BIELLA 26-01-2016

Parcheggi in mano alla Provincia

I sindaci approvano la soluzione proposta dal presidente Ramella, Soltanto in sei sostengono Ponderano

Parcheggi in mano alla Provincia 3
(Foto Antonio Mantovan)

I parcheggi andranno alla Provincia: dopo tre ore di riunione in cui tanti sono gli interventi susseguitesi, i sindaci del biellese hanno espresso la loro volontà, optando per considerare la gestione dei parcheggi del nuovo ospedale "un problema di area vasta".

"Ora provvederemo a scrivere a Ponderano chiedendo che faccia un passo indietro e all'Asl affinchè revochi la convenzione stipulata e assegni la gestione dell'area alla Provincia di Biella - ha annunciato il presidente Emanuele Ramella Pralungo - nel frattempo ci muoveremo con Enerbit per ragionare sui costi affinchè rimangano contenuti al fine di poter garantire ai cittadini la tariffa simbolica di 1 euro per le 24 ore".

Quarantacinque sono stati i voti favorevoli alla Provincia mentre solo 6 quelli favorevoli a Ponderano, vale a dire i Comuni di Andorno, Cossato, Sandigliano, Cerrione, Mottalciata e Pralungo. 2 gli astenuti: Ponderano e Occhieppo Superiore. 

L'incontro di oggi si è aperto con il discorso del presidente della Provincia Emanuele Ramella Pralungo che ha messo nelle mani dei sindaci presenti in platea la questione della gestione dei parcheggi, dicendo: "Ritengo che la gestione delle aree esterne sia un problema di area vasta perché è un investimento della Regione Piemonte sul territorio biellese. Quindi vi chiedo: cosa volete fare sindaci? Se ci dite che la Provincia deve fare una pressione politica per far rivedere la posizione ad Asl e a Ponderano, lo faremo. Sennò non faremo niente". Dopodiché Ramella ha ribadito che secondo lui la contribuzione va chiesta con un pagamento politico/una tantum e non con un pagamento puntuale orario: "Ritengo che 30 minuti gratis e 1 euro per 24 ore garantiscano una buona gestione dei parcheggi", ha infatti affermato, per poi concludere con un appello: "Riportiamo nei binari dell'amministrazione questa discussione, lasciamo fuori i partiti politici!".

La parola è quindi passata al sindaco di Ponderano Elena Chiorino che ha illustrato il lavoro fatto in questi mesi dall'ufficio tecnico di Ponderano e da quello di Asl. Conti alla mano, i costi annui che Ponderano prevede ammontano a 393.837,84 euro tra pulizia aree esterne, svuotamento cestini, derattizzazione, manutenzione segnaletica, manutenzione auto bloccanti e scarichi dell'acqua, sgombero neve e spargimento sale, manutenzione aree verdi e assicurazioni. Questo per l'area esterna all'ospedale che ha una superficie totale di 129.000 metri quadri pari a 18 campi da calcio tra parcheggio, strade marciapiedi e aree verdi. "Noi avremmo ipotizzato una tariffa che prevede una prima ora gratuita, una tariffa puntuale al costo orario di 1 euro e per le sole successive 5 ore al netto della prima ora gratuita, per un importo massimo nelle 24 ore pari a 5 euro, gratuità dalle 20 alle 7 del mattino e nei festivi quindi domeniche comprese, gratuità per alcune categorie e previsione di abbonamenti di varia tipologia e possibilità di accordi con le amministrazioni locali per rimborso ai cittadini residenti", ha sostenuto fino alla fine dell'incontro la Chiorino.

Vari sono poi stati gli interventi dei sindaci presenti. Il primo a parlare è stato Stefano Ceffa di Bioglio che si è detto ancora più confuso di quando è entrato nella riunione: "Ho in mano numeri che confondono, perché la cifra che ci ha presentato Ponderano è enormemente distante da quello che è stato affermato prima! Credo che si possa accettare la proposta della Presidenza di gestire il problema come uno di area vasta prendendo un periodo di prova. Cerchiamo una sintesi tra i bisogni della gente e quelli di sicurezza espressi dall'Asl e da Ponderano". A seguire è intervenuta Katia Giordani di Quaregna ribadendo la sua posizione a favore della gratuità per "non caricare troppo i cittadini". I toni della discussione si sono leggermente alzati quando ha parlato il sindaco di Mongrando Tony Filoni: "Non mettiamo le mani in tasca ai cittadini! Chi va a curarsi non deve pagare!", ha infatti affermato, invitando poi Ramella a mettere nero su bianco i conti dei costi che lui prevede per la gestione dell'area, per poi iniziare a ragionare sul problema come uno di area vasta. Di tutt'altra opinione invece si sono detti: Manzi di Mottalciata: "Non sono questi i problemi che ci devono tenere in discussione per giorni e giorni. In qualsiasi ospedale si paga. Secondo me la problematica la deve risolvere il proprietario cioè l'Asl e il Comune di competenza, cioè Ponderano. Ho fiducia in Elena Chiorino e nei vertici dell'Asl e auguro loro di gestire al meglio la cosa" e Claudio Corradino di Cossato:  "Non credo che si possa mantenere la gratuità, servono dei lavori di manutenzione! Se Quaregna vuole aiutare i cittadini, si faccia portare gli scontrini e li rimborsi".

Marco Cavicchioli di Biella ha invece ribadito la sua posizione: "E' una questione di scelte: io non condivido quella di Ponderano perché in questi 15 mesi il parcheggio ha funzionato benissimo". E' finito con una battuta sarcastica invece il commento di Carlo Cabrio di Salussola: "Elena lascia questa patata bollente a Biella! Sei come in carcere!". E alla fine, non per sua scelta, ma così sarà.

a.s.

© Riproduzione Riservata

Privacy Policy


La Presente Privacy Policy ha lo scopo di descrivere le modalità di gestione del sito web www.biellacronaca.it (in seguito anche il “Sito”), in riferimento al trattamento dei dati personali dell’Utente che lo consulta (in seguito anche l’“Utente”).

Si tratta, in particolare, di un’informativa che è resa ai sensi dell’art. 13 del D.Lgs. n. 196/03 recante il “Codice in materia di protezione dei dati personali” (in seguito anche “Codice Privacy”) a coloro che si collegano al Sito.

Il Sito è di proprietà di biellacronaca.it, CF 01838620027 (in seguito anche la “Società”), che garantisce il rispetto della normativa contenuta nel Codice Privacy.

La presente informativa è resa solo con riferimento al Sito e non anche per altri siti web eventualmente consultati dall’Utente tramite link.

L’Utente dovrà leggere attentamente la presente Privacy Policy prima di inoltrare qualsiasi tipo di informazione personale, di compilare qualunque modulo elettronico presente sul Sito stesso o di sottoscrivere una delle tipologie di abbonamento al quotidiano BiellaCronaca offerte sul Sito (in seguito anche “Abbonamento”).


1. Titolare del trattamento.

Il Titolare del trattamento è biellacronaca.it, CF 01838620027 ed il responsabile è il sig. Zola Mauro.


2. Tipologia di dati trattati e finalità di trattamento.

1) Dati di navigazione.

I sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del Sito acquisiscono, nel normale esercizio, alcuni dati personali che vengono poi trasmessi implicitamente nell’uso dei protocolli di comunicazione Internet.

Si tratta di informazioni che, per loro natura, potrebbero, mediante associazioni ed elaborazioni con dati detenuti da terzi, permettere di identificare gli Utenti (ad esempio, tramite l’indirizzo IP, i nomi di dominio dei computer utilizzati dagli Utenti che si collegano al Sito, …) (in seguito anche i “Dati”).

I Dati vengono utilizzati solo per informazioni di tipo statistico (e sono, quindi, anonimi) e per controllare il corretto funzionamento del Sito e vengono cancellati subito dopo l’elaborazione.

I Dati potrebbero essere utilizzati per l’accertamento di responsabilità in caso di ipotetici reati informatici ai danni del Sito o della Società: salva questa eventualità, allo stato, i dati sui contatti web non persistono per più di sette giorni.

Nessun dato personale dell’Utente viene, in proposito, acquisito dal Sito, né viene fatto uso di cookie per la trasmissione di informazioni di carattere personale o di cookie persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi di tracciamento dell’Utente.

L’uso dei c.d. cookie di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell’Utente e svaniscono con la chiusura del bowser) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del Sito

I menzionati cookie di sessione evitano, in ogni caso, il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione dell’Utente e non consentono l’acquisizione di dati personali identificativi dell’Utente.

Per ulteriori approfondimenti circa le tipologie e modalità di utilizzo dei cookie da parte del Sito, è possibile consultare la Cookie Policy qui.

2) Dati forniti volontariamente dall’Utente.

Si tratta dei dati personali forniti direttamente dall’Utente all’atto della registrazione necessaria al fine di accedere al Sito e/o in particolari sezioni dello stesso od alla sottoscrizione di una tipologia di abbonamento proposta sul Sito, vale a dire tutte quelle informazioni personali che consentono l’identificazione dell’Utente (quali, ad esempio, nome e cognome, indirizzo, indirizzo di posta elettronica, numeri telefono, altri numeri e/o codici di identificazione personale) o che sono state inviate alla Società per partecipare alle attività del Sito (ad esempio, immagini o video).

L’invio facoltativo, esplicito o volontario di posta elettronica agli indirizzi indicati sul Sito o la compilazione di moduli per la raccolta dei dati personali o l’invio di materiale audio/video comporta la successiva acquisizione dell’indirizzo del mittente, necessario per rispondere alle richieste, nonché degli eventuali altri dati personali inviati/inseriti.


3. Modalità del trattamento.

I dati personali sono trattati con strumenti automatizzati o manualmente per il tempo strettamente necessario a conseguire gli scopi per cui sono stati raccolti.

Specifiche misure di sicurezza sono osservate per prevenire la perdita dei dati, usi illeciti o non corretti ed accessi non autorizzati. Sul punto, si evidenzia, tuttavia, che, presa coscienza dei rischi legati alla divulgazione di dati personali, nessun sistema è totalmente sicuro od a prova di manomissione da parte di hacker.

A tal fine, la Società evidenzia che sono state poste in essere, ai sensi degli artt. 33 e ss. del Codice Privacy, tutte le misure ragionevolmente necessarie per impedire e minimizzare i rischi dovuti ad accessi non autorizzati, trattamenti, alterazioni o distruzioni non autorizzate o contrarie alla legge.


4. Finalità del trattamento.


I dati personali sono trattati con le finalità di seguito indicate:

a) finalità connesse alla fornitura dei servizi e/o prodotti offerti dal Sito: a mero titolo esemplificativo, fornire i servizi e/o prodotti richiesti dall’Utente; consentire la partecipazione alle attività promosse dal Sito; gestire la comunità degli Utenti; gestire la registrazione al Sito; rispondere a specifiche richieste dell’Utente; adempiere ad obblighi di legge o contrattuali (od esercitare facoltà derivanti dal contratto). Il conferimento dei dati per tale finalità è necessario per usufruire dei servizi richiesti o di accedere al Sito.

b) Invio di comunicazioni commerciali (marketing) e vendita diretta: previo ottenimento del consenso espresso da parte dell’Utente, i dati personali potranno essere utilizzati a fini di invio di comunicazioni commerciali (marketing) e/o vendita diretta, tramite e-mail, fax, telefono ed ogni altra tecnologia di comunicazione a distanza, presente od in futuro sviluppata, per la promozione di beni e servizi propri o di soggetti terzi. Il conferimento dei dati per tale finalità è facoltativo ed un eventuale rifiuto al conferimento non comporterà l’impossibilità di usufruire dei servizi offerti dalla Società.

Tuttavia, anche in caso di consenso, l’Utente avrà comunque il diritto di opporsi, in tutto od in parte, al trattamento dei propri dati personali per finalità di marketing e/o vendita diretta, facendone semplice richiesta alla Società, senza alcuna formalità.


5. Ambito di comunicazione e diffusione.

Potranno venire a conoscenza dei dati personali dell'Utente, i soggetti nominati di volta in volta dalla Società quali responsabili od incaricati del trattamento, in particolare la società SOFTPLACE Srl, con sede legale in Via Massaua n. 6 – 13900 BIELLA (BI) – CF e P.IVA 02255690022 essendo, quest’ultima, incaricata dalla Società della gestione e della manutenzione del Sito.

I dati personali potranno essere comunicati a:

- società controllate/controllanti o collegate della Società, soggetti cessionari di azienda o di ramo d'azienda, società risultanti da possibili fusioni o scissioni della Società, i quali potranno utilizzarli per le medesime finalità specificate alle lettere a) e b) di cui sopra.

Previo ottenimento del consenso espresso dell'Utente, i dati personali potranno altresì essere comunicati a:

- altre società che svolgono attività nei settori dell'intrattenimento, delle produzioni audio/video, dei social networking;

- società partner commerciali, coinvolte in specifici progetti/iniziative promossi dalla Società sul Sito, cui l'Utente ha aderito.

Le suddette società potranno, a loro volta, utilizzarli per finalità di marketing, comunicazioni pubblicitarie e vendite diretta relativamente a beni e servizi propri o di terzi, tramite e-mail, fax, telefono e qualsiasi altra tecnica di comunicazione a distanza, presente od in futuro sviluppata. Tali soggetti agiranno come autonomi titolari del trattamento.

Il consenso alla comunicazione dei dati personali è facoltativo ed un eventuale rifiuto non comprometterà la possibilità di iscriversi al Sito e partecipare alle iniziative promosse dalla Società. Anche in caso di consenso, l'utente avrà comunque il diritto di opporsi, in tutto o in parte, alla comunicazione dei propri dati personali a tali soggetti terzi, nonché al loro successivo trattamento per finalità di marketing e/o vendita diretta, facendone semplice richiesta, senza alcuna formalità, alla Società od ai soggetti terzi cui i dati saranno eventualmente comunicati.

I dati personali dell'Utente non saranno in alcun modo diffusi al pubblico, fatta eccezione per l'eventuale pubblicazione sul Sito del nome, cognome o "nick name" dell'Utente o di immagini o video volontariamente inviate dall'Utente allo scopo precipuo di pubblicarle sul Sito.


6. Diritti del richiedente.

La Società informa che l'art. 7, primo comma, del D.Lgs. 30 giugno 2003, n. 196 ("Codice Privacy”) riconosce, al richiedente, specifici diritti che potranno essere esercitati in qualsiasi momento.

I soggetti cui si riferiscono i dati personali hanno il diritto in qualunque momento di ottenere l’indicazione:

a) dell'origine dei dati personali;

b) delle finalità e modalità del trattamento;

c) della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l'ausilio di strumenti elettronici;

d) degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell'articolo 5, secondo comma, del D. Lgs. 30 giugno 2003, n. 196;

e) dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati.

Ai sensi del menzionato art. 7, secondo comma, del D.Lgs. 30 giugno 2003, n. 196, il richiedente ha il diritto di chiedere:

a) l'aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l'integrazione dei dati;

b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati;

c) l'attestazione che le operazioni di cui alle precedenti lettere a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato.

Le richieste andranno rivolte al titolare del trattamento.