PRESI E CONDANNATI I RAPINATORI DEL MINORENNE AGLI ZUMAGLINI

I fatti risalgono alla serata de 13 ottobre scorso. carcere per uno e obbligo di firma per il secondo.
I due aggressori del quindicenne ai giardino Zumaglini sono stati individuati dopo ulteriori accertamenti e per Naim Ouahid, 23 anni italiano e residente a Biella si è spalancata la porta del carcere mentre per Alessandro Maiolo, 37enne anche lui noto alle forze dell’ordine la pena è di obbligo di firma. Le custodie sono state eseguite dalla mobile di Biella martedì scorso. Si tratta di una agressione diventata rapina impropria avvenuta il 13 ottobre presso i giardini Zumaglini nei confronti di un ragazzino ai quali i due malviventi avevano chiesto delle sigarette, lo avevano spintonato portandogli via il cellulare e 80 euro, oltre ad averlo minacciato con una bottiglia di vetro in mano. “Siamo contenti dell’operato dell’autorità giudiziaria -commenta l’ispettore capo coordinatore delle volanti, Fabio Uccheddu- che ha disposto il carcere per il primo e l’obbligo di firma per il secondo. Il controllo quotidiano ci permette di riconoscere immediatamente chi ha eseguito un reato”. Il lavoro degli uomini del dirigente di polizia, Vincenzo Vaccaro ha permesso, negli ultimi periodi, un aumento di denunciati. La volontà del questore Parisi di aumentare il pattugliamento del territorio con due pattuglie, con i 40 agenti sul territorio consente di eseguire attività sicure e coprire meglio il territorio. “Questo arresto è la goccia che scava la roccia -conclude Uccheddu-. Il continuo controllo permette la diminuzione dei reati. Il persistere delle piccole rapine contribuisce ad intimorire i cittadini”.
Tag:, , ,

Post a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*