Ambiente #Attualità #Basso Biellese #Cossatese #Cronaca #Eventi & Musica #Territorio

RINVIATE BELTANE E ANNULLATA LA SAGRA DEL COREGONE

No, la bella stagione tarda decisamente ad arrivare e le previsioni per sabato e domenica sono davvero impietose. Per questo motivo gli organizzatori  della ‘Festa Celtica di Beltane’ a Masserano hanno deciso di rinviare gli appuntamenti previsti.

Ossian D’Ambrosio, direttore del Festival di Beltane precisa : ‘ Molti sanno di come viene nutrito il Beltane Pagan Fest, ma molti altri non sanno che la manifestazione vive completamente grazie ai proventi dell’Associazione Anticaquercia, quindi NO contributi, NO finanziamenti politici ma solo volontariato e biglietto di ingresso. Una manifestazione che all’80% viene svolta in modo campestre ha delle prescrizioni da parte di una commissione di vigilanza che in caso di meteo avverso NON può dare parere positivo e quindi verrebbe annullata del tutto con una perdita ingente di fondi che non ci permetterebbe la riorganizzazione futura. Per questo motivo noi dello staff abbiamo deciso a malincuore di rimandarla, solo cosi’ possiamo dare ancora speranza di continuità.’
Al momento la festa sembra rinviata di due settimane , ma ci riserviamo di comunicare eventuali variazioni nel programma.

Per Viverone decisione più drastica : la Pro Loco ha comunicato che la sagra del Coregone è annullata e ha dato appuntamento a tutti per gli appuntamenti in programma.

Attualità

A MASSERANO LA FESTA CELTICA DI BELTANE’

Ricca l’offerta musicale dell’edizione 2019 dell’ormai tradizionale Festa Celtica di Beltane, che per il tredicesimo anno si svolgerà presso il Parco Arcobaleno in località Cacciano, a Masserano, il 17, 18 e 19 maggio prossimi.

Si inizia venerdì sera con le atmosfere magiche dei Daridel, ricche di suoni ancestrali di percussioni, fiati e cornamuse, per proseguire con la giocosità e le suggestioni medievali della band “In Vino Veritas”, e le sonorità country-style dei Folkheads.  La serata di sabato si apre alle ore 20:30 con l’arpa di Katia Zunino, seguita dai divertenti ritmi folk-rock dei Folkamiseria, mentre la serata clou della festa si concluderà, dopo l’accensione dei tradizionali fuochi, con la musica evocativa e trascinante dei tedeschi Waldcauz. Le esibizioni domenicali inizieranno già dalle ore 13:00 in versione scatenata e danzereccia, con due gruppi: il Reeldancers Group e l’Irish Swing Project. I ritmi degli Hat and Horn chiuderanno la giornata prima delle danze del tradizionale Palo di Maggio. Come ogni anno il programma della festa offre per tutte e tre le giornate un’ampia scelta di attività, conferenze, seminari e stage per adulti e bambini, delle più diverse attività, dalla danza alla fabbricazione di braccialetti, di cotte di maglia, preparazione dell’ippocrasso (antica bevanda medievale), erboristeria, combattimento.
Per i più piccoli intrattenimento con burattini a cura di Cristina D’Agostino, scherma/gioco, truccabimbi e fiabe.  Il menu, già normalmente molto ampio e vario proporrà quest’anno un’ulteriore scelta, abbinata ad una maggiore attenzione per l’ambiente, in quanto stoviglie, posate ed accessori saranno tutti biodegradabili e compostabili: un passo in più verso un rapporto più rispettoso con la Natura.  Il consueto ricco mercatino offrirà ai visitatori come in ogni edizione la possibilità di curiosare ed acquistare prodotti rigorosamente artigianali, alimentari e non. Il tutto nella collaudata formula racchiusa nel motto della Festa: “Musica, Magia e Idromele!”

Attualità #Cronaca

RUBANO DIECI CONDIZIONATORI A MASSERANO

Furto importante alla Tecnoimpianti di Masserano durante la notte i soliti ignoti sono penetrati nell’azienda e hanno messo a segno un colpo ingente portando via una decina di condizionatori e diverso rame stoccato in azienda. Hanno inoltre portato via un Ducato bianco servito probabilmente per il trasporto del materiale rubato unitamente al server che gestiva il servizio di vigilanza. Insomma un furto sicuramente pianificato su cui stanno indagando i carabinieri

Cronaca

COLTIVA PIANTE DI MARIJUANA NELLA SUA SERRA. DENUNCIATO UOMO DI MASSERANO

Un appassionato di giardinaggio ? probabilmente no un uomo di 34 anni di Masserano è stato denunciato dai carabinieri del paese per coltivazione di alcune piante di marjuana. Nel corso di una perquisizione i militari hanno trovato cinque piante coltivate all’interno di una serra unitamente a 4 grammi di hashish e un bilancino di precisione che lascia supporre anche un commercio della stessa. Tutto il materiale è stato posto sotto sequestro e all’uomo è stata comminata una denuncia per detenzione e spaccio

Attualità #Cronaca #In primo piano #Società

SAN VALENTINO L’AMORE E’ UNA FAVOLA SOPRATUTTO A MASSERANO

Oggi è San Valentino, festa degli innamorati e domenica scorsa per l’occasione il Polo Museale Masseranese ha organizzato il ‘San Valentino Principesco’. La giornata dedicata alle coppie si è svolta all’interno del Palazzo dei  Principi, in quella che il direttore del museo Stefano Cavaliere chiama  Reggia dei Ferrero Fieschi, nelle splendide sale barocche rimesse in sesto e tenute aperte ogni fine settimana dai volontari della Associazione Don Barale che gestisce il sito. Dopo una simpatica visita guidata per scoprire le storie d’amore  presenti nelle decorazioni artistiche del Palazzo dei Principi le coppie partecipanti hanno fatto il gioco sui 5 sensi: tatto, olfatto, vista, gusto e udito.

Al termine del percorso è stata decretata la coppia vincitrice dell’edizione (in foto) che si è aggiudicata il premio. Il Polo Museale Masseranese promuove il ricco patrimonio culturale  dell’antico Principato di Masserano: i siti del Polo Museale sono la Reggia dei Principi Ferrero-Fieschi, la Chiesa Collegiata, la Chiesa di San Teonesto e la Chiesa di Santo Spirito, il tutto incorniciato dal Borgo antico. Masserano è infatti un paese ricco di storia e cultura, che vanta un glorioso passato come sede del Principato della famiglia Ferrero-Fieschi, che governò su questo territorio per ben quattro secoli (dal XVI al XVIII secolo) rendendolo uno stato autonomo e indipendente. Il Museo è aperto al Sabato e alla Domenica pomeriggio, mentre negli altri giorni è su richiesta. In settimana per le scuole organizzano attività didattiche, mentre per i gruppi di vario genere sono disponibili per le visite guidate. La pagina fb è polomusealemasseranese e l’info line 345 512 6696

ANDREA GUASCO

Attualità #Società

UNA DOMENICA SPECIALE DEDICATA A DON BARALE

Una domenica pomeriggio a lui dedicata. Nel luogo che è stato il cuore  pulsante della storia che ha studiato e raccontato. Questo è stato il pomeriggio di domenica scorsa alla Reggia dei Principi nel ricordare Don Vittorino Barale. Don Barale fu assegnato dalla curia come parroco di Rongio Superiore,  una frazione incastonata tra Masserano e Brusnengo e, oggettivamente  molto tranquilla, così tranquilla che poteva permettere a Don Barale di  approfondire la sua passione per la storia locale avendo molto tempo a  disposizione.

Oltretutto la parrocchia, dedicata ai Santi Orso e Antonino aveva (ed  ha) una storia singolare con la pietra monolitica di foggia celtica sul sagrato, un legame con la famiglia Fieschi che regnava il feudo Masseranese al quale i rongesi appartenevamo mal volentieri ironizzando,  ancora in epoca contemporanea, con i masseranesi chiamando il paese capoluogo con l’appellativo ‘la capital’. Don Barale scrisse negli anni ’60 l’opera di riferimento per tutti coloro che in seguito avrebbero voluto raccontare Masserano, la dinastia Fieschi e poi Ferrero Fieschi, la storia di Crevacuore, del Biellese orientale e molto altro. ‘Il Principato di Masserano e il Marchesato di Crevacuore’, questo il titolo del libro, è stata la storia alta di Don Barale, ma la storia è fatta anche di tradizioni e abitudini : la storia bassa.

E così Don Barale recuperò la ‘Bundansia’, ovvero il tradizionale falò della notte di Natale di Rongio, accettò la proposta di Giovanni Rosso, anche lui scomparso ormai qualche anno fa, di celebrare la Messa in lingua piemontese in occasione della festa celtica della associazione  culturale ‘Sol ad j Alp’, partecipò a molti incontri degli ‘Amici di Masserano’ prima e della Pro Loco poi con grande piacere, cordialità e simpatia. La figura domenica è stata raccontata da Sergio Marucchi, vecchio amico di Don Barale. Anche lui rongese, anche lui appassionato di storia, anche lui che  quando parla di Rongio non definisce la località ‘frazione’, ‘rione’ o ‘località’, ma ‘il mio paese’, perchè questo per loro, semplicemente, è. Ora, dopo la conferenza di Marucchi, il Polo Museale Masseranese guarda  a domenica prossima e alla nuova edizione de ‘Un San Valentino  Principesco’ per tutte le coppie alla scoperta degli affreschi amorosi  della Reggia di Masserano.

ANDREA GUASCO

Biella #Eventi & Musica #Società

È DOMENICA, DIAMO PIÙ SPAZIO ALLA CULTURA

Una breve carrellata su alcune mostre presenti nel biellese, tutte ad ingresso libero.

La Fondazione Cassa di Risparmio in collaborazione con la Parrocchia di San Paolo di Biella ha allestito una mostra didattica dedicata ai minerali dal titolo Minerali Clandestini. Oro, argento, tugsteno, uranio e coltan vengono utilizzati per scopi militari, industriali e strategici e sono presenti anche nella vita comune di ogni cittadino (per esempio negli strumenti tecnologici che tutti possediamo), ma dietro la loro estrazione, soprattutto in Africa, si celano gravi problematiche sociali e ambientali. La mostra, preceduta da numerose ricerche scientifiche e varie testimonianze di missionari che operano a contatto con i lavoratori nelle terre di missione, è realizzata da Chiama l’Africa e Solidarietà-Muungano Onlus, con il contributo di Erri de Luca e Mario Ghiretti.

DOVE: Biella, Spazio Cultura, via Garibaldi 14

ORARIO: domenica dalle 16.00 alle 19.00

Per gli amanti della grafia e della scrittura invece è in mostra Esercizi di scrittura, esposizione a cura di Irene Finiguerra ed Anna Ippolito. Una raccolta di opere grafiche, video, installazioni e fotografie dal carattere originale volte a rappresentare l’interesse che gli artisti rivolgono al rapporto tra parola scritta ed immagine.

DOVE: Biella, Bi-Box Art Space (Palazzo Ferrero, corso del Piazzo 25), Sala dei Gallinari (Palazzo La Marmora, corso del Piazzo 19), Rilegato a Mano (corso del Piazzo 16)

ORARIO: domenica dalle 15.00 alle 19.00

A Pollone è protagonista la natura con Le Stagioni degli alberi, mostra documentaria itinerante sulla fenologia. Dedicata a grandi e piccini, l’esposizione offre diversi spunti per avvicinarsi all’affascinante mondo degli alberi e degli arbusti, proponendo sia dati scientifici che elementi di interattività sensoriale (installazioni con legni, erbari, campioni vegetali ed essenze profumate) dedicati al pubblico più giovane.

DOVE: Parco Burcina, Cascina Emilia

ORARIO: domenica dalle 13.30 alle 17.30

Aperto questa domenica anche il Polo Museale di Masserano, con visite guidate all’interno del Palazzo in un percorso che si snoda fra la mostra di sculture allestita nelle sale barocche e i quadri dell’artista ottocentesco Ferdinando Rossaro.

DOVE: Masserano, Palazzo dei Principi, via Roma 188

ORARIO: dalle ore 14.30 alle 18.00

L’arte viene proposta come mezzo di riflessione invece nell’esposizione delle opere scultoree di Carla Villata, dal titolo Per non dimenticare. Il percorso artistico dell’artista propone un coinvolgimento sulle tematiche universali e di attualità, senza suggerire una chiave di interpretazione, ma permettendo una libera lettura delle opere in base alle diverse sensibilità.

DOVE: Biella, Villa Schneider, piazza Alessandro Lamarmora

ORARIO: domenica dalle ore 11.00 alle 19.00

Cronaca

DUE FURTI NEL BIELLESE A COSSATO E MASSERANO

Ancora un weekend all’insegna dei ladri.
Due i colpi messi a segno dai malvicenti nella nostra provincia. A Cossato alle 18,30 in via Martiri della Libertà un cittadino ha visto tre persone uscire dalla finestra di un’abitazione davanti a casa sua di proprietà di una 60enne. I malviventi sono poi scappati a bordo di un’auto di colore grigio in direzione Ratina. A Masserano invece i ladri sono entrati in una casa di proprietà di un milanese in cascina Scalabrino. Non è stato portato via nulla.
f.f.

Basso Biellese #Cronaca

FRONTALE NELLA STRADA TRA MASSERANO E BRUSNENGO. COINVOLTA AUTO DEI CARABINIERI

E’ stato un brutto incidente tra due automobili il frontale avvenuto ieri sera intorno alle 19 nella strada che collega Masserano a Brusnengo tra un autovettura dei carabinieri con a bordo il capo-pattuglia e un collega e una volvo V40  in cui vi era a bordo una coppia. Sul posto è intervenuta una volante della polizia e i Vigili del Fuoco e le ambulanze del 118  per i primi soccorsi. I due carabinieri hanno subito ferite guaribili in 30 giorni per il capo-pattuglia (anche se gli esami in corso non stabiliscono ancora una reale certezza del periodo) e di cinque giorni per l’altro militare. In corso di accertamento la dinamica che ha portato allo scontro

 

Cossatese #Cronaca

ABBATTE CON L’AUTO MURETTO E RINGHIERA

Incidente a Masserano ieri pomeriggio.
Forte spavento per il 30enne residente a Lessona che ieri alle 18 in via Moro a Masserano ha perso il controllo della sua Peugeot 206 andando ad abbattere un muretto e la ringhiera. Sono intervenuti i carabinieri di Crevacuore ma fortunatamente solo danni alla macchina mentre l’uomo non ha avuto bisogno di cure mediche.

f.f.