Attualità #Circondario #Politica

CANDELO, APPROVATO IL BILANCIO CON LAVORI PER 1,7 MILIONI E UN AVANZO DI 360 MILA EURO

Le parole dei sindaco Mariella Biollino e del gruppo di minoranza Candelo Città Possibile.
“E’ stato un anno impegnativo per tutti, un anno in cui l’amministrazione ha osato prendere decisioni importanti tipo spazi finanziari per poter usare nostri soldi dell’avanzo, un nuovo piano regolatore con l’avvio della variante, asfaltature strade, fognatura e acquedotto per un totale di 1,5 milioni”. Questo il sunto di Mariella Biollino, sindaco di Candelo dopo il consiglio comunale di lunedì 14 aprile. “Il bilancio è in utile con una cassa che ha raggiunto un suo equilibrio positivo, circa 1,7 milioni a fine anno -continua Biollino-. Siamo pertanto riusciti a far fronte ai pagamenti senza mai andare in anticipo di cassa e senza portare avanti azioni di rinegoziazione mutui che avrebbero aumentato l’indebitamento. Il risultato di amministrazione a fine 2017 (avanzo) è pari a euro 361.623, che però il comune non puo’ spendere in toto. Abbiamo già chiesto nuovi spazi finanziari in regione di cui 50 mila euro per telecamere ai varchi, 30 mila per una nuova caldaia in comune e 40mila per rifacimento bagni palestra medie”. Il consiglio ha approvato anche il disciplinare del mercato mensile dei produttori indicando che la merce deve essere esclusivamente prodotta dal produttore o da reti di produttori. Sulla discarica di amianto per la grande perplessità da parte di tutti prima di prendere una decisione il consiglio attende l’esito della commissione provinciale.

Immediata la replica del gruppo di minoranza “Candelo Città Possibile” che precisa che da un “punto di vista solamente economico-finanziario, il bilancio del comune sicuramente è sano e presenta un avanzo cospicuo, ma questi fattori hanno un’incidenza sull’erogazione complessiva dei servizi per i candelesi: si pensi al fatto che la spesa del personale è in diminuzione negli ultimi 3/4 anni, ma questo significa non poter assumere nuove persone e non poter nemmeno rimpiazzare chi è andato in pensione, a fronte anche del fatto che candelo dovrebbe avere 40 persone e ha un organico di 28 persone; altra questione è l’indebitamento, in continua discesa negli ultimi 8 ani e ciò è indice positivo, ma corrisponde, purtroppo, a una riduzione di debito fatto per investimenti utili, perché indebitarsi significa anche realizzare opere, strutture durature nel tempo e per la collettività”. E ancora il gruppo di minoranza precisa:

“Dal punto di vista della gestione politica e amministrativa, abbiamo rimarcato, riguardo i dati di accesso al Ricetto, che quando si parla di 320.000 accessi questi non equivalgono a 320.000 persone, ma questo dato va ridotto almeno del 75/80 %, questo al fine di comunicare dati più realistici e che comunque fanno ben sperare al nostro territorio e che rappresentano fonte di sviluppo locale, una strada questa che non si può abbandonare. Sempre sul tema turistico abbiamo chiesto aggiornamenti in merito alla gestione dell’area camper, visto che da più di un anno e mezzo-da quando chi si aggiudicò il bando ha deciso di rinunciare alla gestione-questa zona che deve essere uno dei punti di forza, non è gestita da nessuno e alcuni camperisti interessati a fermarsi a Candelo, molte volte hanno optato per altri luoghi, in quanto non potevano accedere a nessun servizio (energia, scarichi, acqua). Occorre quanto prima affidare la gestione dell’area, al fine di dare un servizio pieno ai turisti e far sì che quel investimento possa rendere per Candelo”.
Infine “appreso dal Sindaco che parte dell’avanzo di amministrazione sarà utilizzato per un sistema di videosorveglianza e ne siamo soddisfatti, anche perché è tempo che ci battiamo per questo parte del nostro programma, abbiamo sottolineato come la nostra proposta di mettere le telecamere per colpire gli abbandoni di rifiuti, è da intendersi quale metodo per poter riuscire a scoprire chi sono le persone e multarle con sanzioni salate, non di certo mettere una telecamere ogni dove, questo sarebbe impossibile. Sempre sull’argomento rifiuti e costo della TARI, sempre più all’ordine del giorno, nonché sull’idea di introdurre la TARIP a Candelo come ha spiegato il Sindaco, abbiamo proposto, affinché questa discussione non rimanga solo sui giornali e sui social, all’amministrazione di organizzare un incontro aperto o consiglio comunale aperto alla cittadinanza, a cui far partecipare SEAB e COSRAB, in cui parlare degli abbandoni; di come si compongono i costi della tassa rifiuti; del servizio in genere; di eventuali proposte per poter abbattere il consumo di rifiuti e i costi. Sarebbe un modo per renderci tutti (amministratori e candelesi) più consapevoli su come funziona questo servizio e poter a noi amministratori un quadro ancora più completo, per poter fare le migliore scelte anche in vista della scadenza dell’affidamento a SEAB”. 

Attualità #Circondario

CANDELO, SEI GIOVANI HANNO TROVATO OCCUPAZIONE NEL SERVIZIO CIVILE DEL COMUNE

Due in biblioteca, due nella sezione cultura e turismo, uno nella protezione civile e l’ultimo al Nido di Gaglianico.

Sei sono i ragazzi che sono riusciti a trovare lavoro grazie ai progetti destinati al servizio civile messi in atto dal Conune di Candelo. Di questi, 2 giovani si occupano della biblioteca (Francesca e Edoardo) del Comune ed altri due sono stati inseriti all’interno della sezione della cultura e del turismo (Katiuscia e Mattia)
“I ragazzi s’impegnano con entusiasmo e hanno capito che occorre lavorare seriamente per ottenere risultati – commenta il sindaco Mariella Biollino -. Katiuscia e Mattia in questi giorni si seguono Candeloinfiore ed eventi vari; invece Francesca ed Edoardo si occupano del prestito libri, catalogazione e stanno ideando laboratori in occasione di Candeloinfiore con tema l’Oriente”.

Gli altri due invece sono stati inseriti all’interno del Corpo della Protezione civile e presso l’asilo Nido di Gaglianico. Ma proprio nell’ottica di inserire i giovani in progetti lavorativi, il Comune di Candelo ha aderito al progetto della rete museale e contribuirà economicamente per sostenere i costi di due giovani che terranno aperto l’ufficio accoglienza e l’ecomuseo nelle domeniche da giugno ad ottobre. Chiunque sia interessato può trovare tutte le informaizoni necessartie nel sito del Comune.

Attualità #Circondario #Politica

CANDELO, BELOSSI: RIFIUTI? INSTALLIAMO TELECAMERE

“Installiamo delle telecamere per fermare questa piaga”. Scende in campo la minoranza consigliare a nome del capogruppo di Candelo Città Possibile, Renzo Belossi che giudica inaccettabile la situazione di degrado per l’abbandono dei rifiuti. Anche sulle pagine social sono frequenti i post dei cittadini che fotografano carte, scatoloni, elettrodomestici, copertoni lasciati al loro destino su terreni provati, a bordo strada. Ci è giunta una nota da parte di Belossi che si schiera con tutta l’amministrazione per combattere questa piaga. A tal proposito propone l’installazione in punti sensibili di telecamere. Ecco lo scritto del consigliere di minoranza. “E’ sempre più frequente l’abbandono indiscriminato di rifiuti in tutto il biellese e anche a Candelo. Recentemente il Sindaco di Candelo ha segnalato alcuni rifiuti abbandonati e anche noi come gruppo di minoranza più volte abbiamo, purtroppo, evidenziato casi di abbandoni di rifiuti nelle più svariate zone di Candelo. E’ una vergogna senza fine che mortifica tutti i candelesi che pagano diligentemente e puntualmente la tariffa rifiuti, anche magari con fatica, e rispettano gli altri, i beni comuni e l’ambiente. Sicuramente in occasione della “Giornata del Bene Comune” organizzata dall’amministrazione in primavera, a cui aderiremo come gli anni passati, ci si dedicherà a pulire alcune di queste zone e lo si farà per amore verso il paese in cui viviamo, anche se sarebbe bello poter vedere chi ha sporcato, andare a ripulire. Non diamola comunque vinta a queste persone e segnaliamo sempre questi abbandoni sul nostro territorio. Noi come gruppo consiliare ogni qualvolta noteremo abbandoni non esiteremo a farlo; inoltre cogliamo l’occasione per chiedere al Sindaco e alla Giunta di partire al più presto con alcune telecamere nei punti sensibili di Candelo e dove questo fenomeno si è già verificato, per cercare di fermare questa ormai “piaga” del deposito abusivo di rifiuti e magari anche riuscire a colpire questi maleducati, per non dire di peggio. Candelo non merita tutta questa mancanza di rispetto”.

Attualità #Circondario

TRAME BIELLESI DONA UNO STENDARDO AL COMUNE DI CANDELO

La mostra “Riciclo in punta d’ago” a Candelo si è conclusa domenica 11 marzo.
In tale contesto i soci dell’Associazione Trame Biellesi hanno donato al sindaco Mariella Biollino uno splendido stendardo con lo stemma del comune. Il manufatto è stato realizzato da Lina Veronese con la tecnica del patchwork utilizzando tessuti biellesi in lana.
 Le Trame Biellesi sono nate nel 2009 e l’idea di fare il patchwork con i tessuti di lana è venuta dopo un viaggio in Alsazia nel 2005 dove ogni anno a metà settembre si tiene un importante appuntamento, a livello mondiale. Allora, in una chiesa sconsacrata, erano esposti i quilts tedeschi (trapunte a più strati, ndr), chiaramente tutti in lana.

Attualità #Circondario

CANDELO, RITORNANO LE RICHIESTE DI NUOVE COSTRUZIONI E RISTRUTTURAZIONI

In approvazione nel consiglio di questa sera una nuova variante al piano regolatore per venire incontro alle richieste dei cittadini.
Dopo aver approvato il piano regolatore generale nel 2017, l’Amministrazione porta all’approvazione del consiglio una nuova variante parziale al piano regolatore. Numerose sono infatti le pratiche che tra la fine del 2017 e inizio 2018  sono arrivate  agli uffici comunali per piccole costruzioni di tipo familiare e ristrutturazioni. “Nella variante si riduce la volumetria dell’area in edificazione del pec di via Santa Croce e si richiede  la ristrutturazione di un’area del nucleo di antica formazione” precisa il sindaco di Candelo Mariella Biollino.
Nello stesso consiglio di questa sera 12 marzo, la Giunta presenta due delibere programmatiche relative a due settori di sviluppo per il paese: sull’iter che porterà alla revisione del piano particolareggiato del ricetto con nuove destinazioni d’uso e la semplificazione dell’iter per cambio destinazione d’uso. Sempre in consiglio comunale, verranno poi illustrate le azioni sul commercio nell’ambito di un’altra delibera programmatica.

Attualità

CANDELO, BATTISTI…ANCORA CI EMOZIONI

Spettacolo benefico pro Fondo Edo Tempia dedicato a tutte le donne…

Sabato 10 marzo, nell’ambito del progetto Positivamente donna, Fondo Edo tempia e Comune di Candelo, in collaborazione con la Consigliera di parità della Provincia di Biella, organizzano un concerto benefico il cui ricavato andrà al Fondo.

E’ un modo per stare insieme divertendosi e per aiutare un Ente importante per il nostro territorio. L’ingresso è libero.
Protagonisti della serata Il gruppo musicale dei G-four&friend e il gruppo teatrale i Sottosopra di recente costituzione guidato dalla regista Tiziana Barsotti.Si tratta di persone accumunate da voglia di stare insieme e passione  I musicisti ci faranno sognare e cantare presentandoci brani del grande Lucio tutti eseguiti dal vivo. Sarà una serata che risveglierà tanti ricordi ed emozioni…da non perdere..

Gli attori ci regaleranno momenti positivi e presenteranno la sequenza delle canzoni.

“Una grande e positiva collaborazione tra Fondo Edo Tempia e Comune di Candelo che non si esaurisce con la serata musicale benefica, ma proseguirà con tre incontri con la dott.ssa Adriana Paduos e il dott. Casalone a partire dal 15 marzo presso la sala cerimonie del ricetto alle ore 20.45 -così afferma il Sindaco di Candelo-. Un grazie speciale al direttivo del Fondo o tempia per questa collaborazione importante”.

Attualità #Scuola

CANDELO, AVANTI IL PROGETTO MONITORAGGIO SPRECHI CON LE SCUOLE

La nostra mensa, il nostro cibo. Monitoraggio sprechi in mensa ed educazione al gusto.

La scorsa settimana nella scuola primaria di Candelo, si è avuto un importante appuntamento nell’ambito del progetto sul monitoraggio degli sprechi portato avanti con  il servizio di igiene alimenti e nutrizione dell’Asl  in collaborazione con i ragazzi e docenti della classe 4F dell’IIS Gae Auelnti e della classe 5C dell’IIS Q. Sella di Biella.

“Il progetto sta andando avanti da due anni -commenta il sindaco Mariella Biollino-. L’anno scorso sono stati effettuati interventi ludico-didattici utilizzando la peer education che risulta essere più efficace per determinare modificazioni nei comportamenti”.

I ragazzi, coadiuvati dai docenti delle superiori e dal Sian, hanno pesato il cibo sprecato valutando le differenze tra una sala mensa e l’altra.

Erano presenti in mensa il sindaco di Candelo, l’assessore all’istruzione Gabriella Di Lanzo, il dott. Valenti, Bianca Rosa Gremmo Zumaglini e l’amministratore delegato della Soriso, società che gestisce la mensa a Candelo.

“Il menu del giorno, come in altre occasioni, era quello di educare al gusto di cibi della tradizione conclude il primo cittadino di Candelo-. Molto apprezzato sono stati il riso in cagnona, i dischetti di polenta con merluzzo, l’insalata di finocchi, indivia e arance. In chiusura una strepitosa torta Palpitun con pere e cioccolato. Più avanti renderemo pubblici i dati degli scarti”.

Circondario #Politica

BELOSSI-VALLERA-GIRARDI: ECCO PERCHE’ CI SIAMO ASTENUTI

Alcune note del gruppo “Candelo Città Possibile” in riferimento al Consiglio Comunale del 15 febbraio.

Nell’ultimo Consiglio del 15 febbraio, in cui è stato discusso e approvato il bilancio di previsione per l’anno 2018, il gruppo di minoranza “Candelo Città Possibile” ha messo in evidenza alcune questioni che li ha portati ad astenersi. Di seguito il punto di vista e conseguente dichiarazione dei consiglieri Renzo Belossi, Erika Vallera e Silvia Girardi.

“Su due temi importanti abbiamo portato la discussione. Il primo riguarda il controllo del territorio chiedendo alla Giunta di attivarsi per realizzare con un sistema di videosorveglianza viste le  problematiche, di sicurezza e riguardo l’abbandono indiscriminato di rifiuti sul nostro territorio ed in quelli limitrofi, ricordando come il Consiglio Comunale nel 2015 abbia già preso impegni specifici con la mozione , all’unanimità, con  la mozione “Candelo sicura, pulita e rispettosa del bene comune” approvata da Consiglio Comunale il 12 giugno 2015 e che prese spunto dalla nostra mozione “#CandeloinComune, Candelosicura”,  la quale prevede una serie di impegni precisi e di azioni concrete, in parte già intrapresi come la “Giornata dei Beni Comuni”, ormai diventato appuntamento di impegno civico da parte degli amministratori, delle associazioni e dei singoli candelesi, ed in parte attivabili, come ad esempio l’installazione di sistemi di videosorveglianza del territorio, che oltre a servire per il controllo degli abbandoni di rifiuti, potrebbero servire anche per il controllo ai fini di sicurezza.

Il secondo per chiedere alla Giunta interventi precisi che possano portare nuove persone a Candelo a cominciare dai giovani, visto che il paese, pur in maniera ridotta, perde abitanti e occorre guardare e pensare al futuro con azioni concrete, mettendoci la stessa grinta e tempo che fino ad oggi il Sindaco e la sua giunta hanno riposto nello sviluppo del Ricetto e delle manifestazioni , affinché si possa dare una visione del paese complessiva che pensa al domani in tre direzioni: sviluppo locale e turistico; attrazione di nuovi residenti a cominciare dai più giovani, magari portando nuove attività economiche o con contributi/sgravi sulle tasse per i nuovi residenti; sviluppo sociale rivolto ad anziani e persone più deboli con il progetto di partenariato pubblico-privato per l’RSA-Casa di Riposo “La Baraggia”

Abbiamo colto in modo positivo il non aumento delle imposte, tasse, tariffe e delle relative agevolazioni mantenendole ai livelli dell’anno passato e il fatto che, dopo anni di discussioni, il bilancio contempli una entrata generata dal turismo ed eventi ovvero una quota dei biglietti delle manifestazioni va al Comune, idea su cui sin dal 2014 ci battiamo; su quest’ultimo punto riteniamo sia corretto che quanto incassato venga destinato, non tanto a coprire esigenze generali di cassa, bensì esigenze specifiche nel campo della manutenzione e dell’abbellimento del paese e proprio sulla manutenzione degli immobili comunali abbiamo portato l’attenzione, riguardo alcuni lavori di bitumatura delle strade realizzati non pienamente a regola, tanto da aver costretto a ripristini in più zone, e visto che alcune strutture ad uso sociale, come da tempo ricordiamo, necessitano di interventi quali il centro polifunzionale “le Rosminiane” e gli spalti e i servizi/spogliatoi del campo da calcio di San Giacomo.

Infine abbiamo espresso la nostra preoccupazione generale sul tema rifiuti, non sul costo del piano finanziario di Candelo che non aumenta la Ta.Ri, bensì sui possibili effetti della prossima sentenza del TAR Piemonte riguardo il ricorso all’ampliamento concesso da COSRAB ad ASRAB, presentato da alcuni Comuni biellesi e vercellesi, che in caso di accoglimento potrebbe portare ad aumento della tassa non solo a Candelo ma nel biellese”.

Attualità #Circondario #Scuola

CANDELO, PROGETTO “STAR BENE A SCUOLA”

Dopo il positivo 2017 parte anche quest’anno un nuovo blocco di incontri insieme agli studenti da parte delle forze dell’ordine. 200 studenti di nove comuni.

L’attenzione verso i giovani delle scuole è grande al fine di far  acquisire loro importanti nozioni comportamentali  su mobilità sicura in un’ottica di educazione civica attiva -afferma il sindaco Mariella Biollino -Un riingraziamento speciale al Comandante France De Miceli, al luogotenente Antonio Franco, alla protezione civile comunale e ai docenti della scuola. Un importante lavoro di squadra per i nostri giovani.

Si chiama “Star bene a scuola” il progetto con il quale quest’anno le forze dell’ordine  entreranno nell’Istituto Comprensivo “Cesare Pavese” di Candelo-Sandigliano proponendo attività di formazione alla mobilità sicura e sostenibile dirette agli allievi della scuola materna, primaria e secondaria di primo grado, con incontri didattici in aula e attività pratiche sul territorio.

Si è concluso positivamente lo scorso anno il progetto “IN STRADA …EDUCANDO”, con capofila Candelo in rete con  Sandigliano Benna e Villanova, appartenenti all’Istituto Comprensivo, in collaborazione con la Provincia di Biella, che ha coinvolto di più di 1000 alunni per tre anni, interagendo con altri progetti di educazione stradale ed educazione alla legalità già operativi sul territorio (TiMuovi – progetto legalità, etc.).

“E’ importante ora continuare a mantenere viva la presenza delle forze dell’ordine nelle scuole e Candelo si prepara, grazie all’attività già consolidata negli anni e all’inscindibile collaborazione tra amministrazione comunale, Carabinieri, Polizia Locale ma anche Vigili del Fuoco, Croce rossa, Protezione civile” precisa il sindaco Mariella Biollino.

Anche quest’anno, infatti, sono previste le attività “indoor”, iniziate a gennaio, con la realizzazione dei primi incontri effettuati dalla Polizia Locale, in collaborazione con la locale stazione dei Carabinieri presso la scuola primaria. Si proseguirà quindi con gli alunni della scuola secondaria.

Accanto al tema dell’educazione alla sicurezza stradale, Polizia Locale e Carabinieri affronteranno argomenti che spazieranno dall’importanza del rispetto delle regole, alle  responsabilità civili e penali, dal conoscere le strutture del territorio a tutela del cittadino (Polizia Locale, Carabinieri,   Polizia di Stato e G.di F., VVF, Pronto Soccorso, Protezione Civile), ai temi sempre più attuali del bullismo e cyberbullismo.

“Per la prossima primavera saranno pianificate le uscite a piedi delle classi quarte, alla scoperta della propria città, per mettere in pratica quanto appreso in aula” dice ancora il primo cittadino candelese.

L’attività culminerà nella giornata della sicurezza stradale, appuntamento ormai atteso da tutti gli alunni delle classi quinte della scuola primaria. L’evento, giunto alla settima edizione, vede la partecipazione di circa 200 allievi, provenienti da nove comuni, ad un momento finale di aggregazione e riflessione con le forze dell’ordine, la protezione civile, l’Arma dei Carabinieri, 118, vigili del fuoco, con prove teoriche e pratiche per pedoni e ciclisti. Al termine delle attività tutti i ragazzi riceveranno la patente di “buon utente della strada”, personalizzata con i propri dati e la fotografia, accompagnata da gadget ed accessori inerenti la sicurezza stradale, nonché oggettistica offerta dagli sponsor aderenti al progetto.

Attualità #Circondario #Politica #Società

DONNE E POLITICA: IL PUNTO DI VISTA DI MARIELLA BIOLLINO

Il seguito della nostra intervista alla sindaca di Candelo.

Nell’esporre il proprio programma per il nuovo anno, Mariella Biollino pone l’accento anche su commercio ed occupazione, con l’intento di lavorare per salvaguardare le piccole botteghe (in linea con il progetto Piani urbani del commercio, finanziato dalla regione) e per sviluppare due fabbriche al fine di creare nuovi posti di lavoro, diretti ed indiretti: “Attraverso un bando pubblicato da pochi giorni sul sito della regione Piemonte, vogliamo cercare investitori privati per realizzare un ampliamento della fabbrica della RSA, che oggi dà già lavoro a 34 persone”, spiega la sindaca, “Parallelamente, stiamo portando avanti delle azioni per creare anche una fabbrica del turismo, con un ritorno economico a favore di tutti i candelesi. Il bene culturale è il faro da cui partire: in quest’ottica, verrà rivisto il piano particolareggiato del Ricetto ed il relativo regolamento (fermo dal 2008) e saranno predisposti itinerari ad hoc nel borgo e nel paese”. Oltre alla realizzazione di un nuovo sito internet turistico, è previsto un programma di marketing e sviluppo attraverso i media, in rete con i Borghi più belli d’Italia ed altre realtà: “La cabina di regia costituita da comune e Pro loco, con l’ausilio di alcuni esperti, metterà a punto le idee base per eventi importanti quali Candelo in fiore, Vinincontro, il Borgo di Babbo Natale, il Festival del libro. I costi saranno sostenuti dalla Pro loco ed una parte dei proventi dei biglietti verrà data al comune per sostenere interventi a favore della cittadinanza. A fine anno, il tutto troverà forma negli Stati generali del ricetto e del turismo candelese”. 

Positiva e stacanovista, Mariella Biollino non ha mai nascosto orgoglio di appartenenza ed amore per il proprio paese, due sentimenti che guidano il suo operato e che rendono meno faticoso un ruolo che ancora oggi, per una donna, è difficile da ricoprire (dati alla mano, fra i sindaci italiani le donne rappresentano meno del 20%): “Tuttora una donna deve lavorare dieci volte più di un uomo per avere la stessa credibilità”, commenta la sindaca, “ Le mie giornate sono interminabili e conciliare vita lavorativa e vita privata è davvero difficile. Ho la fortuna di avere due figlie ormai grandi ed autonome, ma ho una madre anziana ed un marito sempre molto sacrificato. Bisogna saper trovare dei compromessi, come ad esempio non rispondere al telefono durante i pasti o imporsi dei giorni di stop, per il bene della famiglia”. Un consiglio alle giovani donne? “Mai scoraggiarsi. Se si crede in ciò che si fa, il lavoro, anche se tanto, non spaventa.”