Biella #biellacronaca #Sport #Territorio

BASKET : NELLA PROSSIMA STAGIONE DERBY CON TORINO ?

Confermate le voci riferite ieri sulla possibilità che la città di Torino possa avere una formazione in A2 nella prossima stagione. Per il tramite del direttore generale della Dinamo Sassari Renato Nicolai, già dirigente gialloblù, contatti a questo proposito tra Paolo Terzolo e Stefano Sardara, che intende spostare la società Dinamo Academy da Cagliari, sono stati avviati. Un progetto ambizioso che necessità di molte verifiche, soprattutto sulla risposta dell’imprenditoria locale e la volontà del presidente sassarese di passare la mano dopo un anno di assestamento. Ormai il buco nel bilancio dell’Auxilium di Forni si è dimostrato talmente consistente da aver fatto tramontare qualsiasi ipotesi di intervento e la società andrà verso le scadenze finali del suo destino. A breve, mercoledì 22 alle ore 14:00, gli esiti dei ricorsi sulla penalizzazione del -8 e dell’esclusione dal campionato.

Questo significherebbe un derby Torino – Biella in A2. Non male vero ?

Sport

EDILNOL : IL SALUTO DEI GIOCATORI AL PUBBLICO IN CURVA BARLERA (Video)

Finisce con una sconfitta la stagione di Pallacanestro Biella, ma vince il pubblico e vince la squadra con l’abbraccio finale in curva Barlera

Attualità #Biella #Sport #Territorio

PALLACANESTRO : BIELLA – UDINE 1-1 (Video)

Attualità #Sport

BASKET : DOPO FORNI ALL’AUXILIUM SONO COTTI

L’Assemblea degli azionisti di Auxilium Pallacanestro Torino S.p.a. ha deliberato la ricapitalizzazione della Società sottoscritta dal gruppo di imprenditori e appassionati torinesi coordinati da Paolo Terzolo cui si è aggregato l’imprenditore Dimitry Gerasimenko. La sottoscrizione del capitale sociale, sino al 30 giugno 2019, resta aperta a chiunque desideri partecipare al nuovo progetto. L’Amministrazione della società è affidata, sino al 30 giugno 2019 a Massimo Feira.

Su chi sia Gerasimenko c’è una letteratura piuttosto colorita : è un ex cestita russo, imprenditore proprietario dell’acciaieria Volgogradskij Metallurgiceskij Kombinat ‘Krasnyj Oktiabr’. Nel basket italiano lo si ricorda come proprietario della società sportiva Pallacanestro Cantù.

Le due realtà però ( acciaio e pallacanestro ) sono legate anche da una serie di eventi particolari: Gerasimenko nel dicembre 2016, dopo essere già stato arrestato all’aeroporto di Mosca con l’accusa di avere indebitamente sottratto 5 milioni di euro ai suoi due soci delle sue società di gas, è fermato a Cipro in seguito ad un mandato di cattura emesso dalle Camere penali di Mosca e poi rilasciato per la scelta russa di ritirare la richiesta di estradizione. Da allora non ha più abbandonato Lugano, la città svizzera in cui si era già trasferito da tempo, lasciando alla moglie Irina il ruolo di rappresentarlo a Cantù.

Nell’ottobre 2018 la fabbrica d’acciaio di Volvograd è stata dichiarata fallita con la nomina di un commissario e il blocco dei conti di Gerasimenko. Secondo le agenzie di stampa russe la situazione era diventata molto delicata e che si trattava del quinto fallimento della società. Secondo il governatore di Volvograd, Andrei Bocharov, l’imprenditore stava cercando di trasferire i beni dello stabilimento all’estero con l’aiuto della consociata svizzera Red October International SA e stava programmando robusti licenziamenti. A sua volta Gerasimenko ha indirizzato un comunicato ai ‘cari amici di Pallacanestro Cantù’ in cui parla di ‘esproprio’ della fabbrica russa da parte di ‘alcuni esponenti governativi della regione di Volgograd e della sua Agenzia delle entrate attraverso la formula del fallimento’. E annuncia così di non poter più mantenere la società di basket e di mettere sul mercato la sua partecipazione a costo zero.  A novembre 2018  la squadra cambia anche sponsorizzazione a partire dal match contro i rivali storici dell’ Olimpia Milano. Il cambio determina anche l’adozione di nuovi colori bianco e verde. Nel febbraio 2019, la società sembra essere sul punto di passare di mano e di essere ceduta ad una cordata Italo-americana, ma Gerasimenko dopo aver rifiutato le prime offerte, temporeggia sul da farsi, nonostante la drammatica situazione in cui versa la società e il18 Febbraio 2019, dopo una lunga ed estenuante trattativa, decide finalmente di cedere la società e pertanto, al termine di una giornata convulsa e piena di colpi di scena, alle ore 22.00, presso lo Studio del Notaio Manfredi di Cantù, avviene la tanto sospirata cessione delle azioni della Pallacanestro Cantù S.p.A. che diventa così di proprietà della società ‘Tutti Insieme Cantù S.r.l., rappresentata da Angelo Passeri. Tale evento è di portata storica, sia per la città di Cantù, che per la pallacanestro italiana in generale, in quanto, per la prima volta nella storia, una società di basket professionistico diventa di proprietà di una società puramente di azionariato popolare.

Arrivato Gerasimenko che fine ha fatto Forni ? Per ora semplicemente sembra essere ai margini della oligarchia che gestirà Torino, dopo la sua monarchia assoluta.

Nel frattempo sulle pagine social e sui forum del basket gialloblù sostanzialmente ci si chiede se dalla padella Forni si è passati alla brace Gerasimenko.

Per ora, comunque, la fine della stagione è garantita, ma con questi attori la trama è imprevedibile e come sarà il film ‘Auxilium’ a questo punto non si sa.

A.G.

 

Attualità #Biella #In primo piano #Sport #Territorio

PER BIELLA E’ DOLCE NOVIPIU’ CASALE (Cronaca e Fotogallery)

Esaltante vittoria per un punto di Edilnol Pallacanestro Biella che fa suo il derby con Casale al termine di una partita che non valeva più l’accesso ai play off, messi in cassaforte con l’ultima vittoria, ma che consentono una griglia che vedrà Biella contrapposta ad Udine che giocherà le prime due partite in casa e che poi avrà la trasferta a Biella per le successive (speriamo…) due; in caso di 2 a 2 la bella si farà nella città friulana dove è di casa Antonutti, MVP del match contro Novipiù Casale.

PRIMO TEMPO :

Il primo quarto inzia male con le due triple in apertura di Casale tamponate dal canestro di Saccaggi, ma dopo 3 minuti il parziale è impietoso : 10 a 2 per Casale. Troppo sofisticate le soluzioni personali scelte dai due americani Harrel e, soprattutto, Sims che cerca di farsi perdonare con un gran rimbalzo per il 4 a 10. Ai tavoli della stampa si mormorà che con quella grande azione dovrebbe cambiare l’inerzia della partita, ma così non è. Entra Massone, in campo contemporaneamente con Saccaggi nel tentativo di sparigliare le carte della difesa avversaria, la missione è compiuta con la tripla di Antonutti, ma se in attacco le cose iniziano a funzionare in difesa Edilnol non è solida come in altre occasioni. Dal cilindro di mago Carrea esce solo una tripla di Sims in chiusura di primo quarto e dopo un errore dalla media misura di Antonutti il punteggio è impietosamente 13 a 21 per Casale.

Nel secondo quarto grande confusione sotto canestro, tripla dall’angolino di Casale con Musso per il 24 a 13 , tiro da tre che buca la retina anche di Massone che poi non bissa l’impresa per un nonnulla. Sul 29 a 20 per gli ospiti c’è una grande azione personale di Saccaggi che porta a casa canestro, fallo e tiro supplementare realizzato per il 23 a 29. Sul finale di tenpo Massone raccoglie un rimbalzo e si arriva al meno 6 del 25 a 31 quando mancano 2 minuti, ma poi c’è l’allungo di Casale che azzecca tutti i rimbalzi (Biella nemmeno uno in questa fase). Il tempo si chiude 26 a 37.

SECONDO TEMPO

Biella entra sul rettangolo di gioco trasformata dalle parole negli spogliatoi di Carrea e con un inizio arrembante di Harrel (canestro miracoloso e tripla in sequenza) in un battibaleno è a meno 2. Per pochi centimetri (o millimentri) non erntra il tiro da tre del sorpasso, ma Casale perde il possesso della palla a spicchi senza aver fatto canestro e così a metà del terzo quarto Harrel riesce nell’impresa di portare in vantaggio Biella per 42 a 41. A questo punto la partita si fa nervosa con una serie di sbagli sottocanestro e un fallo antisportivo di Chiarastella. Dalla lunetta è così 42 pari, canestro di Valentini per il 45 di Casale, che sale poi fino ai 49 con Biella a 47, Casale sbaglia due tiri dalla distanza, distanza che invece sorride a Antonutti che con la sua tripla chiude a 50 a 48 il terzo quarto.

Valentini si rifà dell’errore in chiusura terzo quarto con una tripla pesante che porta a 7 minuti dalla fine il punteggio sul 54 a 52 per Casale, Carrea chiama il Time out per ritrovare l’intensità di apertura secondo tempo. Cesana dalla lunetta azzecca solo uno dei due tiri liberi concessi e si arriva al 55 a 52, a questo punto dell’incontro Antonutti indossa il mantello di Superman e volando da una parte all’altra del Forum si carica la squadra sulla spalle con il tiro da tre del pareggio, vanificato da un tiro da tre anche di Casale. L’incontro si fa falloso. A 3 minuti e trenta dalla fine Pinkins prende un fallo e fa canestro per il più 5 di Casale. Saccaggi indovina una tripla, Musso sbaglia il tiro e con il possesso Biella si porta in lunetta con Antonutti che sbaglia il primo, sorride come se nulla fosse a Massone per l’errore e, avendo Paraflù al posto del sangue rimane freddo nel realizzare il secondo : Casale è ancora davanti, ma solo di un punto. Siamo 64 a 65. Mancano 2 minuti alla fine quando Saccaggi non fa il canestro del sorpassso dalla media misura. Tutti sbagliano lo ‘sbagliabile’ Fallo di Casale e i 2 tiri liberi del sorpasso sono, guarda un po’, di Antonutti. A pochi secondi dalla fine possesso Biella con Harrel che quando mancano 6 secondi alla sirena va al tiro, ma la palla a spicchi non entra nel canestro e così Casale alla disperata prova, ma non ce la fa. E’ finale 66 a 65 per Biella.

Andrea Guasco

 

Biella #In primo piano #Live #Sport

IN DIRETTA DAL FORUM BIELLA vs LATINA I COMMENTI FINE PARTITA DALLE 19.30

Attualità #Biella #Sport

ANTONUTTI : IL NUOVO GIOCATORE DI EDILNOL TRA BASKET E PIANTE GRASSE

Domani, 6  marzo Edilnol pallacanestro Biella recupera la partita contro Scafati rinviata per la partecipazione di capitan Weattle alla partita della nazionale di sua maestà. Lo fa con un cambio di giocatore : l’uscita dalla rosa di Vildera e l’ingresso di Antonutti che ieri si è presentato ai nostri taccuini.

Michele Antonutti nasce a Udine nel 1986 e proprio nella squadra della sua città, la Snaidero, gioca molti anni partecipando a ottimi campionati di seria A e giocando le coppe europee, nazionale fino 2011, trionfatore di una Eurochallenge con Reggio Emilia nel 2013, prima di Biella era a Treviso.

Michele come le sembra il primo approccio con la realtà di Biella ?

‘Quando sono stato a Biella da avversario ho sempre detto che questo è uno dei palazzetti più belli d’Italia e qui ho trovato una società seria e attenta alle mie esigenze fin da subito, mi piace conoscere la realtà delle città dove vado a giocare e capirne il territorio, spero di farlo anche qui a Biella, perchè, al di fuori del Palazzetto non la conosco’

Hai gà visto qualcosa della città allora ?

‘No, ho fatto un tralsoco e tati chilomentri in auto che mi hanno pure portato una cervicale a causa della quale ho rinviato a domani il mio esordio, avrò tempo nei mesi per conoscere Biella’

Cosa è successo a Treviso, squadra della quale sei stato anche capitano, per allontanartene ora ?

‘Qui intorno a me vedo i colori rosso-blu e le scritte Biella in ogni dove : a questa società voglio pensare e del passato non parlare’

Tatticamente con te come cambia l’Edilnol ?

‘Cambia in lunghezza, ma devo ancora trovare la giusta relazione con gli americani e allenarmi con i compagni sotto i dettami di Carrea’

Quali sono le tua passioni fuori dal campo ?

‘Curiosamente sono appassionato di piante grasse…’

Piante grasse ?? E te ne sei portate a Biella qualcuna ?

‘Per ora una, la mia piantina portafortuna’

Che i tifosi di Biella si augurano funzionare nella rincorsa alla posizione playoff.

redazione biellacronaca

Attualità #Sport

SLIDING DOOR A PALLACANESTRO BIELLA. ARRIVA ANTONUTTI AI SALUTI VILDERA

Sliding door a Pallacanestro Biella proprio alla vigilia della Coppa Italia la società annuncia l’arrivo di Antonutti e conestualmente saluta Giovanni Vildera.

Antonutti Giocatore di grande esperienza, nel corso della sua carriera Michele ha indossato le maglie di Udine, Montegranaro, Reggio Emilia (con cui ha vinto l’edizione 2013/14 dell’EuroChallenge insieme agli ex biellesi Greg Brunner e Troy Bell), Caserta, Pistoia e Treviso, compagine dove ha militato dal 2017 al 2019 con tanto di fascia da capitano. In questa stagione in Veneto ha realizzato 9 punti, 4 rimbalzi e 1 assist di media a partita. Interessante anche il suo percorso con la Nazionale Italiana, iniziato nel 2002 tra le fila dell’Under 18 e che l’ha portato a essere un elemento della squadra Senior dal 2007 al 2011 collezionando 20 presenze. Un’aggiunta di livello nel roster biellese che potrà dare il suo apporto a partire dalla LNP Coppa Italia, prossimo impegno del Club. A Biella, Antonutti indosserà la canotta numero 9. Contestualmente, la Società annuncia la risoluzione consensuale del contratto con l’atleta Giovanni Vildera.

Il General Manager Marco Sambugaro commenta: «Ringrazio la Società per questo extra sforzo. Con questa operazione il Club vuole dimostrare alla Città che Biella è viva, guarda avanti e pensa positivo. Un ringraziamento va all’agente del ragazzo, Riccardo Sbezzi, per il prezioso suggerimento. Aggiungiamo al roster un giocatore di altissima qualità, che ha alle spalle una carriera importante, anche in Serie A1, che parla da sola».

Coach Michele Carrea aggiunge: «Il mercato spesso offre opportunità figlie delle situazioni che si vengono a creare. Per noi ieri mattina si è palesata la possibilità di arrivare a Michele Antonutti, un giocatore che non ha bisogno della mia presentazione. Un grazie alla Società che ha reso possibile tutto questo chiudendo un’operazione che fa crescere il nostro gruppo. Doveroso un ringraziamento a Giovanni Vildera per i suoi continui tentativi di dare un impatto in partita. A lui il miglior in bocca al lupo per la prossima esperienza».

Attualità #Società #Sport

IL NUOVO CORSO DI PALLACANESTRO BIELLA

Si è tenuta ieri mattina presso la sala stampa “Gabriele Fioretti” dell’HYPE Forum la conferenza stampa di presentazione dei nuovi ruoli societari ricoperti da Antonio Trada e Marco Atripaldi, rispettivamente Vicepresidente e Club Manager di Edilnol Pallacanestro Biella, quest’ultimo con la funzione di coordinamento dell’attività del CdA e sviluppo della Società. Durante la conferenza è stato ufficializzato il progetto dedicato ai 25 anni del Club che culminerà, nella prima metà del mese di giugno, con un importante evento celebrativo in Città. Massimo Angelico, Presidente di Pallacanestro Biella, ha dichiarato: «Antonio Trada è stato nominato vicepresidente e mi affiancherà a livello operativo, Marco Atripaldi invece è qui da sempre, con qualche parentesi fuori Biella, e torna con noi all’interno di un gruppo di lavoro che avrà come compito, in via prioritaria, quello di celebrare degnamente i 25 anni di storia della nostra Società. 

Antonio Trada, Main Sponsor di Pallacanestro Biella e nuovo Vicepresidente del Club, ha aggiunto: « Ho accettato con grande piacere, sono qui per dare una mano e ci metterò il massimo impegno per rendere migliore Pallacanestro Biella. È da almeno cinque mesi che lavoro duramente per dare maggior credibilità a questa Azienda e devo dire che tutti insieme ci stiamo riuscendo. Stiamo ricapitalizzando con ottimi risultati e più avanti ufficializzeremo le nuovo quote sottoscritte».

Marco Atripaldi, al rientro in Società dopo sei anni, ha dichiarato: «Diventa difficile spiegare cosa rappresenti per me Pallacanestro Biella. Mi rifaccio a quanto dissi sei anni fa andando via: è sempre stata una questione di cuore e dal cuore non ci si dimette. Nei suoi 25 anni Pallacanestro Biella è stato l’elemento di maggiore novità sul territorio, un elemento che ha coinvolto tanta gente, tante aziende e appassionati. È una storia che appartiene a tutti noi e che deve assolutamente continuare. In un momento storico che ci impone di decidere quale strada intraprendere per il futuro sono felice di poter dare il mio contributo.  Penso invece che la Pallacanestro Biella debba tornare a colpire qualche cuore in più e riaggregare la gente attorno a se e alla propria attività, un’attività sì di vertice ma anche di base, che coinvolge ragazzi e famiglie e a raggera società minori con cui si collabora. Serve maggior stabilità e proprio in quest’ottica festeggiare la propria storia non vuole dire guardare indietro ma guardare avanti».

FOTO PALLACANESTRO BIELLA

Attualità #Sport

IL RITORNO DI MARCO ATRIPALDI A PALLACANESTRO BIELLA

Pallacanestro Biella ha provveduto, su proposta del PresidenteMassimo Angelico, a nominare Antonio Trada quale nuovo Vicepresidente del Club con incarichi operativi. Nella medesima seduta il Consiglio di Amministrazione ha provveduto ad affidare a Marco Atripaldi l’incarico di coordinare, in collaborazione con Presidente e Vicepresidente, l’attività del Consiglio di Amministrazione e quella della struttura amministrativa e agonistico sportiva.

Soddisfatto Massimo Angelico: «Sono lieto che Antonio abbia accettato questa mia proposta di ricoprire il ruolo di Vicepresidente che premia il grande lavoro sino ad oggi svolto per Pallacanestro Biella e soprattutto l’impegno, sino a qui profuso. L’operazione di ricapitalizzazione, ancora in corso, ha delineato il Gruppo Edilnol (che è anche Main Sponsor) come socio di riferimento della Società e ciò ci consente di guardare con ottimismo al proseguo della stagione e alle prossime. Ad Antonio va un grosso ringraziamento e un in bocca al lupo, mio e di tutti gli amministratori e soci, per il suo nuovo incarico in seno alla Società». parole al miele a cui risponde Antonio Trada: «È con molto piacere che in estate colsi l’invito di Massimo a riavvicinarmi alla vita di Pallacanestro Biella come Main Sponsor e, avendo trovato un ambiente assolutamente positivo ed entusiasta, è con immenso piacere che oggi ho accettato la proposta di fare un ulteriore passo in avanti accettando il ruolo di Vicepresidente del Club. È con immenso rispetto che mi approccio a questo nuovo incarico, pienamente consapevole che Pallacanestro Biella rappresenti un patrimonio collettivo da preservare e da custodire per la comunità e per i tanti tifosi e supporter che da 25 anni seguono questo progetto. Sono molto lieto che in questo mio cammino, appena iniziato, il Consiglio abbia voluto accogliere la mia proposta di affidare a Marco Atripaldi (che con Alberto Savio è stato l’artefice di questa Società e di questa gloriosa storia sportiva) l’incarico di consulente e coordinatore dell’attività. Con Atripaldi ritengo si completi una struttura amministrativa e sportiva di primissimo livello che vede nel nostro General Manager Marco Sambugaro e nel nostro Head Coach Michele Carrea autentiche figure di eccellenza e i lusinghieri risultati sino a qui raggiunti ne sono autentica testimonianza».