini di casa geograficamente, vicini in classifica, vicinissimi per tutti gli ottanta minuti del match di andata terminato in favore di Biella 20-18. Ottanta minuti giocati sotto break a sorpassi alternati. Troppo vicini. A Biella ci si allena a testa bassa e con grande serietà da tempo. Densa l’atmosfera dell’ultima settimana. In ogni giocatore ed in ogni membro dello staff è alta la consapevolezza della posta in gioco: un successo sarà un passo avanti verso la ‘zona salvezza’, una sconfitta, l’inevitabile ingresso nel tritacarne che terrà tutti con il fiato sospeso fino all’ultima giornata. L’head coach Aldo Birchall: “Come con Cus Milano, anche il risultato della prossima partita sarà fondamentale per il nostro cammino. I ragazzi si stanno preparando bene con la giusta determinazione e il giusto entusiasmo. Non azzardo nessuna previsione, neanche in merito al tipo di gioco che potrà essere espresso in campo da noi o dai nostri avversari. Posso solo dire che sarà una gara tirata e che ognuna delle due compagini commetterà degli errori. Vincerà la squadra più forte a livello mentale, che si dimostrerà in grado di sfruttare a proprio vantaggio le pecche commesse dagli avversari”.

one 1 – 12a giornata – 16-2-19: Lyons Piacenza – Acc. Naz. I. Francescato. 17-2-19: Pro Recco – Asd Milano; Parabiago – Cus Genova; TKGroup Torino – Edilnol Biella Rugby; Cus Milano – Cus Ad Maiora.

Classifica: Lyons Piacenza punti 52; Acc. Naz. I. Francescato 38; Cus Ad Maiora 37; Asd Milano 34; Parabiago 31; Cus Genova 30; Pro Recco 24; Edilnol Biella Rugby 15; TKGroup Torino 13; Cus Milano 11