Ambiente #Attualità #Basso Biellese #Cossatese #Cronaca #Eventi & Musica #Territorio

RINVIATE BELTANE E ANNULLATA LA SAGRA DEL COREGONE

No, la bella stagione tarda decisamente ad arrivare e le previsioni per sabato e domenica sono davvero impietose. Per questo motivo gli organizzatori  della ‘Festa Celtica di Beltane’ a Masserano hanno deciso di rinviare gli appuntamenti previsti.

Ossian D’Ambrosio, direttore del Festival di Beltane precisa : ‘ Molti sanno di come viene nutrito il Beltane Pagan Fest, ma molti altri non sanno che la manifestazione vive completamente grazie ai proventi dell’Associazione Anticaquercia, quindi NO contributi, NO finanziamenti politici ma solo volontariato e biglietto di ingresso. Una manifestazione che all’80% viene svolta in modo campestre ha delle prescrizioni da parte di una commissione di vigilanza che in caso di meteo avverso NON può dare parere positivo e quindi verrebbe annullata del tutto con una perdita ingente di fondi che non ci permetterebbe la riorganizzazione futura. Per questo motivo noi dello staff abbiamo deciso a malincuore di rimandarla, solo cosi’ possiamo dare ancora speranza di continuità.’
Al momento la festa sembra rinviata di due settimane , ma ci riserviamo di comunicare eventuali variazioni nel programma.

Per Viverone decisione più drastica : la Pro Loco ha comunicato che la sagra del Coregone è annullata e ha dato appuntamento a tutti per gli appuntamenti in programma.

Attualità

A MASSERANO LA FESTA CELTICA DI BELTANE’

Ricca l’offerta musicale dell’edizione 2019 dell’ormai tradizionale Festa Celtica di Beltane, che per il tredicesimo anno si svolgerà presso il Parco Arcobaleno in località Cacciano, a Masserano, il 17, 18 e 19 maggio prossimi.

Si inizia venerdì sera con le atmosfere magiche dei Daridel, ricche di suoni ancestrali di percussioni, fiati e cornamuse, per proseguire con la giocosità e le suggestioni medievali della band “In Vino Veritas”, e le sonorità country-style dei Folkheads.  La serata di sabato si apre alle ore 20:30 con l’arpa di Katia Zunino, seguita dai divertenti ritmi folk-rock dei Folkamiseria, mentre la serata clou della festa si concluderà, dopo l’accensione dei tradizionali fuochi, con la musica evocativa e trascinante dei tedeschi Waldcauz. Le esibizioni domenicali inizieranno già dalle ore 13:00 in versione scatenata e danzereccia, con due gruppi: il Reeldancers Group e l’Irish Swing Project. I ritmi degli Hat and Horn chiuderanno la giornata prima delle danze del tradizionale Palo di Maggio. Come ogni anno il programma della festa offre per tutte e tre le giornate un’ampia scelta di attività, conferenze, seminari e stage per adulti e bambini, delle più diverse attività, dalla danza alla fabbricazione di braccialetti, di cotte di maglia, preparazione dell’ippocrasso (antica bevanda medievale), erboristeria, combattimento.
Per i più piccoli intrattenimento con burattini a cura di Cristina D’Agostino, scherma/gioco, truccabimbi e fiabe.  Il menu, già normalmente molto ampio e vario proporrà quest’anno un’ulteriore scelta, abbinata ad una maggiore attenzione per l’ambiente, in quanto stoviglie, posate ed accessori saranno tutti biodegradabili e compostabili: un passo in più verso un rapporto più rispettoso con la Natura.  Il consueto ricco mercatino offrirà ai visitatori come in ogni edizione la possibilità di curiosare ed acquistare prodotti rigorosamente artigianali, alimentari e non. Il tutto nella collaudata formula racchiusa nel motto della Festa: “Musica, Magia e Idromele!”