SULL’ABBANDONO DEI RIFIUTI CANDELO RISPONDE A PIZZI

Il Comune di Candelo -replica l’as. Gabriella Di Lanzo alle affermazioni del vicepresidente Cosrab Alessandro Pizzi è molto attento alle problematiche dell’abbandono dei rifiuti in Baraggia e in più occasioni si è attivato (giornata bene comune anche con fondi propri). La Baraggia è un bene di tutti noi, parco e nel contempo demanio militare, e gli incivili che la deturpano arrivano da tutto il Biellese e da fuori, dimostrando irresponsabilità totale e senso civico nullo.

Faccio notare però che la zona segnalata da Pizzi non è tutta di competenza del nostro Comune. Infatti anche il Comune di Candelo è attraversato da provinciali come in questo caso e quindi la pulizia del sedime stradale è da attribuirsi a questo ente. Il vicepresidente dovrebbe conoscere perfettamente lo stato di avanzamento delle convenzioni stipulate tra il consorzio di area vasta per lo smaltimento dei rifiuti Cosrab e la provincia, convenzione ad oggi scaduta che necessita di rinnovo. In ogni caso i Comuni non sono mai citati in convenzione se non per il pagamento dello smaltimento dei rifiuti in discarica.

La convenzione quindi oltre a dover essere rinnovata mette dei fondi a disposizione della Provincia non dei comuni. Tutta questa mobilitazione è assolutamente legittima se avviene nel rispetto dei ruoli e delle parti, e non può essere la raccolta di rifiuti abbandonati oggetto di promozione politica per le future amministrative. Alessandro Pizzi vicepresidente di Cosrab, sa bene che la salvaguardia e il decoro del nostro territorio avviene per la buona volontà di tutti segnalando, a chi di dovere, situazioni di degrado e questo non riguarda solo i rifiuti abbandonati. Bene sarebbe che proprio per amore del nostro territorio ci unissimo in una vera e comune lotta contro l’inciviltà non puntando il dito uno contro l’altro a seconda di come più ci conviene

Tag:, , ,