VIGLIANO BIELLESE 29-12-2015

MOTORI

Arriva da Vigliano il papà della F40

Il designer Aldo Brovarone ha attraversato cinquant'anni di storia dell'automobile, lavorando ai progetti di alcuni dei modelli più celebri a partire dalla Dino Ferrari

Arriva da Vigliano il papà della F40 2
Aldo Brovarone

Il suo talento è stato determinante nell'evoluzione dello stile italiano nel mondo dei motori. Lui si chiama Aldo Brovarone, ha 89 anni, vive a Torino ed è originario di Vigliano Biellese. La sua carriera inizia in Argentina lavorando per Piero Dusio alla AutoAr, Automotore argentino, già fondatore a Torino della Cisitalia. Disegnando per Pininfarina, nella sua mente prende forma, fra le tante, la Ferrari F40, uno dei modelli più celebrativi del prestigioso marchio.

"Il commendatore Dusio si trasferì in America Latina nel dopoguerra - racconta -. Costruì qualche migliaio di automobili riciclando vecchie Jeep provenienti da aziende di proprietà del Governo. La fabbrica venne chiusa quando i componenti meccanici si esaurirono ed io tornai in Italia con Carlo Dusio, il figlio di Piero". In seguito lo stilista biellese conosce Pinin Farina; la collaborazione dura 35 anni. "Mi ricordo quel giorno - prosegue -. I disegni che avevo portato sono piaciuti e sono stato assunto. Era il 1953. Fra i modelli di successo, a parte qualche lavoro minore, alla Pininfarina ho disegnato alcuni modelli che sono poi diventati importanti, come la sportiva Maserati A6 GCS, i prototipi Alfa Romeo Super Flow 4, la Ferrari 375 America speciale per Gianni Agnelli e la Superamerica Superfast seconda. L'auto più celebre, a mio dire, è stata la Dino, del 1965. Enzo Ferrari non voleva che portasse il marchio del cavallino. Doveva essere un modello commemorativo, in ricordo del figlio, quindi la vettura uscì con la firma 'Dino', in corsivo, racchiusa in un rettangolino. Inizialmente anch'io pensavo fosse una Ferrari, ma quando mi parlarono della volontà del cliente, dovetti modificare il progetto”.

Nel corso degli anni il designer realizza la Peugeot 504, berlina prodotta in serie, la Lancia Gamma coupé e un'Alfa Romeo speciale, la spider sportiva Eagle. “La Ferrari F40 è stata l'ultima vettura vista da Enzo Ferrari, che celebrava il quarantesimo anniversario del marchio. Io non ho mai conosciuto il commendatore, l'ho solo intravisto; all'epoca noi stilisti non partecipavamo agli incontri con i clienti. Anche quando ho disegnato la vettura per Agnelli, l'ho incontrato soltanto quando è venuto a vederla per la prima volta. L'ufficio stile era un luogo ovattato, dove nessuno poteva entrare. C'era riservatezza. Quando una nostra proposta veniva scelta, realizzavamo il piano di forma, che era il disegno in scala uno a uno con tutte le sezioni, i profili e i ribaltamenti, pronti per fare il mascherone, sul quale veniva poi battuta la lamiera. I passaggi successivi della lavorazione erano seguiti da altri. Il nostro compito era quello di cercare nuove soluzioni e di disegnarle”. Questo è stato il mestiere di Aldo Brovarone fino al 1988, anno in cui si ritira.

“Naturalmente fra una vettura e l'altra si continuava a disegnare - dice ancora -. In Pininfarina ogni progetto veniva valutato da una piccola equipe di stilisti, di cui facevo parte. Ognuno metteva la sua idea: una veniva scelta e le altre finivano nel cassetto. C'era tanta competizione fra noi stilisti. I nostri nomi non figuravano mai; si conosceva soltanto il marchio. Noi eravamo dipendenti, impiegati come gli altri, anche se trattati con un po' più di riguardo. Questo valeva per tutte le carrozzerie. Solo ultimamente i giornalisti hanno svelato i nomi e sto ricevendo i miei riconoscimenti, anche se penso di aver fatto soltanto il mio dovere”.

Dopo aver lasciato Pininfarina, Brovarone progetta ancora per Stola, realizzando due prototipi derivati dalla Fiat Barchetta: Dedica e Monotipo Abarth. “I disegni si facevano a mano, sia la prospettiva, sia i figurini, a matita o a tempera. L'attrezzatura del designer consisteva soltanto in un tecnigrafo. I computer sono stati introdotti quando ormai ero in pensione. Fra l'altro, dico il vero, non so neppure bene cosa siano. Adesso, come si dice, ho tirato i remi in barca e trascorro il tempo disegnando bozzetti per cartoline. Ci tengo però a ricordare i colleghi, con i quali ho lavorato in armonia, come l'ingegner Leonardo Fioravanti, che ha riscosso grande successo, Paolo Martin, che ha disegnato la famosa Modulo, una pietra miliare, Filippo Sapino, che in seguito è passato all'ufficio stile di Ford Italia, Emanuele Nicosia e Pierangelo Andreani, amici che ancora incontro e con i quali si rievocano i bei tempi”.

Ma Aldo Brovarone come vede il futuro dell'auto? “Le vetture sono fatte per le persone; una variazione di stile ci sarà, ma l'evoluzione è lenta - spiega -. La geometria e la volumetria non possono cambiare più di tanto. Le nuove soluzioni saranno limitate dall'uso che ne fanno le persone. Quello che mi preoccupa di più è l'introduzione dell'automazione. L'intervento umano si sta riducendo, fino a far guidare la macchina dai sensori. A questo punto, secondo me, conviene andare a prendere il treno”.

Rivolgendosi ai giovani, Brovarone dice: “Sono stato fortunato, me ne rendo conto. Ho sempre lavorato nel campo automobilistico, che adoro, ottenendo grandi soddisfazioni. Ai miei tempi non c'erano scuole di formazione; eravamo in pochi autodidatti e l'uso dell'auto si stava diffondendo, mentre oggi i ragazzi vivono la situazione opposta, ma li invito ad essere creativi, a produrre farina del loro sacco, svolgendo anche altri mestieri. Le scuole adesso insegnano a fare bei figurini con tecniche nuove, ma quello che conta è la fantasia. E' meglio realizzare un brutto disegno con grandi idee che cento figurini ben fatti”. Lo stilista, prima di concludere, rivela di avere un sogno nel cassetto. "In qualità di giudice nei concorsi di eleganza per auto d'epoca, visito luoghi bellissimi, come Villa d'Este a Cernobbio, il Castello del Valentino o Venaria Reale a Torino. Bene. La nostra villa Malpenga di Vigliano Biellese non ha nulla da invidiare alle altre ambientazioni. Organizzare un concorso anche lì sarebbe un evento straordinario. E' un sogno che richiede impegno, ma prima di andarmene spero di vederlo realizzato”. 

Anna Arietti

© Riproduzione Riservata

Privacy Policy


La Presente Privacy Policy ha lo scopo di descrivere le modalità di gestione del sito web www.biellacronaca.it (in seguito anche il “Sito”), in riferimento al trattamento dei dati personali dell’Utente che lo consulta (in seguito anche l’“Utente”).

Si tratta, in particolare, di un’informativa che è resa ai sensi dell’art. 13 del D.Lgs. n. 196/03 recante il “Codice in materia di protezione dei dati personali” (in seguito anche “Codice Privacy”) a coloro che si collegano al Sito.

Il Sito è di proprietà di biellacronaca.it, CF 01838620027 (in seguito anche la “Società”), che garantisce il rispetto della normativa contenuta nel Codice Privacy.

La presente informativa è resa solo con riferimento al Sito e non anche per altri siti web eventualmente consultati dall’Utente tramite link.

L’Utente dovrà leggere attentamente la presente Privacy Policy prima di inoltrare qualsiasi tipo di informazione personale, di compilare qualunque modulo elettronico presente sul Sito stesso o di sottoscrivere una delle tipologie di abbonamento al quotidiano BiellaCronaca offerte sul Sito (in seguito anche “Abbonamento”).


1. Titolare del trattamento.

Il Titolare del trattamento è biellacronaca.it, CF 01838620027 ed il responsabile è il sig. Zola Mauro.


2. Tipologia di dati trattati e finalità di trattamento.

1) Dati di navigazione.

I sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del Sito acquisiscono, nel normale esercizio, alcuni dati personali che vengono poi trasmessi implicitamente nell’uso dei protocolli di comunicazione Internet.

Si tratta di informazioni che, per loro natura, potrebbero, mediante associazioni ed elaborazioni con dati detenuti da terzi, permettere di identificare gli Utenti (ad esempio, tramite l’indirizzo IP, i nomi di dominio dei computer utilizzati dagli Utenti che si collegano al Sito, …) (in seguito anche i “Dati”).

I Dati vengono utilizzati solo per informazioni di tipo statistico (e sono, quindi, anonimi) e per controllare il corretto funzionamento del Sito e vengono cancellati subito dopo l’elaborazione.

I Dati potrebbero essere utilizzati per l’accertamento di responsabilità in caso di ipotetici reati informatici ai danni del Sito o della Società: salva questa eventualità, allo stato, i dati sui contatti web non persistono per più di sette giorni.

Nessun dato personale dell’Utente viene, in proposito, acquisito dal Sito, né viene fatto uso di cookie per la trasmissione di informazioni di carattere personale o di cookie persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi di tracciamento dell’Utente.

L’uso dei c.d. cookie di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell’Utente e svaniscono con la chiusura del bowser) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del Sito

I menzionati cookie di sessione evitano, in ogni caso, il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione dell’Utente e non consentono l’acquisizione di dati personali identificativi dell’Utente.

Per ulteriori approfondimenti circa le tipologie e modalità di utilizzo dei cookie da parte del Sito, è possibile consultare la Cookie Policy qui.

2) Dati forniti volontariamente dall’Utente.

Si tratta dei dati personali forniti direttamente dall’Utente all’atto della registrazione necessaria al fine di accedere al Sito e/o in particolari sezioni dello stesso od alla sottoscrizione di una tipologia di abbonamento proposta sul Sito, vale a dire tutte quelle informazioni personali che consentono l’identificazione dell’Utente (quali, ad esempio, nome e cognome, indirizzo, indirizzo di posta elettronica, numeri telefono, altri numeri e/o codici di identificazione personale) o che sono state inviate alla Società per partecipare alle attività del Sito (ad esempio, immagini o video).

L’invio facoltativo, esplicito o volontario di posta elettronica agli indirizzi indicati sul Sito o la compilazione di moduli per la raccolta dei dati personali o l’invio di materiale audio/video comporta la successiva acquisizione dell’indirizzo del mittente, necessario per rispondere alle richieste, nonché degli eventuali altri dati personali inviati/inseriti.


3. Modalità del trattamento.

I dati personali sono trattati con strumenti automatizzati o manualmente per il tempo strettamente necessario a conseguire gli scopi per cui sono stati raccolti.

Specifiche misure di sicurezza sono osservate per prevenire la perdita dei dati, usi illeciti o non corretti ed accessi non autorizzati. Sul punto, si evidenzia, tuttavia, che, presa coscienza dei rischi legati alla divulgazione di dati personali, nessun sistema è totalmente sicuro od a prova di manomissione da parte di hacker.

A tal fine, la Società evidenzia che sono state poste in essere, ai sensi degli artt. 33 e ss. del Codice Privacy, tutte le misure ragionevolmente necessarie per impedire e minimizzare i rischi dovuti ad accessi non autorizzati, trattamenti, alterazioni o distruzioni non autorizzate o contrarie alla legge.


4. Finalità del trattamento.


I dati personali sono trattati con le finalità di seguito indicate:

a) finalità connesse alla fornitura dei servizi e/o prodotti offerti dal Sito: a mero titolo esemplificativo, fornire i servizi e/o prodotti richiesti dall’Utente; consentire la partecipazione alle attività promosse dal Sito; gestire la comunità degli Utenti; gestire la registrazione al Sito; rispondere a specifiche richieste dell’Utente; adempiere ad obblighi di legge o contrattuali (od esercitare facoltà derivanti dal contratto). Il conferimento dei dati per tale finalità è necessario per usufruire dei servizi richiesti o di accedere al Sito.

b) Invio di comunicazioni commerciali (marketing) e vendita diretta: previo ottenimento del consenso espresso da parte dell’Utente, i dati personali potranno essere utilizzati a fini di invio di comunicazioni commerciali (marketing) e/o vendita diretta, tramite e-mail, fax, telefono ed ogni altra tecnologia di comunicazione a distanza, presente od in futuro sviluppata, per la promozione di beni e servizi propri o di soggetti terzi. Il conferimento dei dati per tale finalità è facoltativo ed un eventuale rifiuto al conferimento non comporterà l’impossibilità di usufruire dei servizi offerti dalla Società.

Tuttavia, anche in caso di consenso, l’Utente avrà comunque il diritto di opporsi, in tutto od in parte, al trattamento dei propri dati personali per finalità di marketing e/o vendita diretta, facendone semplice richiesta alla Società, senza alcuna formalità.


5. Ambito di comunicazione e diffusione.

Potranno venire a conoscenza dei dati personali dell'Utente, i soggetti nominati di volta in volta dalla Società quali responsabili od incaricati del trattamento, in particolare la società SOFTPLACE Srl, con sede legale in Via Massaua n. 6 – 13900 BIELLA (BI) – CF e P.IVA 02255690022 essendo, quest’ultima, incaricata dalla Società della gestione e della manutenzione del Sito.

I dati personali potranno essere comunicati a:

- società controllate/controllanti o collegate della Società, soggetti cessionari di azienda o di ramo d'azienda, società risultanti da possibili fusioni o scissioni della Società, i quali potranno utilizzarli per le medesime finalità specificate alle lettere a) e b) di cui sopra.

Previo ottenimento del consenso espresso dell'Utente, i dati personali potranno altresì essere comunicati a:

- altre società che svolgono attività nei settori dell'intrattenimento, delle produzioni audio/video, dei social networking;

- società partner commerciali, coinvolte in specifici progetti/iniziative promossi dalla Società sul Sito, cui l'Utente ha aderito.

Le suddette società potranno, a loro volta, utilizzarli per finalità di marketing, comunicazioni pubblicitarie e vendite diretta relativamente a beni e servizi propri o di terzi, tramite e-mail, fax, telefono e qualsiasi altra tecnica di comunicazione a distanza, presente od in futuro sviluppata. Tali soggetti agiranno come autonomi titolari del trattamento.

Il consenso alla comunicazione dei dati personali è facoltativo ed un eventuale rifiuto non comprometterà la possibilità di iscriversi al Sito e partecipare alle iniziative promosse dalla Società. Anche in caso di consenso, l'utente avrà comunque il diritto di opporsi, in tutto o in parte, alla comunicazione dei propri dati personali a tali soggetti terzi, nonché al loro successivo trattamento per finalità di marketing e/o vendita diretta, facendone semplice richiesta, senza alcuna formalità, alla Società od ai soggetti terzi cui i dati saranno eventualmente comunicati.

I dati personali dell'Utente non saranno in alcun modo diffusi al pubblico, fatta eccezione per l'eventuale pubblicazione sul Sito del nome, cognome o "nick name" dell'Utente o di immagini o video volontariamente inviate dall'Utente allo scopo precipuo di pubblicarle sul Sito.


6. Diritti del richiedente.

La Società informa che l'art. 7, primo comma, del D.Lgs. 30 giugno 2003, n. 196 ("Codice Privacy”) riconosce, al richiedente, specifici diritti che potranno essere esercitati in qualsiasi momento.

I soggetti cui si riferiscono i dati personali hanno il diritto in qualunque momento di ottenere l’indicazione:

a) dell'origine dei dati personali;

b) delle finalità e modalità del trattamento;

c) della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l'ausilio di strumenti elettronici;

d) degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell'articolo 5, secondo comma, del D. Lgs. 30 giugno 2003, n. 196;

e) dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati.

Ai sensi del menzionato art. 7, secondo comma, del D.Lgs. 30 giugno 2003, n. 196, il richiedente ha il diritto di chiedere:

a) l'aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l'integrazione dei dati;

b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati;

c) l'attestazione che le operazioni di cui alle precedenti lettere a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato.

Le richieste andranno rivolte al titolare del trattamento.