COSSATO 16-04-2017

Intesa contro la violenza di genere

A firmare il protocollo sono stati diversi attori tra cui gli enti socio assistenziali Cissabo e Iris

Intesa contro la violenza di genere 3

Per contrastare la violenza di genere, nei confronti delle donne, a Cossato è stato firmato un protocollo d'intesa fra diversi attori, gli enti socio assistenziali Cissabo e Iris, l'Azienda sanitaria, l'amministrazione provinciale e diverse associazioni. Di seguito riportiamo il comunicato in versione integrale.

"Il Protocollo d’Intesa per la promozione di strategie condivise finalizzate alla prevenzione e al contrasto del fenomeno della violenza nei confronti delle donne che viene sottoscritto dal Consorzio intercomunale servizi socio assistenziali del Biellese Orientale Cissabo, quale ente capofila, insieme al Consorzio intercomunale Servizi Sociali Iris, l’Azienda sanitaria locale, l’amministrazione provinciale,  la consigliera provinciale di Parità, la procura della Repubblica presso il Tribunale ordinario di Biella, l’Ambito territoriale X - ufficio scolastico regionale per il Piemonte-MIUR,  il dipartimento Culture Politica e Società dell’Università degli studi di Torino (polo di Biella), l’Associazione Non Sei Sola Uscire dal silenzio contro la violenza, l’Associazione PaViol Percorsi antiviolenza, l’Associazione Underground, l’Associazione Vocididonne, l’Associazione Donne Nuove, l’Associazione Se Non Ora Quando? Biella, l’Associazione Save the children Italia onlus. Il protocollo rappresenta la formalizzazione di relazioni e azioni già in essere sul nostro territorio, con l’obbiettivo di mettere in campo strategie condivise e risorse per contrastare il deprecabile fenomeno della violenza nei confronti delle donne. 

L'accordo è stato sottoscritto per la prima volta nell’anno 2008 su impulso dell’amministrazione provinciale di Biella e nel corso di questi anni è stato modificato ed integrato al fine di ampliare la platea dei sottoscrittori e recepire il contenuto delle normative nazionali e regionali. In particolare l’ultima legge regionale, la numero 4 del 24.02.2016, recepisce la normativa nazionale e definisce criteri specifici per i centri antiviolenza e per le case rifugio, introducendo modalità operative sia in campo sociale che sanitario. 

Sul nostro territorio vi sono un numero non indifferente di enti coinvolti sul tema a dimostrazione del fatto che negli anni sono state promosse e via via consolidate relazioni e modalità operative condivise, nonché sono stati avviati nuovi progetti e servizi: questa è l’occasione per confrontarsi su quanto fatto e sulle criticità che ancora vi sono. 

Nell’anno 2016, in base ai dati raccolti dal coordinamento del Centro antiviolenza il numero di accessi ai singoli servizi sono stati 172. Il numero effettivo di donne che si sono rivolte ai servizi sopra indicati è 121, per la maggior parte residenti nella provincia di Biella ( n. 103 ). Rispetto alla nazionalità n. 91 sono italiane; la maggior parte delle donne ha un’età compresa nella fascia 36-45 anni ( n. 37 donne ) e la fascia 26-35 anni ( n. 33 donne ) ma vi sono n. 12 donne nella fascia 18-25, n. 25 donne nella fascia 46-55 anni. Rispetto al percorso di studio la maggior parte è in possesso della scuola media inferiore n. 35 donne, in possesso della scuola  media superiore n. 22, con laurea n. 10. N. 55 donne ha denunciato, n. 63 ha figli minori. La Casa Rifugio ad indirizzo segreto, gestita dalla Cooperativa Anteo, ha accolto n. 16 donne e n. 16 bambini. 

Il funzionamento del Centro Antiviolenza  e della Casa Rifugio ad indirizzo segreto avviene grazie alla collaborazione e alla convenzione per l’utilizzo di risorse messe a disposizione dai   Consorzi, dall’ASL BI, dall’Associazione Non Sei Sola, dalla Cooperativa Anteo e  dall’Associazione Underground.  Lo Sportello Antiviolenza, che si trova in via Orfanotrofio 16 a Biella,  è aperto il martedì dalle 9,30 alle 11,30 e il giovedì dalle 15 alle 17 ed è raggiungibile attraverso un Numero Verde 800 266 233. 

Dalla Primavera 2016 funziona anche uno sportello rivolto agli autori di violenza SPAM ( Supporto Psicologico Adulti Maltrattanti ) raggiungibile al numero: 342 0955211; offre percorsi psicoterapeutici individuali e di gruppo, è gestito dall’Associazione PaViol Percorsi Antiviolenza Onlus.

In questi anni si è lavorato molto per incrementare le opportunità per le donne, partecipando con successo a bandi regionali e ministeriali, l’ultimo dei quali il Progetto Ora Non Sono Più Sola, finanziato dalla Presidenza del Consiglio - dipartimento per le Pari Opportunità, avviato il 01 marzo 2017, con durata due anni,  permette di accogliere le donne con i loro figli/e, in emergenza abitativa, su segnalazione dell’Ospedale di Ponderano e delle Forze dell’ordine, presso la Casa Rifugio, avviare progetti a sostegno dell’autonomia lavorativa ed abitativa, sostenere i figli attraverso servizi educativi, sostenere lo sportello SPAM (Supporto Psicologico Adulti Maltrattanti).

Il Centro Antiviolenza,  la Casa Rifugio e i Servizi Sociali lavorano in rete con l’Ospedale di Ponderano, le forze dell’ordine, la Procura della Repubblica, i Carabinieri afferenti alla Procura,  la Comunità mamma-bambino I Germogli  di Save The Children  e possono realizzare progetti in favore delle donne e dei bambini perché beneficiano di una rete solidale a cui partecipano la scuola, le associazioni di volontariato, le parrocchie, i servizi di avviamento al lavoro, le associazioni di categoria, ecc. ecc. 

Viene svolto,  poi un lavoro di prevenzione e  di emersione del fenomeno della violenza, di sostegno anche attraverso raccolte fondi  attraverso incontri cittadini, incontri nelle scuole, progetti con l’Università degli Studi Polo di Biella, ecc, grazie alle numerose associazioni che a livello culturale operano per valorizzare i diritti delle donne e per diffondere una cultura di parità di genere come l’Associazione VocidiDonne, l’Associazione Donne Nuove, l’Associazione l’Associazione Se Non Ora Quando? Biella, l’Associazione Non Sei Sola Uscire dal Silenzio Contro la Violenza, l’Associazione Underground, l’Associazione PaViol Percorsi Antiviolenza. 

Le Associazioni, inoltre,  hanno raccolto attraverso offerte da parte di ditte disponibili e partecipando attivamente, materiale di consumo (indumenti intimi, occorrente per lavarsi, tute, ecc) per poter approntare dei kit di emergenza per le donne vittime di violenza ricoverate d’urgenza presso l’Ospedale di Ponderano.

L’Amministrazione Provinciale, insieme alle Consigliere di Parità, hanno avviato tavoli di concertazione con enti e associazioni biellesi, per sensibilizzare e attivare progetti  sia in campo lavorativo che educativo per una cultura di parità dei generi e una valorizzazione delle competenze femminili. 

In questi ultimi due anni sul nostro territorio l’Associazione Underground, insieme ai Consorzi ha avviato una raccolta fondi per la Casa Rifugio, a cui hanno aderito oltre alle associazioni femminili del territorio, indicate anche nel Protocollo, numerose persone comuni e diversi enti e ditte come Bon Prix, C&A, Ascom, Soroptimist, Banca Simetica, scuola superiore Itis 'Q.Sella'. 

I fondi che per ora, sono stati spesi solo in piccola parte per le necessità personali delle donne, costituiscono un fondo per la sostenibilità del progetto Casa Rifugio, che sarà utilizzato per l’accoglienza  delle donne e dei figli/e in emergenza abitativa su segnalazione delle Forze dell’Ordine o dell’Ospedale di Ponderano, per i primi 10 giorni, nel momento in cui il finanziamento ministeriale relativo al Progetto Ora Non Sono Più Sola, dovesse non essere più sufficiente; i costi relativi alla permanenza successiva in Casa Rifugio sono, come sempre, a carico dei comuni referenti per residenza della donna.  

Nei prossimi mesi i Consorzi insieme all’Asl Bi e all’Associazione Non Sei Sola lavoreranno, coordinandosi,  per ottemperare a quanto previsto  dalla legge regionale n. 4/2016: l’apertura del Centro Antiviolenza cinque giorni alla settimana, riconoscimento di un codice di esenzione per la durata di un anno per tutte le prestazioni connesse alla presa in carico clinica/psicologica della vittima di violenza e/o maltrattamento riscontrato, l’istituzione di un codice rosa quale codice aggiuntivo al codice di gravità, visibile ai soli operatori sanitari, istituzione all’interno dell’Ospedale di una équipe multiprofessionale".  
 
 
 
 
 
 
 
 

 

a.a.

© Riproduzione Riservata

Privacy Policy


La Presente Privacy Policy ha lo scopo di descrivere le modalità di gestione del sito web www.biellacronaca.it (in seguito anche il “Sito”), in riferimento al trattamento dei dati personali dell’Utente che lo consulta (in seguito anche l’“Utente”).

Si tratta, in particolare, di un’informativa che è resa ai sensi dell’art. 13 del D.Lgs. n. 196/03 recante il “Codice in materia di protezione dei dati personali” (in seguito anche “Codice Privacy”) a coloro che si collegano al Sito.

Il Sito è di proprietà di biellacronaca.it, CF 01838620027 (in seguito anche la “Società”), che garantisce il rispetto della normativa contenuta nel Codice Privacy.

La presente informativa è resa solo con riferimento al Sito e non anche per altri siti web eventualmente consultati dall’Utente tramite link.

L’Utente dovrà leggere attentamente la presente Privacy Policy prima di inoltrare qualsiasi tipo di informazione personale, di compilare qualunque modulo elettronico presente sul Sito stesso o di sottoscrivere una delle tipologie di abbonamento al quotidiano BiellaCronaca offerte sul Sito (in seguito anche “Abbonamento”).


1. Titolare del trattamento.

Il Titolare del trattamento è biellacronaca.it, CF 01838620027 ed il responsabile è il sig. Zola Mauro.


2. Tipologia di dati trattati e finalità di trattamento.

1) Dati di navigazione.

I sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del Sito acquisiscono, nel normale esercizio, alcuni dati personali che vengono poi trasmessi implicitamente nell’uso dei protocolli di comunicazione Internet.

Si tratta di informazioni che, per loro natura, potrebbero, mediante associazioni ed elaborazioni con dati detenuti da terzi, permettere di identificare gli Utenti (ad esempio, tramite l’indirizzo IP, i nomi di dominio dei computer utilizzati dagli Utenti che si collegano al Sito, …) (in seguito anche i “Dati”).

I Dati vengono utilizzati solo per informazioni di tipo statistico (e sono, quindi, anonimi) e per controllare il corretto funzionamento del Sito e vengono cancellati subito dopo l’elaborazione.

I Dati potrebbero essere utilizzati per l’accertamento di responsabilità in caso di ipotetici reati informatici ai danni del Sito o della Società: salva questa eventualità, allo stato, i dati sui contatti web non persistono per più di sette giorni.

Nessun dato personale dell’Utente viene, in proposito, acquisito dal Sito, né viene fatto uso di cookie per la trasmissione di informazioni di carattere personale o di cookie persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi di tracciamento dell’Utente.

L’uso dei c.d. cookie di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell’Utente e svaniscono con la chiusura del bowser) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del Sito

I menzionati cookie di sessione evitano, in ogni caso, il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione dell’Utente e non consentono l’acquisizione di dati personali identificativi dell’Utente.

Per ulteriori approfondimenti circa le tipologie e modalità di utilizzo dei cookie da parte del Sito, è possibile consultare la Cookie Policy qui.

2) Dati forniti volontariamente dall’Utente.

Si tratta dei dati personali forniti direttamente dall’Utente all’atto della registrazione necessaria al fine di accedere al Sito e/o in particolari sezioni dello stesso od alla sottoscrizione di una tipologia di abbonamento proposta sul Sito, vale a dire tutte quelle informazioni personali che consentono l’identificazione dell’Utente (quali, ad esempio, nome e cognome, indirizzo, indirizzo di posta elettronica, numeri telefono, altri numeri e/o codici di identificazione personale) o che sono state inviate alla Società per partecipare alle attività del Sito (ad esempio, immagini o video).

L’invio facoltativo, esplicito o volontario di posta elettronica agli indirizzi indicati sul Sito o la compilazione di moduli per la raccolta dei dati personali o l’invio di materiale audio/video comporta la successiva acquisizione dell’indirizzo del mittente, necessario per rispondere alle richieste, nonché degli eventuali altri dati personali inviati/inseriti.


3. Modalità del trattamento.

I dati personali sono trattati con strumenti automatizzati o manualmente per il tempo strettamente necessario a conseguire gli scopi per cui sono stati raccolti.

Specifiche misure di sicurezza sono osservate per prevenire la perdita dei dati, usi illeciti o non corretti ed accessi non autorizzati. Sul punto, si evidenzia, tuttavia, che, presa coscienza dei rischi legati alla divulgazione di dati personali, nessun sistema è totalmente sicuro od a prova di manomissione da parte di hacker.

A tal fine, la Società evidenzia che sono state poste in essere, ai sensi degli artt. 33 e ss. del Codice Privacy, tutte le misure ragionevolmente necessarie per impedire e minimizzare i rischi dovuti ad accessi non autorizzati, trattamenti, alterazioni o distruzioni non autorizzate o contrarie alla legge.


4. Finalità del trattamento.


I dati personali sono trattati con le finalità di seguito indicate:

a) finalità connesse alla fornitura dei servizi e/o prodotti offerti dal Sito: a mero titolo esemplificativo, fornire i servizi e/o prodotti richiesti dall’Utente; consentire la partecipazione alle attività promosse dal Sito; gestire la comunità degli Utenti; gestire la registrazione al Sito; rispondere a specifiche richieste dell’Utente; adempiere ad obblighi di legge o contrattuali (od esercitare facoltà derivanti dal contratto). Il conferimento dei dati per tale finalità è necessario per usufruire dei servizi richiesti o di accedere al Sito.

b) Invio di comunicazioni commerciali (marketing) e vendita diretta: previo ottenimento del consenso espresso da parte dell’Utente, i dati personali potranno essere utilizzati a fini di invio di comunicazioni commerciali (marketing) e/o vendita diretta, tramite e-mail, fax, telefono ed ogni altra tecnologia di comunicazione a distanza, presente od in futuro sviluppata, per la promozione di beni e servizi propri o di soggetti terzi. Il conferimento dei dati per tale finalità è facoltativo ed un eventuale rifiuto al conferimento non comporterà l’impossibilità di usufruire dei servizi offerti dalla Società.

Tuttavia, anche in caso di consenso, l’Utente avrà comunque il diritto di opporsi, in tutto od in parte, al trattamento dei propri dati personali per finalità di marketing e/o vendita diretta, facendone semplice richiesta alla Società, senza alcuna formalità.


5. Ambito di comunicazione e diffusione.

Potranno venire a conoscenza dei dati personali dell'Utente, i soggetti nominati di volta in volta dalla Società quali responsabili od incaricati del trattamento, in particolare la società SOFTPLACE Srl, con sede legale in Via Massaua n. 6 – 13900 BIELLA (BI) – CF e P.IVA 02255690022 essendo, quest’ultima, incaricata dalla Società della gestione e della manutenzione del Sito.

I dati personali potranno essere comunicati a:

- società controllate/controllanti o collegate della Società, soggetti cessionari di azienda o di ramo d'azienda, società risultanti da possibili fusioni o scissioni della Società, i quali potranno utilizzarli per le medesime finalità specificate alle lettere a) e b) di cui sopra.

Previo ottenimento del consenso espresso dell'Utente, i dati personali potranno altresì essere comunicati a:

- altre società che svolgono attività nei settori dell'intrattenimento, delle produzioni audio/video, dei social networking;

- società partner commerciali, coinvolte in specifici progetti/iniziative promossi dalla Società sul Sito, cui l'Utente ha aderito.

Le suddette società potranno, a loro volta, utilizzarli per finalità di marketing, comunicazioni pubblicitarie e vendite diretta relativamente a beni e servizi propri o di terzi, tramite e-mail, fax, telefono e qualsiasi altra tecnica di comunicazione a distanza, presente od in futuro sviluppata. Tali soggetti agiranno come autonomi titolari del trattamento.

Il consenso alla comunicazione dei dati personali è facoltativo ed un eventuale rifiuto non comprometterà la possibilità di iscriversi al Sito e partecipare alle iniziative promosse dalla Società. Anche in caso di consenso, l'utente avrà comunque il diritto di opporsi, in tutto o in parte, alla comunicazione dei propri dati personali a tali soggetti terzi, nonché al loro successivo trattamento per finalità di marketing e/o vendita diretta, facendone semplice richiesta, senza alcuna formalità, alla Società od ai soggetti terzi cui i dati saranno eventualmente comunicati.

I dati personali dell'Utente non saranno in alcun modo diffusi al pubblico, fatta eccezione per l'eventuale pubblicazione sul Sito del nome, cognome o "nick name" dell'Utente o di immagini o video volontariamente inviate dall'Utente allo scopo precipuo di pubblicarle sul Sito.


6. Diritti del richiedente.

La Società informa che l'art. 7, primo comma, del D.Lgs. 30 giugno 2003, n. 196 ("Codice Privacy”) riconosce, al richiedente, specifici diritti che potranno essere esercitati in qualsiasi momento.

I soggetti cui si riferiscono i dati personali hanno il diritto in qualunque momento di ottenere l’indicazione:

a) dell'origine dei dati personali;

b) delle finalità e modalità del trattamento;

c) della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l'ausilio di strumenti elettronici;

d) degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell'articolo 5, secondo comma, del D. Lgs. 30 giugno 2003, n. 196;

e) dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati.

Ai sensi del menzionato art. 7, secondo comma, del D.Lgs. 30 giugno 2003, n. 196, il richiedente ha il diritto di chiedere:

a) l'aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l'integrazione dei dati;

b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati;

c) l'attestazione che le operazioni di cui alle precedenti lettere a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato.

Le richieste andranno rivolte al titolare del trattamento.