SCUOLA, TOLLEGNO EUROPEA PER IL PREMIO CONQUISTATO DALLA 5^B ELEMENTARE -FOTO-

Consegnato il premio lunedì scorso. Un orgoglio avere studenti e insegnati di tale valore morale.

Gli alunni della classe V^ B delle elementari di Tollegno dell’anno scolastico 2016/2017 con docente l’insegnante di italiano maestra Emanuela Boffa Ballaran, hanno partecipato al progetto «Imagine… Together for the world» e dopo aver vinto nel mese di novembre 2017 il premio nazionale che è stato consegnato a Bologna, di recente hanno vinto il premio europeo. Un progetto finanziato dall’Unione Europea e proprio per questo, lunedì scorso presso l’Istituto Comprensivo di Andorno Micca dal quale la scuola di Tollegno dipende, un rappresentante della Commissione Europea ha provveduto alla consegna dell’importante premio. Erano presenti la dirigente scolastica Maria Tozzi e i sindaci della Valle Cervo che nel proprio comune hanno una scuola. “Sensibilizzare gli studenti sul tema dell’immigrazione – dichiara la maestra Boffa , artefice del progetto – per abbattere stereotipi e pregiudizi ma anche per migliorare l’inglese, conoscere e analizzare le cause di guerre, carestie e povertà legate al flusso migratorio e lavorare in gruppi di nazionalità mista attraverso l’uso della tecnologia”. Proprio il lavorare in rete con ragazzi di altre nazionalità, ha messo in contatto i tollegnesi con una scuola di Salonicco, con la loro insegnante Lina Tetradi che ha prodotto una partnership con la realizzazione di un e-book sul fenomeno delle migrazioni e delle guerre, che era il tema fondante del progetto.

Come punto di partenza ai ragazzi è stato chiesto di immaginare che un re di un regno lontano dovesse decidere se dare il permesso a un centinaio di persone bisognose di entrare nel suo castello. Per prendere una decisione ponderata, il re doveva consultare due mascotte: Itala e Greeco. E ad aiutare Itala e Greeco in quest’impresa sono stati 28 studenti (13 delle elementari di Tollegno e gli altri di una scuola di Salonicco), attraverso la lettura di articoli di giornali, libri, la visita a mostre, lo studio di opere d’arte ma anche l’ascolto di testimonianze di migranti arrivati in Italia. La classe italiana e quella greca hanno lavorato in videoconferenza. Dal punto di vista pratico, per arrivare a dare una risposta al re, agli allievi è stato chiesto di leggere quotidiani, notizie sul web, vedere video, leggere libri ma non solo. La maestra Boffa continua – abbiamo parlato delle diverse modalità di viaggio dei migranti , delle loro storie e siamo andati a conoscere di persona alcune realtà a noi vicine nel biellese . Con l’aiuto prezioso del docente Mattia Callegari e di Giuseppe Marrone professore di filosofia, abbiamo potuto constatare la realtà della Mensa del Povero e del dormitorio. Dopo queste esperienzea i ragazzi hanno invitato il re a spalancare le porte del suo castello ai profughi.

Tutta questa attività ha ispirato la classe sull’organizzazione dello spettacolo di fine anno scolastico in collaborazione con la maestra di musica Maria Francesca Garbaccio, portato in scena lungo le vie del paese di Tollegno e potuto gustare dai numeroso pubblico presente.

Durante la consegna del premio il sindaco di Tollegno, Ivano Sighel anche a nome degli altri primi cittadini, nel suo intervento si è congratulato con l’insegnante Emanuela e con tutti i ragazzi che ora frequentano la I^ della scuola secondaria a Tollegno, per il messaggio che hanno cercato di trasmettere su un problema così attuale e importante anche nel territorio biellese; la dirigente Tozzi si è dichiarata orgogliosa di avere nel proprio istituto dei ragazzi e degli insegnanti sempre al passo dei tempi e immersi nell’attualità, e il funzionario della commissione europea ha elogiato il magnifico e prezioso progetto, ed ha provveduto a consegnare il premio consistito in un tablet per ogni alunno e alla docente la possibilità di partecipare alla conferenza annuale che è in calendario a ottobre a Varsavia.

Tag:, , , , , ,