Cronaca #In primo piano

FERMI TUTTI HO PERSO IL PORTAFOGLIO E INCHIODA LA MACCHINA IN MEZZO ALLA STRADA

“Fermi tutti non trovo il portafoglio” un ‘espressione comune e quante volte è capitato di essere soprappensiero e di non trovarlo. Se però l’operazione di ricerca la fai fermando di colpo il tuo veicolo in mezzo alla strada di fronte a una pattuglia della polizia, beh, qualche sospetto lo desti. L’episodio in questione è avvenuto ieri sera alle 20,30 in Piazza Alpini d’Italia a Biella, l’uomo, un 60 enne residente in città, visibilmente alticcio, è stato accompagnato in Questura per gli accertamenti del caso che hanno rilevato un tasso pari a 1,77. Patente ritirata e mezzo recuperato dalla moglie. Il portafoglio vi chiederete dov’era ?? Ma a casa naturalmente.

 

Cronaca

DENUNCIATO PER DETENZIONE E SPACCIO STUPEFACENTI

Era seduto su una panca in compagnia di un altro giovane nei pressi della stazione di Biella San Paolo ma era troppo nervoso alla vista degli agenti ha consegnato loro un involucro in cui era contenuta una sostanza stupefacente. Portato in Questura per un controllo gli sono state trovate indosso altre dosi (1,34 grammi di cocaina e 0,74 di eroina) che gli sono valse una denuncia per detenzione di droga ai fini di spaccio. Si tratta di un giovane rumeno di venti anni residente a Cossato.

Cronaca

I CONTROLLI DELLA POLIZIA FERROVIARIA

Giovedì scorso, nel contesto di una più vasta operazione nazionale in ambito ferroviario, si è svolta una giornata di controlli straordinari denominata “Christmas clean stations”. L’intensificazione ha riguardato in particolare 10 grandi stazioni e aree limitrofe: Torino Porta Nuova, Milano Centrale, Genova P. Principe, Venezia Mestre, Bologna Centrale, Firenze S.M.N., Roma Termini, Napoli Centrale, Bari Centrale, Palermo Centrale.L’operazione ad alto impatto è stata disposta dal Capo della Polizia – Direttore Generale della Pubblica Sicurezza, Prefetto Franco Gabrielli, per aumentare ulteriormente i livelli di sicurezza rispetto agli scali ferroviari anche alla luce del maggior afflusso di viaggiatori legato alle ormai imminenti festività natalizie.

Le attività sono state ottimizzate grazie all’utilizzo degli smartphone di ultima generazione in dotazione alle pattuglie per il controllo in tempo reale dei documenti elettronici, permettendo così di velocizzare ed aumentare i controlli, ed estese ai depositi bagagli e a quello al seguito anche con il ricorso a metal detector. Complessivamente, nel territorio delle 2 regioni ricadenti nella giurisdizione del Compartimento Polfer Piemonte e Valle d’Aosta, la Polizia di Stato ha impegnato 147 operatori, 68 pattuglie in stazione e a bordo treno; 618 sono state le persone controllate di cui 106 a bordo treno, con nr.1 persona arrestata  e nr.2 indagato a piede libero. Nel corso dell’operazione, inoltre, sono state elevate 6 sanzioni amministrative per violazioni al Regolamento di Polizia Ferroviaria e al Codice della Strada mentre i bagagli controllati sono stati una cinquantina.

Nella stazione di Torino Porta Nuova le verifiche hanno visto l’impiego congiunto di operatori della Polizia Ferroviaria e della locale Questura con servizi dispiegati sia all’interno che all’esterno dello scalo, anche mediante il concorso di contingenti del Reparto Mobile, di equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine e di unità cinofile; i controlli hanno consentito l’identificazione di nr.211 persone e di vigilare il flusso di partenze ed arrivi da e per il capoluogo di regione, particolarmente intenso per l’approssimarsi delle festività. Controllati anche sotto l’aspetto amministrativo alcuni esercizi pubblici di stazione per la verifica di eventuali inadempienze. Nelle maglie delle verifiche, sempre nello scalo di Porta Nuova, sono capitati due italiani, rispettivamente una ragazza di 23 anni, residente in Liguria ed un giovane di 30 anni, abitante in provincia di Torino, sanzionati in via amministrativa ai sensi dell’0art.75 D.P.R. 309/1990, poiché trovati in possesso di una modica quantità di hashish.

In provincia di Torino, precisamente nella stazione di Carmagnola i controlli effettuati dagli Agenti del Nucleo Scorte Compartimentale, appositamente inviati, hanno interessato l’interno scalo e sue adiacenze con verifiche alle persone presenti ed ai titoli che ne giustificassero la presenza nello scalo. A Bussoleno una cittadina del Marocco di 29 anni è stata denunciata per false attestazioni a pubblico Ufficiale, nel corso dei controlli effettuati in stazione dagli Agenti del competente Ufficio Polfer. In provincia di Cuneo, precisamente a Bra, gli agenti di quel Posto Polfer, durante un servizio di scorta a bordo treno sulla tratta Alba-Bra, hanno rintracciato ed arrestato un cittadino albanese di 28 anni, risultato avere un divieto di reingresso sul territorio nazionale, valido sino al 2027.  Importante anche il contributo fornito dagli operatori di Specialità della Sottosezione di Domodossola con l’identificazione di oltre un centinaio di persone e verifiche a 20 convogli sia passeggeri che merci, particolare diretti in Svizzera. Un’ attenzione particolare è stata rivolta anche ai treni ed alle stazioni dislocate lungo la via Olimpica, con un monitoraggio dei treni da e per la Francia e degli scali di transito. I servizi della Specialità proseguiranno per tutto il periodo delle festività a garanzia della sicurezza di quanti decideranno di utilizzare il mezzo ferroviario per  raggiungere  le località dove trascorrere le ricorrenze del Natale e del Capodanno

Cronaca

COSSATO: AL CONTROLLO DI POLIZIA GETTA UN INVOLUCRO CON 23 GRAMMI DI DROGA. ARRESTATO

Brillante operazione della squadra mobile della Questura di Biella. Al comando del Commissario Marika Vescovo nel primo pomeriggio di sabato 1 dicembre provvedevano al controllo di un autovettura presso la Stazione ferroviaria di Cossato su cui vi erano due sospetti, un uomo e una donna. Al momento del fermo del veicolo l’uomo lanciava un involucro dal finestrino dell’auto (si scoprirà solo in un secondo momento che all’interno dello stesso si trovavano 23 grammi tra eroina e cocaina) e poi si dava alla fuga precipitosa. L’uomo (E.A:. 22 anni, già conosciuto per precedenti reati contro il patrimonio e altri connessi allo spaccio  ) veniva successivamente bloccato e trasferito in carcere con l’accusa di detenzione e spaccio stupefacenti e resistenza a pubblico ufficiale. La donna A.T. di 28 anni veniva invece indagata in stato di libertà per i concorso nel reato di detenzione finalizzata allo spaccio di sostanze stupefacenti

Attualità #Cronaca

LA SICUREZZA PRIMA DI TUTTO – FOTOGALLERY

Mattinata di promozione di sicurezza stradale in Piazza Vittorio Veneto a Biella con le forze dell’ordine e i vigili del Fuoco, Iniziativa partecipata e molto utile per i più piccoli e non solo

Attualità #Biella #Società

QUESTO NON È AMORE

Domenica 25 novembre è la giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne.

Domenica, dalle ore 08.00 alle ore 14.00, in occasione della giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, la Polizia di Stato promuoverà la campagna “Questo non è amore”, per sensibilizzare e informare la cittadinanza sul fenomeno della violenza di genere.

La Questura di Biella sarà presente con uno stand in via Battistero (angolo via Italia) dove, con materiale informativo e la collaborazione di personale specializzato e dei rappresentanti dei centri antiviolenza, informerà la popolazione circa questo allarme sociale che ogni anno colpisce sempre più donne di ogni età.

Attualità #Cronaca

ERA MEGLIO NON USCIRE DI CASA

Curioso fermo ieri pomeriggio a Tollegno da parte della Polizia, durante un normale controllo hanno fermato un uomo di 49 anni residente in provincia. Senza patente è stato portato in Questura dove incrociando i dati gli agenti hanno scoperto che la stessa era stata revocata fin dal 2015 per guida sotto effetto di alcool. Inoltre l’auto in suo possesso non aveva assicurazione (scaduta nel 2017) e non aveva passato la revisione (gennaio 2018). L’uomo oltretutto non era propriamente sobrio, i controlli con l’etilometro hanno evidenziato tassi superiore ai 2 (2,27 e 2,36) Denunciato e auto sequestrata è stato il bilancio di fine giornata, forse era il caso di non uscire ieri

Cronaca #In primo piano #Territorio

SICUREZZA, RAFFORZATE LE FORZE DELL’ORDINE SULLA FERROVIA NOVARA-BIELLA-SANTHIA’

Più sicurezza sui convogli ferroviari della tratta ferroviaria Novara – Biella – Santhià. Riunito dal prefetto la commissione provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica.

Dopo aver preso in considerazione i numerosi casi di persone sprovviste di biglietto e possibili azioni criminose all’interno delle carrozze, il prefetto Maria Annunziata Gallo insieme alla forze di polizia hanno deciso di rafforzare i controlli e i servizi di scorta. Oggi infatti ha avuto luogo una riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica presieduto dal Prefetto di Biella, Annunziata Gallo, con la partecipazione del Questore Nicola Alfredo Parisi, dei Comandanti Provinciali dell’Arma dei Carabinieri Igor Infante e della Guardia di Finanza Pasquale Marotta, e del Vice Capo Compartimento Polfer di Torino, per esaminare la situazione relativa alla sicurezza all’interno dei convogli ferroviari che collegano Biella con gli snodi di Novara e Santhià.
Il problema, evidenziato di recente anche dalla stampa locale, è in particolare riferito alla presenza in quelle tratte, di persone, per la prevalenza extracomunitarie, che al controllo risultano prive di biglietto e che pongono in essere comportamenti aggressivi, generando disagio e allarme tra i viaggiatori a fronte di persistenti episodi di irregolarità.
Nel corso della riunione è stata effettuata un’ampia ed articolata disamina della situazione, anche relativamente alle diverse fenomenologie criminose che possono verificarsi all’interno dei convogli e all’ingresso delle stazioni e, alla luce delle analisi e valutazioni emerse, nel prendere atto dei servizi già ordinariamente disposti dalla polizia ferroviaria nelle tratte interessate secondo le pianificazioni nazionali e regionali, si è convenuto sulla necessità di procedere al rafforzamento dei servizi di scorta, anche realizzando un monitoraggio specifico presso la stazione ferroviaria di Biella e con un’azione di supporto delle forze di polizia territoriali. Ciò anche in piena sinergia con i referenti territoriali della società Ferrovie dello Stato.

f.f.

Attualità

A ROMA SOLENNE CELEBRAZIONE DI SAN MICHELE, LA POLIZIA FESTEGGIA IL PATRONO

Nella Chiesa di Santa Maria della Famiglia, presso il Governatorato della Città del Vaticano, Sua Eminenza il Cardinale Giovanni Angelo Becciu, celebrerà la santa messa alla presenza del Ministro dell’Interno, Senatore Matteo Salvini, del Capo della Polizia, Direttore Generale della Pubblica Sicurezza, Prefetto Franco Gabrielli e del Capo della Gendarmeria Vaticana, Comandante Domenico Giani.
Difensore del popolo di Dio, vincitore nella lotta del bene contro il male, San Michele Arcangelo fu proclamato patrono e protettore della Polizia, da Papa Pio XII, il 29 settembre 1949, per la naturale assonanza con la missione assolta quotidianamente, con professionalità ed impegno, da ogni singolo operatore.
Il poliziotto, infatti, è chiamato ogni giorno ad assicurare il rispetto delle leggi, l’ordine e la sicurezza dei cittadini a favore dei quali orienta il suo servizio che trova espressione e sintesi nel motto “sub lege libertas”.
E a questo impegno costante la Polizia di Stato unisce altresì la straordinaria funzione di soccorso ed assistenza pubblica rappresentata nel suo stemma araldico con la doppia fiaccola incrociata.
Durante la cerimonia religiosa un quintetto di fiati della Banda Musicale della Polizia di Stato, diretto dal maestro Roberto Granata, e accompagnato dal tenore Francesco Grollo, eseguirà famosi brani liturgici. A chiusura della celebrazione, un poliziotto reciterà la preghiera di San Michele.
Le celebrazioni sul territorio nazionale connesse alla ricorrenza del Santo Patrono anche quest’anno saranno accompagnate dal “Family Day”, giunto alla quattordicesima edizione. Tutti gli uffici e le strutture della Polizia di Stato saranno aperti alle famiglie dei poliziotti a motivo di gioiosa condivisione del senso e del valore dell’impegno e dell’operato quotidiano dell’Istituzione.

Attualità

LA POLIZIA FESTEGGIA SAN MICHELE ARCANGELO

La Messa verrà officiata nella chiesa di San Paolo, sabato prossimo.

Sabato 29 settembre in occasione della ricorrenza della festività di San Michele Arcangelo, patrono della Polizia, don Eugenio Zampa cappelklano della Polizia di Stato di Biella, celebrerà la Santa Messa nella chiesa di San Paolo. Inizio della celebrazione alle 11,30. Alla cerimonia saranno presenti le maggiori autorità cittadine e interverranno i dirigenti e il personale della Questura, della Polizia Stradale e Postale di Biella, in servizio e in congedo oltre al personale della amministrazione civile all’intenro che presta servizio nei predetti uffici di Polizia.

Red BC