PRESENTATO A PARIGI UNO STUDIO BIELLESE PER ABBATTERE LA MORTALITA’ DI PAZIENTI COLPITI DA SEPSI

Il lavoro presentato da Marco Tengattini e Federico Prato in occasione del 31° Congresso Europeo di Terapia Intensiva.

L’Asl di Biella presente nei giorni scorsi a Parigi con la presentazione di uno studio per dimostrare gli effetti dell’utilizzo di una tecnica innovativa in pazienti affetti da sepsi. I risultati sono stati presentati in occasione del 31° Congresso Europeo di Terapia Intensiva, svoltosi nei giorni scorsi  nella capitale francese.

Il lavoro – realizzato dall’équipe della Terapia Intensiva, in collaborazione con la nefrologia, da Marco Tengattini, Federico Prato, Umberto Colageo e Claudio Pissaia – ha mostrato gli esiti di una terapia effettuata su 10 pazienti, (6 donne e 4 uomini) tra i 63 e i 75 anni, trattati durante il 2017 attraverso terapia di sostituzione renale continua con una membrana particolare. Gli effetti riscontrati sono stati molto promettenti: una stabilizzazione più rapida dei parametri vitali, con una conseguente riduzione della necessità di ricorrere a farmaci vasoattivi.

Prosegue, dunque, l’impegno nella ricerca per trovare nuovi trattamenti efficaci per abbattere la mortalità, ad oggi molto elevata, dello shock settico.

L’Ospedale “Degli Infermi” si attesta fra i primi centri in Europa come numero di trattamenti eseguiti con questa innovativa metodica.

Red BC

Tag:, , ,

Comments are closed.