AOSTA 03-12-2015

MONTAGNA

"Zambrotta, che bella sorpresa"

Intervista alla guida alpina biellese Giovanna Mongilardi, che si appresta ad affrontare la finale del reality Monte Bianco in coppia con l'ex calciatore

Gianluca Zambrotta e Giovanna Mongilardi

E' arrivata alla finale del reality televisivo Monte Bianco la guida alpina biellese Giovanna Mongilardi, che ha gareggiato in coppia con il calciatore Gianluca Zambrotta da molti indicato come il probabile vincitore del programma in onda su Rai Due. Prima dell'ultima puntata in programma il 7 dicembre abbiamo intervistato Giovanna.

Com’è cambiata la tua vita da quando hai partecipato al reality?

"A oggi è rimasta la stessa. L’unica cosa che ha subito una variazione, con un incremento notevole, sono le visualizzazioni della mia pagina Facebook, le richieste di amicizia e devo dire le telefonate ed i messaggi per chiedermi la disponibilità per ascensioni varie.

Dopo la terza puntata ho ricevuto i complimenti di alcuni colleghi ed istruttori, la qual cosa mi ha fatto molto piacere. Ovviamente ci sono anche le critiche e le polemiche. Sono addirittura stata definita “ la guida super cattiva”.


Il reality ha sollevato un importante dibattito, quasi filosofico, su quale sia il corretto approcciarsi alla montagna. Recente una durissima presa di posizione di Mountain Wilderness. Cosa ne pensi?

"Sinceramente mi sono sempre tenuta ai margini delle polemiche, non è nel mio stile prendere posizioni in merito a dibattiti così astratti e quasi filosofici. Credo che certi commenti e critiche, soprattutto perché antecedenti l’uscita della trasmissione, siano stati fuori luogo e senza fondamenti. A mio giudizio una trasmissione di questo genere, che non ha sicuramente la presunzione di erigersi a documentario ed insegnamento della montagna, può comunque trasmettere ed insegnare molto, soprattutto a quella parte di popolazione che poco o nulla sa della montagna. Finalmente si parla di montagna, senza enfatizzare ed esaltare le imprese di alpinisti famosi, senza diffondere quel clima di terrore, panico e allarmismo che spesso è legato a questo ambiente. Questa trasmissione, con tutti i suoi limiti, ha per la prima volta in Italia, su un canale nazionale ed in prima serata, portato in casa degli italiani paesaggi, emozioni, paure, gioie che solo chi è frequentatore delle alte vette sa cosa siano. Chissà che Monte Bianco' non faccia innamorare gli italiani della montagna..Vedremo"

Come ti sei approciata alla montagna? 

"Per i primi passi in montagna devo “ringraziare” mio padre. Ricordo ancora quanto ho subito quelle passeggiate che ritenevo lunghe, faticose e noiose (anche perché ero la classica ragazzina con poca resistenza aerobica, arrivando dalla ginnastica artistica), con sveglie ad ore improbabili. Poi con gli anni ed alcuni amici ci siamo pian piano avvicinati all’arrampicata su roccia e ghiaccio, allo sci alpinismo ed al fuori pista. Durante gli ultimi anni al Politecnico la passione per la montagna era diventata una ossessione. Poi decisi di fare le selezioni per il corso aspiranti: ormai sono passati 10 anni da allora.

Adesso sono guida alpina e mi sento realizzata nell’unico ambiente dove mi sento veramente libera e me stessa. Mi ritengo fortunata: oltre ad avere un lavoro part time come ingegnere all’Arpa Piemonte, sono una di quelle persone che ha fatto della propria passione il suo lavoro. Non tornerei indietro, rifarei esattamente le stesse scelte (almeno per quanto riguarda la mia vita in montagna), anche se spesso hanno comportato sacrifici, fatica e rinunce".

Ogni esperienza ci lascia qualcosa dentro. Cosa ti ha lasciato Monte Bianco? 

"Per me è stata una grande esperienza ed un’opportunità per conoscere un mondo a me sconosciuto, nonché persone e personaggi che diversamente non avrei mai potuto avvicinare.

Ovviamente conoscevo Gianluca Zambrotta di fama, avendo in famiglia un fratello che ha sempre giocato a calcio fin dalle elementari e grande tifoso di una delle squadre per le quali aveva giocato. Conoscendolo di persona mi sono ricreduta molto sui calciatori e sulla loro fama non sempre così edificante. Gianluca ha dimostrato di essere un grande campione, un atleta, anche se non si allena più da circa un anno. E’ un uomo umile, determinato, semplice, uno sportivo che sa cosa siano il sacrificio e la fatica. Veramente una bella persona, come se ne incontrano più poche in questo mondo fatto spesso di apparenza e superficialità.

Lui ha ripetuto più volte che non si aspettava che l’ambiente dell’alpinismo regalasse così tante emozioni e che offrisse la possibilità di legami di così profondi. Penso che noi guide abbiamo trasmesso proprio questo: la lealtà, la fiducia e l’amicizia che si crea all’interno della cordata, la spensieratezza nei momenti di relax, la gioia nel raggiungere le proprie mete".


Una volta il mestiere di guida era prettamente maschile. Ora siete sempre di più donne anche in questo campo. Cos'è cambiato?

"A proposito, ricordo un aneddoto divertente durante le lezioni di teoria ai corsi guida. Eravamo in aula ed io ero seduta in fondo. Il docente ( una guida della Valle) ad un certo punto ha alzato lo sguardo verso di me ed ha detto 'e tu che ridi là in fondo, dovresti essere a casa a fare la calzetta'. Ovviamente è stato detto in modo ironico, ma io ero comunque la prima donna a frequentare il corso guide in Valle d’Aosta e pertanto anche per i docenti e gli istruttori era una novità. Nel seguito non ci sono state differenze: ho affrontato e superato tutti i moduli e gli esami come i miei compagni ed anche in seguito, nel mio lavoro, non sono mai stata discriminata perché donna. Anzi, spesso i clienti apprezzano la femminilità, la maggior sensibilità e attenzione che forse in quanto donna riesco ad esprimere meglio rispetto a certi colleghi.

Paura. Che rapporto hai con questo sentimento?

"La paura...tutti abbiamo delle paure. Nessuno ne è immune, neanche chi vuol far credere di essere superman. E’ umano, fa parte della nostra natura.

La paura spesso può esserci amica, se usata nel modo corretto. Può essere un segnale per dirci 'oggi è meglio fermarci qui'. Nel corso degli anni ho vissuto momenti di tensione e paura. Quello che non possiamo permetterci, in quanto guide, è di perdere il controllo. Il cliente si affida a noi, ha fiducia nelle nostre capacità. Il panico ed il terrore che ho visto talvolta in alcune persone noi abbiamo il dovere di controllarlo e di gestirlo in sicurezza.

La volta che ho avuto più paura..Beh, in questo momento mi viene in mente quella più vicina nel tempo. L’anno scorso, durante un’escursione con clienti, sono stata travolta da una valanga staccatasi 200 metri sopra di noi. Sono rimasta sepolta 4 minuti e in quel momento devo ammettere che ho avuto veramente paura di morire. Ho provato a mantenere la calma e a respirare come avevo imparato a Yoga, ma l’unico pensiero che si riproponeva nella mia mente era uno solo 'se non arrivano in fretta questa volta è finita.'.

Qual è la tua montagna?

"Non penso di avere una montagna. Ogni volta che salgo su una vetta è sempre un’ emozione. Come ogni alpinista, anche ora dopo tanti anni, arrivata su una vetta sono già proiettata verso la prossima ascensione.  Non c’è pace per noi amanti della montagna"..


Tu sei nata e hai vissuto per molti anni in provincia di Biella. Immagino che i primi passi li hai fatti sulle nostre montagne. Ci torni ancora di tanto in tanto?

"Infatti . Sono biellese e vado fiera delle mie origini. Ho imparato a sciare a Bielmonte e poi ad Oropa, i primi passi su roccia li ho fatti nelle piccole palestrine del circondario, le prime creste sono state quelle sopra casa.

Le prime vette importanti le ho affrontate con gli amici alpinisti di Biella. La tradizione biellese è infatti di tutto rispetto, con nomi di spicco nella storia dell’alpinismo.

Adesso quando torno a Biella è solo per far visita alla mia famiglia ed agli amici storici. Il biellese è però sempre nel mio cuore".


Secondo te il Biellese ha delle chance per diventare meta turistica per appassionati di montagna?

"Penso che ci siano ottime possibilità. Molti miei colleghi di Biella in questi ultimi anni stanno facendo un lavoro di promozione e chiodatura incredibile.

Le prealpi biellelsi offrono un sacco di opportunità, dallo sci, alla scalata, alla cascata di ghiaccio ed addirittura il canyoning.

Chissà che questa trasmissione non spinga giovani biellesi a confrontarsi con le montagne di casa".

 

Andrea Formagnana

© Riproduzione Riservata

Privacy Policy


La Presente Privacy Policy ha lo scopo di descrivere le modalità di gestione del sito web www.biellacronaca.it (in seguito anche il “Sito”), in riferimento al trattamento dei dati personali dell’Utente che lo consulta (in seguito anche l’“Utente”).

Si tratta, in particolare, di un’informativa che è resa ai sensi dell’art. 13 del D.Lgs. n. 196/03 recante il “Codice in materia di protezione dei dati personali” (in seguito anche “Codice Privacy”) a coloro che si collegano al Sito.

Il Sito è di proprietà di biellacronaca.it, CF 01838620027 (in seguito anche la “Società”), che garantisce il rispetto della normativa contenuta nel Codice Privacy.

La presente informativa è resa solo con riferimento al Sito e non anche per altri siti web eventualmente consultati dall’Utente tramite link.

L’Utente dovrà leggere attentamente la presente Privacy Policy prima di inoltrare qualsiasi tipo di informazione personale, di compilare qualunque modulo elettronico presente sul Sito stesso o di sottoscrivere una delle tipologie di abbonamento al quotidiano BiellaCronaca offerte sul Sito (in seguito anche “Abbonamento”).


1. Titolare del trattamento.

Il Titolare del trattamento è biellacronaca.it, CF 01838620027 ed il responsabile è il sig. Zola Mauro.


2. Tipologia di dati trattati e finalità di trattamento.

1) Dati di navigazione.

I sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del Sito acquisiscono, nel normale esercizio, alcuni dati personali che vengono poi trasmessi implicitamente nell’uso dei protocolli di comunicazione Internet.

Si tratta di informazioni che, per loro natura, potrebbero, mediante associazioni ed elaborazioni con dati detenuti da terzi, permettere di identificare gli Utenti (ad esempio, tramite l’indirizzo IP, i nomi di dominio dei computer utilizzati dagli Utenti che si collegano al Sito, …) (in seguito anche i “Dati”).

I Dati vengono utilizzati solo per informazioni di tipo statistico (e sono, quindi, anonimi) e per controllare il corretto funzionamento del Sito e vengono cancellati subito dopo l’elaborazione.

I Dati potrebbero essere utilizzati per l’accertamento di responsabilità in caso di ipotetici reati informatici ai danni del Sito o della Società: salva questa eventualità, allo stato, i dati sui contatti web non persistono per più di sette giorni.

Nessun dato personale dell’Utente viene, in proposito, acquisito dal Sito, né viene fatto uso di cookie per la trasmissione di informazioni di carattere personale o di cookie persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi di tracciamento dell’Utente.

L’uso dei c.d. cookie di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell’Utente e svaniscono con la chiusura del bowser) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del Sito

I menzionati cookie di sessione evitano, in ogni caso, il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione dell’Utente e non consentono l’acquisizione di dati personali identificativi dell’Utente.

Per ulteriori approfondimenti circa le tipologie e modalità di utilizzo dei cookie da parte del Sito, è possibile consultare la Cookie Policy qui.

2) Dati forniti volontariamente dall’Utente.

Si tratta dei dati personali forniti direttamente dall’Utente all’atto della registrazione necessaria al fine di accedere al Sito e/o in particolari sezioni dello stesso od alla sottoscrizione di una tipologia di abbonamento proposta sul Sito, vale a dire tutte quelle informazioni personali che consentono l’identificazione dell’Utente (quali, ad esempio, nome e cognome, indirizzo, indirizzo di posta elettronica, numeri telefono, altri numeri e/o codici di identificazione personale) o che sono state inviate alla Società per partecipare alle attività del Sito (ad esempio, immagini o video).

L’invio facoltativo, esplicito o volontario di posta elettronica agli indirizzi indicati sul Sito o la compilazione di moduli per la raccolta dei dati personali o l’invio di materiale audio/video comporta la successiva acquisizione dell’indirizzo del mittente, necessario per rispondere alle richieste, nonché degli eventuali altri dati personali inviati/inseriti.


3. Modalità del trattamento.

I dati personali sono trattati con strumenti automatizzati o manualmente per il tempo strettamente necessario a conseguire gli scopi per cui sono stati raccolti.

Specifiche misure di sicurezza sono osservate per prevenire la perdita dei dati, usi illeciti o non corretti ed accessi non autorizzati. Sul punto, si evidenzia, tuttavia, che, presa coscienza dei rischi legati alla divulgazione di dati personali, nessun sistema è totalmente sicuro od a prova di manomissione da parte di hacker.

A tal fine, la Società evidenzia che sono state poste in essere, ai sensi degli artt. 33 e ss. del Codice Privacy, tutte le misure ragionevolmente necessarie per impedire e minimizzare i rischi dovuti ad accessi non autorizzati, trattamenti, alterazioni o distruzioni non autorizzate o contrarie alla legge.


4. Finalità del trattamento.


I dati personali sono trattati con le finalità di seguito indicate:

a) finalità connesse alla fornitura dei servizi e/o prodotti offerti dal Sito: a mero titolo esemplificativo, fornire i servizi e/o prodotti richiesti dall’Utente; consentire la partecipazione alle attività promosse dal Sito; gestire la comunità degli Utenti; gestire la registrazione al Sito; rispondere a specifiche richieste dell’Utente; adempiere ad obblighi di legge o contrattuali (od esercitare facoltà derivanti dal contratto). Il conferimento dei dati per tale finalità è necessario per usufruire dei servizi richiesti o di accedere al Sito.

b) Invio di comunicazioni commerciali (marketing) e vendita diretta: previo ottenimento del consenso espresso da parte dell’Utente, i dati personali potranno essere utilizzati a fini di invio di comunicazioni commerciali (marketing) e/o vendita diretta, tramite e-mail, fax, telefono ed ogni altra tecnologia di comunicazione a distanza, presente od in futuro sviluppata, per la promozione di beni e servizi propri o di soggetti terzi. Il conferimento dei dati per tale finalità è facoltativo ed un eventuale rifiuto al conferimento non comporterà l’impossibilità di usufruire dei servizi offerti dalla Società.

Tuttavia, anche in caso di consenso, l’Utente avrà comunque il diritto di opporsi, in tutto od in parte, al trattamento dei propri dati personali per finalità di marketing e/o vendita diretta, facendone semplice richiesta alla Società, senza alcuna formalità.


5. Ambito di comunicazione e diffusione.

Potranno venire a conoscenza dei dati personali dell'Utente, i soggetti nominati di volta in volta dalla Società quali responsabili od incaricati del trattamento, in particolare la società SOFTPLACE Srl, con sede legale in Via Massaua n. 6 – 13900 BIELLA (BI) – CF e P.IVA 02255690022 essendo, quest’ultima, incaricata dalla Società della gestione e della manutenzione del Sito.

I dati personali potranno essere comunicati a:

- società controllate/controllanti o collegate della Società, soggetti cessionari di azienda o di ramo d'azienda, società risultanti da possibili fusioni o scissioni della Società, i quali potranno utilizzarli per le medesime finalità specificate alle lettere a) e b) di cui sopra.

Previo ottenimento del consenso espresso dell'Utente, i dati personali potranno altresì essere comunicati a:

- altre società che svolgono attività nei settori dell'intrattenimento, delle produzioni audio/video, dei social networking;

- società partner commerciali, coinvolte in specifici progetti/iniziative promossi dalla Società sul Sito, cui l'Utente ha aderito.

Le suddette società potranno, a loro volta, utilizzarli per finalità di marketing, comunicazioni pubblicitarie e vendite diretta relativamente a beni e servizi propri o di terzi, tramite e-mail, fax, telefono e qualsiasi altra tecnica di comunicazione a distanza, presente od in futuro sviluppata. Tali soggetti agiranno come autonomi titolari del trattamento.

Il consenso alla comunicazione dei dati personali è facoltativo ed un eventuale rifiuto non comprometterà la possibilità di iscriversi al Sito e partecipare alle iniziative promosse dalla Società. Anche in caso di consenso, l'utente avrà comunque il diritto di opporsi, in tutto o in parte, alla comunicazione dei propri dati personali a tali soggetti terzi, nonché al loro successivo trattamento per finalità di marketing e/o vendita diretta, facendone semplice richiesta, senza alcuna formalità, alla Società od ai soggetti terzi cui i dati saranno eventualmente comunicati.

I dati personali dell'Utente non saranno in alcun modo diffusi al pubblico, fatta eccezione per l'eventuale pubblicazione sul Sito del nome, cognome o "nick name" dell'Utente o di immagini o video volontariamente inviate dall'Utente allo scopo precipuo di pubblicarle sul Sito.


6. Diritti del richiedente.

La Società informa che l'art. 7, primo comma, del D.Lgs. 30 giugno 2003, n. 196 ("Codice Privacy”) riconosce, al richiedente, specifici diritti che potranno essere esercitati in qualsiasi momento.

I soggetti cui si riferiscono i dati personali hanno il diritto in qualunque momento di ottenere l’indicazione:

a) dell'origine dei dati personali;

b) delle finalità e modalità del trattamento;

c) della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l'ausilio di strumenti elettronici;

d) degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell'articolo 5, secondo comma, del D. Lgs. 30 giugno 2003, n. 196;

e) dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati.

Ai sensi del menzionato art. 7, secondo comma, del D.Lgs. 30 giugno 2003, n. 196, il richiedente ha il diritto di chiedere:

a) l'aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l'integrazione dei dati;

b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati;

c) l'attestazione che le operazioni di cui alle precedenti lettere a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato.

Le richieste andranno rivolte al titolare del trattamento.