RUGBYTOTS, IL RUGBY A PORTATA DI BAMBINO

Sempre più genitori, in Italia e nel Mondo, scelgono il corso di motricità ovale di Max Webb.

Oggi sono 40mila i bambini che in 16 paesi di 5 continenti fanno parte della famiglia Rugbytots, il corso di rugby pre-scolare ideato nel 2006 da Max Webb, genitore appassionato di questo sport. Si tratta di un programma di attività fisica dedicato ai bambini fra i 2 e i 7 anni, studiato per aiutare lo sviluppo motorio e sociale dei più piccoli tramite il gioco del rugby. Durante l’anno vengono proposti pacchetti da 12 lezioni dalla durata di 30/45 minuti personalizzate in base all’età, oltre a collaborazioni con scuole ed enti per l’attivazione di mini-corsi e centri estivi.

A Biella, Rugbytots è attivo da tre anni grazie al giocatore del Biella Rugby Corrado Musso, responsabile del progetto. “Nel biellese abbiamo riscosso un buon successo, tanto da aver aggiunto un giorno di corsi durante la settimana, e speriamo di aumentare ancora il numero di iscritti”, commenta Edoardo Barbera, altro giocatore gialloverde e coach manager per Rugbytots. “L’approccio dei genitori è entusiastico, anche perché potendo assistere alle lezioni ne riconoscono la valenza educativa”. Trattandosi di bambini molto piccoli, infatti, mamme e papà sono spesso invitati a partecipare attivamente agli esercizi creando così un bel momento di condivisione in famiglia. “Come alllenatore, posso dire che lavorare con i bambini è un’esperienza unica, un mix di fatica, soddisfazione e divertimento. È il lavoro ideale per chi ama stare a contatto con i più piccoli”.

Rugbytots offre un approccio nuovo all’attività sportiva proponendo un percorso di crescita psicofisico adatto a maschi e femmine, studiato appositamente per una fase dello sviluppo poco considerata dalla maggior parte degli sport: “Il nostro scopo non è creare futuri giocatori, ma riempire questa fascia di età con quei valori di lealtà, rispetto ed amicizia tipici del rugby”, conclude Barbera.

Info: www.rugbytots.it / prealpi@rugbytots.it

Tag:, ,

Post a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*