PUBBLICI ESERCIZI: BAR E RISTORANTI RESISTONO ANCHE NEI PICCOLI COMUNI

Nell’era del web e delle grandi catene commerciali, gli italiani premiano ancora le piccole attività di paese a conduzione familiare.

La trattoria della pausa pranzo, il bar dove ci si ritrova dopo il lavoro, la gelateria con i nostri gusti preferiti. Si sa, la componente emotiva gioca un ruolo fondamentale nel processo di acquisto perché, oggi più che mai, al cliente non basta più spendere soldi per un bene o un servizio che risponda alle proprie esigenze, ma vuole sentirsi anche ripagato dal punto di vista umano. E proprio questo rapporto personale, questo tipo di approccio più intimo caratterizza i piccoli esercizi commerciali, attività (spesso a conduzione familiare) che premiano il rapporto diretto con la clientela e prediligono un servizio a misura d’uomo, diventando una risorsa preziosa soprattutto per coloro che vivono o lavorano in realtà di provincia, lontane dai grandi centri: “La prossimità è un valore irrinunciabile di un pubblico esercizio. Non è un caso che bar e ristoranti siano tra le attività di servizi a maggior diffusione territoriale”, commenta Lino Enrico Stoppani, presidente di FIPE (Federazione Italiana Pubblici Esercizi), “Una nostra analisi ha evidenziato che su 8.092 comuni soltanto 150 (1,9% del totale) sono sprovvisti di bar o ristorante. Dunque i pubblici esercizi sono ovunque, anche nei piccoli comuni dove spesso rappresentano l’unico servizio ‘pubblico’ erogato da un’azienda privata. In questi contesti territoriali le attività si reggono grazie al sacrificio dell’imprenditore e della sua famiglia. D’altra parte solo il modello familiare consente di tenere in piedi attività con bilanci da mera sussistenza che sempre più spesso richiedono integrazioni con altre fonti di reddito”.

Oggi come ieri, dunque, queste piccole attività rivestono ancora un ruolo fondamentale da un punto di vista commerciale e sociale: oltre ad essere punto di riferimento per il ristoro ed i piccoli acquisti di abitanti, lavoratori e turisti di passaggio (che spesso li preferiscono a realtà più grandi e strutturate), rappresentano un importante centro di aggregazione, a beneficio di tutta la collettività.

A.C.

 

Tag:, ,

Comments are closed.