Attualità #biellacronaca #Circondario #Sociale #Società #Territorio

A PETTINENGO CONSEGNA DELLE BORSE DI STUDIO (Articolo e Fotogallery)

Come ormai da tradizione presso l’Istituto Comprensivo di Valle Mosso-Pettinengo e, più precisamente, presso la nuova e bellissima scuola secondaria di primo grado di Pettinengo, si è svolta l’annuale consegna delle borse di studio in ricordo della professoressa Alessandra Giorgini Zumaglini.

Gli studenti più meritevoli sono stati premiati durante la festa di fine anno scolastico, nel corso della quale è stata dapprima eseguita una bellissima performance musicale diretta dal professor Mattia Gamba con i ragazzi di II e III.
Dopo la consegna degli attestati di merito è stato proiettato il mediometraggio “Storie di Gio”, progetto di cinema della classe III diretto dalla professoressa Stefania Fornaro e Andrea Battagin, dedicato alla memoria di Giovanna Fontana, fondatrice dell’Associazione “Piccola Fata”.
Grande commozione da parte di tutti i presenti in sala ricordando la figura di “Gio”.

I premi sono stati così suddivisi: per la classe I A il premio è stato assegnato ad Edoardo Prina Mello, per la II A all’alunno Leonardo Magnani, mentre per la classe III A l’allieva Marta Prione si è aggiudicata la borsa di studio.

Come lo scorso anno infine la famiglia Zumaglini ha voluto istituire un’ulteriore borsa di studio per uno studente che, durante l’anno scolastico si fosse distinto per un impegno costante ed una condotta ineccepibile: questo premio è stato assegnato a Davide Perazio.

Grande soddisfazione da parte degli alunni premiati, dei genitori presenti e di tutto il corpo insegnante.

E ora buone vacanze a tutti.

(Foto di Andrea Battagin)

 

Attualità #biellacronaca

(T)ESSERE INSIEME 2019 A PETTINENGO

Ritorna il consueto appuntamento con l’arte tessile a Villa Piazzo a Pettinengo (Biella): nelle giornate di sabato 8 giugno e domenica 9 giugno si terrà la XIII edizione della mostra mercato dell’artigianato tessile, che si svolgerà nel parco antistante la dimora ottocentesca di Villa Piazzo, posta sul colle omonimo da cui si beneficia di una spettacolare vista. L’evento è organizzato dalle associazioni Piccola Fata e Pacefuturo Onlus, con il patrocinio del Comune di Pettinengo.

Un incontro che riunisce e richiama professionisti del mondo della tessitura in un contesto che vuole trasmettere la cultura del fare e del sapere fare! Il FILO DI ARIANNA è il titolo della mostra tessile di questa XIII edizione. Le opere presentate sono state realizzate dalla tessitrice ADRIANA PUPPI, arazziere da cinquant’anni. I suoi lavori sono stati esposti in tutta Europa e ha realizzato più di trenta mostre  sia personali sia collettive.

L’artista è da sempre impegnata nella diffusione della cultura della tessitura e dell’arte e ha insegnato la tecnica del telaio in vari corsi sia per adulti sia per bambini. Ricopre attualmente il ruolo di responsabile dell’Associazione Italiana dei Tessitori per l’Emilia-Romagna ed è impegnata in corsi e work-shop personalizzati per appassionati di tessitura e associazioni culturali. Dopo l’apertura della mostra delle 16:30 e la proiezione del film “Storie di Gio”, realizzato dai ragazzi della scuola media di Pettinengo con la regia della prof.ssa Fornaro Stefania e Andrea Battagin, seguirà alle ore 20 “l’apericena”, su prenotazione. La fiera mercato si aprirà nella mattinata di domenica, alle ore 10:00; saranno presenti nel Parco di Villa Piazzo una trentina di espositori con i loro prodotti e realizzazioni, principalmente tessili. Durante tutta la giornata i visitatori saranno coinvolti in numerose attività: si susseguiranno laboratori artigianali di filatura, tessitura, ricamo, calligrafia con dimostrazioni pratiche di tornitura a mano. Uno stand sarà interamente dedicato ai prodotti di tessitura, sartoria, apicoltura e cosmesi dei Laboratori Arcank’io.

Per il pranzo ci sarà una favolosa grigliata con carni e verdure ed è prevista la merenda alle ore 16:00 per tutti i bambini presenti. Sono in programma alle ore 14:30 e alle ore 16:00 le visite guidate all’Associazione Piccola Fata, sede del Museo dell’Infanzia, a Casa Livia Maggia, sede del Progetto REIS e al Museo delle Acquasantiere nella Chiesa di San Rocco. Durante tutta la giornata si potranno acquistare formaggi, miele e prodotti nelle cascine del territorio di Pettinengo. Gli “orizzonti tessili” che vorremmo schiudere in questa tredicesima edizione di (T)essere Insieme, ci portano proprio a ritrovare percorsi netti e precisi nelle nostre convinzioni più profonde, desiderose di amore e di bellezza, da condividere insieme in nome di un destino comune: questo è l’augurio degli organizzatori rivolto a tutti in occasione della XIII edizione di (T)essere Insieme.

 

 

Attualità #Sociale

20 ANNI DELL’ASSOCIAZIONE PICCOLA FATA DI PETTINENGO

domenica di grande festa a Pettinengo. A casa Miniggio si terrà la festa per il ventesimo anniversario dell’Associazione benefica “Piccola Fata”. In questi suoi “primi vent’anni” i volontari hanno sempre accolto con grande entusiasmo tutti i bimbi e le bimbe dai sei anni di età, facendoli cimentare nelle più svariate attività quali il ricamo, l’utilizzo del traforo, l’apprendimento dell’arte della “cesteria”, la realizzazione di capi in maglia, tutti quei lavori manuali ormai in disuso, utili per non dimenticare le vecchie tradizioni.
Ma la “Piccola Fata” non è solo questo: tutti i lunedì e i venerdì dell’anno – a mezzogiorno – è possibile usufruire di un servizio mensa, a seguire i volontari offrono un’assistenza per i compiti e forniscono molti altri servizi utili per tutta la comunità pettinenghese.
“Vi aspettiamo numerosi per conoscere questa bellissima istituzione, domenica pomeriggio 5 maggio, a partire dalle ore 16 presso la sede “Piccola Fata” in via Maggia, 31. Casa Miniggio è aperta a tutti i bambini, ma soprattutto vorremmo che la nostra Associazione continuasse a essere un ambiente aperto alle persone, capace di accogliere la disponibilità all’impegno di chiunque voglia mettere a disposizione di tutti i propri talenti, piccoli o grandi che siano. Una porta aperta, dunque, per stare insieme e fare insieme!”, questo l’appello dei molti volontari che partecipano assiduamente all’Associazione.
ANDREA BATTAGIN

Attualità #Eventi & Musica #Società

50 & PIU’ A PETTINENGO IN VISITA A VILLA PIAZZO

Nella splendida giornata di sole, di mercoledì 5 dicembre, Soci, simpatizzanti ed amici, si sono ritrovati a Pettinengo, per il tradizionale pranzo sociale e lo scambio degli Auguri per le Festività di fine anno. Nel parco all’inglese di Villa Piazzo è stata scattata la foto ricordo. In seguito, Marisa Rapa di Pace futuro, ha guidato il gruppo lungo le sale dell’antica residenza. Telai a mano, rocche di ogni colore e filati pregiati, sono stati descritti con dovizia di particolari. Nella caffetteria si è svolto il convivio al quale hanno preso parte tutte le associazioni che, negli ultimi cinque anni, hanno collaborato con 50&più nelle varie manifestazioni che caratterizzano i comuni intenti di aggregazione e del piacere dello stare assieme. Il Presidente Teresio Casetta ha ringraziato tutti i partecipanti per la loro presenza ed in particolare Franco Ferlisi Presidente dell’Aima e di Mente locale a Viila Boffo, Roberto Bertola Presidente dell’Angsa e della Casa dell’autismo di Candelo, Paolo Grandotto, in rappresentanza di Max Tempia Presidente del Biella Jazz Club, ed Antonella Pisterzi Presidente dell’ A.I.O.R di Biella.

Non è mancato il momento della consegna dei riconoscimenti per le attività svolte nel corso del 2018. Ad Angela Cardin, responsabile 50&più per il settore turismo, è stata consegnata una targa per la organizzazione delle oltre dieci trasferte che sono state realizzate negli ultimi cinque anni. A creare l’atmosfera natalizia ha provveduto Omar Gioia, che con la sua magica fisarmonica ha coinvolto i presenti, che hanno cantato tutti assieme le canzoni di Natale. La giornata si è conclusa con l’arrivederci alle manifestazioni dei primi mesi del prossimo anno.

Attualità #Società #Valle di Mosso

MODIFICHE ALLA VIABILITÀ A PETTINENGO E BIOGLIO

Partono domani i lavori di posa della nuova condotta per il gas metano nei due comuni della Valle di Mosso.

A partire da lunedì 19 novembre e fino a venerdì 21 dicembre, un’ordinanza provinciale impone alcune modifiche alla viabilità sulle strade di pertinenza nei comuni di Pettinengo e di Bioglio. Il motivo, l’avvio dei lavori per la posa della nuova rete del gas metano. Nello specifico sono previste:

  • l’istituzione del senso unico alternato sulla SP 200I I Tronco – Valli di Mosso, dal Km. 7+050 al Km. 7+200 in Comune di Pettinengo;
  • la sospensione del transito sulla SP 214 Bioglio – Valle San Nicolao, dal Km. 0+000 in Comune di Pettinengo al Km. 1+850 in Comune di Bioglio. In questo caso, per agevolare la circolazione, l’interruzione avverrà in due fasi distinte, prima nel tratto compreso tra l’intersezione con la SP 200I I Tronco – Valli di Mosso (Km. 0+000) e l’intersezione con la SP 209 Ternengo – Bioglio (Km. 1+750), poi in un secondo momento nel tratto di strada fra il Km. 1+750 ed il Km. 1+850.

Cronaca #Valle di Mosso

FURTI A PETTINENGO E CERRETO CASTELLO

Il furto è avvenuto nella giornata di ieri.

Poco più di mezz’ora per mettere a segno il colpo. A Pettinengo tra le 17,15 e 17,55 i ladri sono entrati nell’abitazione di un uomo di 45 anni. Dopo aver forzato la finestra del bagno al piano terra i malviventi hanno tentato di aprire una piccola cassaforte a muro senza riuscirvi. Prima di allontanarsi hanno portato via diversi monili in oro per un danno ancora da inventariare.

A Cerreto Castello in via Roma invece tra le 8,30 e le 18 ignoti hanno forzato la finestra dello spogliatoio di un’abitazione di proprietà di una 41enne e si sono impossessati di un orologio tipo Omega e una borsa griffata Louis Vitton. Danno non assicurato e ancora da quantificare esattamente.

f.f.

Attualità #Politica #Valle di Mosso

PETTINENGO, PER L’EX SINDACO AMORUSO LA NUOVA SCUOLA HA TROPPI INTERROGATIVI

A tre settimane dall’apertura del plesso scolastico abbiamo intervistato Vincenzo Amoruso. E’ stata la sua amministrazione a volere a tutti i costi questo accorpamento.

Pettinengo da pochi giorni ha inaugurato il nuovo plesso scolastico nato dall’accorpamento della scuola media con le primarie. Circa 500 mila euro di spesa necessari per ovviare a inconvenienti come lo spostamento dei bimbi per la mensa e i costi di manutenzione elevati. L’idea era partita dalla passata amministrazione, dall’ex sindaco del paese Vincenzo Amoruso. Proprio a lui abbiamo rivolto alcune domande a seguito della perdita di Pettinengo dell’Istituto Comprensivo e circa la regolarità in essere della nuova scuola.

Per iniziare ci piacerebbe fare un passo indietro. Lei ci conferma che l’idea di un plesso scolastico unico era nata quando lei era sindaco?

“L’accorpamento della scuola primaria e secondaria di primo grado in un unico stabile è un’iniziativa nata nella passata legislazione quand’ero Sindaco di Pettinengo. Purtroppo questa Amministrazione non ha saputo portarla avanti con la stessa determinazione e di quell’idea ha perso pezzi importanti per strada”

Cosa intende?

“Si doveva trovare un accordo con altri Comuni limitrofi, in difficoltà con più classi accorpate e Pettinengo poteva e doveva restare il polo di riferimento mantenendo la sede dell’Istituto Comprensivo”

Aver perso la sede cosa comporta?

“Restando così le cose, se non si argina la migrazione di alunni, si rischia di perdere la nostra “Scuola di montagna” che va invece sostenuta e mantenuta, come avevo già fatto in passato con tutte le forze mie e della mia squadra. Ora questo edificio freneticamente finito e inaugurato per l’inizio dell’anno scolastico, il 10 settembre, desta più di un interesse e preoccupazione”

Ci spieghi, perché è preoccupato?

“Consultando la documentazione disponibile agli atti del Comune non ho trovato riscontro del Certificato di Regolare Esecuzione con cui il Direttore dei Lavori attesta in particolare la corretta esecuzione e certificazione degli impianti. Punto due, non risulta alcun riferimento alla SCIA (Segnalazione Certificata d’Inizio Attività) in relazione al procedimento autorizzativo per la sicurezza antincendio per poter dare inizio all’apertura della scuola. Punto terzo, con i soldi spesi, tanto denaro, per realizzare una variante sostanziale all’edificio esistente, mi domando perché non si sia provveduto al rispetto degli adempimenti previsti dal Decreto per la verifica della vulnerabilità sismica delle scuole?”

Sospetti o certezze?

“Le domande e i dubbi sopra riportati scaturiscono da uno scrupolo non solo lecito ma doveroso trattandosi di un edificio così importante”

A fronte di queste parole è lecito pensare ad una sua possibile candidatura…

“L’interesse per Pettinengo è sempre alto. E’ il paese dove abito e per il quale sono stato sindaco per 10 anni. Ricandidarmi? Ci sto pensando, vediamo in questi mesi cosa succederà”.

Fulvio Feraboli

Circondario #Cronaca

IN PANNE CON L’AUTO IN UNA STRADA SECONDARIA, PAURA PER UNA DONNA

E’ successo questa notte a Pettinengo.
Momenti di panico per una donna rimasta in panne con l’auto nella strada per Vaglio Colma nel comune di Pettinengo. A mezzanotte e mezza la Fiat Punto della donna si è fermata, in panne, in un tratto di strada buio e distante dalle abitazioni. La donna senza credito nel cellulare è stata colta dall’agitazione e paura. Alla fine è riuscita ad allertare i carabinieri che hanno provveduto a soccorrerla.

f.f.

Attualità #Commercio #Società

EMILIO VAGLIO, PETTINENGO TORNA AD ESSERE UN POLO INDUSTRIALE

Dopo l’ex Liabel il paese si risvegliò più povero. Oggi con il Lanificio Carlo Barbera che farà rivivere lo stabilimento riemerge l’ottimismo.

Riceviamo e pubblichiamo integralmente la lettera del lettore Emilio Vaglio. “La stampa locale ha nei giorni scorsi annunciato che il Lanificio Barbera, azienda acquisita dal gruppo Kiton, a breve trasferirà i propri dipendenti nello stabile della ex ditta Bellia. Essendo io nato in una ridente frazione (Vaglio) del comune di Pettinengo, avendo trascorso molti anni della mia vita in questo paese ed avendo vissuto intensamente la vita sociale ed amministrativa di questa Comunità mi ritengo in diritto di formulare alcune considerazioni sull’argomento. Ricordo con dovizia di particolari i periodi di massimo splendore della ex ditta Bellia, rammento gli atteggiamenti filantropici del compianto Ing. Angelo Pavia e della Sua famiglia, non dimentico i miei scontri, durante alcune riunioni di Giunta, con Angelo Pavia quando, rispettivamente Lui Sindaco (padre padrone) ed io Suo giovane assessore dibattevamo ore ed ore, a volte anche duramente, su argomenti di interesse pubblico e ciascuno di noi, pur nel rispetto del ruolo dell’età anagrafica, manteneva la propria linea adeguandosi peraltro alla maggioranza. Poi vennero gli anni 2000 e, per legittime scelte personali, la famiglia Pavia cedette l’azienda ed abbandonò il paese, ma soprattutto oltre 700 dipendenti fedeli nel tempo si ritrovarono senza lavoro. Pettinengo si risvegliò più povero economicamente ed orfano di una famiglia che aveva rappresentato il fulcro di ogni attività comunale. Ebbene dopo molti anni l’attuale Sindaco di Pettinengo, Sig. Ermanno Masserano e la Sua Giunta, hanno ottenuto un risultato insperato che certamente rappresenta un traguardo importante, un risultato che almeno parzialmente risolleverà le sorti di un paese che era diventato un dormitorio. Grazie Sindaco Masserano, in silenzio, con competenza determinazione e concretezza, Lei è riuscito a far rivivere una cattedrale nel deserto ed oltre alle varie opere pubbliche che con l’aiuto dei Suoi più stretti collaboratori avete messo in cantiere e concluso in questi anni, potete fregiarVi ora di essere riusciti ad ottenere che Pettinengo sia nuovamente un polo Industriale. I Pettinenghesi tutti, ai quali Lei ha dedicato gran parte del Suo tempo, si augurano una Sua ricandidatura e La ringraziano di cuore”.

EMILIO VAGLIO

Attualità #In primo piano #Società #Valle di Mosso

LA PROVINCIALE BIELLA-VALSESIA INTERROTTA A META’ PER TUTTA LA SETTIMANA

I lavori di asfaltatura iniziano lunedì 3 settembre.

La strada provinciale sp. 200 conosciuta anche come Biella-Valsesia sarà chiusa al traffico da lunedì 3 fino a venerdì 7 settembre per permettere alla ditta appaltatrice di eseguire la ormai necessaria asfaltatura all’inizio del centro abitato di Zumaglia. L’interruzione, poco più di 200 metri, parte dall’incrocio di Vaglio Pettinengo fino alla deviazione per entrare in paese o salire verso la vallata. Il divieto di transito però non riguarda tutti i mezzi, la provincia garantisce il passaggio a autobus e camion. Per chi sale verso Pettinengo sarà obbligato a deviare verso Vaglio mentre chi scende avrà due possibilità: passare  appunto da Vaglio, come indica la freccia nel cartello, oppure scendere a Ronco e poi Chiavazza transitando dal centro di Zumaglia.

f.f.