PONDERANO 28-04-2016

Museo Pozzo: un sogno che si realizza FOTOGALLERY

Dopo anni di progetti oggi finalmente l'amministrazione comunale guidata dal sindaco Chiorino può dire di esserci riuscita: Vittorio Pozzo è stato valorizzato come merita

Museo Pozzo: un sogno che si realizza FOTOGALLERY 3
(Fotoservizio Andrea Battagin)

La solennità del momento si percepisce nell'aria, negli sguardi e nei gesti degli amministratori che accolgono le numerose persone accorse, perché oggi 28 aprile 2016 il sindaco Elena Chiorino e il suo staff hanno ridato onore alla memoria di un grande personaggio della storia calcistica e giornalistica italiana, realizzando un sogno che avevano nel cassetto fin dal lontano 2010: quello di creare un museo che raccogliesse i cimeli di Vittorio Pozzo, il ct italiano più vincente nella storia con l'Olimpiade di Berlino del 1936, i Mondiali d'Italia del 1934 e di Francia del 1938, i due ori e l'argento nella Coppa internazionale.
 
Allestito in un locale del centro sportivo "Gigi Meroni" ricavato tra la sede del Ponderano Calcio e quella degli Alpini, il museo è stato inaugurato alla presenza di varie autorità, dopo una conferenza stampa nella quale hanno preso la parola gli eredi del grande commissario tecnico, il giornalista Gianpaolo Ormezzano, un membro del gruppo Alpini di Ponderano Gaida, il presidente del Ponderano Calcio Ermanno Rosso e l'archivista Danilo Craveia.
 
"Poter tagliare il nastro di questo museo oggi per noi è un grande traguardo: seppur si tratti di un piccolo allestimento, questo vuole essere un museo che vuole interpretare le varie sfaccettature della figura di Pozzo - ha spiegato in apertura di conferenza il sindaco Chiorino - l'alpino che ha fondato il gruppo Alpini di Ponderano, lo sportivo che ha guidato la nazionale portandola alla vittoria e il giornalista che a quei tempi ha avuto modo di girare tutto il mondo. La mostra che andrete a vedere sarà in parte un'esposizione permanente e in parte temporanea, perché stiamo lavorando ad una rete museale per avere scambio di cimeli, di modo che ci sia sempre un rinnovamento".
 
Commovente è poi stato l'intervento di Gaida degli Alpini di Ponderano, che ha dato ai presenti un ricordo di Vittorio Pozzo visto da lui bambino: "Lo rammendo come un signore con occhi dolci, un sorriso accattivante e con la penna bianca nel cappello - ha infatti confidato - mi piace pensare che lui ci guardi da lassù, dal paradiso di cantore. E che qualcuno vedendoci qui riuniti oggi, gli batta sulla spalla e gli dica: ha visto commendatore che la gente di Ponderano non l'ha dimenticata?".
Gaida ha poi fatto una breve carrellata sui momenti salienti che legano la figura di Pozzo con la realtà Ana locale, da lui fondata nel 1934, ricordando che nel 1936 lui ha regalato il primo gagliardetto fatto a Torino, che nel 1960 ha avuto un ruolo fondamentale nella rifondazione del gruppo, scioltosi a causa del conflitto e che nel 1961 ha voluto incontrare gli Alpini di Ponderano in occasione di una gita a Torino per i festeggiamenti per l'Unità d'Italia.
 
"Questo museo sarà un valore aggiunto per tutti, non solo per la comunità locale perché ci sono ricordi e cimeli storici, valori di un calcio pulito e sano che c'era all'epoca e che noi dobbiamo cercare di trasmettere", ha poi commentato a seguire il presidente del Ponderano Calcio Ermanno Rosso, prima di passare la parola a Pier Vittorio Pozzo, nipote di Vittorio. "Vedere esposte le cose di mio nonno qui a Ponderano per me è una grande emozione - ha confidato pubblicamente - il posto è veramente significativo perché, anche se mio nonno è nato a Torino, qui trascorreva parecchio tempo e vi era molto legato. Questo museo è famigliare, intimo e per me carico di emozioni. Ringrazio il sindaco Elena Chiorino perché ha dimostrato che se si vuole fare le cose, si può!". Posizione condivisa anche dall'altro erede, Guido Savio che ha sottolineato: "I cimeli esposti devono servire per dare a Pozzo il giusto valore a livello italiano. Speriamo che questo sia un punto di inizio e non un punto di arrivo".
 
Il curatore dell'allestimento, l'archivista Danilo Craveia, ha poi spiegato ai presenti che la sua è stata  un'opera di smistamento e di riorganizzazione, per far emergere anche altri due aspetti della figura di Pozzo, quello dell'amicizia e dei ricordi che lui ha voluto conservare. "Il museo che andrete a vedere accoglie un numero di oggetti limitato, ma sono oggetti che hanno una densità storica straordinaria - ha affermato Craveia - ogni pezzo ha moltissimo significato, per lui che li ha tenuti e per noi che oggi li vediamo. Ci restituiscono un calcio ma anche un mondo che non ci sono più. E poi ve ne sono alcuni contornati da un alone di mistero che andremo ad approfondire". Questo parlando del gagliardetto donato agli Alpini, pare per commemorare la morte di un fratello deceduto durante la prima guerra mondiale: fratello di cui per ora non si hanno tracce. E poi parlando del mistero su dove Pozzo ha combattuto durante la guerra e su quello legato al tondo di marmo raffigurante l'effige di Hitler che risale al 1933, sicuramente donatogli in occasione dell'oro olimpico del 1936: sul contenitore che lo racchiude ci sono delle firme, quella di Filippo Dassia principe tedesco e due principesse di Savoia, una delle quali è Mafalda di Savoia, morta nel campo di concentramento di Buchenwlad. 
 
La conferenza di presentazione si è conclusa con la presentazione della giovane artista Jessica Ramella che ha dipinto un bellissimo ritratto di Pozzo nel museo e con l'intervento del giornalista Gianpaolo Ormezzano che con la sua verve ha ricordato la sua esperienza di cronista con Vittorio Pozzo alle olimpiadi del 1964 a Tokyo, rimarcandone la personalità pulita e genuina, che al giorno d'oggi non sarebbe più possibile avere. Dopodiché il sindaco Elena Chiorino e gli eredi, Pier Vittorio Pozzo e Guido Savio, hanno tagliato il tanto agognato nastro di quello che sicuramente passerà alla storia per essere un piccolo ma importante ricordo che farà vivere la figura di Vittorio Pozzo "nel futuro, dove l'azzurro delle maglie diventa l'azzurro dei cieli".

a.s.

© Riproduzione Riservata

Privacy Policy


La Presente Privacy Policy ha lo scopo di descrivere le modalità di gestione del sito web www.biellacronaca.it (in seguito anche il “Sito”), in riferimento al trattamento dei dati personali dell’Utente che lo consulta (in seguito anche l’“Utente”).

Si tratta, in particolare, di un’informativa che è resa ai sensi dell’art. 13 del D.Lgs. n. 196/03 recante il “Codice in materia di protezione dei dati personali” (in seguito anche “Codice Privacy”) a coloro che si collegano al Sito.

Il Sito è di proprietà di biellacronaca.it, CF 01838620027 (in seguito anche la “Società”), che garantisce il rispetto della normativa contenuta nel Codice Privacy.

La presente informativa è resa solo con riferimento al Sito e non anche per altri siti web eventualmente consultati dall’Utente tramite link.

L’Utente dovrà leggere attentamente la presente Privacy Policy prima di inoltrare qualsiasi tipo di informazione personale, di compilare qualunque modulo elettronico presente sul Sito stesso o di sottoscrivere una delle tipologie di abbonamento al quotidiano BiellaCronaca offerte sul Sito (in seguito anche “Abbonamento”).


1. Titolare del trattamento.

Il Titolare del trattamento è biellacronaca.it, CF 01838620027 ed il responsabile è il sig. Zola Mauro.


2. Tipologia di dati trattati e finalità di trattamento.

1) Dati di navigazione.

I sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del Sito acquisiscono, nel normale esercizio, alcuni dati personali che vengono poi trasmessi implicitamente nell’uso dei protocolli di comunicazione Internet.

Si tratta di informazioni che, per loro natura, potrebbero, mediante associazioni ed elaborazioni con dati detenuti da terzi, permettere di identificare gli Utenti (ad esempio, tramite l’indirizzo IP, i nomi di dominio dei computer utilizzati dagli Utenti che si collegano al Sito, …) (in seguito anche i “Dati”).

I Dati vengono utilizzati solo per informazioni di tipo statistico (e sono, quindi, anonimi) e per controllare il corretto funzionamento del Sito e vengono cancellati subito dopo l’elaborazione.

I Dati potrebbero essere utilizzati per l’accertamento di responsabilità in caso di ipotetici reati informatici ai danni del Sito o della Società: salva questa eventualità, allo stato, i dati sui contatti web non persistono per più di sette giorni.

Nessun dato personale dell’Utente viene, in proposito, acquisito dal Sito, né viene fatto uso di cookie per la trasmissione di informazioni di carattere personale o di cookie persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi di tracciamento dell’Utente.

L’uso dei c.d. cookie di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell’Utente e svaniscono con la chiusura del bowser) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del Sito

I menzionati cookie di sessione evitano, in ogni caso, il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione dell’Utente e non consentono l’acquisizione di dati personali identificativi dell’Utente.

Per ulteriori approfondimenti circa le tipologie e modalità di utilizzo dei cookie da parte del Sito, è possibile consultare la Cookie Policy qui.

2) Dati forniti volontariamente dall’Utente.

Si tratta dei dati personali forniti direttamente dall’Utente all’atto della registrazione necessaria al fine di accedere al Sito e/o in particolari sezioni dello stesso od alla sottoscrizione di una tipologia di abbonamento proposta sul Sito, vale a dire tutte quelle informazioni personali che consentono l’identificazione dell’Utente (quali, ad esempio, nome e cognome, indirizzo, indirizzo di posta elettronica, numeri telefono, altri numeri e/o codici di identificazione personale) o che sono state inviate alla Società per partecipare alle attività del Sito (ad esempio, immagini o video).

L’invio facoltativo, esplicito o volontario di posta elettronica agli indirizzi indicati sul Sito o la compilazione di moduli per la raccolta dei dati personali o l’invio di materiale audio/video comporta la successiva acquisizione dell’indirizzo del mittente, necessario per rispondere alle richieste, nonché degli eventuali altri dati personali inviati/inseriti.


3. Modalità del trattamento.

I dati personali sono trattati con strumenti automatizzati o manualmente per il tempo strettamente necessario a conseguire gli scopi per cui sono stati raccolti.

Specifiche misure di sicurezza sono osservate per prevenire la perdita dei dati, usi illeciti o non corretti ed accessi non autorizzati. Sul punto, si evidenzia, tuttavia, che, presa coscienza dei rischi legati alla divulgazione di dati personali, nessun sistema è totalmente sicuro od a prova di manomissione da parte di hacker.

A tal fine, la Società evidenzia che sono state poste in essere, ai sensi degli artt. 33 e ss. del Codice Privacy, tutte le misure ragionevolmente necessarie per impedire e minimizzare i rischi dovuti ad accessi non autorizzati, trattamenti, alterazioni o distruzioni non autorizzate o contrarie alla legge.


4. Finalità del trattamento.


I dati personali sono trattati con le finalità di seguito indicate:

a) finalità connesse alla fornitura dei servizi e/o prodotti offerti dal Sito: a mero titolo esemplificativo, fornire i servizi e/o prodotti richiesti dall’Utente; consentire la partecipazione alle attività promosse dal Sito; gestire la comunità degli Utenti; gestire la registrazione al Sito; rispondere a specifiche richieste dell’Utente; adempiere ad obblighi di legge o contrattuali (od esercitare facoltà derivanti dal contratto). Il conferimento dei dati per tale finalità è necessario per usufruire dei servizi richiesti o di accedere al Sito.

b) Invio di comunicazioni commerciali (marketing) e vendita diretta: previo ottenimento del consenso espresso da parte dell’Utente, i dati personali potranno essere utilizzati a fini di invio di comunicazioni commerciali (marketing) e/o vendita diretta, tramite e-mail, fax, telefono ed ogni altra tecnologia di comunicazione a distanza, presente od in futuro sviluppata, per la promozione di beni e servizi propri o di soggetti terzi. Il conferimento dei dati per tale finalità è facoltativo ed un eventuale rifiuto al conferimento non comporterà l’impossibilità di usufruire dei servizi offerti dalla Società.

Tuttavia, anche in caso di consenso, l’Utente avrà comunque il diritto di opporsi, in tutto od in parte, al trattamento dei propri dati personali per finalità di marketing e/o vendita diretta, facendone semplice richiesta alla Società, senza alcuna formalità.


5. Ambito di comunicazione e diffusione.

Potranno venire a conoscenza dei dati personali dell'Utente, i soggetti nominati di volta in volta dalla Società quali responsabili od incaricati del trattamento, in particolare la società SOFTPLACE Srl, con sede legale in Via Massaua n. 6 – 13900 BIELLA (BI) – CF e P.IVA 02255690022 essendo, quest’ultima, incaricata dalla Società della gestione e della manutenzione del Sito.

I dati personali potranno essere comunicati a:

- società controllate/controllanti o collegate della Società, soggetti cessionari di azienda o di ramo d'azienda, società risultanti da possibili fusioni o scissioni della Società, i quali potranno utilizzarli per le medesime finalità specificate alle lettere a) e b) di cui sopra.

Previo ottenimento del consenso espresso dell'Utente, i dati personali potranno altresì essere comunicati a:

- altre società che svolgono attività nei settori dell'intrattenimento, delle produzioni audio/video, dei social networking;

- società partner commerciali, coinvolte in specifici progetti/iniziative promossi dalla Società sul Sito, cui l'Utente ha aderito.

Le suddette società potranno, a loro volta, utilizzarli per finalità di marketing, comunicazioni pubblicitarie e vendite diretta relativamente a beni e servizi propri o di terzi, tramite e-mail, fax, telefono e qualsiasi altra tecnica di comunicazione a distanza, presente od in futuro sviluppata. Tali soggetti agiranno come autonomi titolari del trattamento.

Il consenso alla comunicazione dei dati personali è facoltativo ed un eventuale rifiuto non comprometterà la possibilità di iscriversi al Sito e partecipare alle iniziative promosse dalla Società. Anche in caso di consenso, l'utente avrà comunque il diritto di opporsi, in tutto o in parte, alla comunicazione dei propri dati personali a tali soggetti terzi, nonché al loro successivo trattamento per finalità di marketing e/o vendita diretta, facendone semplice richiesta, senza alcuna formalità, alla Società od ai soggetti terzi cui i dati saranno eventualmente comunicati.

I dati personali dell'Utente non saranno in alcun modo diffusi al pubblico, fatta eccezione per l'eventuale pubblicazione sul Sito del nome, cognome o "nick name" dell'Utente o di immagini o video volontariamente inviate dall'Utente allo scopo precipuo di pubblicarle sul Sito.


6. Diritti del richiedente.

La Società informa che l'art. 7, primo comma, del D.Lgs. 30 giugno 2003, n. 196 ("Codice Privacy”) riconosce, al richiedente, specifici diritti che potranno essere esercitati in qualsiasi momento.

I soggetti cui si riferiscono i dati personali hanno il diritto in qualunque momento di ottenere l’indicazione:

a) dell'origine dei dati personali;

b) delle finalità e modalità del trattamento;

c) della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l'ausilio di strumenti elettronici;

d) degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell'articolo 5, secondo comma, del D. Lgs. 30 giugno 2003, n. 196;

e) dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati.

Ai sensi del menzionato art. 7, secondo comma, del D.Lgs. 30 giugno 2003, n. 196, il richiedente ha il diritto di chiedere:

a) l'aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l'integrazione dei dati;

b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati;

c) l'attestazione che le operazioni di cui alle precedenti lettere a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato.

Le richieste andranno rivolte al titolare del trattamento.