Sport #Territorio

13 PODI PER IN SPORT-DYNAMIC SPORT TRIVERO A NOVARA

La squadra di nuoto In Sport-Dynamic Sport di Trivero conquista 13 medaglie a Novara nella seconda tappa del circuito “ACQUAINGIOCO”, promosso dal C.S.I. Piemonte e Valle d’Aosta e dedicato a Davide Filippini, figlio dell’allenatore triverese Fabio Filippini. In gara 22 atleti: Simone Leto, Ilaria Balma, Luca Foglizzo,  Mattia Foglizzo, Alyssa Anziliero, Debora Mantovan, Elisa Moretti, Lorenzo Ronzani, Giulia Sartori, Marta Fileppo, Giulia Cortese, Riccardo Maglioli, Gabriele Napoli, Ludovica Scaglia, Giorgia Tagliani, Ilaria Trinchieri, Matilde Lesna Maranetto, Aurora Loro Lamia, Nikola Malesevic, Viola Scaglia Rat, Alessandro Borio e Lorenzo Yuri Uliana, accompagnati dagli allenatori Fabio Filippini, Mattia De Giuli e Davide Andreotti.  Questi i podi conquistati: oro per Lorenzo Ronzani nei 100 stile libero, Debora Mantovan nei 50 delfino, Matilde Lesna Maranetto nei 50 delfino e Ilaria Balma nei 200 misti. Tre argenti, Luca Foglizzo nei 50 rana, Matilde Lesna Maranetto e Debora Mantovan nei 100 stile libero. Infine sei bronzi, Elisa Moretti nei 50 delfino e rana, Simone Leto e Ilaria Balma nei 50 delfino, Giulia Sartori e Lorenzo Ronzani nei 50 dorso.  Il prossimo appuntamento sarà domenica 10 marzo 2019, sempre a Novara.

Attualità #Sport

IL BIELLA RUGBY ESPUGNA SETTIMO

Si è conclusa con una vittoria 14-9 per Edilnol Biella Rugby la difficile trasferta a Settimo Torinese. Non una vittoria qualsiasi, ma la seconda consecutiva dopo una lunga serie di sconfitte e, nota storica, la prima ottenuta lontano dal campo di casa nella nuova categoria. Una partita durissima, resa ancora più faticosa dall’emozione che comporta giocare un derby. Un buon inizio per Biella ottima a vincere palloni, ma più volte in difficoltà nella gestione dopo la conquista. Pochi gli spazi lasciati a Settimo, gestiti invece in maniera più razionale dagli avversari entrati due volte nei ventidue biellesi e premiati con due possibilità di andare ai pali. 6-0 ad una manciata di minuti dalla fine con una meta praticamente fatta da Leveratto, ma annullata dal direttore di gioco per un passaggio in avanti. A rompere gli schemi ci pensa Daniele Grosso che riceve a metà campo e si inventa un velocissimo cambio d’angolo. Tanto basta per trovare lo spazio ed avanzare da solo verso i ventidue di Settimo. Sapiente il riciclo su Cassutti e la conclusione dell’argentino oltre la linea di meta in prossimità dei pali. Facile la trasformazione per Evans. 6-7 l’inaspettato parziale.

Nervosa la ripresa con Settimo che sfida ripetutamente gli avanti gialloverdi lungo la linea di meta. Ottimo il lavoro di Vaglio e compagni che respingono duramente ogni affronto. Ancora una meta di Leveratto annullata per un altro ‘in avanti’. L’arbitro però, oltre alla posizione errata dell’ala gialloverde, questa nota anche la spinta subita dal giocatore genovese in finale e sanziona i padroni di casa. A Biella la scelta tra i pali e una mischia ordinata. Ongarello va per la seconda e non sbaglia. Il pack biellese conquista di diritto la meta tecnica del 6-14.

Settimo non sfida più gli avanti biellesi, in attacco cerca la touche e nel gioco a terra rimedia la terza possibilità di calciare. Sale a quota nove, ma la difesa di Edilnol Brc è impenetrabile e la gestione intelligente del vantaggio, fissa il 9-14 fino ai tre fischi finali.

Vittorio Musso, presidente di Edilnol Biella Rugby: “Un altro risultato positivo. Questa vittoria ci voleva per la nostra consapevolezza e per il nostro morale. È stata una partita molto difficile dove ci è voluta molta testa, soprattutto negli ultimi venti minuti, quando si trattava di difendere il risultato.

Aldo Birchall head coach Edilnol Biella Rugby: “È stata una gara tiratissima, giocata interamente fianco a fianco con i nostri avversari. Hanno fatto la differenza gli errori che entrambe le squadre hanno commesso, errori inevitabili in una partita tanto sentita a livello emotivo. Grazie anche ai tanti tifosi che oggi hanno seguito e sostenuto la squadra”.

 

Attualità #In primo piano #Sport

COSSATO E VALDENGO IN GRAN SPOLVERO MALE LE ALTRE NELLA DOMENICA DEL PALLONE

PONT DONNAZ HONE ARNAD – LA BIELLESE Pont Donnaz Hone Arnad: Gini; Scala(19’st Cusano), Affinito, Cena(31’ Gai), Piscopo, Fiore, Bresciani, Favre(9’st Jeantet), Varvelli, Amato(20’st Marangone), Pelliccioni(13’st Sassi). A disp. Thomain,  Prola, Marangone, Gai, Jeantet, Cusano, Sassi, Borretaz. All. Cusano. La Biellese: Bastianelli, Verdese, Mancin(25’st Facchetti), Botto Poala,  Ferrarese, Virga, Ceria, Coppo, Paladino(9’st Testori), Cabrini, Cremonte. A disp. Turetta, Sekka, Naamad, Marteddu,  Testori, Canton,  Dossena, Bonel, Facchetti. All. Roano. Marcatoti: 47’ Marangone (PD). Ammonizioni: 46’ Gai (PD); 19’st Fiore (PD); 29’st Ceria (BI); 40’st Bresciani (PD); 43’St Verdese (BI)

Partita equilibrata giocata su un campo duro, ma sotto un sole che nulla aveva dell’inverno valdostano quella tra bianconeri di Biella e gli sgargianti rosso blu della basse valle di Augusta Taurinorum.La partenza è favorevole a La Biellese che con Cabrini da calcio  piazzato trova sul secondo palo Ferrarese che al volo di collo piede prova la conclusione, palla facilmente bloccata da Gini. Poco dopo ecco la risposta dei padroni di casa : Varvelli al volo su cross di Scala non trova la porta per un paio di metri. Il gioco si consuma soprattutto a centrocampo fino al 24esimo quando Verdese prende campo vede il movimento di Paladino e lo serve in buona  posizione, il numero 9 prova la conclusione di sinistro, palla di poco sopra la traversa. Alla mezzora Cena esce per infortunio al suo posto entra Gai. Siamo al 34esimo quando Varvelli da fuori prova una conclusione di drop che finisce fuori alla sinistra di Bastianelli, bello il gesto tecnico del numero 9 valdostano. Poco prima dell’intervallo Cremonte, tra i migliori, vede Cabrini nello spazio , il numero 10 addomestica bene il pallone salta un avversario e  da posizione defilata prova la conclusione sul secondo palo, Gini si rifugia in angolo. Dopo il the dell’intervallo la voglia di vincere la partita è maggiore per gli ospiti e così c’è da segnalare un tiro di Cabrini fuori di tre  metri al 15esimo, un successivo tiro di Gai bloccato da Bastianelli che si allena per le grandi parate : al 20esimo su punizione di Ceria e al  35esimo su nuovo tentativo da calcio piazzato di Cabrini. Sono le occasioni più ghiotte per La Biellese che viene castigata da Marangone nei minuti di recupero : il numero 14 si accentrata e di  interno destro mette il pallone sotto l’incrocio dei pali, Bastianelli tocca ma il pallone finisce in rete. I bianconeri vengono quindi beffati così dopo aver dimostrato per lunghi tratti della gara di saper mettere paura all’avversario e lasciano lontana la zona play off che scivola a 4 punti, gli stessi che distano per essere risucchiati nell’inferno dei play out. In testa sempre più solo il Verbania.

PROMOZIONE A

Delle quattro squadre biellesi impegnate in questo campionato fa il  risultato più clamoroso il Città di Cossato che batte la capolista  Oleggio con due gol di Ravetto in apertura di secondo tempo dopo essere  andati al riposo sotto di uno a zero per una rete al 22esimo minuto di  Budelli. Questo risultato oltre a consentire agli azzurri di posizionarsi a 36  punti al quarto posto in piena zona play off consente alla Fulgor Ronco Valdengo di riconquistare la vetta della classifica in seguito alla  vittoria di misura per uno a zero con gol di Marazzato contro lo Sparta Novara. Male il Ceversama che dopo la vittoria nel derby la scorsa settimana era in cerca di conferme e invece si schianta contro il muro del Dormelletto che dopo due gol (Sacco e De Paoli) si rilassa e subisce il 2 a 1 su rigore del solito Umerosky e poi sbaglia un nuovo penalty con Sacco. In questo modo il Dormelletto esce di un punto dalla zona play out dalla quale il Ceversama non riesce a staccarsi. Risucchiata in quella pericolosa zona di classifica anche il Ponderano che perde male per due a zero in casa contro il fanalino di coda La Chivasso che ora vedendo il Varallo solo lontano di un punto ragiona per lasciare l’ultimo posto in classifica e giocarsi la salvezza con le altre pericolanti tra le quali, oggi come oggi, risultano esserci appunto le due biellesi Ponderano e Ceversama.

ANDREA GUASCO

Attualità

TUTTA UNA QUESTIONE DI CHIMICA

Come giudicano le aziende del tessile la pressione dei brand sulla gestione delle sostanze chimiche in produzione e come si stanno muovendo? La roadmap to zero di ZDHC è nota in Italia e in che misura? Per affrontare certe sfide serve prepararsi, avendo cura che a trasferire le competenze necessarie siano professionisti e docenti esperti, abituati a collaborare con primari brand del fashion così come con le aziende della migliore filiera italiana.Process Factory è il primo provider italiano accreditato da ZDHC per la formazione sul chemical management, con 16 corsi organizzati a partire da fine 2016 e oltre 260 chemical manager adeguatamente formati.

Il primo corso base del 2019 organizzato da Process Factory e accreditato ZDHC si chiama Chemical Management for Textile Industry e si terrà il 7 marzo a Biella. Sviluppato in un’unica giornata per andare incontro alle specificità della filiera italiana, il corso fornisce le conoscenze-base in materia di MRSL e valutazione del rischio chimico, mappatura dei processi e comunicazione tra gli anelli della filiera, chemical inventory, misure di mitigazione dell’impatto ambientale, trattamento delle acque reflue, ruolo del chemical manager, ecc. Il corso rilascia un attestato ufficiale di chemical manager, ruolo chiave in azienda per la corretta gestione delle sostanze chimiche e la loro concreta eliminazione. Per conseguire questo obiettivo richiesto dal mercato, occorrono competenze interne a presidio dell’intero processo produttivo, dall’acquisizione dell’ordine alla gestione degli acquisti, allo sviluppo del prodotto e delle tecniche di produzione, fino al piano dei controlli.

Assicurarsi uno dei posti disponibili per la sessione di Biella e le date successive è semplice: basta registrarsi sulla Piattaforma ZDHC Academy e scegliere il corso di proprio interesse.
Per supporto alla registrazione e maggiori informazioni sulle tipologie di corsi, siamo sempre raggiungibili al numero 055.461947 e/o all’indirizzo mail training@processfactory.it.

A seguire, tutte le date già in calendario, che è e resta, però, un calendario aperto. Per tenervi aggiornati vi invitiamo a visitare con regolarità la sezione Training 4S del sito 4sustainability.

Attualità #Sport

BOTALLA TEAM VOLLEY CORSARO A RIVAROLO

Se pur molto rimaneggiato il Botalla Formaggi TeamVolley centra a Rivarolo la sesta vittoria stagionale. Nella sedicesima giornata del campionato di serie D le biellesi s’impongono per 1-3 (25-16, 20-25, 19-25, 21-25). Il tecnico delle cossatesi Marco Ferraro schiera Vittoria Graziola in palleggio con Rebecca Melotti opposto; Clarissa Graziola e Loro Piana in banda; Nakeva e Perissinotto centrali, con libero Angelillo. «Per noi questa era una partita fondamentale – dice il tecnico -. I tre punti ci permettono di allungare in maniera importante sul terz’ultimo posto, occupato proprio da Rivarolo. Un crocevia fondamentale al quale siamo arrivati con tante assenze: Zatta, Bognetti, Vodopi e Orlando. Abbiamo pagato con un primo set giocato malissimo, dove le padrone di casa ci hanno preso a pallate. complice un nostro atteggiamento non ideale. Poi ci siamo riprese, giocando anche una buona pallavolo. Sono contento per la reazione e per i tre punti». Buona la prestazione al servizio e il lavoro del muro. «A livello di singoli mi sento di poter elogiare Biassoli, subentrata a Graziola, è stata capace di dare una svolta, distribuendo meglio il gioco e fornendo una battuta efficace. Bene anche Perissinotto è stata molto continua e in muro-attacco si è disimpegnata alla grande».

RIVAROLO – BOTALLA FORMAGGI TEAMVOLLEY 1-3

Parziali: 25-16, 20-25, 19-25, 21-25

Tabellino: Vittoria Graziola 0, Clarissa Graziola 16, Nakeva 11, Fantini 2, Ippolito 0, Perissinotto 11, Angelillo L1, Rebecca Melotti 4, Biassoli 5, Loro Piana 12, Rachele Melotti n.e.. All. Ferraro. 2° All. Busancano. Dir. Brigo.

 

Attualità #Eventi & Musica

SULLE TRACCE DI SEBASTIANO FERRERO

Tracce della visione di un uomo del Rinascimento sul territorio Biellese. Si parlerà di questo giovedì 28 febbraio nella conferenza dell’architetto Antonella Perin, dedicata al ruolo di Sebastiano Ferrero (1438-1519) come committente a Benna. Fù uno straordinario committente in campo architettonico, si pensi solo al complesso lateranense di San Sebastiano a Biella e alle chiese, cappelle e palazzi da lui commissionati a Torino, Milano e Roma, un progetto in parte riflesso nelle pagine del suo testamento dove la patria d’origine riveste un ruolo di primo piano.

La documentazione fino a oggi rintracciata attesta come egli abbia sovvenzionato la realizzazione di una gran quantità di manufatti, decorazioni e fabbriche, di cui purtroppo poco è rimasto a causa delle trasformazioni, dispersioni e demolizioni che si sono succedute nel tempo. In tale ambito il territorio biellese costituisce un’eccezione perché alcuni degli edifici a lui riferibili si sono conservati nonostante le trasformazioni e gli abbattimenti. In particolare il feudo di Benna, secondo quanto riferiscono le fonti, costituisce uno spazio dove l’intervento di Sebastiano – investendo non solo l’architettura ma anche il territorio – dovette essere totalizzante. L’ingresso alla conferenza è libero ma, per ragioni organizzative, è richiesta la registrazione inviando una email all’indirizzo info@generazionieluoghi.it o chiamando il numero 331.6797411 entro le 12 di giovedì 28 febbraio. La conferenza è organizzata a Palazzo La Marmora dal Centro Studi Generazioni e Luoghi.

Attualità #Cronaca

LA CULTURA DELLA LEGALITA’ FA TAPPA A COSSATO

Nell’ambito progetto “Cultura della Legalità”,  incontro tenuto dal Maresciallo Ordinario Farruggia Rosario con gli alunni dell’Istituto Comprensivo “Lucia Maggia” di Cossato.

L’appuntamento ha visto coinvolti circa 40 alunni e ha trattato la tematica della legalità, con particolare riferimento alle norme di civile convivenza, al corretto utilizzo dei social network ed al rispetto del prossimo e delle diversità, gli studenti intervenuti hanno partecipato con domande e richieste di approfondimenti

Attualità #Sport

OCCASIONE PERSA PER LA BONPRIX TEAMVOLLEY. RIVAROLO VINCE AL TIE BREAK

La costante è il tie-break. All’andata le cossatesi s’imposero al quinto set, annullando una serie infinita di match alle rivali; sabato sera le torinesi hanno reso pan per focaccia alle biancoblù che, avanti di due set a zero si sono fatte riprendere e poi superare nel finale. E’ finita 3-2 (24- 26, 22-25, 25-19, 25-20, 15-9) per le padrone di casa. Coach Preziosa inizia la partita con Daffara in cabina di regia e Bazzani opposto, Marra e Silvestrini di banda, Nazzi e Zacchi al centro, Rastello e Cimma per la solita alternanza dei due liberi. La bonprix è uscita bene dai blocchi di partenza (7-8, 15-16), è brava a recuperare nella fase finale del primo set (21-17), per chiudere meritatamente ai vantaggi. Nella seconda frazione le cose continuano a girare al meglio per le ospiti (4-8, 14-16) che mantengono sempre qualche punto di vantaggio, portandosi sullo 0-2. Nel terzo Rivarolo cambia marcia: Preziosa prova a inserire Peracino e nel corso del set entrano pure Abbiate e Campana, ma le torinesi sono sempre avanti (8-5, 16-12, 21-17) e accorciano le distanze. Il quarto set è punto a punto fino al 21-19, dove Rivarolo sfrutta le occasioni e allunga la sfida al tie-break. Nel quinto set dal 10-8 un parziale di 5-1 chiude la pratica a favore delle padrone di casa.

«Eravamo avanti 2-0 pur non giocando benissimo, ma lavorando tutte insieme. Nel terzo abbiamo avuto un pizzico di sufficienza e nel momento importante le avversarie sono scappate. Il problema è stato il quarto set, che ci ha visto infilare un bel parziale di 7-1 ed eravamo 15-18, ma è arrivata una battuta sbagliata che ha compromesso le cose e nel tie-break non c’è stata storia.» Così analizza a fine partita coach preziosa la partita

RIVAROLO VOLLEY – BONPRIX TEAMVOLLEY 3-2

Parziali: 24- 26, 22-25, 25-19, 25-20, 15-9

Tabellino: Tortora 0, Silvestrini 9, Peracino 5, Campana 0, Daffara 2, Abbiate 4, Rastello L1, Zacchi 14, Salono n.e, Nazzi 14, Marra 4, Cimma L2, Bazzani 4. All. Preziosa. 2° All. Chauviere. Dir: Spagnolo

Attualità #Società

WATER LOVERS UN GIOCO EDUCATIVO ON LINE

Sono più di mille i ragazzi che a pieno ritmo stanno partecipando al progetto Waterlovers gioco-concorso rivolto alle scuole secondarie di primo grado delle province di Biella, Vercelli e di Casale Monferrato, promosso da ATO2 per favorire una maggiore conoscenza e informazione del valore dell’acqua. A dire il vero il numero totale di partecipanti sono 1078 appartenenti a 53 classi e 22 scuole iscritte con 21 Comuni partecipanti, distribuiti su tutto il territorio. Waterlovers è gioco educativo online dedicato alle scuole, che coinvolge le classi in una sfida divertente, sotto forma di quiz a risposta multipla, e che permette di veicolare importanti conoscenze sul tema “Acqua”, i suoi usi e la gestione consapevole. Gli alunni coinvolti hanno l’opportunità di apprendere divertendosi e di mettersi in gioco per conquistare i premi in palio!

MA DI COSA SI TRATTA 

  • Progetto didattico gratuito rivolto alle scuole secondarie di primo grado delle Province di Biella, Vercelli e i comuni del Casalese
  • 6 ambienti di gioco da esplorare per cercare le domande nascoste all’interno degli oggetti proposti a cui rispondere
  • Contenuti trattati attraverso le domande del gioco:
    • ○ Storia della risorsa Acqua
    • ○ Il ciclo antropico dell’acqua
    • ○ Gli usi dell’acqua e i numeri del consumo
    • ○ Approfondimenti e curiosità
    • ○ Buone pratiche per evitare gli sprechi
  • n. 6 Schede tematiche di approfondimento con proposte per attività didattiche in classe nel corso del gioco inviate come News periodiche (ogni 15/20 giorni, che accompagneranno l’attivazione dell’ambiente nuovo) agli insegnanti aderenti
  • Attività di back office a supporto dei docenti (info@waterlovers.online e numero di segreteria dedicato)
  • Premiazione finale per le prime tre classi vincitrici della provincia di Biella / Vercelli e la prima di Casale M.to con buoni per materiali didattici
  • Inizio del concorso: 10 Dicembre 2018  Fine: 12 Aprile 2019

 

 

 

 

 

 

I successivi sblocchi avverranno nei giorni:

 

  • 11 Febbraio: ambiente 4 e newsletter 4
  • 26 Febbraio: ambiente 5 e newsletter 5
  • 12 Marzo: ambiente 6 e newsletter 6

 

I punti totalizzati fino ad oggi dalle classi partecipanti sono più di 140.000, un successo di pubblico e di abilità! Ogni alunno ha già avuto come regalo un segnalibro/righello dedicato all’acqua.

 

 

 

Sport

BASKET FEMMINILE – BFB VINCENTE ANCHE NEI 3VS3

Soddisfazioni in casa Basket Femminile Biellese. Se le squadre giovanili e senior stanno portando a casa risultati positivi nei rispettivi campionati, un altro importante obiettivo è stato raggiunto dalla società laniera. Da quando il 3 contro 3, che rappresenta lo spirito del ”campetto” è entrato a far parte delle discipline olimpiche, la Fip, con Fisb e e Fiba, ha introdotto anche il torneo che stabilira ad inizio estate i campioni d’Italia a livello giovanile.
Tra i mille impegni di campionato, si è conclusa la prima fase organizzata sul territorio piemontese in forma di spezzatino. Per tre domeniche, in altrettante sedi, si sono sfidate le formazioni che puntavano alle finali regionali. La Bfb, che si è presentata domenica 9 febbraio sul parquet di Livorno Ferraris con una formazione under 16 ed una under 18, ha superato brillantemente la prima fase in entrambe le categorie.
La prima squadra a misurarsi con le avversarie è stata l’under 18, con Giulia Dovana, Marta Sarrocco e le ”piccole” Annika Ricino e Francesca Guzzon. Dopo combattutissimi incontri, la formazione laniera si è piazzata alle spalle delle due squadre di Castelnuovo Scrivia (tra le cui fila sono presenti ragazze che completano la formazione di A2) qualificandosi anche con Vercelli. A seguire è stata la volta dell’under 16. Ancora presenti Ricino e Guzzon, affiancate da Ylenia Zanforlini e Giada Peron. Anche qui una serie di match tirati, spesso terminati ai supplementari, dove Biella ha strappato il pass delle finali regionali alle spalle di Venaria e Casale. Ora, nel mese di marzo, appuntamento a Collegno per decretare chi andrà alle finali nazionali. Al di là di quale sarà il risultato, grande soddisfazione per il risultato ottenuto ed per la consapevolezza di rientrare nel ristretto numero delle migliori squadre piemontesi.