PIU’ EUROPA, PIU’ POLITICA, PIU’ IMPRESA

In vista delle elezioni europee il gruppo +Europa Biella ha organizzato una tavola rotonda lunedì prossimo 28 gennaio alle ore 18 presso l’Agora Palace Hotel di Via Lamarmora sul tema dei distretti industriali, della loro storia prima e dopo l’unione europea e delle libertà che oggi permettono di fare impresa.. Parteciperanno Jacopo Iacoboni, giornalista de “La Stampa”, attento osservatore dei cambiamenti della vita politica e industriale italiana Stephan Elsner, Direttore Generale di Bon Prix, multinazionale tedesca che nel nostro territorio ha trovato casa e che si muove da sempre sui mercati globali. Matteo Stoppa, ricercatore IoT & wearable Tech, fondatore e CTO di Sherlock srl Benedetto Della Vedova, ex sottosegretario agli Affari Esteri e candidato alla Segreteria di +Europa

L’appuntamento sarà moderato da Giuseppe Rasolo, giornalista televisivo biellese, che avrà il compito di guidare la serata e coinvolgere relatori e pubblico in un dibattito su temi che, per il nostro territorio, sono fondamentali.

Il distretto industriale tessile, infatti, ha saputo uscire dalla crisi degli anni scorsi grazie alla qualità dei propri prodotti, ma anche e soprattuto grazie alla capacità di aggredire mercati stranieri e imporre i propri marchi a livello globale. E proprio del mondo prima dell’Unione Europea e di quello odierno si vuole parlare per capire come, la libertà di circolazione di persone e merci, abbia permesso di far crescere i distretti e sostenere occupazione e sviluppo. L’Europa rappresenta, ancora oggi, il primo mercato mondiale, con oltre 300 milioni di consumatori. Il ruolo del vecchio continente non deve essere solo quello di spettatore passivo nella sfida Usa – Cina, ma deve essere il cuore propositivo dello sviluppo futuro, soprattuto nell’area del Mediterraneo; l’Africa è il mercato di domani, il Paese che crescerà a doppia cifra nei prossimi 30 anni, e in quel continente si gioca la partita della crescita. Uno dei temi che verranno toccati durante l’incontro sarà, poi, quello della libertà degli individui, in un momento storico dove da più parti si prova a rinnegare quei diritti conquistati con storiche battaglie civili negli anni passati. L’Europa come motore di sviluppo, sociale e industriale: questo il quadro entro cui i relatori porteranno esperienze e storie, per partire da ciò che eravamo ed arrivare a ciò che vorremmo fosse l’Europa di domani.

Tag:, ,

Comments are closed.