Attualità #biellacronaca #Sociale #Società

IL RICORDO DEL FONDO TEMPIA PER MAURIZIO RUSSO

È grande il dolore di tutto il Fondo Edo Tempia per la scomparsa di Maurizio Russo, uomo di immenso valore e amico della nostra onlus, prima ancora che suo dirigente. Avvicinatosi al Fondo nel 1993, quando ancora era commissario straordinario dell’azienda sanitaria di Biella, è stato nominato nel consiglio direttivo nel 1999, con l’incarico di responsabile delle relazioni esterne, e nel marzo 2001 è stato eletto vicepresidente, un ruolo che ha ricoperto fino al 2006 per poi restare fino ad oggi come consigliere onorario.

Grazie al rapporto con Elvo Tempia, ha lavorato fianco a fianco al nostro fondatore in battaglie importanti per la sanità biellese. Entrambi erano in prima linea, Russo ai vertici dell’azienda sanitaria e Tempia dalle scrivanie del Fondo, quando nel dicembre del 1994 la Regione mise nero su bianco per la prima volta progetti e finanziamenti per il nuovo ospedale che ha visto la luce vent’anni dopo. «Con noi ha seguito da vicino progetti importanti» ricorda Simona Tempia, «dallo sviluppo del progetto Mimosa per la prevenzione del tumore al seno all’ampliamento dei programmi di screening regionali sui mezzi mobili. E la sua presenza è stata costante là dove c’era un evento o una raccolta fondi a nostro favore». Maurizio Russo seguì da vicino anche i primi passi che condussero alla nascita della Fondazione Tempia, per implementare sul territorio il lavoro di ricerca sui tumori che ha condotto alla nascita dei laboratori che ora sono attivi a Biella e collaborano con le strutture sanitarie e scientifiche di tutto il mondo. «È una perdita che mi addolora profondamente» aggiunge Viola Erdini, presidente della Fondazione. «È sempre stato un consigliere valido e presente e mi ha molto incoraggiata e sostenuta quando ho iniziato ad occuparmi più attivamente della Fondazione. Lo ricorderò sempre con grande affetto».

Maurizio Russo era attivo nel volontariato sanitario anche nella Fand, l’associazione dei malati diabetici la cui presidente è la moglie Alina Mencaglia. E una delle sue ultime uscite pubbliche, nei mesi scorsi, è stata in occasione del compimento di un progetto culturale che ha seguito per anni: l’apertura della sezione precolombiana al Museo del Territorio con la collezione di reperti di Ugo Canepa, suo grande amico e donatore della villa dove ha sede il Fondo, in via Malta 3.

Attualità #Circondario #Cossatese #Salute e medicina #Sport #Territorio

200 BAMBINI PER EDO TEMPIA

La pioggia battente non ha spaventato, sabato 18 maggio, i giovanissimi calciatori attesi al festival giovanile delle attività di base della Figc provinciale. In duecento hanno bussato alla porta della palestra comunale di Valdengo, sede d’emergenza per restare all’asciutto, al posto del campo sportivo dove avrebbe dovuto svolgersi la manifestazione. E il pomeriggio è stato vivace e divertente, come dovrebbe essere lo sport per i più giovani: l’appuntamento era riservato alla categoria “Primi calci”, tra i sette e i nove anni d’età.

Prima del fischio d’inizio, i giocatori si sono presi gli applausi del pubblico sulle gradinate sfilando attorno al campo e poi posando per la foto di gruppo con le maglie che il Fondo Edo Tempia, per la prima volta partner dell’iniziativa, ha donato a ogni partecipante. Simona Tempia, presidente del Fondo, ha preso il microfono per ringraziare non solo la Figc, che ha voluto al suo fianco la onlus che da quasi quarant’anni è punto di riferimento nella prevenzione, ricerca e cura dei tumori, ma anche le famiglie dei bambini: «Fare sport è sintomo di uno stile di vita sano, per questo il vostro impegno nel passare i fine settimana tra un campo e l’altro ha un senso in più, l’educazione alla salute».

Le quindici società che hanno partecipato sono state Borgosesia, Ceversama, Chiavazzese, Città di Cossato, Dilettantistica Fc Biella, Fulgor Ronco Valdengo, Gaglianico, Gattinara, La Biellese, San Lorenzo, Torri Biellesi, Valle Elvo Occhieppese, Vigliano e Vilianensis.

Attualità #Salute e medicina #Sociale

LE AZALEE DI AIRC

Anche quest’anno il Fondo Edo Tempia è partner per la distribuzione delle azalee della ricerca, l’iniziativa dell’Associazione italiana per la ricerca sul cancro che, come è consuetudine, colora la ricorrenza della festa della mamma dando un’occasione per compiere una buona azione.

Il ricavato della vendita delle piante infatti è destinato ai progetti di ricerca dell’Airc sui tumori che colpiscono le donne.

‘L’azalea -fanno sapere dall’associazione fondata tra gli altri da Umberto Veronesi –è molto più di uno splendido fiore: è una preziosa alleata della salute al femminile che, dal 1984 ad oggi, ha contribuito a migliorare la qualità di vita delle donne grazie ai risultati raggiunti nell’ambito della prevenzione, diagnosi e cura del cancro al seno e agli organi riproduttivi’.

In provincia di Biella saranno due le postazioni in cui sarà possibile trovare le azalee della ricerca. Si comincia a Cossato sabato 11 maggio in piazza Chiesa. Domenica 12 il gazebo sarà a Biella in piazza della Santissima Trinità, sempre con volontarie e volontari del Fondo a curare la vendita. L’offerta minima per ogni piantina è di 15 euro.

A.G.

Attualità #Gattinara e dintorni #Salute e medicina #Sociale #Società #Territorio

PREVENIRE E’ MEGLIO CHE CURARE. ANCHE A GATTINARA

Sono aperte le prenotazioni per le visite del mese di maggio al Centro Prevenzione Tempia di Gattinara. Ecco il calendario: martedì 14 maggio dalle 9 alle 11 visite senologiche di prevenzione con la dottoressa Mariapaola Sala Hugo, giovedì 16 maggio dalle 9 alle 11,30 visite di prevenzione cardiovascolare con la dottoressa Daniela Vegis e lunedì 27 maggio, per gli uomini con più di 50 anni, prelievi per il dosaggio del Psa per la prevenzione delle patologie alla prostata. In questo caso non è necessario essere a digiuno.

Le prestazioni sono sempre gratuite. Per informazioni e prenotazioni, la segreteria del Fondo Edo Tempia è aperta dalle 8,30 alle 18 dal lunedì al venerdì. Il numero di telefono è 015.351830.

A.G.

Attualità #Eventi & Musica

UNA DOMENICA AD ARENZANO IN RIVIERA CON IL FONDO EDO TEMPIA

Sarà Arenzano la meta della gita che il Fondo Edo Tempia organizza insieme all’agenzia viaggi Mondo Emozioni. L’appuntamento è per domenica 2 giugno e le prenotazioni sono già aperte. Arenzano è la prima località della Riviera del Ponente ligure, a ovest di Genova. Il suo territorio passa dalle spiagge agli oltre 1000 metri del monte Beigua, che dà il nome a un parco naturale. Oltre alla passeggiata nel bel centro storico, è possibile la visita al santuario del Bambino Gesù di Praga, simbolo di una devozione che risale al Seicento, che accoglie quotidianamente decine di pellegrini. Proprio il santuario sarà la prima tappa per chi vorrà visitarlo. Il bus proseguirà poi verso il centro storico che è la destinazione finale del viaggio. Dopo il pranzo, il pomeriggio sarà libero. La partenza è fissata da Biella, alle 7, da via Delleani (accanto alla sede Inps). L’arrivo è in serata. La quota è di 50 euro, parte della quale si trasformerà in una donazione per le attività del Fondo Edo Tempia per prevenzione, cura e ricerca sui tumori. Le prenotazioni si raccolgono allo 015.351830 (la segreteria del Fondo Edo tempia, aperta dal lunedì al venerdì dalle 8,30 alle 18) oppure al 334.9415001.

Attualità #Cronaca #Eventi & Musica #Salute e medicina

V 2 E MOVING ART PER FONDAZIONE TEMPIA

Una linea speciale di magliette firmate da V2 e un dolce con regalo nel menu del ristorante Mov-Ing di via Milano a Biella: il progetto GenomicArt, che mescola arte, ricerca scientifica e beneficenza, riparte con una primavera speciale. Le opere realizzate dai laboratori di genomica e arteterapia della Fondazione Tempia, mostrate al pubblico per la prima volta lo scorso settembre, sono protagoniste di due nuove iniziative che saranno presentate in contemporanea proprio al Mov-Ing domenica 7 aprile alle 18, a un aperitivo (costo 10 euro, prenotazione consigliata al 348.1513721 anche via WhatsApp).

Ad accogliere i presenti ci penserà l’albero simbolo del Fondo Edo Tempia, rielaborato da Paolo Barichello, artista e titolare del locale di Chiavazza. Una versione in piccolo sarà la protagonista del suo dessert speciale: «Le foglie» racconta «saranno come piccoli vassoi, ognuno dei quali ospiterà un “cioccolatino” che fa parte del piatto. E invece delle tradizionali posate, i nostri ospiti useranno una pinzetta, strumento di uso comune in un laboratorio, a richiamare il lavoro quotidiano delle ricercatrici». Una commistione che ricorda anche quella che ha dato origine a GenomicArt, le cui opere sono rielaborazioni di immagini al microscopio di cellule, realizzate dallo staff del laboratorio di genomica insieme alle esperte del laboratorio di arteterapia del Fondo Edo Tempia. Le due strutture sono “vicine di casa” nella sede biellese di via Malta. Chi ordinerà il dessert, presente da lunedì 8 nel menu di Mov-Ing, riceverà in omaggio un pannello con uno dei disegni di GenomicArt e la certezza che parte del prezzo pagato per il dessert finanzierà la ricerca contro il cancro. Il pannello, di dimensioni 17×20 centimetri, può diventare anche un quadretto da appendere e un cliente affezionato può provare a completare la collezione delle dodici tele.

I lavori variopinti del progetto scientifico-artistico sono diventati anche un dettaglio della linea speciale di magliette unisex pensata da V2. Le immagini rielaborate delle cellule coloreranno il taschino delle t-shirt prodotte dall’azienda biellese.

‘È uno stile che si fonde bene con il nostro – spiega Francesco Vitale, uno dei fondatori – ed è in linea con il nostro pubblico, che va dai 15 ai 40 anni. Abbiamo preso le opere delle ricercatrici e le abbiamo trasformate in un tessuto stampato. Saranno un dettaglio ben riconoscibile di questa linea speciale di abbigliamento e l’inizio di una collaborazione che siamo lieti di avere avviato’.

Queste magliette avranno inoltre una etichetta aggiuntiva, che spiega il progetto GenomicArt e il messaggio contenuto nell’iniziativa, e si trasforma in un colorato segnalibro. Anche le magliette saranno presentate all’evento di domenica 7. Saranno disponibili sia al Fondo Edo Tempia (per info basta scrivere a genomicart@fondazionetempia.org) sia sui canali di vendita di V2, nel negozio di via Italia 71/b a Biella o via internet all’indirizzo store.v2brand.it

A. G.

Attualità #Biella #Salute e medicina #Territorio

PREVENZIONE DEL TUMORE AL CAVO ORALE : VISITE GRATUITE CON EDO TEMPIA

Da aprile si arricchiscono di una nuova specialità gli ambulatori del Fondo Edo Tempia: grazie alla disponibilità di Ernesto Amosso, medico dentista, si effettueranno anche visite di prevenzione dei tumori del cavo orale. Si tratta di una patologia che, in Italia, colpisce circa 4.500 persone ogni anno e causa 3mila decessi. Le aree del cavo orale maggiormente colpite sono il labbro inferiore, la lingua ed il pavimento orale. Gli uomini si ammalano più facilmente delle donne e il rischio aumenta tra i 50-60 anni. È l’Airc, l’associazione italiana per la ricerca sul cancro, a suggerire una visita odontoiatrica ogni anno per verificare la salute della bocca, definendola ‘essenziale dopo i sessant’anni in soggetti che hanno avuto stili di vita a rischio’.

BTra questi si annoverano principalmente il fumo e l’abuso di alcolici, come riportato nelle dodici regole del Codice Europeo contro il cancro, ma anche altri fattori come radiazioni ultraviolette, malnutrizione, traumatismi orali cronici, stati immunodepressivi e fattori genetici.

Il dottor Ernesto Amosso entra a far parte della squadra dei medici del Fondo Edo Tempia come volontario. Per prenotarsi, è sufficiente contattare la segreteria, aperta dalle 8,30 alle 18 dal lunedì al venerdì, direttamente nella sede di via Malta o al telefono chiamando lo 015.351830

redazione Biella Cronaca Pavignano

Ambiente #Attualità #Biella #Circondario #Montagna #Territorio

E’ PRIMAVERA : SVEGLIATEVI BAMBINE

Con la primavera tornano le lezioni di nordic walking al Fondo Edo Tempia: le iscrizioni sono aperte per il nuovo corso in programma a partire da martedì 26 marzo, con il giardino di via Malta, che circonda la villa sede del Fondo, a fare da “palestra”. L’insegnante è Fiorella Giarrizzo, specializzata in questa disciplina nata in Scandinavia che somma un gesto semplice come il camminare a un gesto mutuato dallo sci di fondo, farlo aiutandosi con le braccia e con l’utilizzo dei bastoncini. Si tratta anche di un modo alla portata di tutti per fare attività fisica e in questo modo seguire una delle dodici regole del codice europeo contro il cancro, le semplici norme da applicare nella vita quotidiana per prevenire i tumori.

Il ciclo di lezioni prevede cinque incontri. Il giardino sarà la sede di tre lezioni teoriche, in programma per tre settimane consecutive dalle 14,30 alle 16. Gli ultimi due appuntamenti prevedono le uscite, su percorsi che stabilità l’istruttrice, sempre dalle 14,30 ma fino alle 16,30. Per informazioni e per iscriversi basta chiamare il 340.8733869.

redazione BiellaCronaca Pavignano

Attualità #Sociale

IL WELFARE AZIENDALE PASSA DALLA PREVENZIONE. NOVACOOP E FONDO TEMPIA INSIEME

Salute, benessere e promozione di un corretto stile di vita sono valori fondamentali e imprescindibili per Nova Coop che anche nel 2018 ha voluto dare continuità al piano di welfare aziendale NOI NOVACOOP – lanciato nel 2015 – promuovendo, in collaborazione con il Fondo Edo ed Elvo Tempia di Biella una campagna di prevenzione gratuita tra i propri dipendenti contro i tumori al seno e alla prostata Dopo il successo della campagna di prevenzione sul melanoma proposta nel 2017, Nova Coop e la Fondazione Tempia hanno scelto di dedicare il 2018 alla prevenzione di due delle neoplasie più diffuse in Italia: il tumore al seno colpisce una donna su otto nell’arco della vita (prima causa di mortalità per cancro nella popolazione femminile), il tumore alla prostata conta ogni anno 35.000 nuovi casi (rappresenta il 15% dei tumori diagnosticati tra gli uomini).

Grazie a questo programma oltre 650 dipendenti hanno potuto sottoporsi a uno screening gratuito: per le donne una visita senologica con la dottoressa Adriana Paduos, Direttore Sanitario della Fondazione Tempia, e per gli uomini un prelievo del sangue per il dosaggio del PSA (antigene prostatico). Sono state 526 le donne e 127 gli uomini che hanno avuto accesso alle visite. In diversi casi sono stati consigliati ai dipendenti approfondimenti diagnostici. Nova Coop è da sempre attenta alla promozione della salute, del benessere e dei corretti stili di vita tra i Soci, i Consumatori e i dipendenti, valori che possono essere conseguiti attraverso una adeguata prevenzione sanitaria – dichiara Lucia Ugazio, Vicepresidente di Nova Coop – per questo, nell’ambito del programma di Welfare “Noi Novacoop”, abbiamo promosso campagne di screening gratuito rivolte ai nostri dipendenti e dedicate alle patologie oncologiche più diffuse nella popolazione. I feedback ricevuti dai colleghi che hanno aderito all’iniziativa sono stati molto positivi, grazie anche alla professionalità e all’impegno della Fondazione Tempia e ci spingono a proseguire su questa strada, continuando ad offrire ai nostri dipendenti iniziative di qualità e che rispondano ai loro effettivi bisogni. La collaborazione tra Nova Coop e la Fondazione Tempia nell’ambito della prevenzione aziendale non rappresenta solo un importante valore aggiunto per le politiche di welfare ma anche un sinergico e virtuoso esempio di corporate social responsibility – dichiara Pietro Presti, Direttore generale della Fondazione Tempia – come Fondazione siamo pienamente soddisfatti dei progetti fin qui realizzati, in particolare per l’alta adesione da parte dei dipendenti di Nova Coop e per la sensibilità e attenzione dimostrata da parte della loro amministrazione. Auspichiamo che anche per il 2019 si possa ripetere questa esperienza, sviluppandola e consolidandola anche su altre tematiche legate alla prevenzione oncologica>. Consolidare e sviluppare i percorsi di welfare intrapresi sono i nostri obiettivi e quindi, proprio in questi giorni, ci incontreremo con i responsabili della Fondazione Tempia per progettare i passi successivi, individuando il tema della campagna 2019, le modalità di comunicazione e i messaggi chiave da trasmettere – dichiara Matteo Canato, Responsabile welfare aziendale di Nova Coop – come ogni anno investiremo anche nella comunicazione dell’iniziativa come momento importante di sensibilizzazione della popolazione aziendale e delle loro famiglie.

Attualità #Biella #Salute e medicina #Territorio

UN NUOVO MEDICO VOLONTARIO PER L’ EDO TEMPIA

Roberto Jura è il nuovo medico volontario che rinforzerà lo staff degli ambulatori di prevenzione del Fondo Edo Tempia. Primario all’ospedale di Biella fino al 2017, quando è andato in pensione, è l’unico italiano eletto nel comitato direttivo della Federazione internazionale di ginecologia e ostetricia, l’organismo di riferimento per i professionisti di questa disciplina su base mondiale. La federazione raggruppa 138 Paesi, diciotto dei quali sono rappresentati nell’organismo direttivo. Tra questi, grazie a lui, c’è anche l’Italia. Uno dei progetti a cui sta lavorando riguarda una campagna di screening, da eseguire su mandato delle Nazioni Unite, nei territori poveri e difficili da raggiungere dell’Africa subsahariana. Riceverà nella sede di Biella in via Malta 3. Per prenotare una visita gratuita è sufficiente telefonare allo 015.351830 dal lunedì al venerdì dalle 8,30 alle 18.

Roberto Jura è solo l’ultimo in ordine di tempo di un’équipe di specialisti che nelle ultime settimane ha permesso di arricchire l’offerta di ambulatori gratuiti del Fondo Edo Tempia. Da dicembre hanno preso il via le visite di prevenzione sui tumori alla tiroide, grazie alla disponibilità di Vito Zampaglione, primario emerito dell’Asl di Biella. A febbraio invece sono cominciate le visite di prevenzione al colon retto, grazie alla disponibilità resa da tre specialisti dell’Ospedale degli Infermi, Roberto Perinotti, Mauro Pozzo ed Enrico Bolla. Tutti e quattro, come Roberto Jura, prestano servizio al Fondo come volontari.

redazione biellacronaca Pavignano