Attualità #Biella #In primo piano #Società

LOTTA AL CYBERBULLISMO: LA LEGGE DEDICATA A CAROLINA

In occasione del SAFER INTERNET DAY 2018, Biellacronaca intervista in esclusiva Elena Ferrara, senatrice e prima firmataria della legge contro il cyberbullismo entrata in vigore a giugno 2017.

Promuovere un uso più sicuro e responsabile del web e delle nuove tecnologie, in particolare tra i bambini ed i giovani. Questo lo scopo della Giornata Europea della Sicurezza in rete, Safer Internet Day, l’evento annuale organizzato a livello internazionale con il supporto della Commissione Europea. Tra le iniziative in programma, mercoledì 7 febbraio prenderà vita la seconda edizione della Giornata nazionale contro il bullismo ed il cyberbullismo a scuola, per sensibilizzare gli studenti e tutta la cittadinanza su questi fenomeni troppo spesso taciuti. Prioritario, infatti, trasmettere ai giovani una maggiore consapevolezza affinché riescano ad abbandonare l’indifferenza e riconoscere le conseguenze negative di simili avvenimenti.

“Secondo la nuova indagine EU Kids, il 50% dei ragazzi dichiara di essere stato testimone di atti di cyberbullismo e di non essere intervenuto in soccorso alla vittima”, commenta Elena Ferrara, senatrice e prima firmataria della legge 71/2017 contro il cyberbullismo: “Questa norma nasce per contrastare il fenomeno creando una rete di sostegno a favore dei giovani”. Tutto è partito nel 2013, quando Carolina Picchio, giovane studentessa di Novara vittima di cyberbullismo, si toglie la vita a soli 14 anni, lasciando il messaggio Le parole fanno più male delle botte. Elena Ferrara conosceva personalmente la ragazza, di cui era stata insegnante, e ha attivato subito l’iter legislativo per far sì che non si ripetano mai più simili episodi di cronaca: “Siamo già entrati nelle scuole con iniziative di prevenzione e di informazione sulle possibilità e le modalità di difesa. Dobbiamo creare l’abitudine a non rimanere indifferenti davanti questi casi di offese ed umiliazioni che ledono la dignità di tutti, della vittima, del bullo e dei testimoni che non trovano la forza ed il coraggio di affrontarle”.

Il web, i Social, le App di Instant messaging diventano strumenti pericolosissimi perché creano una sorta di maschera in grado di diminuire l’attenzione e di ridurre la forza dei valori sociali e morali: “Talvolta i ragazzi vengono stimolati a tenere comportamenti che dal vivo non assumerebbero mai, esponendosi con contenuti audiovisivi che diventano poi virali e li rendono oggetto di una gogna mediatica”, prosegue la senatrice, “L’approccio alle nuove tecnologie avviene da giovanissimi, spesso senza avere i giusti strumenti, e ciò comporta l’essere esposti a contenuti non sempre corretti, violenti o pornografici, che creano una sorta di giustificazione per il proprio comportamento. A causa dell’età precoce, manca infatti il senso critico sia rispetto alle proprie azioni sia nei confronti della sofferenza che esse provocano”. Tutti meccanismi che rispondono al bisogno, tipico dell’età evolutiva, dell’affermazione identitaria, ma che portano a conseguenze negative importanti, “Per questo ognuno deve assumersi le proprie responsabilità, gli adulti in primis. I genitori, gli educatori, gli allenatori e tutti coloro che ruotano attorno all’universo giovanile devono mantenere sempre alta l’attenzione e lavorare per diffondere l’educazione all’empatia ed all’affettività”, conclude Ferrara, “Oggi tutta Europa si interroga su come contrastare i fenomeni del bullismo e del cyberbullismo. Finalmente, il tema è percepito come un problema e non come semplici ragazzate che fino a qualche anno fa venivano accettate passivamente. Ora dobbiamo tutti lavorare per correggere questi comportamenti sbagliati.”

Il 7 febbraio, dunque, sarà un’occasione per parlare e confrontarsi su questo delicato argomento. Tante le iniziative promosse nelle scuole e sul territorio, con la collaborazione di istituzioni, enti ed aziende locali. Ascom sceglie di supportare l’evento invitando i commercianti di Biella e provincia ad allestire le vetrine sui toni del blu (colore simbolo dell’iniziativa).