Attualità #Biella #Cronaca #Territorio

E LA FUNICOLARE VA ANCHE SU ‘STRISCIA LA NOTIZIA’

Forse sarebbe ora di ammettere che il rifacimento della funicolare (o ascensore inclinato) è stata una operazione che Fantozzi sarebbe costretto a commentare come per il film ‘La corazzata Potëmkin’. E che non basta dire che ‘è gratis’ per farla andare giù lo stesso. Se un lavoro è fatto male, è fatto male e basta.

Dopo le fermate, i guasti, le promesse di mettere a posto tutto, i lavori che già sono più lunghi del previsto è arrivato anche il rumore per il quale si è mossa ‘Striscia la Notizia’ di Canale 5 con Capitan Ventosa.

Nel servizio si è documentato il rumore dalle case lungo le coste. Veramente assurdo. Il servizio si è chiuso con il commento che il ‘Comune ci ha comunicato che la ditta entro giugno risolverà il problema’.

E, come cantava Celentano, ‘e intanto il tempo se ne va’….

Il link per rivedere il servizio è :

https://www.striscialanotizia.mediaset.it/video/la-funicolare-di-biella_53038.shtml

Attualità #Biella #Cronaca #Territorio

TEMPI PIU’ LUNGHI PER AVERE LA FUNICOLARE A POSTO

Un fine settimana con due cabine in funzione (dopo un 1 maggio di code e attese per i tantissimi visitatori che volevano salire al Piazzo) e da lunedì 6 maggio inizierà l’intervento sulla seconda linea dei binari: sulla funicolare del Piazzo sono stati più lunghi del previsto i lavori di sistemazione, a cura (e a spese) dell’impresa costruttrice, sulla cabina 2, quella di sinistra guardando da Biella piano. Le sei settimane messe in preventivo per l’intervento completo sono state “consumate” per portare a termine solo la prima metà delle risistemazioni necessarie. I tecnici della Maspero, l’impresa di Appiano Gentile che si era aggiudicata l’appalto per il rifacimento dell’impianto, ha eseguito non solo lavori sull’allineamento dei binari ma è intervenuta anche sul riposizionamento della blindovia che alimenta le singole cabine, affrontando in modo radicale le cause degli inconvenienti dei primi mesi di funzionamento, come richiesto dal Comune e dal direttore dell’impianto.

Ora lo stesso lavoro riguarderà la cabina 1, quella di destra che, in queste settimane, ha mantenuto il servizio per i cittadini. Dopo le prove funzionali sotto gli occhi dei tecnici, eseguite la mattina di venerdì 3 maggio, per un fine settimana entrambe le cabine saranno in funzione, dalle 7 alle 2 del mattino sabato e dalle 7 a mezzanotte domenica. Lunedì 5 si tornerà agli orari provvisori degli ultimi tempi, con l’apertura di una sola cabina dalle 7 alle 8,15, dalle 10 alle 10,30, dalle 12 alle 13,15, dalle 15,45 alle 16,15 e dalle 18 all’orario di chiusura nei giorni infrasettimanali e dalle 7 all’orario di chiusura (le 2 il sabato, mezzanotte la domenica) nei weekend.

A.G.

Biella #Cronaca #Territorio

NON C’È PACE PER LA FUNICOLARE

Non c’è pace per la funicolare. Alle 23.40 di ieri sera, sabato 13 aprile, una delle due cabine ha arrestato la sua corsa bloccando il collegamento tra la città e il borgo.

Il gruppo di persone, giovani, stava scendendo dopo aver cenato in un ristorante del Piazzo ed ha avvertito telefonicamente i vigili del fuoco chiedendo il loro intervento.

Messi in salvo i malcapitati in tre quarti d’ora circa dalla chiamata, la cabina è stata chiusa. Situazione nella quale si presenta ancora oggi.

Amaro il commento di una delle madri di un ragazzo rimasto chiuso nella funicolare: ‘ A questo punto è meglio che i nostri figli vadano a divertirsi a Milano ‘ ha scritto su Facebook.

A.G.

Attualità #Cronaca #In primo piano

LA FUNICOLARE FA SEMPRE PARLARE DI SE’ MA PIACE E VIENE UTILIZZATA

Non c’è pace per la Funicolare di Biella anche se continua a essere un mezzo che piace ai biellesi che vogliono andare al Piazzo. In questo ultimo weekend da venerdì a domenica per esempio sono state in tutto 890 le corse effettuate con moltissime persone che hanno preso il mezzo di trasporto per salire nel quartiere storico.

Ora a far discutere in un interrogazione/comunicato presentato della consigliera di Fratelli d’Italia Livia Caldesi  è il rumore provocato dalla stessa durante l’utilizzo. Oltre ad aver  creato disturbo alla quiete dei residenti alcuni di questi avrebbero rescisso il contratto a causa del rumore molesto. Ci sarà mai pace per la funicolare, tra lavori di recupero e lamentele varie. Unico fatto positivo è che il mezzo ai biellesi e ai turisti piace altrimenti non si spiegherebbe l’utilizzo, che poi sia gratis è un ulteriore incentivo

Attualità #Biella #Territorio

FUNICOLARE INTERVENTO DI MIGLIORIE PER SEI SETTIMANE

Lavori in corso, ma senza chiudere del tutto l’impianto che nei giorni feriali resterà in funzione per più di nove ore e nei fine settimana dalle 7 fino all’orario di chiusura consueto: sono queste le modalità pattuite tra il Comune e l’impresa per l’intervento che dovrà risolvere i problemi della nuova Funicolare. Il cantiere aprirà lunedì 11 marzo e comincerà solo con una delle due vie di marcia, quella che ha dato più problemi in questi primi sette mesi di funzionamento dopo la riapertura. L’altra cabina funzionerà quando gli operai saranno fermi, consentendo comunque a residenti e visitatori del Piazzo di avere il mezzo di trasporto in funzione e a disposizione. Dopo le prime tre settimane gli operai si concentreranno sull’altra linea. L’intervento durerà per un totale di sei settimane.

La Funicolare sarà aperta dal lunedì al venerdì dalle 7 alle 8,15, dalle 10 alle 10,30, dalle 12 alle 13,15, dalle 15,45 alle 16,15 e dalle 18,15 fino al termine del servizio. Nei fine settimana invece la cabina lavorerà come di consueto dalle 7 alle 2 il sabato e dalle 7 alle 24 la domenica.

I lavori sulle corse riguarderanno soprattutto la linea dei binari che, in base ai sopralluoghi e ai rilievi compiuti dai tecnici, necessita di essere regolata per correggere gli errori di misura che, seppure minimi, hanno interferito con il corretto funzionamento dell’impianto. «Questa manutenzione, il cui costo non grava sul Comune, è necessaria per avere una Funicolare che funzioni a regola d’arte» spiega il sindaco Marco Cavicchioli. «Ed è quello che abbiamo chiesto all’impresa appaltatrice fin da quando si sono manifestati i primi problemi. Nonostante i quali, è bene ricordarlo, sono stati fatti registrare numeri da record, con un numero di corse e un transito di persone da e verso il Piazzo ben superiore rispetto al passato».

«La stessa impresa» aggiunge l’assessore ai lavori pubblici Sergio Leone «ha garantito a sue spese in queste settimane un presidio continuo durante le ore di funzionamento dell’impianto. Con questo intervento contiamo di arrivare all’atto finale, ovvero la chiusura del cantiere, che formalmente è ancora aperto, e la consegna alla città di un servizio efficiente e gratuito».

Attualità #Cronaca

NON C’E’ PACE PER LA FUNICOLARE

Scadeva ieri l’ultimatum del Comune di Biella nei confronti della azienda  Maspero, costruttrice dell’ascensore inclinato del Piazzo che tanti problemi ha avuto nel suo primo anno di vita. L’ultimatum intimava l’azienda di fornire un impianto funzionante e non soggetto a continui guasti, ma già si sa che non verrà rispettato, ma  almeno la ditta ha individuato il problema che è strutturale e non,  purtroppo, di rapida soluzione. Sono infatti i binari ad avere un difetto di costruzione e quindi è necessaria una chiusura dell’impianto per poter procedere ad una  sistemazione che al momento non ci è dato sapere che iter avrà. L’odissea della ex funicolare non sembra quindi aver fine e nemmeno i disagi di chi ne usufruisce e tra battute ed ironie quella che era davvero una idea vincente della attuale amministrazione (salita al  Piazzo gratuita e continua) si rivela un boomerang di critiche.A breve si attendono novità sui tempi di intervento e specifiche  tecniche sul tipo di operazioni necessarie.

Andrea Guasco

Cronaca

FUNICOLARE RIPARATA SI CERCANO I VANDALI

Si è concluso alle 8,45 di giovedì 17 gennaio circa l’intervento di riparazione alla rete di recinzione che separa i binari della funicolare del Piazzo dal giardino pubblico, la cui rottura provocata da ignoti aveva causato la chiusura anticipata dell’impianto ieri sera. Le due cabine sono tornate regolarmente in funzione.

Ad accorgersi del problema era stato un cittadino che aveva allertato gli uffici comunali. Alle 19 di mercoledì 16 gennaio i tecnici, in accordo con il direttore di esercizio dell’impianto, avevano disposto la chiusura anticipata del servizio, in attesa di risistemare la barriera che impedisce l’accesso alla linea. Le immagini delle telecamere di sorveglianza sono sotto l’esame della polizia municipale per cercare di identificare gli ignoti che, probabilmente di notte e a impianto chiuso, hanno provocato il danno.

Attualità #Cronaca

NON C’E’ PACE PER LA FUNICOLARE

Un buco nella rete di recinzione che separa i binari dal giardino adiacente al percorso, fatto probabilmente da uno o più writers autori di un graffito comparso su un muro di cinta: è questa la ragione della chiusura anticipata della funicolare, che ha cessato il servizio intorno alle 19 di mercoledì 16 gennaio, cinque ore prima dell’orario solito. L’impianto resterà fermo anche la mattina di giovedì 17, nell’attesa che venga riparata la rete e ripristinate le condizioni minime di sicurezza.

Ad accorgersi del varco aperto nella recinzione è stato un cittadino che ha inviato le fotografie in Comune. Il tempo di effettuare un sopralluogo e gli uffici, d’accordo con il direttore di esercizio della funicolare, hanno disposto la chiusura. Gli operai interverranno a partire dalle 8 di giovedì. A risistemazione avvenuta, le due cabine potranno tornare a viaggiare.

Del fatto è stata informata anche la polizia municipale, perché esamini le registrazioni video della zona, controllata 24 ore su 24 dalle telecamere, installate durante i lavori di ripristino dell’impianto. Le immagini dovrebbero consentire di ricostruire l’accaduto e di tentare un’identificazione dei responsabili. Il sospetto è che gli autori del graffito si siano aperti un varco tagliando la rete, dal lato del giardino pubbico, per arrivare al muro su cui hanno usato la vernice spray.

Attualità #Eventi & Musica

A CAPODANNO LA FUNICOLARE IN AZIONE FINO ALLE TRE DI NOTTE

Si allunga fino alle 3 del mattino, tre ore oltre l’ordinario, l’orario di funzionamento della funicolare del Piazzo nella notte di San Silvestro. La decisione è stata presa dal Comune per consentire ai partecipanti alla festa di capodanno in piazza Cisterna di utilizzarla per il ritorno a casa. Sarà presente un tecnico della Maspero, l’impresa costruttrice dell’impianto, fino al termine del servizio. Il 1 gennaio la funicolare riprenderà le corse più tardi, alle 15 anziché alle 7, per poi chiudere alle 24 come da orario normale.

Attualità #Cronaca

ANCHE A SANTO STEFANO LA FUNICOLARE FA I CAPRICCI

Continua a non avere pace la funicolare di Biella, anche nella giornata di Santo Stefano, patrono della città, una delle cabine si è fermata intrappolando al suo interno alcuni passeggeri. Vigili del fuoco in servizio e problema alla fine risolto. Ma rimane un dato di fatto il servizio che doveva potenziare e invogliare la visita al quartiere è decisamente piaciuto, meno il disservizio per diverse corse in cui è rimasto bloccato, in trappolando gli utenti L’Amministrazione ha puntato il dito contro la Ditta che ha svolto il lavoro logico pensare che prima o poi si arriverà a una resa dei conti