CAMBURZANO 25-09-2016

"Quando eravamo numeri primi" FOTOGALLERY

Si sono ritrovati sabato sera settanta ex dipendenti di Aiazzone che fanno parte di un gruppo social che ha soltanto una regola, possono accedere solo quelli che hanno lavorato con Giorgio

(Fotoservizio Antonio Mantovan)

Qualcuno è arrivato da Roma qualcun altro da Prato. La maggior parte però vive ancora qui nel Biellese. Erano una settantina gli ex dipendenti del mobilificio Aiazzone che ieri sera si sono ritrovati a Camburzano all’Equipe Olympique, per quella che sarebbe riduttivo chiamare rimpatriata tra ex colleghi. Infatti il gruppo che è nato prima su Facebook per iniziativa di Piero Ramella che tanto si è dato da fare anche per organizzare l’incontro, è piuttosto selettivo, per farne parte non basta aver lavorato da Aiazzone ma bisogna averlo fatto quando alla guida dell’azienda c’era Giorgio Aiazzone, mentre non importa il ruolo ricoperto, autista, magazziniere, addetto alle vendite o dirigente. “Il gruppo sui social è segreto – spiega Piero Ramella – perché se raccontiamo cosa abbiamo visto e vissuto nessuno ci crede”.

Quello che infatti sembra averli uniti per sempre è il ricordo della personalità di Aiazzone, esplosiva e in grado di creare legami indissolubili.

 “Era un po’ un genio e un po’ un caposquadra, il tutto condito da un pizzico di fantasia e di fortuna, che gli ha permesso di creare un’azienda unica e di fare di noi non dei numeri uno ma dei numeri primi, tanto eravamo innovativi, ognuno alla sua maniera”.

Questo perché il contatto con Giorgio Aiazzone era costante, ogni giorno tutta la squadra entrava nel mobilificio alle 7 e usciva a un’ora da definire, dopo aver affrontato una serie infinita di riunioni, che coinvolgevano tutti in un modello di lavoro così innovativo che poi tanti hanno continuato per tutta la vita a occuparsi di mobili, con risultati molto buoni.

Il primo colpo di genio si chiama Leprotto Milcaro, pupazzone che nei primi anni Ottanta accompagnava la conduttrice Giusy Lercari in un programma per ragazzi di Teleradiocity.

“Aiazzone fece preparare uno spot per una tv locale, in cui si annunciava che i primi che la domenica dopo si fossero presentati al mobilificio avrebbero ricevuto in omaggio il peluche del Leprotto. Arrivarono in così tanti che i pupazzi finirono subito e Giorgio dovette scappare, assalito dai genitori arrabbiati che volevano il Leprotto. Allora ne commissionò una vagonata e cominciò a puntare sugli spot con sempre maggior successo”.

Ma la pubblicità secondo Ramella è stata solo uno dei fattori di un successo senza precedenti. “Ognuno di noi avrebbe tante storie da raccontare sulle iniziative per migliorare l’azienda. Ad esempio eravamo gli unici ad avere i soldi in tasca ancora prima di consegnare la merce, innovazione su cui fioccarono le tesi alla Bocconi, E poi siamo stati tra i primi ad avviare i pagamenti rateali lavorando con le banche, oggi lo fanno tutti ma allora era una rivoluzione”.

E’ però soprattutto il marketing a lasciare il segno e a portare a Biella famiglie da tutta Italia.

“Arrivavamo pullman da 50 posti anche dalla Sicilia. Noi li facevamo dormire a Viverone. Un giro a lago e poi la domenica festa al mobilificio, con qualcuno che suonava il piano e i pasticcini. A quel punto entravano in scena i venditori e arredavano le case di mezza Italia con un mandato ben preciso dare a ognuno non il meglio ma i migliori mobili che poteva permettersi”

Aiazzone capisce l’importanza del mezzo televisivo e acquista tre canali privati, poi si dedica a un grande sogno, la Città del mobile, la cui mastodontica struttura oggi cade a pezzi lungo la Trossi, abbandonata dopo l’incidente aereo in cui l’imprenditore muore a soli 39 anni.

“Quel progetto avrebbe rivoluzionato l’intero territorio, cambiando il volto del Biellese. Portato lavoro e contatti incredibili”.

Nel portare avanti tutti quei progetti l’imprenditore era affiancato da una squadra incredibilmente motivata

“Entravamo al lavoro lunedì mattina presto e uscivamo sabato sera non si sa a che ora, ci voleva il fisico, non tutti erano portati e allora c’era chi faceva parte del gruppo e gli altri venivano invitati a prendere altre strade”.

La scomparsa di Aiazzone ha coinciso con un crollo verticale.

“Nessuno era all’altezza di ricoprire il suo ruolo. La signora Rosella (la moglie ndr) ha cercato di tenere insieme tutto ma mancavano gli uomini chiave. Come Antonio Michelone che è andato dal gruppo lombardo Semeraro e trovato un suo successo applicando gli stessi metodi imparati a Biella”.

Nel giro di due anni in tanti si dimettono, magari per andare in altri mobilifici e la magia finisce all’improvviso come era iniziata. Lasciando però un segno profondo in chi l’avventura l’aveva vissuta. E così quando Piero Ramella, che in Aiazzone ha lavorato per cinque anni come arredatore, a giugno ha creato il gruppo Facebook sono arrivati subito i contatti, in tutto 85 e sui social e spuntata l’idea della cena, di un momento per incontrarsi e scambiarsi ricordi e aneddoti, coinvolgendo anche le due figlie di Aiazzone, Elisabetta e Giorgia. “Che all’epoca erano piccole e a cui abbiamo raccontato tanti episodi che magari non conoscevano. Momenti di una vita a stretto contatto con Giorgio, di quando eravamo numeri primi”.

m.z.

© Riproduzione Riservata

Privacy Policy


La Presente Privacy Policy ha lo scopo di descrivere le modalità di gestione del sito web www.biellacronaca.it (in seguito anche il “Sito”), in riferimento al trattamento dei dati personali dell’Utente che lo consulta (in seguito anche l’“Utente”).

Si tratta, in particolare, di un’informativa che è resa ai sensi dell’art. 13 del D.Lgs. n. 196/03 recante il “Codice in materia di protezione dei dati personali” (in seguito anche “Codice Privacy”) a coloro che si collegano al Sito.

Il Sito è di proprietà di biellacronaca.it, CF 01838620027 (in seguito anche la “Società”), che garantisce il rispetto della normativa contenuta nel Codice Privacy.

La presente informativa è resa solo con riferimento al Sito e non anche per altri siti web eventualmente consultati dall’Utente tramite link.

L’Utente dovrà leggere attentamente la presente Privacy Policy prima di inoltrare qualsiasi tipo di informazione personale, di compilare qualunque modulo elettronico presente sul Sito stesso o di sottoscrivere una delle tipologie di abbonamento al quotidiano BiellaCronaca offerte sul Sito (in seguito anche “Abbonamento”).


1. Titolare del trattamento.

Il Titolare del trattamento è biellacronaca.it, CF 01838620027 ed il responsabile è il sig. Zola Mauro.


2. Tipologia di dati trattati e finalità di trattamento.

1) Dati di navigazione.

I sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del Sito acquisiscono, nel normale esercizio, alcuni dati personali che vengono poi trasmessi implicitamente nell’uso dei protocolli di comunicazione Internet.

Si tratta di informazioni che, per loro natura, potrebbero, mediante associazioni ed elaborazioni con dati detenuti da terzi, permettere di identificare gli Utenti (ad esempio, tramite l’indirizzo IP, i nomi di dominio dei computer utilizzati dagli Utenti che si collegano al Sito, …) (in seguito anche i “Dati”).

I Dati vengono utilizzati solo per informazioni di tipo statistico (e sono, quindi, anonimi) e per controllare il corretto funzionamento del Sito e vengono cancellati subito dopo l’elaborazione.

I Dati potrebbero essere utilizzati per l’accertamento di responsabilità in caso di ipotetici reati informatici ai danni del Sito o della Società: salva questa eventualità, allo stato, i dati sui contatti web non persistono per più di sette giorni.

Nessun dato personale dell’Utente viene, in proposito, acquisito dal Sito, né viene fatto uso di cookie per la trasmissione di informazioni di carattere personale o di cookie persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi di tracciamento dell’Utente.

L’uso dei c.d. cookie di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell’Utente e svaniscono con la chiusura del bowser) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del Sito

I menzionati cookie di sessione evitano, in ogni caso, il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione dell’Utente e non consentono l’acquisizione di dati personali identificativi dell’Utente.

Per ulteriori approfondimenti circa le tipologie e modalità di utilizzo dei cookie da parte del Sito, è possibile consultare la Cookie Policy qui.

2) Dati forniti volontariamente dall’Utente.

Si tratta dei dati personali forniti direttamente dall’Utente all’atto della registrazione necessaria al fine di accedere al Sito e/o in particolari sezioni dello stesso od alla sottoscrizione di una tipologia di abbonamento proposta sul Sito, vale a dire tutte quelle informazioni personali che consentono l’identificazione dell’Utente (quali, ad esempio, nome e cognome, indirizzo, indirizzo di posta elettronica, numeri telefono, altri numeri e/o codici di identificazione personale) o che sono state inviate alla Società per partecipare alle attività del Sito (ad esempio, immagini o video).

L’invio facoltativo, esplicito o volontario di posta elettronica agli indirizzi indicati sul Sito o la compilazione di moduli per la raccolta dei dati personali o l’invio di materiale audio/video comporta la successiva acquisizione dell’indirizzo del mittente, necessario per rispondere alle richieste, nonché degli eventuali altri dati personali inviati/inseriti.


3. Modalità del trattamento.

I dati personali sono trattati con strumenti automatizzati o manualmente per il tempo strettamente necessario a conseguire gli scopi per cui sono stati raccolti.

Specifiche misure di sicurezza sono osservate per prevenire la perdita dei dati, usi illeciti o non corretti ed accessi non autorizzati. Sul punto, si evidenzia, tuttavia, che, presa coscienza dei rischi legati alla divulgazione di dati personali, nessun sistema è totalmente sicuro od a prova di manomissione da parte di hacker.

A tal fine, la Società evidenzia che sono state poste in essere, ai sensi degli artt. 33 e ss. del Codice Privacy, tutte le misure ragionevolmente necessarie per impedire e minimizzare i rischi dovuti ad accessi non autorizzati, trattamenti, alterazioni o distruzioni non autorizzate o contrarie alla legge.


4. Finalità del trattamento.


I dati personali sono trattati con le finalità di seguito indicate:

a) finalità connesse alla fornitura dei servizi e/o prodotti offerti dal Sito: a mero titolo esemplificativo, fornire i servizi e/o prodotti richiesti dall’Utente; consentire la partecipazione alle attività promosse dal Sito; gestire la comunità degli Utenti; gestire la registrazione al Sito; rispondere a specifiche richieste dell’Utente; adempiere ad obblighi di legge o contrattuali (od esercitare facoltà derivanti dal contratto). Il conferimento dei dati per tale finalità è necessario per usufruire dei servizi richiesti o di accedere al Sito.

b) Invio di comunicazioni commerciali (marketing) e vendita diretta: previo ottenimento del consenso espresso da parte dell’Utente, i dati personali potranno essere utilizzati a fini di invio di comunicazioni commerciali (marketing) e/o vendita diretta, tramite e-mail, fax, telefono ed ogni altra tecnologia di comunicazione a distanza, presente od in futuro sviluppata, per la promozione di beni e servizi propri o di soggetti terzi. Il conferimento dei dati per tale finalità è facoltativo ed un eventuale rifiuto al conferimento non comporterà l’impossibilità di usufruire dei servizi offerti dalla Società.

Tuttavia, anche in caso di consenso, l’Utente avrà comunque il diritto di opporsi, in tutto od in parte, al trattamento dei propri dati personali per finalità di marketing e/o vendita diretta, facendone semplice richiesta alla Società, senza alcuna formalità.


5. Ambito di comunicazione e diffusione.

Potranno venire a conoscenza dei dati personali dell'Utente, i soggetti nominati di volta in volta dalla Società quali responsabili od incaricati del trattamento, in particolare la società SOFTPLACE Srl, con sede legale in Via Massaua n. 6 – 13900 BIELLA (BI) – CF e P.IVA 02255690022 essendo, quest’ultima, incaricata dalla Società della gestione e della manutenzione del Sito.

I dati personali potranno essere comunicati a:

- società controllate/controllanti o collegate della Società, soggetti cessionari di azienda o di ramo d'azienda, società risultanti da possibili fusioni o scissioni della Società, i quali potranno utilizzarli per le medesime finalità specificate alle lettere a) e b) di cui sopra.

Previo ottenimento del consenso espresso dell'Utente, i dati personali potranno altresì essere comunicati a:

- altre società che svolgono attività nei settori dell'intrattenimento, delle produzioni audio/video, dei social networking;

- società partner commerciali, coinvolte in specifici progetti/iniziative promossi dalla Società sul Sito, cui l'Utente ha aderito.

Le suddette società potranno, a loro volta, utilizzarli per finalità di marketing, comunicazioni pubblicitarie e vendite diretta relativamente a beni e servizi propri o di terzi, tramite e-mail, fax, telefono e qualsiasi altra tecnica di comunicazione a distanza, presente od in futuro sviluppata. Tali soggetti agiranno come autonomi titolari del trattamento.

Il consenso alla comunicazione dei dati personali è facoltativo ed un eventuale rifiuto non comprometterà la possibilità di iscriversi al Sito e partecipare alle iniziative promosse dalla Società. Anche in caso di consenso, l'utente avrà comunque il diritto di opporsi, in tutto o in parte, alla comunicazione dei propri dati personali a tali soggetti terzi, nonché al loro successivo trattamento per finalità di marketing e/o vendita diretta, facendone semplice richiesta, senza alcuna formalità, alla Società od ai soggetti terzi cui i dati saranno eventualmente comunicati.

I dati personali dell'Utente non saranno in alcun modo diffusi al pubblico, fatta eccezione per l'eventuale pubblicazione sul Sito del nome, cognome o "nick name" dell'Utente o di immagini o video volontariamente inviate dall'Utente allo scopo precipuo di pubblicarle sul Sito.


6. Diritti del richiedente.

La Società informa che l'art. 7, primo comma, del D.Lgs. 30 giugno 2003, n. 196 ("Codice Privacy”) riconosce, al richiedente, specifici diritti che potranno essere esercitati in qualsiasi momento.

I soggetti cui si riferiscono i dati personali hanno il diritto in qualunque momento di ottenere l’indicazione:

a) dell'origine dei dati personali;

b) delle finalità e modalità del trattamento;

c) della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l'ausilio di strumenti elettronici;

d) degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell'articolo 5, secondo comma, del D. Lgs. 30 giugno 2003, n. 196;

e) dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati.

Ai sensi del menzionato art. 7, secondo comma, del D.Lgs. 30 giugno 2003, n. 196, il richiedente ha il diritto di chiedere:

a) l'aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l'integrazione dei dati;

b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati;

c) l'attestazione che le operazioni di cui alle precedenti lettere a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato.

Le richieste andranno rivolte al titolare del trattamento.