ROBERTO LUTI & ANGELO LEADBELLY ROSSI, IL BLUES MONDIALE AL POLIVALENTE DI MONGRANDO

Olaf- Polivalente di Mongrando, in preziosa collaborazione con Biella JAm Blues.

Blues Academy torna a far sognare in quel di Mongrando per un evento più unico che raro. Due mostri sacri del Blues mondiale approdano esclusivamente nel biellese per portare il loro suono e far sognare. Non solo per intenditori, vi aspetta uno spettacolo difficilmente dimenticabile.

INGRESSO LIBERO – OFFERTA UP YO YOU (contiamo su di te;)

Presentiamo i protagonisti.

ROBERTO LUTI
Il chitarrista Slide Roberto Luti è nato a Livorno, in Italia, nel 1977. È cresciuto ascoltando e ascoltando i dischi Blues e Rock & Roll che suo padre suonava in casa. Luti raccolse la chitarra intorno all’età di otto anni, suo padre gli insegnò le basi. Continuò ad apprendere per lo più da solo, e si divertiva a suonare la chitarra e cercando di abbinare le linee e il tono dei chitarristi ai vecchi dischi Blues.

Da adolescente, Luti ha suonato in alcune band nella zona di Livorno. Poi, quando aveva 22 anni, prese la sua vecchia chitarra d’acciaio national e partì per gli Stati Uniti. Stava cercando il Blues e per l’avventura, e voleva viaggiare per strada e vivere la vita. Andò a New Orleans nel settembre 1999, tornando solo nel 2008 quando non gli fu più permesso di rimanere nel paese. Afferma che New Orleans gli ha insegnato molto, sulla musica e sulla vita.

Nel 2002, mentre era ancora a New Orleans, Luti è stato coinvolto nel progetto Playing For Change. Come citato nel sito di Playing for Change: “Uno dei primi musicisti che abbiamo incontrato è stato Roberto Luti, che suonava per le strade di New Orleans in quel periodo, da sempre è il cuore e l’anima della nostra musica. su tre delle canzoni di PFC in tutto il mondo, tra cui “One Love” in cui la sua chitarra vintage in acciaio nazionale abbraccia il sentimento blues-gospel del post Katrina New Orleans. ”

Roberto ha suonato molto in Italia e all’estero, spesso anche facendo apparizioni locali nei club di Livorno. Ha anche presentato l’Italia alla cantante di New Orleans Lynn Drury, che ha girato con lui in tutto il paese nel 2008-9 e ha suonato più volte a Livorno.

Roberto ora suona nel trio blues livornese, TRES con il fratello Simone Luti e Rolando Cappanera. È anche coinvolto in una varietà di progetti musicali sia a livello locale che con una portata più ampia, comprese collaborazioni con Niki La Rosa con il musicista americano Luke Winslow King.

ANGELO LEADBELLY ROSSI
Angelo Rossi, soprannominato Leadbelly è un cantante e chitarrista italiano, considerato tra i principali interpreti italiani di blues Originario di Cardano al Campo, deve il suo soprannome al famoso cantante blues Huddie William Ledbetter al quale si ispira. Le sue esibizioni, principalmente in solitaria dove si accompagna con la chitarra acustica ed occasionalmente quella elettrica, il kazoo e l’armonica, sono legate alla tradizione del delta blues e sovente sono inframmezzate sia da momenti ironici che da vere e proprie citazioni sui suoi trascorsi nella terra del Mississippi. È, in assoluto, considerato il principale interprete del blues acustico in Italia ed ha partecipato ai principali blues festival che si sono tenuti in Italia.
Alla fine degli anni ottanta ha collaborato a lungo con il bluesman statunitense Larry Johnson suonando spesso negli Stati Uniti.
Dopo una prima cassetta autoprodotta nel 1985 ed una continua attività dal vivo in giro per l’Italia viene contattato da Ernesto De Pascale con cui realizza il primo album per l’etichetta Il Popolo del Blues, Jump Up Songs composto da brani registrati in presa diretta.
Nel 2006 pubblica un nuovo album, autoprodotto, I Don’t Want to Take Nothing With Me When I’m Gone
Nel 2012 è promotore del progetto Nerves & Muscles assieme a Max Prandi e Tiziano “Rooster” Galli che ha portato alla realizzazione di New Mind Revolution
Negli ultimi anni non si contano più i suoi concerti , è l’artista blues più richiesto. Innumerevoli sono le collaborazioni con altri musicisti , tutti vogliono suonare con lui. Nel 2017 ITALIA BLUES UNION gli ha conferito il PREMIO alla CARRIERA.

Tag:, , , ,

Post a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*