Attualità #Cronaca

AMICI DELL’AVVENTURA IL PARCO DI VEGLIO RIAPRE I BATTENTI

La favorevole congiunzione di feste e ponti dei prossimi giorni regalerà l’occasione per godersi finalmente un po’ tempo in compagnia di famiglia e amici. Pasqua e Pasquetta, 25 aprile, 1 maggio, tutte scuse buone per fare un po’ di esercizio fisico, stare all’aria aperta e, perché no, scoprire quanto è emozionante e divertente restare sospesi fra gli alberi di uno splendido bosco. Oggi pomeriggio riparte la stagione del Parco Avventura Veglio con i suoi ponti tibetani, le passerelle, le teleferiche e più di 80 passaggi attrezzati, divisi in 10 percorsi per tutte la età e attitudini.

A poco più di un’ora da Milano e da Torino, è possibile divertirsi in totale sicurezza grazie al personale qualificato e scrupolosamente formato, agli elevati standard di sicurezza nel rispetto delle normative europee e alla linea vita continua che permette ai partecipanti di rimanere sempre ancorati ai cavi di sicura senza possibilità di errore. Bambini protagonisti nelle nuove aree a loro dedicate, ampliate e migliorate: a partire dai 3 anni, potranno scoprire il nostro “mondo sospeso” e divertirsi sul Castello “Su&Giù”, pensato per chi ancora non si sente pronto ad affrontare i percorsi sospesi fra gli alberi ma vuole comunque divertirsi con un gioco da fare e rifare. Dopo l’attività fisica sui percorsi, concedersi del buon cibo sarà sicuramente più appagante.  Per questo l’offerta del Parco Avventura comprende anche un’area barbecue, disponibile gratuitamente su prenotazione, e la Bottega del Dahu dove è possibile acquistare, oltre ai prodotti del territorio, ottimi panini e snack da gustare sulla terrazza relax attrezzata con tavoli e amache. Calendario potenziato per questa stagione 2019: aperture previste i giorni 20-21-22 e poi 25-26-27 Non mancherà anche un’apertura straordinaria per il 1 maggio. Info e promozioni sull’acquisto dei biglietti su https://veglio.parcoavventura.it/acquista-online

 

Cronaca #Economia

CONTRAFFAZIONE NON BISOGNA SOTTOVALUTARE IL FENOMENO

“Il costo  della contraffazione non è pienamente colto dalla  collettività, anzi spesso si pensa di aiutare un venditore di strada. Serve consapevolezza sul sistema criminale alle spalle del fenomeno, per questo abbiamo istituito la giornata della legalità, soprattutto per sensibilizzare i giovani”. Così il rappresentante di Confcommercio, Roberto Cerminara, nel corso di un’audizione alla Camera davanti alla commissione Giustizia nell’ambito dell’adozione di un testo unico sulla tutela dei prodotti nazionali e l’istituzione del marchio “100% Made in Italy”. “Condividiamo – ha aggiunto – la proposta di inasprimento delle pene e un maggiore utilizzo delle possibilità del web per contrastare il fenomeno. Restano la difficoltà di applicazione della normativa in materia. Siamo convinti che si potrebbe riconsiderare la ricollocazione tra i reati contro il patrimonio, per facilitare gli interventi magari costituendosi come parte civile. Ma l’efficacia deterrente è strettamente legata a quella dei controlli sul territorio”.

Attualità #Salute e medicina

UNA DOMENICA AL MARE CON IL FONDO EDO TEMPIA

Sarà Arenzano la meta della gita che il Fondo Edo Tempia organizza insieme all’agenzia viaggi Mondo Emozioni. L’appuntamento è per domenica 2 giugno e le prenotazioni sono già aperte. Arenzano è la prima località della Riviera del Ponente ligure, a ovest di Genova. Il suo territorio passa dalle spiagge agli oltre 1000 metri del monte Beigua, che dà il nome a un parco naturale. Oltre alla passeggiata nel bel centro storico, è possibile la visita al santuario del Bambino Gesù di Praga, simbolo di una devozione che risale al Seicento, che accoglie quotidianamente decine di pellegrini.

Proprio il santuario sarà la prima tappa per chi vorrà visitarlo. Il bus proseguirà poi verso il centro storico che è la destinazione finale del viaggio. Dopo il pranzo, il pomeriggio sarà libero. La partenza è fissata da Biella, alle 7, da via Delleani (accanto alla sede Inps). L’arrivo è in serata.

La quota è di 50 euro, parte della quale si trasformerà in una donazione per le attività del Fondo Edo Tempia per prevenzione, cura e ricerca sui tumori. Le prenotazioni si raccolgono allo 015.351830 (la segreteria del Fondo Edo tempia, aperta dal lunedì al venerdì dalle 8,30 alle 18) oppure al 334.9415001.

A.G.

Attualità #Cronaca

ESERCITAZIONE CONGIUNTA C.R.I. – VV.F.

Sabato 13 aprile si è svolta una giornata formativa sulle attività di ricerca persone scomparse.  All’iniziativa hanno partecipato congiuntamente i volontari della Croce Rossa Italiana appartenenti ai Comitati di Biella, Cavagliá e Cossato ed il personale del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Biella. La giornata si è strutturata in due parti, al mattino presso il Comando dei Vigili del Fuoco, i Volontari CRI hanno partecipato ad una lezione teorica su ruoli e responsabilità, tecniche di ricerca e l’utilizzo del GPS, mentre al pomeriggio presso il comune di Sala Biellese, si sono svolte esercitazioni pratiche con una reale ricerca persone, sotto l’attenta supervisione dei Vigili del Fuoco. Gli obiettivi di questa giornata erano apprendere le tecniche di ricerca, uniformare le modalità operative, confrontarsi e conoscere i ruoli e la struttura delle due Componenti operative, comprendere le criticità legate all’utilizzo della strumentazione per le radiocomunicazioni e la gestione dei volontari in situazioni di emergenza.

Tra i compiti istituzionali di Croce Rossa Italiana c’è anche l’attività di ricerca persone scomparse, contemplata dal “Piano Provinciale per la ricerca di persone scomparse” che prevede il coordinamento dei Vigili del Fuoco di Biella la cui partecipazione alle operazioni di ricerca vede l’utilizzo, di un Posto Comando Avanzato P.C.A., quale l’unità mobile a cui rivolgersi per ogni tipo di necessità. La CRI è tra gli enti che prendono parte alle operazioni di ricerca, attraverso l’impiego di personale formato allo svolgimento dei seguenti compiti: Coordinamento, ricerca con l’ausilio di logisti, unità cinofile, squadre SMTS (Soccorso con Mezzi e Tecniche Speciali), OPSA (Operatori Polivalenti Salvataggio in Acqua), SEP (Squadre Emergenza Psicosociale). Inoltre la CRI può garantire assistenza sanitaria a tutto il personale impiegato nelle operazioni di soccorso. Un importante caratteristica della CRI è la possibilità di impiegare personale, attrezzature e mezzi anche dalle altre province della regione Piemonte. L’iniziativa, inserita in una serie di attività che riguardano il soccorso a persone disperse in territorio provinciale, ha visto la partecipazione di circa 35 unità di ricerca della Croce Rossa e di 10 unità del personale VV.F. con l’obiettivo di migliorare la sinergica attività delle diverse forze messe in campo nella risposta alle esigenze della popolazione e anche per eventi di protezione civile.

Al termine delle fasi operative è stato possibile per tutti gli operatori verificare direttamente il lavoro svolto e individuarne i momenti di criticità operative con la collaborazione tecnica dei Vigili del Fuoco e dei soccorritori volontari. Un ringraziamento particolare è rivolto al Comune di Sala Biellese per la disponibilità e il supporto alle attività offerto nell’occasione.

Economia

UN SERVIZIO DI ASSISTENZA FISCALE OFFERTO DA ASCOM BIELLA

Ascom Confcommercio Biella offre da sempre un servizio affidabile e certificato di assistenza fiscale. Anche quest’anno è giunto il momento di preparare il corposo fascicolo di tutta la documentazione relativa alla dichiarazione dei redditi maturata nel 2018. Il nostro personale competente e preparato è in grado di soddisfare ogni esigenza. I lavoratori dipendenti, i pensionati e altre tipologie di contribuenti tra cui lavoratori a tempo determinato, coloro che percepiscono redditi di collaborazione coordinata e continuativa,….. possono consegnare i documenti utili all’elaborazione del Modello 730 anno di imposta 2018, IMU e TASI Attraverso il Mod. 730 è possibile presentare la dichiarazione anche in forma congiunta se almeno uno dei due coniugi si trova nelle condizioni che consentono di utilizzare questo modello.

Il servizio prevede la raccolta e l’elaborazione dei documenti, la stampa del modello definitivo la spedizione della denuncia con le procedure telematiche al Centro dei Servizi delle Imposte Dirette. Le tariffe sono particolarmente vantaggiose per i soci Ascom, i loro familiari e per i soci aderenti Ascom. Per fissare un appuntamento con un nostro incaricato e per ragioni organizzative la consegna dei documenti dovrà avvenire entro e non oltre il 31 maggio 2019 telefonando al n° 015-8352733 oppure inviando una mail a: segreteria.fiscale@ascombiella.it.

 

Attualità

SOSTEGNO ALL’INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE IMPRESE: NUOVO BANDO PER I VOUCHER FIERE

Consolidamento dei percorsi di internazionalizzazione e incremento della competitività su mercati stranieri: sono gli obiettivi del nuovo bando per sostenere la partecipazione di piccole e medie imprese a manifestazioni fieristiche internazionali all’estero che si svolgeranno nella seconda metà del 2019, attraverso la concessione di voucher.
La misura ha già dato in precedenza ottimi riscontri. Sono state infatti oltre 580 le imprese piemontesi che hanno già ottenuto il contributo con il precedente bando, per un valore di erogazioni pari a 3 milioni di euro. La nuova call, che ha una dotazione finanziaria di 1 milione di euro, permetterà di ampliare ulteriormente la platea dei beneficiari  e di sostenere più diffusamente le imprese del territorio nell’export, stimolando una maggiore partecipazione da parte delle pmi alle più importanti fiere che si svolgono fuori dai nostri confini.
L’agevolazione consiste in un contributo a fondo perduto fino alla concorrenza del 100% delle spese ritenute ammissibili, per l’importo massimo di 5 mila euro per le fiere in Paesi Europei e di 7 mila euro per le fiere in Paesi extra Europa.
Il bando, pubblicato ieri, prevede l’invio delle domande dal 14 al 23  maggio prossimi. Possibilità di presentare una sola richiesta di sostegno sulle rispettive linee, una per le fiere in Europa e l’altra per fiere extra UE. Ulteriori info su: http://www.regione.piemonte.it/bandipiemonte/cms/avvisi/bando-il-sostegno-alla-internazionalizzazione-delle-imprese-del-territorio-attraverso-l-0 

Sport

BASKET FEMMINILE – BONPRIX BFB COSTRETTA AD ANDARE A GARA-3

Non riesce la prima squadra del Basket Femminile Biellese a bissare il successo di domenica scorsa contro una coriacea Beinaschese in gara-2 sul parquet avversario. La vittoria avrebbe consentito alle biellesi di arrivare alla semifinale playoff, ma alla fine di un combattuto match il tabellone segnava 55 a 53 per le padrone di casa. Ancora assenti Tua e Ramella, coach Bruno recuperava Trucano. La partita però si metteva subito in salita, con difficoltà a perforare la retina torinese e la difesa che non appariva arcigna come sempre. Ne approfittava Beinasco che segnava 19 punti nel primo quarto chiudendolo sul +3, vantaggio che arrivava a +7 a metà gara. Fotocopia di gara-1.
E come domenica scorsa, al rientro dagli spogliatoi arrivava il parziale biellese che permetteva di passare avanti. 8 a 0 e +1 Biella. Da quel momento si giocava punto a punto, senza pause. Ad un minuto dalla fine Beinasco raggiungeva i +5, dando l’impressione di scappare. Ma una palla recuperata e trasformata in canestro di Senesi riaccendeva le speranze biellesi. Ai falli sistematici Beinasco non sbagliava e Biella chiudeva sotto di un possesso.
Resta l’amaro in bocca, ma anche la sensazione di potersela giocare in gara-3, che si svolgerà domenica 28 aprile alle 19.00 ai Salesiani.
“Da un lato c’è rammarico per non aver chiuso la serie” commenta il vicepresidente Bfb Giorgio Bertucci “dall’altro però la consapevolezza di poter passare il turno. La soddisfazione è di vedere che tutte le nostre ragazze sono andate a referto. Le due gare sono state avvincenti, disputate contro una delle squadre più attrezzate. Sarà così anche nel decisivo prossimo incontro. Del resto in campionato noi siamo arrivati quarti e loro quinti, quindi i valori in campo possono essere simili. Noi speriamo di recuperare sia Ramella che Tua. Intanto vediamo di recuperare un po’ di energie con qualche giorno di riposo e poi, dopo Pasqua, di nuovo in palestra. Domenica prossima avremo bisogno di tutto il calore del pubblico che speriamo sia numeroso e pronto ad incitarci come nelle ultime partite”

BEINASCHESE – BONPRIX BFB: 55 – 53 (19-16/32-25/41-42). Bfb: Trucano 12, Lambo 10, Tombolato 7, Dovana 7, Gandini 4, Senesi 4, Barbagallo 4, Sarrocco 3, Taffon 2. All. Bruno Ass. Antona

Economia #In primo piano

PRANZO DI PASQUA AL RISTORANTE PER 6 MILIONI DI ITALIANI

Pasqua alta, alte le aspettative. Nonostante le incertezze metereologiche domenica 21 e lunedì 22 aprile saranno all’insegna del pranzo fuoricasa, secondo le stime della Fipe. Ben 6,3 milioni saranno infatti i clienti che consumeranno il pranzo di Pasqua nei ristoranti del Belpaese, per una spesa complessiva di 328,8 milioni di euro. “Stime in leggera flessione rispetto allo scorso anno, a causa delle previsioni meteo non favorevoli, ma che confermano, ancora una volta, quanto la ristorazione e la cultura del fuoricasa costituiscano una parte integrante dell’offerta turistica. Particolarmente significativi – è il commento di Lino Enrico Stoppani, presidente di Fipe – anche i dati relativi alle aperture, a conferma del tessuto sano delle nostre imprese e di un comparto che ogni giorno opera con professionalità e passione, anche quando tutti gli altri festeggiano o sono in vacanza. Principi che testimoniano un’etica del dovere e del fare che rendono il nostro settore fondamentale per il futuro del Paese”.

I dati Fipe per il giorno di Pasqua Presenze e aperture. Per domenica 21 aprile i ristoranti in attività saranno il 90% del totale, in leggera flessione (1,5%) rispetto allo scorso anno a causa dell’incertezza delle condizioni meteo che ancora impediscono alla stagione di decollare. Previsioni che tuttavia potranno risultare pienamente attendibili solo a consuntivo. Per quanto riguarda le presenze sono previsti 6,3 milioni di clienti che consumeranno il pranzo pasquale nei ristoranti del Belpaese. La metà saranno turisti, per la maggior parte di nazionalità italiana.

I menù e i piatti A Pasqua i ristoranti proporranno soprattutto menù “a degustazione” (nel 63% del totale), perlopiù composti da sei portate ad un prezzo medio di 53 euro con bevande incluse, in leggero aumento rispetto allo scorso anno. Il 37% degli esercenti offrirà invece menù alla carta di tre portate ad un prezzo medio di 50 euro, bevande escluse. I ristoranti che propongono sia degustazione che à la carte confermano la preferenza dei clienti per la possibilità di comporre il pranzo a proprio piacimento. La spesa complessiva viene stimata in 328,8 milioni di euro. Ma cosa si mangerà prevalentemente sulle tavole pasquali? Nel 76,5% dei casi a farla da padrone sarà la tradizione, all’insegna dei piatti tipici del periodo come l’agnello. Per quanto riguarda i primi piatti non mancherà la pasta fresca, declinata principalmente nella variante delle tagliatelle e dei ravioli; venendo al dessert sarà un trionfo di dolci tipici come pastiere, colombe e cassate, mentre molti piatti avranno la fragola come grande protagonista in qualità di frutto di stagione. Un ristorante su quattro ha invece pensato a menù con rivisitazioni creative e reinterpretazioni della gastronomia locale. Particolare attenzione sarà riservata alle famiglie con bambini, con menù dedicati ai più piccoli nel 37,5% dei ristoranti. Cresce la sensibilità dei ristoratori anche nei confronti di chi ha esigenze alimentari specifiche, da chi soffre di intolleranze alle persone vegetariane o vegane: il 14,7% degli esercenti proporrà menù ad hoc per soddisfare richieste di questo tipo.

Parola d’ordine, sostenibilità: cresce la pratica della doggy bag, anzi, del rimpiattino. Saranno festività antispreco nei ristoranti del Belpaese: il 76% degli esercenti è infatti pronto a mettere a disposizione dei propri clienti un rimpiattino per consentire loro di portare a casa cibi e bevande non consumati sul posto. In ogni caso in linea generale i ristoratori ritengono che almeno per il giorno di Pasqua lo spreco risulterà moderato.

I dati per Pasquetta Presenze e aperture. Lunedì 22 aprile l’82,2% dei ristoranti sarà operativo, un dato leggermente inferiore rispetto al 2018 (-1,1%), tenendo conto della Pasqua molto alta che, meteo permettendo, potrebbe favorire le gite fuori porta. Per quanto riguarda le presenze sono attesi 4,7 milioni di clienti, in linea con i numeri dello scorso anno: per il 59,6% saranno turisti e per il 41% clienti “autoctoni”.

I menù A Pasquetta il 79% dei ristoranti proporrà menù à la carte, in generale composti da tre portate. I menù degustazione avranno invece un prezzo medio di 46,50 euro con bevande incluse. Per il giorno di Pasquetta si stima una spesa complessiva di 229,1 milioni di euro. Le aperture per il 25 aprile e il 1 maggio Per le festività del 25 aprile e del 1 maggio gli esercenti mostrano ottimismo, con un saldo positivo tra chi dice che saranno giornate migliori rispetto allo scorso anno e chi pensa che saranno peggiori. Particolarmente significativo il dato relativo alle aperture, con la quasi totalità dei ristoranti (il 98,2%) che sarà aperta.

Attualità

TRE STUDENTI BIELLESI NEGLI USA

Tre studenti dell’Istituto Bona (Gecaj Fiolla, Quaglia Linda, Fabbri Stefan)  accompagnati dall’insegnante Furno Marchese Enrico hanno partecipato lo scorso 30 marzo, per una decina di giorni, ad un Summit internazionale negli Stati Uniti organizzato dal London County Public Schools in Virginia. Presenti 26 Stati con 35 scuole, il tema affrontato dai delegati dei partecipanti è stato “Mind of a Nation, Spirit of the World” .

Gli eventi e le attività del programma hanno avuto come scopo di permettere agli  studenti delle varie nazioni  di considerare come le loro identità personali come quelle collettive del proprio Paese modifichino le prospettive globali mondiali. I delegati dei vari Paesi hanno esaminato aspetti importanti legati ai diritti umani e politici  con l’obiettivo di porre fine alla povertà, alle diseguaglianze e ridurre i rischi dei cambiamenti climatici.

Attualità #Economia

DIECI MILIONI DI ITALIANI IN VIAGGIO PER IL MEGAPONTE DI PASQUA

Pe il “megaponte” di Pasqua, tra il 25 Aprile e il 1 Maggio saranno quasi un quarto gli italiani che faranno una vacanza in questo periodo, precisamente il 22%, con una durata media superiore a 3 notti e quindi 4 giorni. Le mete preferite sono città d’arte “tradizionali” come Roma, Firenze e Venezia ma anche Palermo, Napoli, Lecce e Matera. A livello europeo si comporta molto bene Madrid, seguita da Barcellona, Parigi, Londra e Praga. Per ciò che riguarda i viaggi a lungo raggio, si distinguono l’Egitto-Mar Rosso e i Caraibi, in particolare Cuba.

La principale motivazione di viaggio è quella di visitare musei, monumenti o mostre ed è per questo motivo che sono proprio le città d’arte che concentrano il 45 per cento delle preferenze. Quasi un terzo degli italiani che partiranno in questo periodo andranno invece al mare. L’analisi dell’indice mensile di fiducia del viaggiatore italiano elaborata da Confcommercio-Confturismo, insieme all’Istituto Piepoli, riporta nel mese di marzo un indice positivo per  un valore pari a 64 punti, in leggera discesa rispetto al mese precedente, ma sempre sui valori massimi per quanto riguarda il terzo mese dell’anno. Un ultimo focus riguarda i viaggi in aereo. Oltre 150 milioni di passeggeri hanno volato lo scorso anno in Italia e dall’analisi si evidenzia che quasi due italiani su tre hanno fatto almeno un viaggio in aereo all’anno. In particolare oltre il 50 per cento dei giovani ha fatto più di un viaggio all’anno ed è proprio questa categoria quella che prende più spesso l’aereo per i suoi viaggi.