PARCHEGGIO OSPEDALE: MA COSA STA SUCCEDENDO?

La giunta Cavicchioli dà seguito alla mozione approvata da consiglio comunale a ottobre ma il sindaco di Ponderano, Elena Chiorino puntualizza la situazione.

Si torna a parlare del parcheggio dell’ospedale: pagamento sì, pagamento no. Dopo la presentazione votata in consiglio comunale della mozione a favore dei posteggi gratuiti per i posti sul terreno di Biella ora arriva la delibera della giunta Cavicchioli scritta oggi pomeriggio. Ma a quanto pare, interpellato da noi il sindaco di Ponderano Elena Chiorino, pensa di avere tutte le carte in mano per dormire sonni tranquilli.

“Nell’area di parcheggio dell’ospedale nel territorio di Biella è autorizzata la sola sosta gratuita: lo ribadisce una delibera votata dalla giunta lunedì 15 gennaio, in cui l’esecutivo cittadino diffida anche comune di Ponderano e Asl da porre in essere provvedimenti e attività in contrasto con il presente documento”.
La decisione è un atto che dà seguito alla mozione presentata di gruppi (Pd, I love Biella, Biella in Comune, Gruppo Misto e Movimento 5 Stelle) approvata dal consiglio comunale di Biella il 31ottobre 2017. Allora avevano votato a favore anche Lega, Forza Italia, Bongiorno Biella e Lista Civica Biellese ad eccetto di Fratelli d’Italia, assente. Tale scritto impegnava il sindaco a difendere la possibilità che, nella porzione di parcheggio entro i confini di Biella, la sosta restasse gratuita. “A dare forza giuridica all’ipotesi è il codice della strada, che stabilisce come sia la giunta ad avere competenza territoriale sulle aree a uso pubblico, come nel caso in questione -commentano dal Comune di Biella-. Il terreno appartiene all’Asl, ma sia nella richiesta di autorizzazione per la realizzazione di una strada e di un parcheggio che l’azienda sanitaria inviò nel 2000 al Comune, sia nella convenzione con Ponderano, è citata la volontà di destinare a uso pubblico l’intera zona. E la convenzione stessa tra Asl e Ponderano specifica che nel parcheggio saranno fatte applicare le norme del codice della strada. Norme che stabiliscono, per decisioni come il destinare un’area di sosta a pagamento, la competenza della giunta sul cui Comune insiste il terreno”.

Non è d’accordo il sindaco di Ponderano, Elena Chiorino che non ci sta e passa subito all’attacco: “Cavicchioli è stato messo in minoranza dalla sua maggioranza e posso immaginare il suo imbarazzo di andare contro se stesso. Se la maggioranza si prendesse la briga di ascoltare o leggere i verbali dell’assemblea dei sindaci, forse capirebbe che è stato proprio lui a proporre tutto ad un euro insieme a Emanuele Ramella. Cavicchioli come presidente dell’assemblea dei sindaci ha firmato la chiusura dell’accordo che non menziona nessuna postilla particolare in riferimento al comune di Biella. C’è stato un tempo politico, c’è stato uno amministrativo, adesso siamo al tempo scaduto di Cavicchioli che va contro tutto quello che aveva detto in precedenza, ovvero il pagamento sull’intera area a un euro. Se vogliamo le telecamere su tutta l’area, la manutenzione, ambulanze che possano viaggiare tranquille allora dobbiamo mettere un euro giornaliero. So che la mia è una decisione scomoda politicamente ma è fondamentale per tutti i cittadini. Ricordiamo chi usufruisce dei parcheggi dell’ospedale non sono solo i biellesi ma anche tutti coloro che arrivano da fuori provincia”. A questo punto forse è lecito pensare che per qualche tempo i biellesi ne vedranno ancora delle belle.

Tag:, , , , ,

Post a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*