Attualità #Commercio #Economia

IL RUOLO DEL COMMERCIO E DEL TURISMO PER IL RILANCIO DELLE CITTA’

Come l’evoluzione delle attività commerciali, turistiche e dei servizi ha cambiato il volto delle città, dai centri storici alle periferie, negli ultimi 10 anni, il ruolo del commercio ambulante e le proposte per riqualificare i centri urbani e scongiurare il rischio di desertificazione commerciale. Questi i principali temi al centro di un’analisi dell’Ufficio Studi di Confcommercio realizzata su 120 città (tutti i capoluoghi di provincia più 10 comuni di media dimensione) che sarà illustrata a Roma mercoledì 6 marzo alle 10 nel corso di una conferenza stampa nella sede confederale. All’incontro interverrà il Presidente di Confcommercio, Carlo Sangalli.

Sport

PALLACANESTRO BIELLA SI PARTE

Ultimi giorni di quiete per i giocatori di Pallacanestro Biella e poi scatta la nuova stagione, gli arrivi si stanno susseguendo in città, mentre le prime visite mediche tra venerdì e sabato permetteranno allo staff della squadra di conoscere al meglio i propri giocatori. Immediato il primo bagno di folla con il primo allenamento atletico, invece domenica mattina a Vigliano Biellese – dalle ore 9.30 alle 11.00 – presso la struttura outdoor della Fisiokinetik, anche quest’anno Partner Ufficiale di Pallacanestro Biella. Sarà quella la prima occasione per tifosi e appassionati di incontrare e conoscere i nuovi protagonisti in maglia rossoblù: al termine della seduta del mattino, a porte aperte come quella pomeridiana e le successive, alle ore 11.00, squadra e staff saranno a completa disposizione per scattare foto ricordo e firmare autografi. Lunedì il bis: doppio allenamento atletico all’aperto condotto dal preparatore fisico Roberto Marocco. Martedì riposo per tutti prima di un’intensa settimana in ritiro, in altura, che porterà al primo test amichevole della preparazione; mercoledì quindi il trasferimento a Bielmonte dopo una breve sessione di tiro e pesi nel cuore dell’HYPE Forum. Insomma fuoco alle polveri di una stagione che si apre sicuramente con diverse incognite sia dal punto di vista sportivo, squadra corta e da scoprire, e di natura societaria dopo le polemiche delle ultime settimane. Ma da tifosi non possiamo che augurarci tutto il bene possibile per la squadra

Attualità #Commercio #Economia

LA RISCOPERTA DEL NEGOZIO ALIMENTARE NELLE CITTA’. UNA GIORNATA DI STUDIO

Come stanno cambiando le abitudini dei consumatori, quali sono gli effetti sull’offerta e sulla distribuzione alimentare, le trasformazioni che stanno interessando il settore, sono i temi al centro del convegno di Confcommercio dal titolo “La riscoperta del negozio alimentare nelle città come nuova tendenza nella distribuzione moderna”. L’evento, organizzato in collaborazione con Fida, le federazione del dettaglio alimentare di Confcommercio, si svolgerà a Roma, mercoledì 20 giugno, nella sede nazionale di piazza Belli, 2. Sarà l’occasione per presentare la seconda edizione aggiornata del volume “Il negozio alimentare” della collana “le Bussole”. Si tratta di guide operative d’impresa pubblicate da Confcommercio insieme alle sue principali associazioni di categoria per aiutare le imprese associate ad essere più competitive ed innovative. Intervengono Carlo Sangalli, Presidente Confcommercio, Fabio Fulvio Responsabile Politiche per lo Sviluppo Confcommercio, Donatella Prampolini Presidente FIDA, Roberto Ravazzoni, Docente di Marketing distributivo all’università di Modena e Reggio Emilia, Lorenzo Farina, Pubblicitario, presidente e fondatore Walk-in, Maria Grazia Cardinali, Docente di Shopper marketing all’università di Parma

Attualità #Commercio #Economia

LE CITTA’ SONO IL CUORE DELLA NUOVA ECONOMIA

La due giorni presso la sede nazionale di Confcommercio a Roma si è conclusa con il Laboratorio Nazionale sulla Rigenerazione Urbana di Anci/Confcommercio. Da maggio 2016 il laboratorio rappresenta il luogo di confronto e di diffusione di buone pratiche fra Comuni e Confcommercio territoriali che, aderendo alla sperimentazione, hanno inteso sottoscrivere accordi locali per dar vita ad iniziative condivise allo scopo di rigenerare le città, incidendo sugli strumenti urbanistici e sulle norme; introdurre misure di fiscalità di vantaggio; costituire partenariati per la redazione di progetti a valere sulle risorse nazionali o europee; formare professionalità in grado di gestire i processi partecipati di rigenerazione urbana. Nato dalla firma del Protocollo d’intesa nazionale tra Confcommercio e l’Associazione Nazionale Comuni Italiani (ANCI), il Laboratorio ha visto negli anni l’adesione alla sperimentazione di numerose città, di diversa grandezza demografica e localizzazione geografica, che si sono confrontate, in otto incontri, indagando i temi della rigenerazione urbana.

Dal 2018 si dà avvio ad una fase concreta della sperimentazione in cui sono protagoniste le città che hanno costituito i Laboratori locali, definito un programma di azioni di rigenerazione urbana e individuato possibili fonti di finanziamento. Ad aprire i lavori del Laboratorio è stato il Direttore Generale di Confcommercio, Francesco Rivolta: “Noi siamo favorevoli ad un sindacalismo non rivendicativo ma propositivo e progettuale, ed è quello che stiamo facendo negli ultimi tre anni sul tema città, commercio e innovazione”. “I cambiamenti che stiamo vivendo – ha detto Rivolta – ci inducono a riflettere sulle nuove strategie di sviluppo territoriale. Per noi oggi la città rappresenta il cuore della nuova economia, quella dei servizi”. “Dobbiamo rendere le città palcoscenici ideali per applicare nuove tecnologie da applicare al tessuto urbano per migliorare la vita dei cittadini”. Secondo il direttore generale, ” le imprese sono la parte viva e attiva delle città. Avere tante città “smart” che però siano prive di negozi e attività imprenditoriali è una cosa che non ha niente a che vedere con lo sviluppo socio economico”. Il vicesegretario generale dell’Anci, Antonella Galdi, ha ricordato l’importanza del protocollo firmato dalla stessa Anci e da Confcommercio che, ha detto, “è una cosa concreta che ha portato ha realizzare un roadshow che ha toccato 57 comuni italiani”. Galdi ha poi toccato il tema dell’e-commerce, “che può essere volano di sviluppo senza intaccare il ruolo dei negozi tradizionali”.

“Per realizzare questi progetti di rigenerazione urbana – ha sottolineato Galdi – servono visione e conoscenza del proprio territorio e in questo le amministrazioni comunali devono chiedere l’aiuto di chi vive il territorio e su di esso porta avanti la propria attività”. “ci vuole coraggio per il cambiamento – ha concluso – perché spesso per cambiare bisogna fare delle scelte”. L’intervento del presidente di Kanso, Andrea Granelli, si è incentrato sull’affermazione dell’economia dei servizi come componente fondamentale alla formazione del Pil. “Il cuore delle città è il terziario innovativo, il terziario 4.0”. Granelli ha poi ricordato di come sia inutile tentare di copiare altre esperienze fuori dal nostro Paese per realizzare le smart cities: “Serve una via italiana – ha detto granelli – che coniughi tradizione con innovazione”.

Attualità #Biella #Sport

BIELLA SEMPRE PIU’ A MISURA DI “CICLISMO”

Niente Giro d’Italia quest’anno ma il territorio biellese è sempre più ambito per le gare sulle due ruote. Domenica la prima gara in programma.

«Volevamo che il 2017 con la festa del Giro d’Italia e con tutti i suoi appuntamenti legati al mondo della bicicletta non fosse un caso isolato. Ci stiamo riuscendo anche nel 2018, grazie all’impegno delle società sportive, pur senza la corsa rosa»: Sergio Leone, assessore allo sport, ha introdotto così la conferenza stampa di mercoledì 5 aprile, a cui ha invitato i rappresentanti delle associazioni che dai prossimi giorni fino all’autunno faranno di Biella e dell’intera provincia un territorio amico di chi pedala a qualsiasi livello, dalla strada ai sentieri, dall’agonismo internazionale al cicloturismo.

Si comincia domenica 8 aprile, giorno del Giro della Provincia di Biella, con partenza e arrivo da piazza Vittorio Veneto. Al via della corsa più antica del Piemonte con le sue 77 edizioni, considerando quelle in cui si chiamava Torino-Biella, ci saranno 22 squadre, 7 delle quali straniere. «E tre sono team Continental» ha spiegato Filippo Borrione, presidente dell’Ucab che da sempre organizza la gara, annunciando l’iscrizione di compagini tra le più importanti a livello internazionale, tra quelle che danno spazio ai corridori emergenti. «Il percorso è tecnico» ha proseguito Borrione «e vedremo certamente sulle nostre strade atleti di talento. La mia speranza è una vittoria di un ex ucabino». Tra le altre competizioni che saranno organizzate dall’Unione ciclo alpina biellese, spicca il doppio appuntamento a Mongrando con la cronometro Cronosbirro il 5 maggio e con il memorial Astrua del 30 settembre, il memorial Lava-Borrione per esordienti il 2 giugno a Valdengo e il trofeo Ormezzano sempre per esordienti l’8 luglio a Gaglianico.

La platea sarà internazionale anche in un evento che coinvolge Biella ma che ha le strade di montagna italiane (e non solo) come protagoniste. La Vallelvobike è la referente del Nord Ovest per l’organizzazione della Alpi 4000, una randonnée di 1600 chilometri in programma dal 22 al 27 luglio, con partenza da Bormio e arrivo in vetta al passo dello Stelvio, non prima di aver toccato come punti più a Ovest le scalate a Monginevro e Yseran e come punti più a Est Mantova e il lago di Garda. Biella sarà sede di uno dei punti di ristoro: «Sarà allo stadio e sarà toccato due volte» ha detto Enrico Peretti di Vallelvobike. «Il primo passaggio sarà poco dopo la partenza dalla Valtellina: i partecipanti arriveranno in città entrando dalla Valsessera, toccando Ponzone e la balconata naturale di Pettinengo. Al La Marmora-Pozzo ci saranno docce e dormitorio, oltre che gli spazi per rifocillarsi. Biella è nel tracciato anche al ritorno da Francia e Valle d’Aosta, con la salita di Andrate, il passaggio dal Tracciolino e l’inevitabile tappa a Oropa dove ci sarà il tabellone per le firme-ricordo». Dei 500 iscritti, sono 300 gli stranieri («Da 37 diversi paesi del mondo» ha precisato Peretti), a sottolineare l’occasione di promozione turistica per il territorio. Porteranno la firma di Vallelvobike anche l’Oasi Zegna bike festival dell’8 luglio e la Serra Bike di ottobre.

Sarà dedicata soprattutto ai biellesi la seconda edizione della Pedalata in Rosa, in calendario domenica 5 maggio con partenza e arrivo in piazza del Monte. Il percorso è pianeggiante e aperto davvero a tutti: «Nel 2017 abbiamo avuto bambini di tre anni tra gli iscritti» ha raccontato Nicola Barchietto di Biella Cycling Movement. «L’obiettivo è promuovere la mobilità sostenibile in città e insieme anche il territorio, come cerchiamo di fare con le nostre iniziative». Per questo nella piazza di Riva saranno presenti banchetti con prodotti locali, insieme a giochi per i più piccoli e musica per fare festa. C’è anche un fine benefico. Il ricavato andrà al Fondo Edo Tempia. Ma il gruppo, con il progetto “Ride in the future” ha anche l’obiettivo di aggiungere alle attrazioni della conca di Oropa anche un “bike park” per le specialità fuoristrada. «Per questo» ha aggiunto Barchietto «allestiremo un percorso dimostrativo al rifugio Savoia di discesa ed enduro, con rampe mobili».

L’appuntamento è a giugno e luglio per le iniziative in città di Biella Sport Experience, con un weekend dedicato prima a chi corre e poi a chi pedala: «Il 1 luglio si disputerà la gran fondo Alpi Biellesi “sulle strade del Giro”» ha anticipato Enrico Cavallin. «Toccheremo di consueto tutte le valli biellesi e l’arrivo non può che essere a Oropa. L’idea è di trasformare questo appuntamento in una gara classica in grado di attirare turisti da fuori provincia. Non a caso al “pasta party” serviremo risotto e polenta del territorio». Il giorno prima ci sarà l’Urban Trail, la gara di corsa con forti dislivelli tutta nel territorio della città, dalle strade alle coste del Piazzo, fino ai sentieri e ai parchi tra valle Oropa e Burcina. Prima ancora, il 10 giugno, sarà Andorno la sede di una gara marathon di mountain bike.

Attualità #Politica #Società

ELEZIONI 2018: CAMERA I RISULTATI DEI PARTITI IN CITTA’. 5 STELLE PRIMO PARTITO

La Lega al secondo posto, PD solo terzo

 

CAMERA PLURINOMINALE

I RISULTATI DELLA CITTA’ DI BIELLA 46 SEZIONI SU 46

VOTANTI 25.536 (72,89)

MOVIMENTO 5 STELLE                  5.255                   22,36%

LEGA                                                     4.977                   21,18%

PARTITO DEMOCRATICO              4.523                     19,25 %

FORZA ITALIA                                    3.821                     16,26 %

FRATELLI D’ITALIA                           1.718                     7,31 %

PIU’ EUROPA                                    1.101                     4,68 %

LIBERI E UGUALI                              629                        2,68%

NOI CON L’ITALIA                            254                        1,08 %

POTERE AL POPOLO                       235                        1,00%

CASAPOUND                                     229                        0,97 %

IL POPOLO DELLA FAMIGLIA       228                        0,97 %

ITALIA EUROPA INSIEME              185                        0,79 %

ITALIA AGLI ITALIANI                     132                        0,56 %

PARTITO VALORE UMANO           111                        0,47 %

CIVICA POPOLARE LORENZIN     103                        0,44 %

 

SCHEDE BIANCHE                            237                        0,93 %

SCHEDE NULLE                                 618                        2,42 %