Sport

LA BOTALLA TORNA DA ARONA CON UN BEL 3-0

Tutto facile per il Botalla Formaggi TeamVolley  che nell’ultima giornata del  2018 espugna il campo di Arona  con un rotondo 0-3 (parziali a 15, 14 e 13) centrando la quinta vittoria stagionale. Ampie rotazioni per coach Ferraro che utilizza tutte le ragazze a sua disposizione in un match giocato contro un avversari in crisi tecnica come dimostra la classifica che le vede all’ultimo posto con solamente tre punti conquistati. Tuttavia l’approccio e la prestazione delle cossatesi è stato positivo e da qui bisogna ripartire per la seconda parte di stagione. Top scorer Clarissa Graziola con 10 punti, gli stessi messi a referto da Zatta.

A fine partita coach Ferraro ha dichiarato: “Era importante vincere. Avevo chiesto alle ragazze una prestazione controllata e di riuscire a gestire l’errore. Sono state brave e concentrate, interpretando la sfida al meglio e tenendo le padrone di casa sempre a debita distanza. Arona è in difficoltà, ma io volevo guardare solo alla nostra prestazione e posso ritenermi soddisfatto. Tutto il collettivo ha giocato, mentre la nota negativa è stata l’infortunio di Vodopi: una distorsione alla caviglia che l’ha costretta ad uscire nel corso del secondo set. Mi preme ancora sottolineare la prestazione molto buona di Zatta, autrice di buoni colpi e Rachele Melotti, ottima al servizio”.

Dopo questa vittoria è tempo di pensare alle festività natalizie prima di scendere in campo per il Bear Wool Volley e successivamente rituffarsi in campionato con due sfide di altissima classifica contro la Gilber Gaglianico e la capolista Canavese.

Arona-Botalla Formaggi TeamVolley 0-3 (15-25, 14-25, 13-25)

Vittoria Graziola 2, Biassoli 3, Clarissa Graziola 10, Nakeva 6, Loro Piana 8, Zatta 10, Fantini L2 n.e, Rachele Melotti 8, Vodopi 6, Ippolito L1, Perissinotto 2. All. Ferraro. 2° All. Busancano. Dir. Brigo.

Stefano Villa

Attualità #Sport

GILBER GAGLIANICO TUTTO FACILE CONTRO ARONA

Netta vittoria casalinga per la Gilber Gaglianico che si impone per 3-0 contro Arona. Partita indirizzata dal primo set, il più combattuto della contesa, ma capitan Martina Novara e compagne non fanno sconti a un avversario che dimostra di essere competitivo ma che non possiede la qualità tecnica della Gilber.

A fine match coach Stefano Toniolo ha dichiarato: ““L’incontro presentava delle insidie, specialmente dopo la trasferta di Cogne, ma le ragazze sono state brave a resistere alla fase iniziale punto a punto, poi la differenza tecnica al servizio ed in attacco ha instradato il risultato a nostro favore. Nel secondo set, tranne alcuni blackout, le ragazze hanno mantenuto il controllo della partita, completando il match con un terzo parziale in pieno controllo. Da sottolineare la buona prestazione del libero, Sara Mainini”.

Gilber Gaglianico – Arona 3-0 (25-21 25-19 25-12)

Gilber Gaglianico: Bevilacqua 18, Carena, Danna 4, Ferraro 1, Fornasier, Gualino 4, Levis, Mainini L1, Murdaca L2, Novara (C) 14, Peruzzo 9, Piccioni 2, Sardo 1. All.: Stefano Toniolo

STEFANO vILLA

Sport

COPPA PIEMONTE – BOTALLA TEAMVOLLEY, SPETTACOLO CLARISSA GRAZIOLA 34 PUNTI!

Performance sopra le righe per l’attaccante biellese vera trascinatrice delle doppia vittoria in quel di Arona. A ruota anche Loro Piana con 26 per il super attacco biancoblù.

Se riesce a trovare concentrazione e continuità Clarissa Graziola è veramente devastante. Ieri pomeriggio è stato l’esempio delle possibilità della banda  biancoblù. 34 punti in due partite sono veramente tanti. E a ruota è stata seguita da Loro Piana anche lei in banda ha spadroneggiato con 26 palle a terra che hanno contribuito ai due successi beneauguranti. Nell’ultimo turno di Coppa Piemonte il Botalla Formaggi TeamVolley rompe il ghiaccio, centrando due successi (2-1 su Oleggio e 3-0 con Arona), che al di là dei punti, sono significativi per come sono stati ottenuti. «Spesso sono parco nelle valutazioni, ma devo riconoscere che si è trattato di due buone prestazioni – conferma coach Marco Ferraro -. Nella prima sfida siamo partiti male, ma c’è stata una reazione veemente ad un primo set disputato decisamente sotto tono. Nella seconda partita si sono visti atteggiamenti da squadra matura: la scelta dei colpi, la voglia di essere aggressive e l’ultimo parziale a 9 dimostra la bontà della rosa».
Nel successo con Oleggio sono scese in campo Vittoria Graziola in palleggio con diagonale Zatta, Clarissa Graziola e Loro Piana in banda; Nakeva e Perissinotto centrali, con libero Angelillo. Nel corso delle due partite tutte le ragazze hanno avuto spazio. «Questo turno è un buon punto di partenza per continuare a lavorare e mettere in palestra ciò che ci servirà per il campionato».

OLEGGIO – BOTALLA FORMAGGI TEAMVOLLEY 1-2
Parziali: 25-18, 22-25, 23-25
Tabellino: Graziola Vittoria 0, Graziola Clarissa 14, Biassoli 3, Melotti Rachele 5, Melotti Rebecca 0, Bognetti 0, Nekeva 5, Fantini 1, Loro Piana 12, Zatta 7, Perissinotto 4, Ippolito 0, Angelillo L1.

ARONA – BOTALLA FORMAGGI TEAMVOLLEY 0-3
Parziali: 25-27, 20-25, 9-25
Tabellino: Graziola Vittoria 3, Graziola Clarissa 20, Biassoli 1, Melotti Rachele 0, Melotti Rebecca 0, Bognetti 1, Fantini 0, Nekeva 5, Loro Piana 14, Zatta 7, Perissinotto 5, Ippolito 0, Angelillo L1.

Red BC

Biella #Sport

LA BIELLESE, BRAGHIN: “QUANDO I RAGAZZI CAPIRANNO LA LORO FORZA CAMBIEREMO MARCIA”

Il tecnico laniero ha parlato al termine della gara vinta contro l’Arona grazie alla doppietta di Gabriele Pinelli.

La Biellese torna da Arona con tre punti importanti in classifica. Mister Maurizio Braghin ha commentato il successo ottenuto in riva al lago: “In questa gara ci ha accompagnato anche un briciolo di fortuna. Il palo centrato da Riccio di testa sugli sviluppi del calcio d’angolo poteva portare la partita su binari diversi, ma non è stato così. Pochi minuti dopo il calcio di rigore fischiato dall’arbitro, episodio che forse avrebbe meritato una sanzione più grave visto che un calcione a un giocatore a terra a palla lontana di solito viene punito con il rosso. Parlare di calcio oggi è difficile, un campo allucinante per questa categoria ha reso difficili anche le giocate più semplici. Qualche buona azione è stata fatta, soprattutto nel secondo tempo, era una partita nella quale bisognava lottare e l’abbiamo fatto. Nella seconda frazione di gioco abbiamo dimostrato personalità e intelligenza calcistica, abbiamo attaccato ai fianchi l’avversario senza mai concedergli nulla. Con Cremonte e Pagliero a sinistra riuscivamo sempre a proporre cross pericolosi e proprio da un’azione da quella parte è arrivato il gol che ha chiuso di fatto i giochi”.

Il tecnico ha poi aggiunto: “Chi ha visto le gare fino a questo momento non può negare che La Biellese ha sempre fatto la partita, poi per episodi e per sfortuna al primo e forse unico tiro verso la nostra porta andava sotto. Il calcio quando è così devi stare zitto e continuare a lavorare, per farti trovare pronto. Dobbiamo continuare così, trovare la giusta intesa, e lavorare più sulla testa che sul campo. La Biellese di quest’anno è una squadra composta da giocatori con caratteristiche diverse che può giocare con tanti moduli e secondo me deve solo rendersene conto. Siamo una buona squadra e quando riuscirò a farglielo capire, cambieremo marcia”.

Chiosa finale sul prossimo impegno: “Domenica arriva a Biella il PDHA, squadra a punteggio pieno dopo le prime quattro gare. Non sarà una partita semplice ma come al solito scenderemo in campo per provare a vincere. In settimana sarà importante rimanere concentrati e lavorare a testa bassa perché solo così potremo cercare di dare il massimo”.

Stefano Villa

Biella #Sport

LA BIELLESE, UNA DOPPIETTA DI PINELLI REGALA I TRE PUNTI

Due reti del bomber di San Benigno Canavese consentono ai bianconeri di tornare alla vittoria.
Secondo match in riva al lago e secondo successo per La Biellese che batte per 0-2 l’Arona, una vittoria che fa morale dopo il k.o. casalingo contro il Vanchiglia. Nel primo tempo la squadra di casa è subito pericolosa con Riccio che sugli sviluppi di un calcio d’angolo colpisce in palo che mette i brividi alla retroguardia laniera.
Prima del duplice fischio dell’arbitro Canessa si conquista un calcio di rigore che Pinelli trasforma regalando il vantaggio ai bianconeri.
Nella ripresa la squadra di casa prova a rendersi pericolosa, ma i ragazzi di mister Braghin riescono a resistere e chiudono i conti ancora con Gabriele Pinelli che sfrutta nel migliore dei modi un assist di Cremonte e firma lo 0-2. Per il Toro di San Benigno Canavese è la terze rete in campionato, un buon bottino per la punta che sta migliorando la condizione fisica.
Tre punti preziosi per La Biellese che rimane a punteggio pieno nei match lontani dal Lamarmora-Pozzo, un dettaglio importante che dimostra solidità in trasferta: ora serve trovare punti anche davanti al pubblico amico.
Stefano Villa

In primo piano #Sport

COPPA PIEMONTE, SORRIDE LA BONPRIX TEAMVOLLEY MOTORE DA ASSEMBLARE PER LA GILBER

Le cossatesi concedono il bis nella seconda giornata all’esordio con il pubblico amico. Gaglianico si aggiudica il match contro Arona.

Il primo derby stagionale se lo aggiudica la bonprix TeamVolley 3-0 e in classifica di Coppa viaggia a punteggio pieno e divide il primato con Ascot Lasalliano a 12 punti. Gilber 22esima a 5 punti. Partiamo subito con due precisazioni: un derby sentito ma corretto in campo e nei toni e questo fa sempre molto piacere per chi, come noi assistiamo alla gara dalla tribuna, seconda cosa il match non era alla pari essendo la squadra di Cossato una serie C mentre Gaglianico serie D ma la sensazione è di non aver notato una differenza sostanziale tra i due sestetti in campo. Siamo alle prime battute della stagione e c’è spazio ai miglioramenti per entrambe. Detto questo, la vittoria come spesso accade alla TeamVolley si basa sulla grande difesa ormai da anni un reparto collaudato anche se cambiano gli attori in campo. Entrambe le squadre sono ancora un cantiere aperto. Si cercano conferme all’interno del roster di coach Preziosa, si deve ancora amalgamare il nuovo gruppo di coach Toniolo. Una squadra sicuramente dalle potenzialità elevate, una piccola “Ferrari”, per un campionato da protagonista. Ma la coppa Piemonte serve soprattutto alle verifiche, per entrambi i club. Gran tour over per tutti e due i tecnici che hanno usufruito delle giocatrici a disposizione. Molto bene in casa bonprix Silvestrini, Marra anche se i carichi di lavoro attuali sono molto pesanti. Bene anche Peracino in banda e la giovane Abbiate con 14 punti contro Arona. Insomma la soddisfazione di coach Preziosa è giustificata. “Nonostante il gran lavoro in palestra che stiamo facendo -commenta nel post derby- sono abbastanza soddisfatto. Abbiamo ancora molto da lavorare ma siamo sulla strada giusta”. Dalla parte opposta il lavoro è probabilmente maggiore per coach Toniolo. Si cerca la compattezza tra i reparti e i movimenti non sono ancora fluidi e affinati. Buone sensazioni arrivano da Bevilacqua, un valore aggiunto per la categoria, le solite Marinello e Martina Novara. Bene anche Marta Piccioni apparsa reattiva e propositiva.

GLI ALTRI MATCH. Arrivano i primi punti per la Gilber nel confronto diretto con una pari categoria: Arona soccombe 2-1 dopo aver vinto il primo set. Insomma le frecce a disposizione ci sono e con Arona, sebbene completamente diverso dallo scorso anno, arrivano puntuali nel secondo e terzo set. No problem e primi punti guadagnati in coppa per le Toniolo’s girl.

LA PAROLA ALLE PROTAGONISTE

Lisa Silvestrini – bonprix TeamVolley. “Benino no ma bene sì. E’ stata la prima partita casalinga e subito derby. Era importante per noi fare bella figura davanti al nostro pubblico. Abbiamo vinto e siamo molto contente. Un 3-0 è sempre ottimo come risultato. Gaglianico secondo noi sono molto più di una serie D visti glia acquisti di ragazze che arrivano dalla B2. Preparazione? Abbiamo iniziato quasi subito con la palla infatti pensavamo di essere già pronte per la Coppa. Sinceramente non aveva mai fatto una preparazione simile dove , da subito, ticchi il pallone. Mi sta molto piacendo questo metodo e siamo tutte contente. Tanti innesti, gruppo nuovo ma il cuore è sempre lo stesso”.

Marta Piccioni – Gilber Gaglianico. “Siamo all’inizio e con gli allenamenti cerchiamo di migliorare in vista di un’ottima partenza in campionato. Io personalmente sto bene cerco di guadagnarmi spazio in campo e cercare di dare il meglio possibile”.

 

I RISULTATI

bonprix TeamVolley – Gilber Gaglianico Volley School 3–0

(25-21, 25-13 e 25-23)

bonprix TeamVolley: Silvestrini 10, Peracino 9, Campana 0, Daffara 2, Abbiate n.e, Rastello L1, Zacchi 8, Vodopi 0, Nazzi 5, Marra 8, Cimma L2, Fant 0, Bazzani n.e. All. Preziosa.

Gaglianico: Bevilacqua 11, Carena, Danna 2, Ferraro 1, Fornasier, Gualino 2, Levis, Mainini (L), Marinello (L), Novara (K) 9, Peruzzo 3, Piccioni 2, Sardo; allenatore Toniolo, secondo Garizio, dirigente Levis.

Gilber Gaglianico Volley School–Arona 2–1

(21-25, 25-15 e 25-19)

Gaglianico: Bevilacqua 17, Carena 1, Danna 1, Ferraro, Fornasier, Gualino 4, Levis 1, Mainini (L), Marinello (L), Novara (K) 6, Peruzzo 10, Piccioni 5, Sardo 3; allenatore Toniolo, secondo Garizio, dirigente Levis.

bonprix TeamVolley-Arona 3-0 

(25-20, 25-8, 25-19)

bonprix TeamVolley: Silvestrini 5, Peracino 4, Campana 1, Daffara n.e, Abbiate 14, Rastello L1, Zacchi n.e, Vodopi 7, Nazzi 12, Marra 1, Cimma L2, Fant 0, Bazzani 9.

Fulvio Feraboli

Cossatese #Cronaca

DISTRUTTA IN UN INCIDENTE LA PEUGEOT 106 RUBATA A LESSONA, ARRESTATO UN UOMO E DENUNCIATA UNA DONNA

Dal Norm di Arona dopo un’inseguimento, corsa terminata contro un muro per i fuggitivi.

E’ stato arrestato per ricettazione e resistenza a pubblico ufficiale dai carabinieri del Norm di Arona A.L. 25enne di origine marocchina e denunciata l’amica G.C. di 28 entrambi di Omegna. I militari, all’1 della notte del 18 agosto hanno intercettato la Peugeot 106 rubata a Lessona pochi giorni fa, a Varallo Pombia in via Sempione. All’alt dei carabinieri la coppia non si fermava e fuggiva. Inseguiti dai carabinieri, a Comignago in località Campagnola, A.L. perdeva il controllo del mezzo finendo la corsa contro un muro. Mentre la ragazza rimaneva in auto il marocchino fuggiva a piedi ma veniva raggiunto e bloccato poco dopo in un boschetto. L’auto purtroppo fortemente danneggiata è stata restituita al figlio.

Biella #Sport

LA BIELLESE, BRAGHIN: “COMPLIMENTI AI RAGAZZI, PECCATO PERO’ PER IL GOL PRESO NEL RECUPERO”

Le parole del tecnico bianconero al termine della gara vinta con l’Arona 4-1.
Il tecnico de La Biellese Maurizio Braghin ha commentato in sala stampa la vittoria ottenuta contro l’Arona per 4-1: “Partita difficile su un campo brutto. Abbiamo preso più tiri in porta oggi che nelle altre partite trovando però quattro gol. Faccio i complimenti ai ragazzi perchè non era semplice giocare su questo campo e la gara l’abbiamo sempre fatta noi creando i giusti presupposti per vincerla. Dispiace prendere gol in pieno recupero perchè eravamo già negli spogliatoi, poi dobbiamo migliorare sulle palle inattive perchè spesso ci addormentiamo. Il calcio di rigore conquistato da Latta è stato frutto di una bella azione corale, abbiamo spinto facendo quello che dovevamo fare”.
Il mister bianconero ha anche commentato la possibile sospensione nel secondo tempo a causa della neve: “Guardando quello che aveva detto l’arbitro non abbiamo mai temuto che il match potesse essere interrotto, anche se poteva succedere. Nel secondo tempo è anche calata l’intensità della neve. Da quando sono qui abbiamo perso due gare regalandone una con il Piedimulera. Dalla gara con il Verbania, escludendo il match casalingo con il Borgovercelli, abbiamo sempre fatto bene”.
Infine Braghin ha commentato il possibile tesseramento di Mensa, attaccante argentino che si sta allenando con i bianconeri: “Io non sono in grado di dire se un giocatore è bravo o meno con 4/5 allenamenti, lo devo vedere in un contesto di partita. E’ un mese che non si allena, anche se ha delle qualità, ma non riesco a dare un giudizio dopo così poco tempo”.
Stefano Villa

Biella #In primo piano #Sport

LA BIELLESE GIOCA A POKER: 4-1 NEL SEGNO DI LATTA

Prestazione spumeggiante dei bianconeri nel freddo glaciale del La Marmora-Pozzo. In questo caso la neve non ferma i bianconeri.

Terza vittoria consecutiva per La Biellese che porta a casa un rotondo successo contro l’Arona per 4-1 con una prestazione ai limiti della perfezione.
Inizio in quarta per i bianconeri che al 3′ provano la conclusione con Mancin. Al 16′ primo calcio di rigore conquistato e battuto da Latta per la rete del vantaggio. Un minuto dopo salvataggio sulla linea di Corio su tiro di Lipari. Al 25′ raddoppio bianconero con Cristino che fa partire una sventola da 30 metri che finisce in rete con la complicità di Beltrami. L’Arona prova a rispondere con Viganò, ma Goio si supera. All’ultimo minuto del primo tempo altro calcio di rigore conquistato da Testori e battuto da Coppo per il 3-0 con cui si va negli spogliatoi per l’intervallo.
Nella ripresa il campo si imbianca con il passare dei minuti, ma Latta al 75′, servito da Coppo, trova la rete del 4-0.
Nel finale arriva la rete della bandiera di Mostoni sugli sviluppi di una palla inattiva, ma la sostanza non cambia.
Una vittoria importante per la classifica in attesa dello scontro diretto con l’Aygreville, una sfida decisiva per la zona playoff.

La Biellese – Arona 4-1 (3-0)
Marcatori: Latta (B) al 16′ su cdr e al 75′, Cristino (B) al 25′, Coppo (B) al 44′ su cdr, Mostoni (A) al 93′

La Biellese: Goio; Cristino, Ferrarese, Munari, Mancin (dal 75′ Sella); Corio (dal 72′ Gila), Botto Poala, Vanoli; Testori (dal 77′ Canton), Latta (dall’85’ Artiglia), Coppo (dall’81’ Noro) (Biolcati, Fabiano). All. Maurizio Braghin
Arona: Beltrami, Notte, Merchioni (dal 51′ Girardi), Loew (dal 77′ Bottone), Mochi Estafan, Viganò, Centani (dal 46′ Pescarolo), Romano (dal 46′ Oliveto), Romea Mancenido (dal 51′ Lissori), Lipari, Mostoni (Sivero, Pellicelli). All. Luca Porcu
Arbitro: Billone di Nichelino
Note: Ammoniti Beltrami e Loew

La Biellese 8
Un voto alla squadra per la prestazione offerta. Tante occasioni create e soprattutto concretizzate. Bene così.

Stefano Villa

Biella #Sport

LA BIELLESE, BOTTO POALA: CON ARONA MUTI E PEDALARE

I bianconeri giocheranno ancora al La Marmora-Pozzo contro l’Arona, una partita da non sbagliare ricordando come è avvenuta la sconfitta all’andata.

Le vittorie ottenute contro Stresa e Pont Donnaz hanno portato sei punti importanti per la classifica de La Biellese che ora si prepara a un nuovo impegno casalingo contro l’Arona che all’andata si impose per 3-1 con una tripletta di Giovanni Vergadoro, successivamente passato al Borgovercelli.
La giornata, già condizionata da alcuni rinvii a causa della neve, prevede diversi scontri diretti al vertice, una situazione che i bianconeri proveranno a girare a loro favore.
Il centrocampista laniero Pietro Botto Poala presenta la sfida: “Sarà una partita come le altre dove dobbiamo essere concentrati dal primo minuto come è successo nelle ultime due gare perché sappiamo che appena stacchiamo la spina anche solo per dieci minuti la paghiamo cara. Dobbiamo ricordarci della sconfitta dell’andata e soprattutto di come è arrivata, ovvero battibeccando in campo con gli avversari. In casa dobbiamo cercare di vincere sempre perché bisogna fare bottino pieno sul nostro campo”.
Una giornata che presenta molte gare interessanti per le zone alte della classifica: “Ci sono diversi scontri diretti, ma a questo punto del campionato conta solo cercare di fare i tre punti senza pensare alle altre, poi faremo i calcoli alla fine”.
Botto Poala ha recuperato la maglia da titolare e l’infortunio é definitivamente alle spalle: “Mi sento molto bene fisicamente. Negli ultimi mesi della stagione è più difficile essere brillanti, ma bisogna continuare a pedalare in allenamento. Cercherò di continuare così”.
Contro il Pont Donnaz c’è stato un episodio molto discusso, quello del calcio di rigore prima assegnato e più tolto ai valdostani: “Sull’episodio in molti hanno scritto che ero io, ma in realtà è stato Testori il giocatore coinvolto. Io ero lì,  ma non so dire con esattezza. L’arbitro ha dato rigore, Sella ha chiesto al guardalinee se aveva visto e l’assistente ha detto che non era penalty. Questo ha fatto cambiare idea al direttore di gara”.

Stefano Villa