Attualità #Commercio #Economia

LE GRANDI OPERE AIUTANO IL TURISMO. UN INDAGINE

Secondo l’Osservatorio Confturismo-Piepoli, le grandi opere sono essenziali per lo sviluppo del turismo per la quasi totalità degli intervistati. Il turismo è indubbiamente “l’oro dell’Italia”, ma per continuare nello sviluppo di questo settore è necessario agire anche nel settore delle infrastrutture. Per 9 italiani su 10 le grandi opere devono essere assolutamente fatte. Per grandi opere s’intendono quei lavori di importo pari o superiori a 100 milioni di euro quali costruzione di strade, autostrade, ferrovie ed aeroporti. “Come promotore della cultura del fare, non posso che sostenere che le grandi opere siano un asset fondamentale per la crescita e lo sviluppo del turismo italiano”, commenta il presidente di Confturismo Luca Patanè.  “Mai come in questo periodo – ha osservato Patanè – è necessario che ci si liberi dalle lungaggini burocratiche che hanno causato il blocco di tanti cantieri per far correre il paese senza però rinunciare alla sostenibilità e alla trasparenza negli appalti, evitando gare al ribasso che vanno a danno degli imprenditori e attirano solamente la criminalità organizzata. La ricostruzione del ponte di Genova deve diventare simbolo di velocità e avanguardia, per promuoverci all’estero come paese efficiente e in grado di superare ogni difficoltà”. Secondo l’analisi,le opere relative al Nord Italia sono risultate le più importanti, ma anche il Centro e il Sud dell’Italia hanno necessità di completare le grandi opere, come l’alta velocità Napoli – Bari. Dopo la tragedia del ponte Morandi, la costruzione del Passante di Genova è ritenuta essenziale per il turismo da oltre otto italiani su dieci. Un altro tema ritenuto rilevante è la TAV Torino – Lione, che per oltre sette italiani su dieci è importante per lo sviluppo turistico. La costruzione delle grandi opere è dunque per gli italiani un elemento che non può e non deve essere dimenticato. Aeroporti, strade, trafori, autostrade e ferrovie sono dunque considerati essenziali dagli italiani per lo sviluppo turistico del nostro Paese.

 

Attualità #In primo piano

GLI OGGETTI RACCONTANO CHI LI HA POSSEDUTI

Interessante e curiosa conferenza prevista lunedì 25 febbraio alle ore  21,00 presso la sede di Nuovamente in viale Macallè 10 a Biella: ‘La  Psicometria: gli oggetti raccontano la storia di chi li ha posseduti’. I relatori saranno Eder Lorenzi e Giorgio Cozzi. Eder Lorenzi è un sensitivo nel vero senso della parola; ha infatti la  capacità di leggere la storia legata ad un oggetto. Egli trattiene lo  strumento in mano per alcuni secondi e poi snocciola la storia del  proprietario dell’oggetto, vi traccia il suo profilo psicologico e vi fa  vivere con lui esaltanti avventure come se stesse leggendo un libro aperto. Giorgio Cozzi, parapsicologo, è presidente dell’AISM, Associazione  Italiana Scientifica di  Metapsichica e da molti anni segue diversi sensitivi, tiene corsi e conferenze ed opera intensamente per la divulgazione della parapsicologia come scienza.
Ma cos’è la psicometria? Per psicometria si intende l’insieme dei metodi d’indagine psicologica che tendono al raggiungimento di valutazioni quantitative del comportamento umano o animale.In sostanza i due studiosi che terranno la conferenza ritengono, indagando un oggetto posseduto da una persona, di poter ricostruire la personalità del proprietario.A tal proposito invitano a portare un oggetto che sarà messo a disposizione di Eder Lorenzi, che poi ne sceglierà 5 e ne racconterà la storia di chi lo aveva posseduto.E vedremo se ci riuscirà.Vista la curiosità dell’iniziativa che si pronostica essere partecipata si avverte che la prenotazione all’jncontro è obbligatoria al numero 347 0537574.

ANDREA GUASCO

Cronaca

COLTIVA PIANTE DI MARIJUANA NELLA SUA SERRA. DENUNCIATO UOMO DI MASSERANO

Un appassionato di giardinaggio ? probabilmente no un uomo di 34 anni di Masserano è stato denunciato dai carabinieri del paese per coltivazione di alcune piante di marjuana. Nel corso di una perquisizione i militari hanno trovato cinque piante coltivate all’interno di una serra unitamente a 4 grammi di hashish e un bilancino di precisione che lascia supporre anche un commercio della stessa. Tutto il materiale è stato posto sotto sequestro e all’uomo è stata comminata una denuncia per detenzione e spaccio

Attualità #Sociale #Società

LE RICETTE PER VISITE ED ESAMI VALGONO SEI MESI

La validità delle ricette mediche per prestazioni diagnostiche e specialistiche è stata estesa dalla Giunta regionale da due e a sei mesi. “Il prolungamento – rileva l’assessore alla Sanità, Antonio Saitta – è un altro passo in avanti verso la semplificazione: si agevolano i cittadini e si riduce il carico burocratico per il sistema sanitario. Sarà di aiuto in particolare per i malati cronici e per le persone che hanno necessità di controlli frequenti, che avranno più tempo per poter prenotare visite o esami senza dover tornare dal proprio medico”.Il provvedimento riguarda le ricette prescritte dai medici di famiglia, dai pediatri e dai medici specialisti ambulatoriali ed è stato condiviso, nei giorni scorsi, con le organizzazioni sindacali di categoria.

Attualità #Sport

BASKET FEMMINILE ARIA DI DERBY

Saldamente in zona playoff, un risultato insperato ad inizio stagione, le ragazze del Basket Femminile Biellese cercano ulteriori due punti per blindare la post season.  Ospite ai Salesiani di via Galilei sarà Vercelli, per un sentitissimo derby. All’andata Biella aveva vinto 55 a 50 sul campo vercellese, ma da allora tante cose sono cambiate, compresa la guida tecnica di Vercelli.Le ragazze di coach Bruno arrivano da tre vittorie consecutive e puntano al poker. Dovrebbe essere recuperata Ramella, che comunque giocherà con una mascherina protettiva, mentre sarà assente Dovana, dopo il brutto infortunio subito giovedì durante un match di under 18. Da valutare i tempi di ripresa. assente anche Sarrocco, la ex di turno. Appuntamento sabato 23 alle 18.00, alla Palestra Salesiani di Biella

Attualità #Economia

INDUSTRIA DATI DA DIMENTICARE

Il fatturato dell’industria italiana, a dicembre 2018, diminuisce del 3,5% rispetto a novembre, subendo il ribasso più forte sul mercato estero. Lo rileva  l’Istat, che su base annua segna una caduta del 7,3% (dato corretto per gli effetti di calendario). Si tratta della  flessione tendenziale più accentuata dal novembre del 2009. Stessa musica per gli ordinativi che, sempre a dicembre 2018, calano dell’1,8% rispetto al mese precedente, a causa delle perdite subite sul mercato estero. Su base annua segna la flessione è invece del 5,3% (dato grezzo), la più ampia dal luglio del 2016. Anche sul ribasso tendenziale pesa soprattutto la cattiva perfomance  registrata fuori confine.

Attualità #Società

RICERCATRICE BIELLESE ADOTTATA DA FONDAZIONE DI TORINO. E’ PAOLA OSTANO

Si può sostenere la ricerca anche adottando un ricercatore: è quanto ha  fatto negli ultimi anni la fondazione Colombo-Boschetto di Torino, che ha investito risorse non genericamente nelle attività della Fondazione Tempia, ma nel contratto di una componente dello staff del laboratorio di genomica, la struttura che, dalle stanze di via Malta 3 a Biella,dialoga con medici e scienziati di tutto il mondo per collaborare a progetti che caratterizzano la biologia intrinseca dei tumori per migliorare terapie, diagnosi e prevenzione. La ricercatrice adottata è Paola Ostano: grazie alla sua preziosa esperienza nell’ambito della bioinformatica, disciplina fondamentale per poter gestire,analizzare ed interpretare i dati generati dagli esperimenti sul genoma, la Fondazione Tempia ha potuto intrecciare una fitta rete di collaborazioni su progetti di grande rilievo con importanti realtà a livello nazionale ed internazionale quali il Massachusetts General Hospital di Boston, l’Università di Losanna, il Cnr e l’Istituto Regina Elena di Roma, l’Istituto Telethon di genetica e medicina di Napoli solo per citarne alcune. Grazie all’aiuto della fondazione Colombo-Boschetto, Paola Ostano ha contribuito a uno studio sui marcatori di diagnosi precoce per il tumore alla prostata, pubblicato nei mesi scorsi sulla rivista scientifica “Carcinogenesis” e sta lavorando a un altro progetto sul carcinoma alla prostata, che ha l’obiettivo di cercare marcatori molecolari affidabili per distinguere le lesioni più aggressive e ottimizzare quindi le terapie post-operatorie, schedando i casi più a rischio di metastasi.
In questo progetto Paola Ostano è in squadra con la struttura complessa di oncologia molecolare dell’Istituto Tumori di Milano.La fondazione Colombo-Boschetto ha sede a Torino ma la famiglia che l’ha creata è biellese e ha stabilito un forte legame con la Fondazione Tempia. La bioinformatica è una disciplina relativamente nuova, grazie alla quale gli scienziati riescono a gestire ed integrare i diversi livelli di complessità delle informazioni provenienti da DNA (chiamate complessivamente con il nome di genoma), trascrittoma (che riguarda tutto ciò che a partire dal DNA viene trascritto in RNA), proteoma e metaboloma (che rappresentano i prodotti finali del passaggio da Rna a proteina o del metabolismo), metiloma (che, insieme al miRNoma, regola l’insieme di informazioni che dal genoma possono passare ai livelli  successivi, senza che il DNA venga modificato.

A.G.

Attualità #Cronaca #In primo piano

SGOMINATA UNA ORGANIZZAZIONE CRIMINALE DEDITA AL TRAFFICO DI DROGA. BRILLANTE OPERAZIONE DELLA POLIZIA

La scorsa le sezioni “Antidroga” delle Squadre Mobile delle Questura di Biella e Vercelli, coordinate dalla Procura di Biella, concludevano un’articolata attività d’indagine,smantellando un’organizzazione criminale, dedita al traffico e allo spaccio di sostanze stupefacenti del genere hashish, cocaina ed eroina, operante sia in questa provincia che nelle province limitrofe, gestita da soggetti di nazionalità Albanese e Nord Africana, radicati sia nel capoluogo Lombardo che in quello Piemontese.

In particolare, nel mese di novembre del 2018, personale della Sezione “Antidroga” della Squadra Mobile della Questura di Biella, nel corso del continuo monitoraggio degli ambienti legati allo spaccio di sostanze stupefacenti, acquisiva elementi indiziari nei confronti di un soggetto di nazionalità Magrebina, il quale aveva intrapreso nel comprensorio biellese e di Vercelli un’imponente attività di spaccio. Sulla base di tale elementi, d’intesa e sotto la direzione della Autorità Giudiziaria biellese, veniva avviata un’articolata e minuziosa attività d’indagine che permetteva di delineare un quadro investigativo dal quale emergeva un vero e proprio sodalizio criminoso ben organizzato e ramificato nelle province di Biella, Vercelli e Novara, ma che aveva radici in Torino e Milano. Attese tali risultanze, gli investigatori di Biella e Vercelli monitoravano, sia con metodi tradizionali che con le più sofisticate ed avanzate tecniche investigative, tutti i soggetti emersi ai vari livelli, a partire dagli acquirenti, ai piccoli “pusher”, per poi risalire ai principali fornitori delle sostanze stupefacenti.

Venivano effettuati riscontri alla piccole cessioni di sostanza stupefacente avvenute di volta in volta nelle diverse province, fino a risalire ai fornitori di ingenti quantità. Dopo meno di tre mesi di attività investigativa si è è chiuso il canale di traffico dello stupefacente, procedendo dalle numerose segnalazioni amministrative dei piccoli assuntori all’arresto dei pusher e dei trafficanti.

I dettagli dell’attività investigativa:
 9.01.2019 in provincia di Vercelli veniva arrestato il cittadino tunisino S. H. di anni 30 trovato in possesso di n. 10 panetti di Hashish, del peso complessivo di gr. 1010.

 22.01.2019 a Novara veniva arrestato il cittadino marocchino H. E. M. di anni 36, trovato in possesso di 20 panetti di hashish, per un peso totale pari a grammi 2020.

 28.01.2019 a Torino venivano arrestati T.A.M. cittadina italiana e T.R. cittadino marocchino, trovati in possesso di gr. 2.700 circa di sostanza stupefacente del genere hashish.

 12.02.2019 a Milano venivano arrestati L.R. e A.S., entrambi cittadini albanesi, trovati in possesso di circa 2.500 gr di cocaina e circa 230 gr di eroina, e di circa 100.000 euro in contanti unitamente al materiale per il confezionamento dello stupefacente.

 5.02.2019 veniva arrestato P.G., residente in provincia di Vercelli, trovato in possesso di circa 110 gr. di hashish e 140 gr. circa di marijuana e 1.300 euro in contanti. Inoltre, venivano indagati in s.l. due soggetti biellesi C.M. e B.P., coinvolti nel suddetto traffico di stupefacenti, trovati in possesso di circa 15.000 euro in contanti.

 19.01.2019 veniva indagato in s.l. C.G., residente a Vercelli, trovato in possesso di 1 panetto di hashish del peso di gr. 100 circa.

 Indagati altri 10 soggetti residenti nelle province di Biella, Vercelli, e Novara, coinvolti a vario titolo nell’attività di spaccio di sostanze stupefacenti. Pertanto, l’attività investigativa in oggetto, avviata dal contrasto al piccolo spaccio biellese è arrivata a sgominare un’intera banda di spacciatori operanti in Piemonte e in Lombardia.

Si tratta di una delle più importanti attività antidroga eseguita dagli investigatori di Biella e Vercelli, coordinati dalla Procura di Biella, che, complessivamente, ha consentito di arrestare 7 soggetti, di indagarne in stato di libertà 13, con il sequestro complessivo di circa 2,5 kg di cocaina, più di 6 kg di hashish, 230 gr. di eroina, circa 150 gr. di marijuana e circa 120.000 euro in contanti.

Attualità #Commercio #Economia

RIFORMA DEL CODICE DELLA STRADA. L’UTILIZZO DEGLI AUSILIARI DEL TRAFFICO. UNA PROPOSTA

“Gli ausiliari della sosta possono diventare non solo gli esattori dei tagliandi delle strisce blu ma una risorsa per un più efficace governo del sistema della mobilità urbana”, a partire dal “presidio delle piazzole di carico e scarico merci”. E’ la proposta fatta da Enrico Zavi, responsabile  Infrastrutture Trasporti Logistica e Mobilità di Confcommercio, in un’audizione alla commissione Trasporti della Camera sulla riforma del codice della strada. “Queste piazzole sono sempre più scarse nelle città – afferma l’associazione – e spesso occupate abusivamente”. Confcommercio esprime apprezzamento per la volontà di aggiornare il codice della strada sottolineando che “la riforma più è organica e integrata più è ben fatta”, mostrando però perplessità su alcune specifiche proposte di modifica allo studio dei parlamentari, come la possibilità per le biciclette di circolare contromano o nelle corsi preferenziali che presenterebbero “criticità sul fronte della sicurezza”

Attualità #Commercio #Economia #In primo piano

LAVORI A PIAZZA FALCONE. SI MERCANTEGGIA UNA SOLUZIONE

E’ scontro sui lavori di piazza Falcone. L’area mercatale subirà un sostanzioso restilyng grazie ai fondi del piano periferie e non una semplice risistemazione ed i lavori, che inizieranno a breve, avranno una durata di almeno 4 mesi. Una durata che va a coincidere con il periodo primavera-estate, i mesi  di maggior rendita per i banchi del mercato e che prevederebbe lo spostamento a rotazione di circa un terzo dei presenti. Lo spostamento, secondo le intenzioni del Comune di circa 70 banchi alla  volta, doveva essere verso via Valle d’Aosta, ma gli ambulanti non sono dell’idea che questo trasloco di una parte a rotazione così pensato sia la scelta migliore che contestano il periodo scelto per i lavori. In una nota l’assessore al commercio del comune di Biella, Stefano La Malfa, precisa : ‘Mi stupisce scoprire che il trasferimento provvisorio  in via Valle d’Aosta non sarebbe tra le ipotesi accettabili secondo gli operatori. Nella riunione del giugno 2018 fu qualcuno di loro a proporlo. È invece vero che alla fine è l’amministrazione che decide di fare i lavori e il periodo è determinato da necessità sulle quali c’è scarso margine di intervento, il che non significa essere insensibili alle necessità e preoccupazioni dei concessionari’.’Non in questi termini -dice Sergio Mauretto dell’Associazione Provinciale Ambulanti, APA, tra i promotori dell’incontro che lunedì gli esercenti dell’area mercatale di piazza Falcone hanno fatto- perchè ci troveremmo con tre mercati : uno in piazza Valle d’Aosta e due in piazza Falcone divisa dal cantiere dei lavori’.
A questo proposito il commerciante sottolinea inoltre la pericolosità che un cantiere in funzione mentre c’è il mercato potrebbe creare : ‘I lavori di certo non devono e non possono fermarsi il lunedì, il giovedì e il sabato mentre c’è mercato e non possiamo pensare che siano lavori esenti da rumore, ma soprattutto polvere : già così quando si alza il vento per i banchi alimentari ci sono problemi, figuriamoci se le più elementari norme igieniche, in senso anche alle direttive HACCP, possono essere rispettate con movimentazione di terra’.Ed in effetti, come confermato dalla nota di La Malfa, gli interventi saranno profondi : ‘I lavori sono necessari data la situazione degli scarichi, dei bagni, delle griglie di scarico, dalle rotture delle colonnine, che non possono essere più riparate dato che l’azienda costruttrice, che le aveva progettate appositamente per il mercato di Biella è fallita e non si reperiscono più i ricambi. Si tratta tra l’altro di situazioni di disagio abbondantemente segnalate dagli operatori stessi molte volte. Comprendo i problemi che si verranno a creare, ma i lavori sono necessari e nell’arco di qualche mese restituiranno una piazza più fruibile, sicura e pronta a garantire agli operatori la possibilità di accogliere al meglio i clienti’. Ora le parti si troveranno giovedì 21 nel pomeriggio per trovare una soluzione. La proposta degli ambulanti ci viene anticipata da Mauretto stesso : ‘Crediamo che la cosa migliore sia che il mercato sia unito in una sorta
di L intorno allo stadio e che le zone libere dai lavori a rotazione in piazza Falcone siano adibite a parcheggio. Sentiremo nella riunione se si potrà trovare un accordo in tal senso, ma vorremmo anche rassicurazioni sui tempi dei lavori : il Comune non dimentichi che siamo circa 200 ditte, ovvero 200 famiglie, e che sul commercio in piazza Falcone ci campiamo’.

Non manca qualche nota politica ( e come potrebbe essere diversamente in campagna elettorale ? ).  La Malfa termina la sua dichiarazione scritta con commento sferzante : ‘Fa piacere vedere la presenza alla riunione degli ambulanti di consiglieri che quando erano in maggioranza non si sono curati per nulla della situazione degli ambulanti. Questa rinnovata sensibilità, certamente svincolata da finalità elettoralistiche, è un buon viatico per il futuro del mercato e della città’.Mauretto non nega, da parte sua, che la politica sia entrata nella questione : ‘Piaccia o no, siamo un numero significativo di elettori e con un peso ancora importante : è ovvio ci sia la presenza politica in questo periodo…’In effetti possiamo anticipare che alla prossima riunione non mancheranno presenze di candidati o rappresentanti delle forze politiche o civiche in corsa per palazzo Oropa, che hanno partecipato già alla riunione di lunedì. Non ci resta che attendere.Vi terremo aggiornati.

ANDREA GUASCO