Attualità

ACCORDO TRA REGIONE E SINDACATI PER LA SICUREZZA SUL LAVORO

È stato firmato questa mattina nella sede dell’assessorato alla Sanità il protocollo d’intesa tra la Regione Piemonte e i sindacati Fillea Cgil, Filca Cisl, Feneal Uil per migliorare la sicurezza sul lavoro nei cantieri edili. Il documento, che nei giorni scorsi era stato approvato dalla Giunta regionale, è stato sottoscritto dall’assessore regionale alla Sanità e dai vertici piemontesi delle tre organizzazioni sindacali: presenti per la Fillea Cgil il segretario generale Massimo Cogliandro e Marco Bosio, componente della segreteria, per la Filca Cisl il segretario Piero Tarizzo e Vincenzo Battaglia della segreteria, per la Feneal Uil il segretario organizzativo Tiziana Del Bello.

L’intesa rappresenta un importante passo avanti verso la legalità e la trasparenza nei cantieri edili della nostra regione, con l’obiettivo di ridurre il rischio di infortuni e incidenti gravi e l’insorgere di malattie professionali. Attraverso questo accordo, infatti, sarà più semplice e immediato lo scambio dei dati sui cantieri edili che vengono avviati in Piemonte fra i servizi Spresal (Servizi di prevenzione e sicurezza degli ambienti di lavoro) delle Asl e gli organismi paritetici e bilaterali del settore edile (Casse edili, Scuole edili Cpt, rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza). La condivisione delle informazioni fra tutti gli enti e i soggetti coinvolti consentirà una più efficace programmazione degli interventi da effettuare nei cantieri edili e permetterà di individuare in modo puntuale le situazioni che possono presentare particolari criticità, sia dal punto di vista della sicurezza che del rispetto delle norme contrattuali, anche attraverso l’incrocio dei dati con Inps, Inail e Casse edili. Inoltre sarà agevolato il monitoraggio dell’andamento del settore edilizia e delle tipologie di lavoratori impiegati nei cantieri.

Sono previsti tavoli tecnici per approfondire gli aspetti legati alla prevenzione e programmare l’attività di formazione. In particolare, saranno organizzati incontri con medici competenti, datori di lavoro e responsabili della sicurezza per una corretta valutazione dei rischi e una migliore sorveglianza sanitaria. I servizi Spresal delle Asl e il sistema bilaterale edile si occuperanno inoltre di promuovere campagne informative rivolte a tutte le figure del settore.

Attualità

ALL’INFORMAGIOVANI DI COSSATO PER UN OPPORTUNITA’ DI LAVORO

Si segnala le prossime date in cui è possibile fissare un appuntamento  presso l’Informagiovani di Cossato per sostenere un colloquio con le agenzie di lavoro  e sottoporre la propria candidatura. L’incontro è l’occasione  per conoscere opportunità lavorative. Bisogna fissare un appuntamento telefonando in orario di apertura allo 015 9893530 e presentarsi muniti di curriculum.  L’Informagiovani è anche disponibile per fornire supporto alla compilazione del CV per chi ne fosse sprovvisto.

Il primo appuntamento di maggio è con l’agenzia Synergie giovedì 16 maggio, seguiranno Randstad lunedì 20 maggio e Atempo giovedì 23 maggio. E’ possibile fissare un appuntamento con tutte le agenzie o anche solo con una. Orario apertura del servizio Informagiovani Cossato a cui rivolgersi per fissare un appuntamento : lunedì e giovedì 14/1; martedì e venerdì 9/13.30 Via Ranzoni 24 – Tel 0159893530

Attualità #Cronaca #Economia

A MARZO LAVORO IN CRESCITA

A marzo il tasso di disoccupazione è diminuito di 0,4 punti rispetto a febbraio arrivando al 10,2%, il dato più basso dopo agosto 2018 (era al 10,1%). Lo rileva l’Istat, spiegando che rispetto a marzo 2018 il calo è di 0,8 punti percentuali. Le persone in cerca di occupazione sono 2.641.000, con un calo di 96.000 unità su febbraio e di 208.000 unità su marzo 2018.  Per quanto riguarda la disoccupazione delle persone tra i 15 e i 24 anni, il tasso è sceso al 30,2%, il dato minimo da ottobre 2011. Nel mese si è registrata una riduzione di 1,6 punti rispetto a febbraio e di 2,5 punti su marzo 2018.  Gli occupati, infine, sono aumentati di 60.000 unità rispetto a febbraio (+0,3%) e cresciuti di 114.000 unità su marzo 2018 (+0,5%). Nel complesso, a marzo risultavano occupate 23.291.000 persone. Il tasso di occupazione sale di 0,2 punti rispetto a febbraio al 58,9%. L’aumento si concentra tra minori di 34 anni (+69.000 unità) mentre sono stabili i 35-49enni e calano gli over 50. Crescono su febbraio soprattutto gli occupati dipendenti “permanenti” ovvero con un lavoro stabile (+44.000).

Attualità #Economia

FIMAA APPROVATA LA LEGGE EUROPEA UNA RIVOLUZIONE PER GLI AGENTI IMMOBILIARI

La Consulta Interassociativa Nazionale dell’Intermediazione, composta dalle associazioni rappresentative degli agenti immobiliari Fimaa, Fiaip e Anama, “applaude” all’approvazione della nuova Legge Europea 2018 che si configura come una vera e propria “rivoluzione” per gli agenti immobiliari. La legge approvata al Senato modifica le incompatibilità per chi svolge la professione di agente immobiliare, escludendo dall’esercizio della stessa i dipendenti di istituti bancari, finanziari, assicurativi, di enti pubblici o privati e le professioni intellettuali in situazioni di conflitto di interesse con l’attività di mediazione. “Finalmente vengono accolte le istanze della Consulta Interassociativa Nazionale dell’Intermediazione in materia di incompatibilità per chi svolge l’attività di agente immobiliare – commentano all’unisono i Presidenti Santino Taverna (Fimaa), Gian Battista Baccarini (Fiaip), Renato Maffey (Anama) – “Con la legge europea appena approvata si aprono ora nuove opportunità per gli agenti e si assicura a chi svolge l’attività di mediazione la possibilità di erogare nuovi servizi collaterali alla propria attività, a vantaggio dei clienti-consumatori”. I tre Presidenti di Fimaa, Fiaip ed Anama ribadiscono come” Il provvedimento, introduce nell’intermediazione il concetto di conflitto di interesse per banche e  per le professioni intellettuali e si cancella al contempo le incompatibilità per chi svolge l’attività di mediazione,consentendo agli agenti immobiliari di crescere ed evolvere la loro professionalità alle esigenze  degli attuali processi economici”.

Attualità #Economia #In primo piano

LE STELLE AL MERITO DEL LAVORO PER IL 2019

Enrica COSSAVELLA, Fratelli Graziano fu Severino S.r.l. di Mongrando, 41 anni di servizio, operaia; Aldo GUARDIA, Banca Sella S.p.a di Biella, 40 anni di servizio, quadro; Bruno NICOLO, Fratelli Piacenza S.p.a. di Pollone, 42 anni di servizio, impiegato e ex operaio; Maura POLTO, Fratelli Piacenza S.p.a. di Pollone, 42 anni di servizio, impiegata; Chiara QUAGLINO, Fratelli Graziano fu Severino S.r.l. di Mongrando, 41 anni di servizio, operaia; Angelo STORELLI, Filatura Astro S.r.l. di Vigliano Biellese, 42 anni di servizio, operaio  Alba VOLPE, Banca Sella S.p.a, di Biella, 39 anni di servizio, dirigente;

La premiazione di tutti i 76 insigniti piemontesi si terrà mercoledì 1° maggio al ”Conservatorio Verdi” di Torino. Queste persone riceveranno, alla presenza delle massime autorità regionali, la ”Stella al merito del Lavoro”, concessa dal Presidente della Repubblica, su proposta del Ministro del Lavoro. L’onorificenza premia singoli meriti di perizia, laboriosità e buona condotta morale dei lavoratori dipendenti da imprese pubbliche o private. E’ destinata a cittadini italiani che abbiano prestato attività lavorativa ininterrottamente per un periodo minimo di venticinque anni alle dipendenze della stessa azienda o di aziende diverse Ad accogliere i nuovi insigniti è stato il consiglio direttivo del Consolato Provinciale di Biella: Roberto Pozzi (console), Sergio Foglia Taverna (viceconsole), Liborio Schillaci (segretario-tesoriere) e dai consiglieri: Franco Graziola, Stefano Grossi, Sandro Becchia e Bartolomeo Rossi.

Attualità #Commercio #Economia #In primo piano

IL FUTURO NEL MONDO DEL LAVORO SONO LE COMPETENZE DIGITALI

nsegnanti di lingue, analisti e progettisti di software, specialisti di saldatura elettrica, agenti assicurativi, elettrotecnici: per le imprese, quasi 6 su 10 di queste professioni sono difficili da trovare. Il rapporto Excelsior 2018 di Unioncamere a Anpal, presentato a Roma, mette nuovamente in evidenza il problematico incontro tra la domanda di lavoro espressa dalle imprese dell’industria e dei servizi e l’offerta presente sul mercato. Un disallineamento che nel 2018 ha riguardato il 26%, cioè circa un caso su quattro, degli oltre 4,5 milioni di contratti di lavoro che il sistema produttivo aveva intenzione di stipulare, 5 punti percentuali in più del 2017. “Anche quest’anno, Il Rapporto Excelsior mostra che in Italia c’e’ un forte disallineamento tra domanda e offerta di lavoro”, ha sottolineato il presidente di Unioncamere, Carlo Sangalli. “Lo sviluppo tecnologico – ha detto Sangalli – sta incidendo anche sulle competenze richieste ai lavoratori: in futuro a oltre 9 profili su 10 sarà associata la richiesta di competenze digitali. A questo si aggiunge la crescente ricerca di profili qualificati. Occorre far collaborare tutti i soggetti coinvolti per migliorare la qualita’ dei servizi di istruzione, formazione e lavoro”. “Le Camere di commercio – ha osservato Sangalli – possono garantire, attraverso il Sistema informativo Excelsior e il Registro delle imprese, un’informazione corretta, aggiornata, puntuale e tempestiva sia sul mercato del lavoro sia sul tessuto produttivo’.

Attualità #Commercio #Economia

MERCATO DEL LAVORO STABILE A GENNAIO

Il tasso di disoccupazione a gennaio è rimasto stabile al 10,5 per cento, lo stesso livello di  dicembre. Lo comunica l’Istat, sottolineando che tra i giovani il tasso sale invece di 0,3 punti percentuali rispetto a dicembre, al 33%. Si tratta di livelli lontani rispetto ai picchi della crisi, superiori al 43 per cento, ma comunque  superiori ai livelli precrisi di quasi 14 punti percentuali. Per quanto riguarda invece l’occupazione, dopo la sostanziale stazionarietà di dicembre l’Istat rileva un lieve aumento (0,1% rispetto a dicembre 2018, pari a 21.000 unità), trainato dalla crescita dei dipendenti permanenti. A crescere è appunto il lavoro stabile con 56.000 dipendenti fissi in più, mentre si osserva un calo dei dipendenti a termine (-16.000) e degli autonomi (-19.000). Il tasso di occupazione rimane stabile al 58,7%.

Attualità #Economia #In primo piano

LANIFICIO REDA CERCA GIOVANI TALENTI SU RTL 102.5

Rtl 102.5, il noto newtork radiofonico nazionale e Lanificio Successori Reda, di Valdilana, sono stati i protagonisti del progetto Unimpiego di Confindustria che realizza appunto la trasmissione radiofonica  “#IlPostinFabbrica”, che ha l’obiettivo di informare i giovani  ascoltatori sulle opportunità di formazione e di lavoro all’interno del sistema industriale italiano. L’altro giorno Alessandro Montanari di Successori Reda ha spiegato i profili che l’azienda tessile cerca in diretta nazionale: ‘Vogliamo persone soprattutto motivate da inserire nel nostro organico’.Di recente l’azienda tessile ha avviato un percorso di formazione  rivolto a 30 giovani giovani. Si tratta del progetto ‘Reda Academy – The Young Flock Project’. E’ un tirocinio-formazione pensato per attrarre i migliori talenti della zona Biellese Vercellese, che potranno essere inseriti in un percorso di formazione tecnica caratterizzato da moduli svolti in aula, alternati ad affiancamento nei reparti produttivi.Al termine di questo percorso, per il quale è previsto un rimborso spese mensile di 600 euro, i partecipanti riceveranno un attestato relativo alle competenze acquisite e saranno chiamati a sviluppare e a presentare un progetto di fronte al top management dell’azienda per una possibile assunzione. Informazioni sul sito aziendale.
A.G.

Attualità #Politica

AL MUSEO DEL TERRITORIO UN INCONTRO CON IL PD PER PARLARE DI LAVORO

La Segreteria Provinciale del Partito Democratico ha organizzato un incontro per parlare del mondo del lavoro e delle molte novità che lo riguardano. L’incontro si terrà giovedì 17 gennaio 2017 alle ore 18.30 presso la sala conferenze del Museo del Territorio di Biella in Via Quintino Sella, 54/b.

Interverranno: l’On. Chiara Gribaudo, parlamentare e componente della Commissione lavoro della Camera dei Deputati, e due noti giuslavoristi, l’Avv.to Vincenzo Martino, noto giuslavorista di parte lavoratori nonché Vice Presidente Nazionale dell’AGI – Avvocati Giuslavoristi Italiani, e l’Avv.to Rodolfo Rosso, consulente dell’Unione Industriale Biellese.

Ad animare i lavori e moderare sarà l’Avv. Giovanna Prato, membro della Segreteria Provinciale del Partito Democratico con delega al lavoro. L’obiettivo è quello di interrogarsi sui possibili scenari aperti dalle recenti riforme del lavoro in tema di contratti a termine, somministrazioni e licenziamenti: quali conseguenze avranno sul mondo del lavoro? Lotta al precariato e conversione dei posti a tempo determinato in tempo indeterminato o riduzione dei posti di lavoro? Aumento della litigiosità o maggiori tutele? La contrattazione collettiva – nazionale, territoriale ed aziendale – che ruolo può giocare?

Attualità #Biella #Società

SPEED DATE? SÌ, MA PER LAVORO

Domani, giovedì 20 dicembre, a partire dalle ore 12.00, Randstad organizza colloqui approfonditi ma informali fra candidati e imprese del territorio.

In un mondo del lavoro che, con l’avvento della rivoluzione tecnologica, rischia di diventare sempre più digitale e impersonale, candidati e aziende si aspettano di essere raggiunti ovunque, in qualsiasi momento e attraverso qualsiasi dispositivo, e chiedono un’esperienza più personale che li faccia sentire maggiormente coinvolti e consapevoli nel raggiungimento dei loro obiettivi professionali.

Per questa ragione, Randstad, primo operatore mondiale nei servizi per le risorse umane, organizza degli incontri fra candidati e imprese seguendo il modello degli speed date. Proprio come quando si cerca l’anima gemella, empatia, intuizione e istinto sono fattori fondamentali per creare una connessione reale con l’interlocutore e costruire una relazione soddisfacente e di successo. Dopo cinque minuti di conversazione, il candidato dovrà alzarsi e passare al tavolo dell’azienda successiva, sperando di avere sfruttato al meglio la sua occasione.

L’appuntamento è giovedì 20 dicembre a partire dalle ore 12.00 alla filiale Randstad di Biella in via Aldo Moro 3/a: dodici candidati, selezionati e formati sulle tecniche di filatura attraverso un corso di formazione gratuito di oltre 200 ore organizzato da Randstad in collaborazione con Città Studi, incontreranno otto aziende del territorio biellese.

“Per rispondere in maniera efficace alle esigenze produttive del territorio, insieme alla Specialty di Randstad che si sta concentrando sul settore tessile nel biellese ed a Città Studi, abbiamo ideato un cammino che parte da un corso professionale finanziato formatemp e prosegue all’interno delle stesse aziende tessili del territorio – afferma Riccardo Corda, Unit Manager della filiale Randstad di Biella – Il nostro obiettivo è riuscire ad avvicinare i giovani ad un settore che conoscono ancora troppo poco e, nello stesso tempo, riqualificare chi è rimasto fuori dal mondo del lavoro per qualche anno.”