Attualità #biellacronaca #Cossato #Sociale #Territorio

LA PIOGGIA NON ROVINA LA NOTTE BIANCA DI COSSATO (Articolo e Fotogallery)

Nonostante un violento, ma rapido, acquazzone che ha colpito Cossato proprio all’ora di cena, la ‘Notte Bianca’ dei commercianti e di ‘Platea Cibis’ è stata un successo.

Leccornie da tutto il mondo nei banchi di street food tra via Amendola e il Municipio e quasi tutti i negozi di via Mazzini aperti ( e molti con bancarella su strada per esporre i prodotti) intervallati da varia animazione musicale con Aurora Calabrese, Max Music e il Coro Noi Cantando tra gli altri.

Una serata accompagnata anche dall’animazione di Minnie e Topolino, dalle bolle di sapone giganti, dall’allegria del gruppo di Cossato Monte, dal rombo dei motori tuning e dai bassi delle casse delle stesse auto modificate.

Insomma un successo che continua oggi con il ‘Mercato della Crocetta’ e lo ‘Street food’ di Platea Cibis. Visibilmente soddisfatti gli organizzatori di Cossato e il neo sindaco Enrico Moggio.

Ambiente #Attualità #biellacronaca

CAMMINA E PULISCI L’INIZIATIVA DI NOVACOOP CON ERICA A FAVORE DELLA BESSA SABATO PROSSIMO

L’abbandono deliberato o involontario di rifiuti di piccole dimensioni in spazi pubblici o aperti all’utilizzo del pubblico è all’origine dell’80% della spazzatura che inquina i nostri mari e gli oceani. Per offrire un momento di informazione e sensibilizzazione sulla difesa del nostro ecosistema Nova Coop, in collaborazione con la cooperativa Erica e con l’Ente Parchi  del Ticino e del Lago Maggiore organizza per sabato 8 giugno l’iniziativa “Coop cammina con Keep clean and run”: quattro camminate nelle aree protette del Parco del Ticino Piemontese, del Parco dei Lagoni di Mercurago, della Riserva Naturale della Bessa ed infine nel Parco Naturale delle Lame del Sesia per abbinare la scoperta dell’ecosistema all’attività fisica all’aria aperta ma con un occhio particolare anche all’ambiente, raccogliendo i rifiuti incontrati lungo il percorso.

L’iniziativa trae ispirazione dalla eco-maratona Keep clean and run (“Pulisci e corri”) ideata nel 2015 da AICA – Associazione internazionale per la Comunicazione ambientale per connettere sul territorio attraverso un percorso vari momenti locali di sensibilizzazione e pulizia dell’ambiente circostante grazie al coinvolgimento di associazioni e gruppi spontanei. In Svezia è stato coniato anche un termine per descrivere l’attività sportiva di raccogliere rifiuti mentre si corre: plogging, dall’unione di plocka upp (raccogliere) e jogging.

 

Le attività si svolgeranno dalle 10.00 alle 12.30, con partenza in simultanea in quattro aree protette gestite dal Parco del Ticino e del Lago Maggiore:

Lame del Sesia: via Cardinal Mercurino, 5 – Albano Vercellese (VC)

Coordinate GPS: 45°25’33.1″ N 8°22’56.2″ E

Lagoni di Mercurago: via Gattico 6 – Arona (NO)

Coordinate GPS: 45°44’28.4″ N 8°32’45.5″ E

Mulino Vecchio di Bellinzago: Roggia Molinara Valle del Ticino – Bellinzago Novarese (NO)

Coordinate GPS: 45°34’18.8″ N 8°41’21.4″ E

Bessa: via Roma 2 – Cerrione (BI)

Coordinate GPS: 45°28’09.8″ N 8°04’08.2″ E

Con la cooperativa Erica e Keep Clean and Run ci si preparerà alla camminata con esercizi sulla respirazione e sul movimento, imparando di più sul littering (cattiva pratica che prevede il rilascio di piccole quantità di rifiuti in spazi pubblici senza utilizzare gli appositi cestini), sul percorso dei rifiuti e sul loro smaltimento. Al termine della camminata tutto ciò che sarà stato raccolto, suddiviso per materiale, sarà pesato da un tecnico della cooperativa Erica che restituirà il significato del dato in termini di valore dei materiali, impatto ambientale ed emissioni evitate.

Attualità #Sport

CONTINUA LA COSTRUZIONE DELLA SQUADRA DEL RUGBY DELLA PROSSIMA STAGIONE

Confermati per la prossima stagione il mediano di mischia Fausto Perissinotto, già in prestito dal Monferrato nell’ultimo campionato, e la terza linea Luca Vecchiato.

Corrado Musso, direttore sportivo Brc: “Entrambe i giocatori hanno lavorato molto bene durante l’ultimo campionato, sono ragazzi che ci sono piaciuti parecchio per attitudine e serietà. Fausto era con noi per un progetto di lavoro, ora ha deciso di iscriversi a scienze infermieristiche, quindi il progetto di lavoro si trasformerà in una borsa di studio. Luca Vecchiato è cresciuto molto tecnicamente. Tutti e due hanno deciso di rimanere con grande entusiasmo e stanno lavorando, proprio in questi giorni, al primo blocco di preparazione”.

Fausto Perissinotto: “Ho deciso di fermarmi a Biella perché l’ambiente sportivo del club è accogliente e soprattutto stimolante. Tutti intorno a me hanno voglia di lavorare, raramente qualcuno decide di saltare gli allenamenti e se lo fa è sempre per validi motivi. È un’opportunità per crescere ancora e magari trovare più spazio essendo alla mia seconda stagione. Sarò a Biella almeno fino al 2020 e volendo iniziare un percorso di studi chi lo sa, magari potrei fermarmi anche di più. A Biella ho trovato coinquilini, colleghi e compagni con cui ho condiviso non solo gli impegni sportivi, condizione che ha reso questa città la mia seconda casa. La prossima stagione sarà in discesa rispetto alla prima. Mi aspetto grandi cose come tutti penso, perché ci siamo resi conto di avere la stoffa per essere competitivi in serie A, e non solo per farne parte. Il problema della stagione scorsa sono stati i tanti innesti da fuori, che hanno avuto bisogno di tempo per amalgamarsi e per imparare a giocare come squadra.”.

Luca Vecchiato: “Il cammino affrontato quest’anno con i miei compagni mi ha fatto crescere davvero molto sia dal punto di vista fisico e tecnico, sia come persona. Scegliere di prolungare il contratto per la prossima stagione è stato tutt’altro che difficile: sono convinto che il Biella Rugby ha ancora tanto da insegnarmi e sento che anch’io posso dare ancora molto al club. L’obiettivo che mi pongo per la prossima stagione è di fare meglio di quest’anno, perché abbiamo un enorme potenziale che ci porterà a grandi miglioramenti. Sono sicuro che, con il lavoro di pre-campionato cominciato lunedì sera con i tecnici, conquisteremo grandi soddisfazioni durante la prossima stagione.”.

Attualità #Commercio #In primo piano #Senza categoria

RIFORMA FISCALE, INNOVAZIONE E INFRASTRUTTURE LE PAROLE CHIAVE DEL FUTURO DEL COMMERCIO

n Europa c’è bisogno di un’Italia protagonista, che sappia fare proposte. Tra queste “è prioritario togliere dal computo del deficit gli investimenti cofinanziati in materia di infrastrutture, di innovazione e di capitale umano; completare l’Unione bancaria con uno schema comune di garanzia dei depositi rilanciare l’iniziativa per il varo di un’efficace web tax”. Il presidente Carlo Sangalli ha iniziato la sua relazione all’Assemblea 2019 di Confcommercio con uno sguardo oltreconfine, per poi passare subito a parlare del nostro Paese, al quale servono “realismo e saggezza” visto che la situazione economica non è certo tranquillizzante.  “Non basta quello che si sta già facendo, la ripresa è quasi nulla e per la crescita si deve e si può fare di più”, ha detto Sangalli, sottolineando che “restano sfide strutturali che vanno vinte per imboccare un nuovo sentiero di sviluppo”. Tra queste “una maggiore produttività nei servizi, perché sono i servizi di mercato il polo attrattore di produzione ed occupazione: prima, durante e dopo la crisi. In particolare, le imprese condotte dalle donne. Sono le nostre imprese, le imprese del commercio, del turismo, dei servizi, della logistica e delle professioni, che negli ultimi venti anni hanno difeso l’occupazione di questo Paese”. Per raggiungere l’obiettivo della crescita il presidente di Confcommercio ha suggerito l’utilizzo di “due ali – innovazione e infrastrutture – e un motore, la riforma fiscale”. Bisogna dunque “puntare sul digitale”, ma per le imprese rappresentate da Confcommercio ciò significa anche “un cambiamento di prospettiva della pubblica amministrazione. La digitalizzazione funziona benissimo per i controlli e per le tasse, mentre la cattiva burocrazia continua ad ingessare le imprese e ad essere un costo aggiuntivo”. Basti pensare ai nuovi registratori di cassa: “abbiamo chiesto sei mesi, solo sei mesi in più, per organizzarci e affrontare l’investimento. E’ davvero così complicato venire incontro a questa richiesta?”, si è chiesto Sangalli, che ha quindi evidenziato che “c’è vera innovazione dove la tecnica e la tecnologia migliorano il nostro essere persone, comunità e società”. Passando al capitolo infrastrutture, il presidente confederale ha esaltato il ruolo di trasporti e logistica chiedendo “una strategia europea integrata per l’accessibilità e il completamento, senza esitazioni o fraintendimenti, del disegno delle reti prioritarie di trasporto”. Infine, il “motore”, la riforma fiscale, prima della quale occorre però “eliminare definitivamente gli aumenti delle aliquote Iva previsti nel prossimo biennio”. Questa, ha scandito Sangalli, “non è una battaglia della Confcommercio, per la Confcommercio. E’ una battaglia della Confcommercio a beneficio di ciascuno e di tutti i cittadini”. Al di là delle rassicurazioni, “siamo e restiamo preoccupati perché mi pare si cominci a respirare un clima politico e culturale di rassegnazione come se l’aumento dell’Iva appartenesse al nostro destino e non fosse una scelta nelle nostre mani. Usciamo da questa trappola, mentale prima che contabile, noi non abbassiamo la guardia, né oggi, né domani, né mai”, ha aggiunto. L’altra grande urgenza fiscale è “il processo di riordino e progressiva riduzione delle aliquote d’imposta sui redditi personali”, che deve tenere insieme tre principi: “semplicità degli adempimenti;  equità di una ‘no tax area’ che valga per lavoro dipendente e autonomo;  progressività, anche attraverso un uso accorto delle detrazioni e delle deduzioni d’imposta”. Le risorse dovranno essere trovate “dal riordino e dalla riduzione della spesa pubblica improduttiva, dalle dismissioni di patrimonio, dal contrasto e dal recupero di evasione ed elusione”. Passando a parlare di contratti e rappresentanza, il presidente di Confcommercio ha detto: “noi siamo per uno Stato autorevole. E uno Stato forte e autorevole riconosce, in chiave di sussidiarietà, il ruolo dei corpi intermedi, il ruolo delle parti sociali. Chiediamo di permetterci di fare meglio il nostro lavoro, rafforzando la contrattazione collettiva tra le parti sociali più rappresentative”. Capitoli successivo delle relazione il tema delle città, dove va migliorata la “qualità del vivere e del lavorare, dai centri storici alla rigenerazione delle periferie”, esaltando “la capacità dell’impresa diffusa di contribuire al lavoro di ‘rammendo’ di città grandi e piccole”. E quello del turismo, settore nel quale “pesano i ritardi nell’emanare – e a volte anche semplicemente nell’applicare – norme di contrasto all’abusivismo” e per il quale “va messa in campo una strategia a regole vigenti ripartendo dal Piano Strategico di Sviluppo del Turismo per il periodo 2017-2022”. Infine gli investimenti, pubblici e privati: “ci sono – ha sottolineato Sangalli – oltre 100 miliardi di euro di opere programmate a bilancio, i cantieri vanno sbloccati davvero e non solo sulle pagine della Gazzetta Ufficiale”, mentre il rilancio degli investimenti privati “chiama in causa la riattivazione del circuito virtuoso tra credito e sviluppo di cui i Consorzi Fidi devono essere parte integrante”.

Attualità #Economia

SOLUZIONI FIPE: GLI ALLERGENI CAMBIANO PROSPETTIVA

Un pubblico esercizio deve sottostare a una molteplicità di norme e regolamenti. La norma sull’etichettatura degli alimenti e in particolare la parte che riguarda gli allergeni appartiene a quella categoria di regole che, oltre ad essere utili, sono anche indispensabili. Nel caso delle allergie alimentari stiamo registrando un considerevole aumento delle persone che dichiarano di soffrirne va quindi in questa direzione la norma che richiede ai nostri imprenditori di identificare in ogni piatto le sostanze allergizzanti e di darne la giusta comunicazione al cliente. Il vademecum sugli allergeni che FIPE (Federazione Italiana Pubblici Esercizi) ha voluto realizzare, è non solo un dovere ma anche un’opportunità per migliorare la relazione con il cliente attraverso la definizione di un servizio sempre più personalizzato.

Un’ attività come la nostra deve essere on grado di alimentare un rapporto fiduciario in cui, il vero obiettivo, è il benessere del cliente. Il cliente ha bisogno e diritto di avere informazioni, non solo sugli allergeni, ma più in generale sul contenuto delle pietanze. Ascom Biella è a disposizione per fornire ogni tipo di informazione. Potete contattare Luca Deriu al numero : 015-8352705 oppure scrivendo una mail: lderiu@ascombiella.it. Perché vogliamo dare un servizio di qualità ai nostri somministratori e renderli soddisfatti!

Attualità #biellacronaca

RIAPRE IL REGISTRO STORICO DELLE IMPRESE

Riaprono le iscrizioni al Registro nazionale delle imprese storiche, istituito da Unioncamere nel 2010 per valorizzare e premiare le aziende attive da almeno 100 anni e che quindi rappresentano un fondamentale esempio di crescita e lungimiranza capace di tramettere un patrimonio di esperienze e valori imprenditoriali. Potranno candidarsi all’iscrizione al Registro delle imprese storiche tutte le imprese di qualsiasi forma giuridica operanti in qualsiasi settore economico, iscritte nel Registro delle imprese e ancora attive, aventi sede legale nelle province di Biella e Vercelli, con esercizio ininterrotto dell’attività nell’ambito del medesimo settore merceologico, per un periodo non inferiore a 100 anni. Questo requisito temporale deve essere maturato al 31 dicembre 2018, ovvero, l’attività deve esistere almeno dal 1918.

Le imprese interessate possono presentare la domanda di iscrizione gratuita entro il prossimo 20 luglio e, oltre al modulo di interesse compilato, dovranno allegare una breve relazione sulla vita dell’azienda dalla costituzione ad oggi, dalla quale si evinca, in particolare, la continuità storica dell’impresa; copia della documentazione storica utile a dimostrare la data di avvio dell’attività o della costituzione, qualora queste non coincidano con quelle risultanti dalla visura camerale e, in ultimo e in via facoltativa, eventuale copia di pubblicazioni e/o documentazione storica sulle origini e sulla storia dell’impresa.

Sarà inoltre particolarmente apprezzato, per l’eventuale pubblicazione nel Registro delle imprese storiche, l’invio del logo o marchio attuale dell’impresa, di fotografie d’epoca o riproduzioni di documenti storici (lettere commerciali, documenti contabili, cataloghi storici, marchi storici, pubblicità ecc.), corredati da didascalie (data o periodo, breve descrizione del contenuto del documento o della fotografia ecc.). Il materiale consegnato verrà esaminato per validare le informazioni dal punto di vista storico-scientifico e la Camera di Commercio informerà l’azienda dell’esito della richiesta presentata sia in caso positivo che negativo. La domanda può essere presentata in formato digitale inviando tutto il materiale all’indirizzo e-mail  segreteria@bv.legalmail.camcom.it o tramite raccomandata con avviso di ricevimento oppure può essere consegnata a mano all’Ufficio Protocollo della sede camerale di Vercelli. Per maggiori informazioni è possibile consultare il sito web camerale www.bv.camcom.gov.it oppure telefonare ai numeri 0161.598219/256 o scrivere all’indirizzo e-mail segreteria@bv.camcom.it.

Attualità #biellacronaca

15 NUOVI “PUNTO POSTE” PER LA RETE E-COMMERCE DI BIELLA

Nella provincia di Biella cresce “Punto Poste”, la rete di Poste Italiane per il ritiro degli acquisti online e la consegna di eventuali resi. Grazie all’accordo quadro firmato con la Federazione Italiana Tabaccai, accanto ai 85 Uffici Postali di Biella – 81 dei quali con servizio di Fermoposta – sono infatti già operativi 15 nuovi “Punto Poste”: si tratta di 13 tabaccai, oltre a 2 lockers, gli armadietti per il ritiro e la spedizione automatica di pacchi che offrono un servizio no-stop 24 ore su 24, fino a 7 giorni su 7. E’ dunque sempre più diffusa e capillare la rete di Poste Italiane in tutto il Paese al servizio dei nuovi bisogni degli italiani nell’era del digitale e del commercio elettronico a conferma dell’attenzione che da sempre l’azienda riserva al territorio e alle sue comunità.

Con l’obiettivo di rispondere alle mutate esigenze dei cittadini e delle imprese, Poste Italiane sta completando consistenti investimenti sullo sviluppo della logistica legata all’e-Commerce in tutta Italia, un mercato che grazie alla semplicità, alla velocità e facilità dei servizi di accesso, offre un potenziale di crescita consistente ed ancora in parte inesplorato. La rete “Punto Poste” sul territorio italiano conta oggi su 1438 punti di consegna, che saliranno ad oltre 3.500 entro fine anno, affiancando ed integrando la più grande e capillare rete distributiva d’Italia formata da oltre 12.800 Uffici Postali, più di 11.800 dei quali con servizio di Fermoposta.

 

Attualità #biellacronaca

A RIVOLI BI ROLLER FA INCETTA DI PREMI

Grande risultato per Bi Roller domenica scorsa, 2 giugno, alla 4° tappa CNO che si è svolta alla pista piana di Rivoli: grazie al contributo dei 13 atleti la società di pattinaggio corsa biellese, accompagnati dal Coach Denis Pezzana e dal vice Guglielmo Sangiorgi, ha conquistato la 10° posizione in classifica (su 30 team partecipanti). Sulla scivolosissima pista di via Sestriere, piccoli e grandi pattinatori si sono messi alla prova in gare corte (2 o 3 giri) e lunghe (5, 7 o 25 giri) a seconda delle categorie. Bravissima Carolina Fojaca, categoria Giovanissimi, che è stata vittima di uno scivolone nella gara sprint ma è arrivata senza problemi al tragardo e poi è riuscita a svolgere e concludere senza intoppi la gara lunga.

Per gli Esordienti, ottime prestazioni di Zoe Favola Bonvicino e Angelica Festa che hanno gareggiato con grinta affrontando con il sorriso le difficoltà del percorso. Strepitoso Michele Rocchetti che pattinando molto bene e con grande controllo di gara è arrivato 2° nella gara sprint e 4° nella gara lunga, aggiudicandosi la 3° posizione del podio nella combinata. Un po’ in difficoltà per la pista scivolosa, Annibale Sangiorgi, Ragazzi 12, non è riuscito ad esprimersi al meglio. Brave le pattinatrici della pari categoria femminile, Giulia Fojaca e Alice Corradino che, di gara in gara, stanno nettamente migliorando le proprie prestazioni personali.

Buoni risultati anche per gli atleti della categoria Ragazzi: le ragazze Susanna Rocchetti e Dora Ferretto non sono riuscite ad esprimere pienamente se stesse ma ci hanno pensato i maschi a fare incetta di coppe.  La migliore prestazione è stata quella di Tommaso Bonvicino che nella gara lunga di 25 giri ha conquistato la finale gareggiando durante il turno di qualificazione con grande maestria  e poi ha dato il meglio di sé anche nella finale, chiudendo al traguardo con un 4° posto, 7° in combinata. Achille Sangiorgi ha corso un ottima qualificazione della gara sprint conquistando il terzo miglior tempo; avrebbe potuto correre meglio nella finale ma, a causa di un inciampo alla partenza, ha chiuso in 6° posizione, peccato anche per la gara lunga dove è stato  eliminato a causa di un terzo tocco di birillo. Alla fine, in combinata, Sangiorgi si è aggiudicato la coppa della 10° posizione. Anche Lorenzo Bonvicino ha corso una bella gara lunga conquistando la 7° posizione ma purtroppo è stato eliminato nella corta. Infine, complimenti a Giulio Varnero, atleta neo agonista, che ha conquistato la sua prima coppa, premiato in combinata al 15° posto.

La prossima settimana ci sarà una pausa delle competizioni e poi i Giovanissimi ed Esordienti saranno impegnati ai Giochi Tiezzi di Fanano, il 14 e 15 giugno. Seguirà, il 23 giugno, la 5° tappa di Trofeo CNO a Bellusco per tutte le categorie.

Attualità #biellacronaca

LA PRESENTAZIONE DELLA NERA SPIGA DI GRANO

Un thriller al cardiopalma che inquieta e tiene sulle spine in attesa del colpo di scena finale. Questo è ciò che è lecito aspettarsi da “La nera spiga di grano”, il nuovo romanzo di Lester Rodella (edito da Argento Vivo, 2019) che sarà presentato il 21 giugno presso il salone dell’Asilo di Granero, frazione di Portula (BI). Nel nuovo libro di Rodella il protagonista è un uomo che si risveglia rinchiuso in una stanza al buio, senza sapere chi sia, né perché si trovi in quel posto. Una situazione angosciante, aggravata da un sogno lugubre e ricorrente: il volto sorridente di una donna, una sinistra cantilena e l’immagine di una spiga nera.

Nella vicenda del personaggio principale un lungo percorso claustrofobico per ritrovare ciò che gli manca, la libertà e l’identità, in un crescendo di tensione e di emozione, fino a quando riesce a capire quanto le due cose dipendano, per lui, l’una dall’altra: il momento della scelta si avvicina inesorabile: quale scegliere, fra l’una e l’altra? Lester Rodella, classe 1982, una vita fra Vercelli e Biella, è un autore piuttosto noto sul territorio e si ripresenta di fronte al proprio pubblico con un’opera matura: dopo l’esordio con “Il Viaggiatore” nel 2002 e il secondo romanzo denominato “Il Guardiano” nel 2006, ha pubblicato “Ogni infinito secondo” nel 2009 e “In un battito d’ali” nel 2014. “La Nera Spiga di Grano” è il suo quinto romanzo e sarà presentato per la prima volta il 21 giugno, alle ore 21, presso il salone dell’Asilo di Granero. Lester Rodella incontrerà in seguito i lettori anche a Borgosesia (VC), la settimana seguente, presso la libreria “Il Colibrì”: appuntamento il 29 giugno in Piazza Parrocchiale 2, per una dedica dell’autore sul libro e poter discutere insieme del suo nuovo lavoro.

Attualità #biellacronaca

PIU’ BELLEZZA IN VALLE

Il Premio + bellezza in Valle, promosso dal Rotary Club di Valle Mosso che ne ha costituito un apposito comitato di gestione, si propone di contribuire al miglioramento della bellezza nel Territorio delle Valli del Biellese Orientale. Finalizzato al riconoscimento ed alla valorizzazione degli interventi effettuati sul Territorio che ne abbiano comportato un miglioramento del contesto paesaggistico, è articolato su due Sezioni, Edilizia e Ambientale. Alla sua 1a edizione, sono stati candidati quasi 30 interventi.

La Giuria, composta da Corrado Panelli, presidente, Elena Accati, Alberto Barberis Canonico, Luisa Bocchietto, Andreas Kipar, Cristina Natoli, Michelangelo Pistoletto, Andrea Rolando e Giovanni Vachino ha selezionato gli interventi finalisti ed ha altresì deciso di segnalare per rilevanza e unicità dell’opera costantemente svolta negli anni a favore della cura e del miglioramento della bellezza del Territorio la Famiglia Ermenegildo Zegna di Trivero. Grazie alla sponsorizzazione del Lanificio Successori Reda, è stato istituito  il Premio REDA alla bellezza che viene pertanto attribuito al Gruppo Ermenegildo Zegna di Trivero, Valdilana. Il Premio verrà consegnato in occasione della Cerimonia di Premiazione che si terrà il 15 giugno, alle 16.30, all’auditorium del Ristorante Castagneto, alla Brughiera di Trivero, Valdilana. Nell’occasione saranno comunicate le motivazioni della scelta operata.

Alla premiazione farà seguito una tavola rotonda cui parteciperanno: Andreas Kipar, architetto paesaggista membro della Giuria Luca Dal Pozzolo, professore direttore dell’Osservatorio culturale del Piemonte Guido Venturini, già direttore generale di Touring Club Italiano oltre a Paolo Piana, presidente Rotary Club di Valle Mosso promotore del Premio Corrado Panelli, presidente della Giuria, ha dichiarato “un Premio come il nostro non poteva non attestare che sul Territorio esiste uno degli esempi più rilevanti a livello nazionale di opere realizzate da un privato con la specifica finalità di accrescere la gradevolezza dell’ambiente in cui vivevano i suoi concittadini e soprattutto i suoi collaboratori e i suoi dipendenti.

Questa visione sociale del valore della bellezza e la capacità di interpretarla in modo facilmente comprensibile e condivisibile, fanno di Ermenegildo Zegna e della sua famiglia che ne continua la missione un esempio fulgido dello spirito e delle ragioni del Premio +bellezza in Valle”.