RISPARMIO ENERGETICO E CULTURA PIU’ SOLDI DALLA REGIONE PER BIELLA

10 milioni di euro in più alle città capoluogo di provincia: riduzione dei consumi energetici delle reti di illuminazione pubblica tramite sistemi automatici di regolazione e tutela, valorizzazione e messa in rete del patrimonio culturale questi gli asset interessati

Ripristino delle zone danneggiate dagli incendi boschivi, interventi contro la violenza di genere, risorse per il risparmio energetico e lo sviluppo urbano sostenibile, dimensionamento scolastico 2018-19, nuova tabella degli enti culturali di rilievo regionale e programmi di cooperazione Italia-Francia sono stati i principali argomenti affrontati questa mattina dalla Giunta regionale nel corso di una riunione coordinata dal presidente Sergio Chiamparino.

Incendi boschivi. Come proposto dall’assessore Alberto Valmaggia, verrà predisposto un piano straordinario per il ripristino delle superfici interessate dagli incendi boschivi avvenuti nel corso del 2017, che riserverà particolare riguardo alla messa in sicurezza dei territori che possono provocare situazioni di rischio per la pubblica incolumità ed alla tutela di particolari valori ambientali e/o paesaggistici. La redazione del documento seguirà un approccio partecipativo, che si svilupperà acquisendo le esigenze espresse dai territori interessati coinvolgendo gli enti locali competenti (Comuni, Unioni di Comuni, enti di gestione dei siti appartenenti alla Rete Natura 2000 e altre aree protette) e le informazioni tecnico-scientifiche necessarie che sono in grado di fornire enti ed istituzioni con dimostrate competenze e conoscenze su incendi boschivi e selvicoltura ed una approfondita conoscenza del territorio forestale e della sua gestione.

Violenza di genere. Il Piano triennale 2017-2019 degli interventi contro la violenza di genere presentato dall’assessora Monica Cerutti prevede un investimento di circa 2,5 milioni di euro per consolidare la programmazione concertata con tutti i soggetti coinvolti nella prevenzione e nel contrasto di questo drammatico fenomeno.  Diversi gli obiettivi che la Regione intende perseguire: consolidare la rete dei Centri e degli sportelli antiviolenza e delle Case rifugio; avviare percorsi di sostegno all’inserimento e al reinserimento socio-lavorativo delle vittime; prevenire la tratta, la riduzione in schiavitù, le mutilazioni genitali femminili ed i matrimoni forzati; sostenere la formazione delle operatrici e degli operatori del sistema dei servizi antiviolenza; sperimentare interventi di recupero e di accompagnamento per gli autori della violenza; intervenire a sostegno dei figli di vittime di femminicidio e di minori vittime di violenza assistita; diffondere l’utilizzo del Fondo di solidarietà per il patrocinio legale alle donne vittime di violenza; informare i cittadini sulle opportunità contenute nella legge regionale n.4/2016 “Interventi di prevenzione e contrasto della violenza di genere e per il sostegno alle donne vittime di violenza ed ai loro figli”.Nell’ambito del piano è stato assegnato un contributo di 150.000 euro per realizzare nella Cascina Graziella di Moncalvo, bene confiscato alla mafia, un gruppo appartamento per donne vittime di violenza sole o con figli.

Energia. Deciso, su proposta dell’assessora Giuseppina De Santis, di aumentare di 29,5 milioni di euro la dotazione finanziaria del bando sull’efficienza energetica e l’energia rinnovabile nelle imprese, che passa così da 66,3 a 95,8 milioni, per consentire lo scorrimento della graduatoria delle domande ammesse.

Aumentata per lo stesso motivo di 4,5 milioni, a seguito del successo ottenuto, la dotazione iniziale di 10 milioni del bando per la riduzione dei consumi energetici riservato agli enti locali con meno di 5000 abitanti.

Sviluppo urbano sostenibile. La dotazione finanziaria delle misure sullo sviluppo urbano sostenibile di Alessandria, Asti, Biella, Cuneo, Novara, Verbania e Vercelli è stata incrementata, su proposta dell’assessora Giuseppina De Santis, di 10 milioni di euro in seguito all’inserimento di due nuove azioni: la prima è destinata alla riduzione dei consumi energetici delle reti di illuminazione pubblica tramite sistemi automatici di regolazione; l’altra alla tutela, valorizzazione e messa in rete del patrimonio culturale.

Dimensionamento scolastico. Il Piano di revisione e dimensionamento della rete scolastica per l’a.s. 2018-19 presentato dall’assessora Gianna Pentenero prevede 541 autonomie, a cui vanno aggiunti i 12 centri provinciali per l’istruzione degli adulti, con una riduzione di 9 unità rispetto all’anno in corso. L’obiettivo è superare le situazioni di sottodimensionamento, riaffermando la necessità di diffondere il modello verticale dell’istituto comprensivo, basato sulla continuità educativa e sull’integrazione di competenze ed esperienze tra i docenti di vario grado.

Il testo, che recepisce i piani delle Province e della Città metropolitana, intende garantire la sostenibilità del sistema scolastico nel suo complesso, tenendo conto dell’articolazione geografica del territorio. La novità più rilevante è l’istituzione del Liceo musicale a Chivasso e Alba.

Tag:, , ,

Post a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*