BIELLA 16-01-2016

L'Isis attraverso i social

I due cronisti del Giornale hanno raccolto un folto pubblico per la presentazione del loro libro inchiesta

L'Isis attraverso i social 2

La sala convegni di Villa Poma, sede della Fondazione Cassa di Risparmio, non avrebbe potuto accogliere più gente rispetto ai tanti che l'altra sera si sono dati appuntamento per ascoltare i giornalisti de Il Giornale Andrea Indini e Matteo Carnieletto presentare il loro reportage Isis Segreto.

A introdurre gli ospiti sono stati Andrea Delmastro, segretario provinciale di Fratelli d'Italia, e l'europarlamentare Carlo Fidanza.

I due giovani cronisti sono subito entrati nel vivo, raccontando la genesi del loro lavoro. "Come tutti siamo stati raggiunti dalla crudezza dei video che un anno fa hanno portato la guerra in casa nostra. È con con le scene di quegli sgozzamenti che l'Occidente ha preso coscienza dell'Isis". Andrea e Matteo, da veri cronisti, hanno voluto capirci qualcosa di più. "Non volevamo più limitarci a leggere i lanci di agenzia e riportare notizie già mediate. Così ci siamo detti proviamo a parlare con chi dice di essere affiliato a questo movimento. Cerchiamo di capire il loro punto di vista". E nella società digitale, 2.0., quale approccio più facile se non quello che possono mettere a disposizione i social network, Facebook su tutti?

Primo passo è stato quello di creare un falso profilo, un cosiddetto fake, ricco di immagini inneggianti alla rivolta contro il leader siriano Assad. "Da qui ho cercato i primi contatti. Ho raccontato ai miei interlocutori di essermi da poco convertito all'Islam e che sentivo il dovere di unirmi alla battaglia dello stato islamico" racconta Matteo Carnieletto. "Una delle prime persone mi ha detto di lasciare perdere. Che noi occidentali non possiamo più affrontare la durezza della guerra, a sopportare la fame e l'idea stessa di poter morire". Poco dopo però un nuovo interlocutore ha inghiottito l'amo. "La nostra conversazione è stata possibile grazie al traduttore di Google. Lui parlava arabo. Mi ha spiegato cosa avrei dovuto fare e dove andare per potermi arruolare. Gli ho detto del gap linguistico per aver un aggancio che giustificasse la curiosità se ci fossero già altri italiani tra le fila dei combattenti".

Prosegue nel suo avvincente racconto Matteo. "Mi ha confermato la presenza di connazionali ma non ha fatto nomi: li avrei conosciuti una volta raggiunta la Siria".

Tutto questo ci dice di una grande differenza, sostengono gli autori, tra Isis e Al Quaeda. L'organizzazione di Bin Laden era impenetrabile, molto sospettosa nei confronti di chi pur si dichiarava desiderosi di entravi a far parte. Isis, no, Isis fa proselitismo.

Matteo era pronto a prendere l'aereo per raggiungere la Turchia, dove, al confine con la Siria, avrebbe dovuto incontrare gli arruolatori. "L'amministratore delegato del giornale me lo ha impedito. Troppo rischioso".

Un'altra storia che il libro racconta è quella di una giovane indonesiana, 14 anni appena. Il suo più grande desiderio unirsi allo stato islamico dove è sicura di trovare anche l'uomo della sua vita e con lui combattere per l'Islam. "Quando gli ho detto che le avrei pagato io il viaggio mi ha detto che era il giorno più bello della sua vita".

Una testimonianza che pone in evidenza che l'Occidente rischia di averla già persa la guerra contro lo stato islamico. Perché in fondo ci si trova di fronte a una guerra di valori e sembra che i giovani occidentali non siano più animati da una scala di valori abbastanza forte per sopportare, appunto, una guerra.

Importante il passaggio che Andrea e Matteo hanno fatto sul fenomeno dei flussi migratori, che oggi paiono essere controllati dall'Isis. Sarebbero infatti i miliziani dello stato islamico a decidere chi può rischiare la propria vita sui barconi e avere la possibilità di raggiungere l'Europa e chi no.

Moltissime le domande che il pubblico ha rivolto ai due giornalisti tanto che la serata si è prolungata ben oltre l'orario prefissato e a testimoniare l'interesse sul tema tutte le copie del libro sono state esaurite. Il consigliere comunale Andrea Delmastro infine non ha dimenticato di sottolineare di come vada tenuta alta la guardia anche a Biella. "Non dimentichiamo che a Biella fu scoperto un covo di brigate rosse. È in città di provincia relativamente tranquille e da cui è facile raggiungere importanti centri come Milano e Torino che potrebbero annidarsi pericoli".

Per Delmastro va rivista la politica di accoglienza dell'amministrazione: "non possiamo accogliere tutti. L'accoglienza indiscriminata porta al fenomeno dei pakistani che stazionano in centro città senza avere nulla da fare ma avendo comunque accesso a internet ed esposti al rischio proselitismo".

Infine va ricordato il nobile fine del libro Isis Segreto. Il ricavato della vendita finanzierà reportage di guerra condotti da grandi inviati quali Fausto Biloslavo e Gian Micalessin che dal loro blog "Gli occhi della guerra" raccontano i mutamenti dalle aree calde del pianeta.

 

Andrea Formagnana

© Riproduzione Riservata

Privacy Policy


La Presente Privacy Policy ha lo scopo di descrivere le modalità di gestione del sito web www.biellacronaca.it (in seguito anche il “Sito”), in riferimento al trattamento dei dati personali dell’Utente che lo consulta (in seguito anche l’“Utente”).

Si tratta, in particolare, di un’informativa che è resa ai sensi dell’art. 13 del D.Lgs. n. 196/03 recante il “Codice in materia di protezione dei dati personali” (in seguito anche “Codice Privacy”) a coloro che si collegano al Sito.

Il Sito è di proprietà di biellacronaca.it, CF 01838620027 (in seguito anche la “Società”), che garantisce il rispetto della normativa contenuta nel Codice Privacy.

La presente informativa è resa solo con riferimento al Sito e non anche per altri siti web eventualmente consultati dall’Utente tramite link.

L’Utente dovrà leggere attentamente la presente Privacy Policy prima di inoltrare qualsiasi tipo di informazione personale, di compilare qualunque modulo elettronico presente sul Sito stesso o di sottoscrivere una delle tipologie di abbonamento al quotidiano BiellaCronaca offerte sul Sito (in seguito anche “Abbonamento”).


1. Titolare del trattamento.

Il Titolare del trattamento è biellacronaca.it, CF 01838620027 ed il responsabile è il sig. Zola Mauro.


2. Tipologia di dati trattati e finalità di trattamento.

1) Dati di navigazione.

I sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del Sito acquisiscono, nel normale esercizio, alcuni dati personali che vengono poi trasmessi implicitamente nell’uso dei protocolli di comunicazione Internet.

Si tratta di informazioni che, per loro natura, potrebbero, mediante associazioni ed elaborazioni con dati detenuti da terzi, permettere di identificare gli Utenti (ad esempio, tramite l’indirizzo IP, i nomi di dominio dei computer utilizzati dagli Utenti che si collegano al Sito, …) (in seguito anche i “Dati”).

I Dati vengono utilizzati solo per informazioni di tipo statistico (e sono, quindi, anonimi) e per controllare il corretto funzionamento del Sito e vengono cancellati subito dopo l’elaborazione.

I Dati potrebbero essere utilizzati per l’accertamento di responsabilità in caso di ipotetici reati informatici ai danni del Sito o della Società: salva questa eventualità, allo stato, i dati sui contatti web non persistono per più di sette giorni.

Nessun dato personale dell’Utente viene, in proposito, acquisito dal Sito, né viene fatto uso di cookie per la trasmissione di informazioni di carattere personale o di cookie persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi di tracciamento dell’Utente.

L’uso dei c.d. cookie di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell’Utente e svaniscono con la chiusura del bowser) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del Sito

I menzionati cookie di sessione evitano, in ogni caso, il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione dell’Utente e non consentono l’acquisizione di dati personali identificativi dell’Utente.

Per ulteriori approfondimenti circa le tipologie e modalità di utilizzo dei cookie da parte del Sito, è possibile consultare la Cookie Policy qui.

2) Dati forniti volontariamente dall’Utente.

Si tratta dei dati personali forniti direttamente dall’Utente all’atto della registrazione necessaria al fine di accedere al Sito e/o in particolari sezioni dello stesso od alla sottoscrizione di una tipologia di abbonamento proposta sul Sito, vale a dire tutte quelle informazioni personali che consentono l’identificazione dell’Utente (quali, ad esempio, nome e cognome, indirizzo, indirizzo di posta elettronica, numeri telefono, altri numeri e/o codici di identificazione personale) o che sono state inviate alla Società per partecipare alle attività del Sito (ad esempio, immagini o video).

L’invio facoltativo, esplicito o volontario di posta elettronica agli indirizzi indicati sul Sito o la compilazione di moduli per la raccolta dei dati personali o l’invio di materiale audio/video comporta la successiva acquisizione dell’indirizzo del mittente, necessario per rispondere alle richieste, nonché degli eventuali altri dati personali inviati/inseriti.


3. Modalità del trattamento.

I dati personali sono trattati con strumenti automatizzati o manualmente per il tempo strettamente necessario a conseguire gli scopi per cui sono stati raccolti.

Specifiche misure di sicurezza sono osservate per prevenire la perdita dei dati, usi illeciti o non corretti ed accessi non autorizzati. Sul punto, si evidenzia, tuttavia, che, presa coscienza dei rischi legati alla divulgazione di dati personali, nessun sistema è totalmente sicuro od a prova di manomissione da parte di hacker.

A tal fine, la Società evidenzia che sono state poste in essere, ai sensi degli artt. 33 e ss. del Codice Privacy, tutte le misure ragionevolmente necessarie per impedire e minimizzare i rischi dovuti ad accessi non autorizzati, trattamenti, alterazioni o distruzioni non autorizzate o contrarie alla legge.


4. Finalità del trattamento.


I dati personali sono trattati con le finalità di seguito indicate:

a) finalità connesse alla fornitura dei servizi e/o prodotti offerti dal Sito: a mero titolo esemplificativo, fornire i servizi e/o prodotti richiesti dall’Utente; consentire la partecipazione alle attività promosse dal Sito; gestire la comunità degli Utenti; gestire la registrazione al Sito; rispondere a specifiche richieste dell’Utente; adempiere ad obblighi di legge o contrattuali (od esercitare facoltà derivanti dal contratto). Il conferimento dei dati per tale finalità è necessario per usufruire dei servizi richiesti o di accedere al Sito.

b) Invio di comunicazioni commerciali (marketing) e vendita diretta: previo ottenimento del consenso espresso da parte dell’Utente, i dati personali potranno essere utilizzati a fini di invio di comunicazioni commerciali (marketing) e/o vendita diretta, tramite e-mail, fax, telefono ed ogni altra tecnologia di comunicazione a distanza, presente od in futuro sviluppata, per la promozione di beni e servizi propri o di soggetti terzi. Il conferimento dei dati per tale finalità è facoltativo ed un eventuale rifiuto al conferimento non comporterà l’impossibilità di usufruire dei servizi offerti dalla Società.

Tuttavia, anche in caso di consenso, l’Utente avrà comunque il diritto di opporsi, in tutto od in parte, al trattamento dei propri dati personali per finalità di marketing e/o vendita diretta, facendone semplice richiesta alla Società, senza alcuna formalità.


5. Ambito di comunicazione e diffusione.

Potranno venire a conoscenza dei dati personali dell'Utente, i soggetti nominati di volta in volta dalla Società quali responsabili od incaricati del trattamento, in particolare la società SOFTPLACE Srl, con sede legale in Via Massaua n. 6 – 13900 BIELLA (BI) – CF e P.IVA 02255690022 essendo, quest’ultima, incaricata dalla Società della gestione e della manutenzione del Sito.

I dati personali potranno essere comunicati a:

- società controllate/controllanti o collegate della Società, soggetti cessionari di azienda o di ramo d'azienda, società risultanti da possibili fusioni o scissioni della Società, i quali potranno utilizzarli per le medesime finalità specificate alle lettere a) e b) di cui sopra.

Previo ottenimento del consenso espresso dell'Utente, i dati personali potranno altresì essere comunicati a:

- altre società che svolgono attività nei settori dell'intrattenimento, delle produzioni audio/video, dei social networking;

- società partner commerciali, coinvolte in specifici progetti/iniziative promossi dalla Società sul Sito, cui l'Utente ha aderito.

Le suddette società potranno, a loro volta, utilizzarli per finalità di marketing, comunicazioni pubblicitarie e vendite diretta relativamente a beni e servizi propri o di terzi, tramite e-mail, fax, telefono e qualsiasi altra tecnica di comunicazione a distanza, presente od in futuro sviluppata. Tali soggetti agiranno come autonomi titolari del trattamento.

Il consenso alla comunicazione dei dati personali è facoltativo ed un eventuale rifiuto non comprometterà la possibilità di iscriversi al Sito e partecipare alle iniziative promosse dalla Società. Anche in caso di consenso, l'utente avrà comunque il diritto di opporsi, in tutto o in parte, alla comunicazione dei propri dati personali a tali soggetti terzi, nonché al loro successivo trattamento per finalità di marketing e/o vendita diretta, facendone semplice richiesta, senza alcuna formalità, alla Società od ai soggetti terzi cui i dati saranno eventualmente comunicati.

I dati personali dell'Utente non saranno in alcun modo diffusi al pubblico, fatta eccezione per l'eventuale pubblicazione sul Sito del nome, cognome o "nick name" dell'Utente o di immagini o video volontariamente inviate dall'Utente allo scopo precipuo di pubblicarle sul Sito.


6. Diritti del richiedente.

La Società informa che l'art. 7, primo comma, del D.Lgs. 30 giugno 2003, n. 196 ("Codice Privacy”) riconosce, al richiedente, specifici diritti che potranno essere esercitati in qualsiasi momento.

I soggetti cui si riferiscono i dati personali hanno il diritto in qualunque momento di ottenere l’indicazione:

a) dell'origine dei dati personali;

b) delle finalità e modalità del trattamento;

c) della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l'ausilio di strumenti elettronici;

d) degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell'articolo 5, secondo comma, del D. Lgs. 30 giugno 2003, n. 196;

e) dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati.

Ai sensi del menzionato art. 7, secondo comma, del D.Lgs. 30 giugno 2003, n. 196, il richiedente ha il diritto di chiedere:

a) l'aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l'integrazione dei dati;

b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati;

c) l'attestazione che le operazioni di cui alle precedenti lettere a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato.

Le richieste andranno rivolte al titolare del trattamento.