Attualità #Circondario #Cronaca #In primo piano #Territorio

TRAGEDIA A BIOGLIO

Annamaria Beccaro, 77 anni, di Bioglio, non ha sopportato il dolore del tentato suicidio del figlio, Cornelio Zanarotto, 46 anni  (che si è scorparso di benzina e dato fuoco il 1 maggio ) e si è lanciata dalla finestra della casa di riposo in cui era ricoverata. Zanarotto, che soffre di disturbi psichiatrici, ha compiuto il tragico gesto perché gli era stata ritirata la patente e temeva perciò di non poter più lavorare come giardiniere per una Onlus. Nel rogo è stata incendiata anche la casa della famiglia, la quale è stata dichiarata inagibile, da qui il ricovero della donna in casa di riposo. Il 46enne è stato ricoverato al Centro Grandi ustionati del Cto di Torino e le sue condizioni sono gravissime. Alla situazione della famiglia si sono interessati i volontari del Comune di Bioglio e il sindaco Stefano Ceffa era stato nominato curatore. Annamaria Beccaro ha retto 17 giorni, poi, ieri verso le 22, si è tolta la vita.

Attualità #Economia

SPORTELLO IN ASCOM BIELLA PER LE TARIFFE TELEFONICHE

A partire dal 1° aprile Telecom ha variato i costi di abbonamento per le linee di rete fissa con aumenti di Euro 10,00 al mese. Anche le linee dati subiranno aumenti del 10% compresi i relativi router a noleggio. Gli uffici di Ascom Biella, a seguito di un accordo definito con un consulente delle telecomunicazioni, Sig. Alberto Boglio, ha aperto uno sportello rivolto sia agli associati che non, per meglio valutare la propria posizione telefonica e per scegliere un’eventuale offerta che più si configuri all’utilizzo delle linee telefoniche.

Per coloro che fossero interessati a ottimizzare i costi di gestione delle linee telefoniche, è possibile fissare un appuntamento contattando Silvia Barbero  al seguente indirizzo mail  sbarbero@ascombiella.it e/o numero di telefono 015 8352707 oppure  scrivere direttamente al nostro funzionario  info@baservice.it. Il Sig. Boglio è inoltre disponibile a incontrare i soci al fine di esaminare le loro bollette relative ai consumi  dell’ energia elettrica e del gas metano. E’ un’occasione per verificare la convenienza di ogni singolo utente a mantenere o a sostituire gli attuali contratti di erogazione.

 

biellacronaca #Cronaca

ARMI DELLA SECONDA GUERRA MONDIALE IN UN BOSCO A VALLENZENGO

La passione per il metal detector ha portato nella giornata di mercoledì scorso un uomo di 47 anni a fare una scoperta interessante a Vallanzengo in Frazione Foglia regione Maglione Crosa. Il rilevatore di metalli ha captato una scatola sepolta per una quindicina di centimetri conteneva tre pistole tra cui una Luger 08 tedesca e due pistole con incisa sulla canna United States, oltre a sette caricatori. A una prima analisi sommaria sembrano armi appartenenti al secondo conflitto mondiale magari legate alla lotta per la Resistenza e interrate per evitare problemi e non più recuperate. Le pistole sono state consegnate ai carabinieri di Bioglio

 

 

 

Attualità #Società #Valle di Mosso

MODIFICHE ALLA VIABILITÀ A PETTINENGO E BIOGLIO

Partono domani i lavori di posa della nuova condotta per il gas metano nei due comuni della Valle di Mosso.

A partire da lunedì 19 novembre e fino a venerdì 21 dicembre, un’ordinanza provinciale impone alcune modifiche alla viabilità sulle strade di pertinenza nei comuni di Pettinengo e di Bioglio. Il motivo, l’avvio dei lavori per la posa della nuova rete del gas metano. Nello specifico sono previste:

  • l’istituzione del senso unico alternato sulla SP 200I I Tronco – Valli di Mosso, dal Km. 7+050 al Km. 7+200 in Comune di Pettinengo;
  • la sospensione del transito sulla SP 214 Bioglio – Valle San Nicolao, dal Km. 0+000 in Comune di Pettinengo al Km. 1+850 in Comune di Bioglio. In questo caso, per agevolare la circolazione, l’interruzione avverrà in due fasi distinte, prima nel tratto compreso tra l’intersezione con la SP 200I I Tronco – Valli di Mosso (Km. 0+000) e l’intersezione con la SP 209 Ternengo – Bioglio (Km. 1+750), poi in un secondo momento nel tratto di strada fra il Km. 1+750 ed il Km. 1+850.

Attualità #Società

A BIOGLIO LA FESTA DELL’AVIS COLLINE BIELLESI

Quest’anno l’evento si terrà nel comune a pochi chilometri da Cossato.

E’ molta l’attesa a Bioglio per la tradizionnale Festa Sociale che si terrà in paese il prossimo 28 ottobre organizzata dall’Avis, l’Associazione Volontari del Sangue del Gruppo delle Colline Biellesi.
La giornata di festa coinvolgerà non solo Bioglio, ma anche i Comuni limitrofi: Pettinengo, Bioglio, Piatto, Ronco, Ternengo e Zumaglia.
Il programma prevende alle 11 la Santa Messa presso la chiesa parrocchiale di Bioglio a cui seguirà il rinfresco offerto a tutti i presenti.

B.E.

Circondario #Cronaca

SCAPPANO I SUOI DUE PITBULL CHE AZZANNANO A MORTE UN PINCHER, DENUNCIATA UNA BIELLESE

Triste vicenda in un paesino sopra Cossato.
Il fatto si è svolto a Valle San Nicolao paese dove frequentemente chi ha una casa possiede anche un cane. Il 23 agosto durante l’assenza della proprietaria una coppia di Pitbull ha divelto la rete metallica di recinzione e è uscita per le vie del paese e nei prati vicini. Durante il loro girovagare, in un boschetto vicino al centro di Valle San Nicolao, la coppia si è imbattuta in un Pincher, probabilmente anche lui scappato dalla sua proprietà. I due Pitbull si sono fiondati verso la piccola preda azzannandola. La sventurata bestiola è morta poco dopo per i traumi e morsi ricevuti. Ora la 59enne biellese proprietaria della coppia di cani è stata denunciata per omessa custodia a seguito dell’uccisione del Pincher.
f.f.

Cossatese #Cronaca

ARRESTATO DAI CARABINIERI PER COMPORTAMENTO MOLESTO

Le manette sono scattate ieri alle 18 per un 37enne.
I militari della caserma di Bioglio hanno arrestato Sandro Pulvirenti, 37enne di origine siciliana ospite della comunità Il Punto, ieri pomeriggio alle 18. L’uomo era in affidamento e in prova presso i servizi sociali. Le manette sono scattate per un suo comportamento inopportuno e molesto nei confronti di una operatrice.

Cossatese #Cronaca

LE PERSONE CIVILI ESISTONO, UN PICCOLO GESTO REGALA UNA BUONA GIORNATA

Una pila in pietra abbattuta poteva essere l’ennesimo atto di vandalismo o menefreghismo e invece…

Esatto. Quando capitano queste piccolezze che stiamo per raccontarvi, rimaniamo sorpresi perchè un fatto assolutamente “normale” passa alla cronaca per un’azione “straordinaria”. Ma allo stesso tempo è una iniezione di fiducia verso il futuro ad iniziare proprio da questi gesti: le persone civili esistono. Abbiamo letto un post pubblicato, sulla sua pagina social, dal sindaco di Bioglio, Stefano Ceffa rigurdante un abbattimento di una pila in pietra davanti al municipio. Ve lo proponiamo integralmente perchè tutto sommato, un pizzico di sana positività non guasta mai.

IL POST. “La mattina inizia con un un problema. Arrivo in comune e trovo abbattuta una pila di pietra nel largo davanti al municipio. Inizio a pensare che si tratti del solito incivile. Provo a pensare come sia accaduto, un mezzo pesante, uno brillo che ha preso larga la curva ma dovrebbe aver disintegrato la macchina, un incidente… Penso a tutto il male possibile, alla società che si nasconde, a chi danneggia e fugge, all’ennesima notizia di un atto vandalico e mentre faccio tutti questi ragionamenti arriva in auto un signore dall’aspetto e dai modi eleganti con la moglie. ‘Chiedo scusa, sono stato io ieri. Vengo sempre a prendere l’acqua, la porto anche a Milano e inavvertitamente facendo manovra ho urtato la pila di pietra e l’ho abbattuta. Ho cercato in comune ma non c’era nessuno e non ho potuto avvisare. Lo faccio oggi, scusate se sono in ritardo. Sapete dirmi dove trovo il Sindaco?”. E io, in braghe corte a pensare: ma come, neanche un insulto per avere attentato alla sua vita avendo seminato a sua insaputa una pila in pietra? Neanche una polemicuccia? Una parolaccia? Neppure un richiamo al fatto che a Milano o a Torino queste cose non capitano perché le pile di pietra spariscono all’avvicinarsi di un paraurti? Nulla? Solo un uomo gentile che dice: ho provocato un danno, voglio fare il mio dovere rimediando… E niente… Continuo a dirlo, ci sono un sacco di persone per bene, oneste, educate e gentili e che lo sono anche quando sarebbe più facile comportarsi diversamente perché in astratto siamo tutti onesti. E’ quando dobbiamo prenderci le nostre responsabilità che dimostriamo di esserlo anche nella realtà. Grazie di cuore a questa persona per la sua onestà e per la fiducia che mi consente di continuare ad avere nelle persone. Tutto si aggiusta! Ciò che non si aggiusta è la fiducia quando la perdi. Per questo oggi è una bella giornata! Adesso mettiamo a posto la piletta di pietra! Avanti tutta!”.

Attualità #Cossatese #Società

BIOGLIO, LA FESTA PER I 50 ANNI DEL CAMPEGGIO A CHEVEREL

In mezzo secolo di storia ha accolto tantissimi giovani. Tutto era iniziato nel 1968.

Da 50 anni moltissimi bambini e ragazzi di Bioglio salgono tutte le estati nella piccola frazione di Cheverel, nel comune di La Salle, in Val d’Aosta, per passare un paio di settimane in campeggio. Per tanti biogliesi Cheverel rappresenta la prima esperienza lontano dalla famiglia ed è legata a piacevoli ricordi dell’infanzia, ricordi che legano insieme diverse generazioni di cittadini. Per onorare questa importante ricorrenza, ieri, 1° luglio 2018, si sono tenuti a Cheverel i festeggiamenti per i 50 anni di campeggio (1968-2018).

La giornata è cominciata con la messa officiata da Don Luigi nella chiesa della frazione. Oltre agli abitanti erano presenti molti biogliesi, giunti in Val d’Aosta in pullman o autonomamente in auto. Dopo la messa la giornata è proseguita nei locali sotto il museo “L’homme e la pente”, dove si è svolto un momento conviviale e il pranzo cucinato dagli alpini del Gruppo di Bioglio, Valle San Nicolao e Ternengo e dai volontari biogliesi. Hanno partecipato circa 150 persone.

Nel pomeriggio, nella corte antistante la casa estiva, si è tenuto un concerto della cantoria parrocchiale di Bioglio insieme alle professoresse Lorenza Ottino al pianoforte e Silvia Gandini alla fisarmonica. Prima dei saluti e del rientro, si è poi dato il benvenuto ai bambini e ragazzi che da ieri iniziano il cammino del campeggio con l’assistenza di don Luigi e degli animatori.

Cossatese #Cronaca

MOTO FUORISTRADA CONDUCENTE ALL’OSPEDALE

L’incidente è successo ieri a Valdengo.
Stava percorrendo la superstrada Biella-Cossato e per cause sconosciute ha perso il controllo della sua Yamaha, all’uscita dello svincolo di Valdengo, finendo la corsa contro il guardarail. Il motociclista, un giovane di 25 anni residente a Bioglio, è stato soccorso dal personale del 118 e trasportato non in gravi condizioni al pronto soccorso dell’ospedale di Ponderano. La moto è stata affidata al fratello.