Attualità #Economia

La rubrica del sabato : I SERVIZI ASCOM

Il MEPA (Mercato elettronico delle Pubbliche Amministrazioni) è uno strumento che ha il fine di promuovere un nuovo modello per l’ottimizzazione degli acquisti pubblici.

E’ un mercato virtuale in cui le Amministrazioni acquirenti e i potenziali fornitori si incontrano, negoziano e perfezionano on line contratti di fornitura legalmente validi grazie alla firma digitale.

Sul MEPA le PA possono cercare, confrontare e acquistare i beni e i servizi proposti dalle aziende abilitate a presentare i loro cataloghi sul sistema secondo le condizioni definite dal Consip, per conto del Ministero Economia e Finanze, per ciascun bando merceologico di abilitazione.

Possono richiedere l’abilitazione al MEPA tutti gli operatori economici ( imprese, liberi professionisti, ecc…) per avere dei vantaggi nell’utilizzo gratuito della piattaforma, nell’ampliamento del mercato per un rafforzamento della presenza a livello territoriale, per una diminuzione dei tempi e costi di vendita, per una garanzia di maggior trasparenza nelle procedure di gara e infine e non ultimo, per un aggiornamento della propria offerta.

Cosa serve per iscriversi Al MEPA’?

Occorrono un PC, la connessione Internet, la firma digitale e una casella di posta elettronica certificata.

Ascom Biella può fornire tutto questo, è sufficiente rivolgersi ai nostri uffici telefonando al n° 015-8352702 oppure inviando una mail a: info@ascombiella.it la Sig.ra Samantha Bellini potrà rispondere ad ogni Vostra richiesta!

biellacronaca #Cultura #Economia

CONFCOMMERCIO : COMMENTO SULL’INFLAZIONE

Il dato di giugno conferma l’assenza di tensioni sui prezzi al consumo. L’aumento congiunturale (0,2%) è ascrivibile a fattori stagionali (trasporti, servizi ricettivi e ricreativi, ecc.) e l’inflazione di fondo resta sul mezzo punto percentuale.

L’aspetto complessivamente favorevole è il sostegno al potere d’acquisto delle famiglie. Quello negativo è che la crescita dei prezzi è, comunque, per la metà dovuta all’area dell’energia ciò comporta uno spostamento di risorse dai soggetti trasformatori di materie prime ai produttori di petrolio. E’ il commento dell’Ufficio Studi di Confcommercio sui dati Istat di oggi.

La fragilità dei consumi più tradizionali  – conclude la nota – è testimoniata dall’azzeramento o quasi della variazione tendenziale dei prezzi su alimentari e bevande, abbigliamento e arredamento. Il turismo e i servizi connessi, anche sul fronte inflazionistico mostrano buona vitalità, però insufficiente a sostenere il sistema economico nella sua interezza. Il gap di crescita dell’Italia si riflette in parte anche nel perdurante gap inflazionistico rispetto al resto dell’Europa.

biellacronaca #Economia

La rubrica del sabato : I SERVIZI ASCOM

Il MEPA (Mercato elettronico delle Pubbliche Amministrazioni) è uno strumento che ha il fine di promuovere un nuovo modello per l’ottimizzazione degli acquisti pubblici.

E’ un mercato virtuale in cui le Amministrazioni acquirenti e i potenziali fornitori si incontrano, negoziano e perfezionano on line contratti di fornitura legalmente validi grazie alla firma digitale.

Sul MEPA le PA possono cercare, confrontare e acquistare i beni e i servizi proposti dalle aziende abilitate a presentare i loro cataloghi sul sistema secondo le condizioni definite dal Consip, per conto del Ministero Economia e Finanze, per ciascun bando merceologico di abilitazione.

Possono richiedere l’abilitazione al MEPA tutti gli operatori economici ( imprese, liberi professionisti, ecc…) per avere dei vantaggi nell’utilizzo gratuito della piattaforma, nell’ampliamento del mercato per un rafforzamento della presenza a livello territoriale, per una diminuzione dei tempi e costi di vendita, per una garanzia di maggior trasparenza nelle procedure di gara e infine e non ultimo, per un aggiornamento della propria offerta.

Cosa serve per iscriversi Al MEPA’?

Occorrono un PC, la connessione Internet, la firma digitale e una casella di posta elettronica certificata.

Ascom Biella può fornire tutto questo, è sufficiente rivolgersi ai nostri uffici telefonando al n° 015-8352702 oppure inviando una mail a: info@ascombiella.it la Sig.ra Samantha Bellini potrà rispondere ad ogni Vostra richiesta!

biellacronaca #Economia #In primo piano

La rubrica del sabato : I SERVIZI ASCOM

Ascom Confcommercio Biella ha rinnovato la convenzione con AXPO ITALIA S.P.A. per offrire agli Associati forniture di energia elettrica e gas metano a condizioni migliorative rispetto alle normali condizioni standard.

L’approvvigionamento di energia è un fattore fondamentale che determina la competitività di un’azienda.

Oggi Axpo ha una presenza di spicco all’interno del mercato italiano in diversi settori.

I valori che definiscono Axpo Italia e l’intero Gruppo Axpo sono affidabilità, la sostenibilità e l’innovazione. Questi sono i principi con cui ogni giorno operia e sono la base del successo ottenuto in Italia e su tutti i mercati europei.

Il funzionario di AXPO ITALIA SPA riceverà su appuntamento tutti coloro che intenderanno valutare l’ offerta migliore per la propria piccola media impresa, costruita ad hoc in relazione alle proprie ciascuna attraverso studi mirati e attraverso una consulenza appropriata.

Beneficia dell’esperienza di Axpo nel trading energetico, nella gestione del rischio e analisi di mercato e della presenza locale in tutta Europa.

Per informazioni rivolgersi ad Ascom Biella 015 8352707 Silvia Barbero o contattando direttamente l’incaricato di AXPO ITALIA Sig. Alberto Boglio al n°339 8316648 mail: info@baservice.it

Biella #biellacronaca #Cultura #Economia #Territorio

INARCASSA : IL PRESIDENTE SANTORO OGGI A BIELLA

‘È indispensabile costruirsi un percorso previdenziale sin dai primi anni di attività professionale. In un complesso contesto socio-economico, come quello attuale, avere a cuore il proprio futuro è una necessità ineludibile’. Il messaggio del presidente di Inarcassa, Giuseppe Santoro, agli ingegneri e architetti della provincia di Biella, che incontrerà al seminario di venerdì 21 giugno presso il Santo Stefano SPA Relais in via Garibaldi 5 a Sandigliano (BI) – a partire dalle 14.30 – è un monito a guardare oltre le incombenze del presente, e approfondire la conoscenza della materia.

I dati relativi a Biella e provincia evidenziano come in dieci anni i redditi medi di ingegneri e architetti siano calati di oltre il 27% per gli under 40 e fino al 46% per gli over, conseguenza di congiunture economiche difficili e del crollo del comparto delle costruzioni, che solo nel 2017 ha riportato segno positivo.
‘Abbiamo approntato un sistema di strumenti atti a sostenere gli ingegneri e gli architetti in ogni ambito della loro vita lavorativa e personale – afferma Santoro – dalle indennità di maternità e paternità, ai sussidi per i figli disabili e per le madri con figli in età prescolare e scolare, ai finanziamenti per l’avvio degli studi professionali. A garanzia della solidità dei servizi che eroghiamo, la stabilità finanziaria della nostra Cassa ci permette di assicurare le pensioni per ben oltre i prossimi 50 anni’.

All’incontro di Sandigliano, infine, Santoro illustrerà alla platea di professionisti presenti, la ricongiunzione, totalizzazione e cumulo e il riscatto della laurea, strumenti utili a ricostruire le carriere e incrementare le prestazioni previdenziali.
‘Il nostro obiettivo – conclude Santoro – è quello di avvicinare ancor di più la Cassa alle esigenze degli associati. Grazie alla nostra autonomia di gestione, riusciamo ad assicurare un sistema di welfare integrato su misura per gli iscritti’.

  Ingegneri Architetti
Iscritti Albo 387 300
1 ingegnere con partita iva ogni 824 abitanti 1 architetto con partita iva ogni 767 abitanti
di cui donne 12% 45%
Liberi professionisti, iscritti Inarcassa 177 (46%) 199 (66%)

Inarcassa è la Cassa Nazionale di Previdenza ed Assistenza per gli Ingegneri ed Architetti Liberi Professionisti. Gli iscritti sono circa 169.000, di cui il 35% ha meno di 40 anni di età, mentre i pensionati sono oltre 34.000. Il patrimonio ammonta a 10,6 miliardi di euro.

biellacronaca #Economia

SALARIO MINIMO : CONFCOMMERCIO SPINGE PER LA COTRATTAZIONE COLLETTIVA

In un Paese come l’Italia, caratterizzato sul piano delle relazioni sindacali da un’importante esperienza storica di contrattazione collettiva, è quasi paradossale pensare di affidare il tema del salario minimo alla regolazione di legge. Paradossale perché la remunerazione della prestazione lavorativa trova il più efficace strumento di definizione nel confronto contrattuale tra le parti e perché, attraverso la contrattazione, il rapporto di lavoro viene complessivamente disciplinato in una più ampia sfera di diritti e di doveri fino a ricomprendere la dimensione del welfare contrattuale in materia di previdenza ed assistenza sanitaria integrativa. Dunque – conclude Confcommercio – occorrerebbe dare impulso alla contrattazione collettiva contrastando con determinazione la diffusione dei cosiddetti contratti-pirata e rafforzando, invece, il ruolo dei contratti sottoscritti dalle organizzazioni maggiormente rappresentative, anche in riferimento ai minimi salariali definiti in sede di contratto.

Attualità #biellacronaca #Economia

CONGRESSI E SHOPPING : IL RUOLO CHIAVE DELL’OPERATORE TURISTICO

Interessanti i dati principali dell’indagine su MICE (Meeting, Incentive, Congress ed Events) E SHOPPING TOURISM, condotta per Confturismo-Confcommercio dalla Società di ricerca Risposte Turismo su un campione di oltre 1000 interviste.

Chi viaggia per recarsi ad un congresso approfitta per fare turismo e, perché no, un po’ di shopping. Il 15% dei viaggiatori congressisti dichiara, infatti, di spendere in shopping mediamente 25 euro per ciascuno dei giorni di permanenza in loco, contro i 38 euro spesi dai vacanzieri puri. La spesa probabilmente sarebbe anche maggiore considerato che il 44% di loro afferma che avrebbe gradito ricevere informazioni sui luoghi dello shopping direttamente nella sede dell’evento congressuale a cui partecipava, se non addirittura prima di partire. E cosa si compra tra un convegno e l’altro? Le preferenze vanno ad abbigliamento e accessori (31,5%), seguono prodotti di gastronomia locale (13,9%) ma anche cosmetica e profumeria (13,4%), elettronica (9,3%), libri e guide (7,4%) e gli immancabili souvenir (3,7%).

L’indagine poi premia Milano, fra i luoghi oggetto della rilevazione, che il 90% del campione consiglierebbe ad altri per uno shopping interessante, candidandosi anche, nel 70% dei casi, per un nuovo viaggio nella capitale lombarda dedicato proprio al tema degli acquisti.

 

Attualità #biellacronaca #Economia

LA G.D.O. CONTRO LE LIMITAZIONI DEL ‘SOTTOCOSTO’

Il ‘Sottocosto’ è una delle offerte della grande distribuzione organizzata preferita dei clienti. Per questo i vertici della G.D.O. si oppongono ai limiti che si vorrebbero inserire su tali promozioni.

‘Le limitazioni  sulle vendite sottocosto dei prodotti freschi e deperibili approvate la scorsa settimana dalla Commissione Agricoltura della Camera rischiano di danneggiare i consumatori e gli stessi operatori agricoli che si intenderebbero tutelare’ – affermano in una nota congiunta Confcommercio, Federdistribuzione, Ancc Coop, Ancd Conad – l’effettuazione di queste operazioni commerciali – continua la nota –  verrebbero perlopiu’ ridotte alle vendite di fine giornata per evitare il deperimento delle merci. E’ evidente  che questa previsione non tiene conto delle prassi operative, delle abitudini di acquisto dei consumatori e delle legittime valutazioni commerciali del distributore. Si ricorda infatti che il sottocosto rappresenta una delle leve commerciali concesse al distributore per meglio svolgere la propria attività di vendita, adeguandola alle circostanze ed alle diverse situazioni di mercato. La questione di fondo dovrebbe essere quella di non fare ricadere sui fornitori il costo dell’operazione commerciale e non, viceversa, di vietare la stessa. Basterebbe dunque agire in questa direzione. Inoltre – aggiungono le organizzazioni affrontare il problema agendo semplicemente in senso restrittivo significa danneggiare i consumatori, che perderebbero occasioni favorevoli di acquisto e le stesse imprese agricole, che vedrebbero inevitabilmente ridursi i loro fatturati, poiché i vincoli all’effettuazione di queste vendite limiterebbero necessariamente gli approvvigionamenti per il rischio di invendutoe quindi di spreco alimentare. A chi gioverebbe tutto questo? – si chiedono – Sarebbe opportuno un ripensamento sul tema, affrontando l’argomento in modo pragmatico e senza pregiudizi, anche a tutela dei consumatori. Auspichiamo  – concludono – che domani la Commissione Attivita’ Produttive, nell’esprimere il proprio parere sul provvedimento, valuti con attenzione gli effetti che ne deriverebbero e chieda alla commissione di merito un ulteriore  approfondimento che porti a sostanziali modifiche delle misure proposte’.

biellacronaca #Cultura #Economia

A MILANO CONVEGNO ASCOM SU COME ‘MISURARE’ LA PROFESSIONALITA’

Nello scenario attuale, il ruolo ed il peso delle competenze nella carriera dei professionisti passa da strumento di regolazione del mercato a strumento di tutela nel mercato, reso sempre più competitivo da percorsi lavorativi frammentati e transizioni tra diverse condizioni e status occupazionali. Per questo Confcommercio Professioni e l’Associazione Professionale Italiana Consulenti di Management (APCO) ad essa aderente organizzano per venerdì 21 giugno un convegno a Milano dal titolo: “Professioni e tutele di nuova generazione: riconoscimento dei requisiti professionali, sistema delle attestazioni, formazione”.

L’evento avrà luogo a partire dalle 14,30 al Centro Congressi dell’Unione Confcommercio di Milano, Lodi, Monza e Brianza in Corso Venezia 47. Interverranno ANNA RITA FIORONI, Presidente di Confcommercio Professioni, CESARA PASINI, consulente qualificato CMC e Presidente di APCO, ALBERTO GALEOTTO, Direttore Normazione UNI, GIANLUCA DI GIULIO, Responsabile Relazioni Istituzionali ed Esterne di ACCREDIA, RICCARDO MAZZARELLA, Coordinatore Gruppo di ricerca – Analisi sul tema delle competenze e delle qualificazioni INAPP e LILLI CASANO, Ricercatrice ADAPT.

biellacronaca #Formazione #Le nostre rubriche

La rubrica del giovedì sui servizi Ascom : L’OBBLIGO DI VERIFICA PERIODICA  DELL’ IMPIANTO DI MESSA A TERRA

L’impianto di terra è la parte dell’impianto elettrico che interviene in caso di guasto e consente di prevenire e proteggere contro l’elettrocuzione e la fulminazione di origine atmosferica ed evita quindi la folgorazione delle persone per i contatti indiretti.

E’ fondamentale mantenere efficienti i dispositivi che compongono l’impianto di terra tramite procedure periodiche di manutenzione e controllo effettuate da Organismi Abilitati che hanno lo scopo di verificare che tutte le procedure di sicurezza siano state adottate e che gli impianti di protezione siano perfettamente funzionanti nel tempo.

La verifica periodica di legge prescritta dal DPR 462/2001 è quindi una “revisione periodica” dell’impianto di terra effettuata da Organi abilitati dal Ministero delle Attività Produttive (non sono valide le verifiche effettuate da professionisti o imprese installatrici). Tale verifica non è inoltre da confondere con la normale manutenzione periodica degli impianti elettrici eseguibile da un semplice elettricista.

Questo è uno dei tantissimi servizi che offre Ascom Biella!

Per ogni ulteriore informazione contattare il n. 015 8352705.

Silvia Barbero