COSSATO 31-12-2015

"Aiuti in cambio di lavoro"

Corradino: "Improprio chiamarlo reddito di cittadinanza, si tratta più di un sostegno alle famiglie bisognose". Polemica tra il sindaco e Barbierato de Pd

Claudio Corradino

Dare sostegno economico alle persone bisognose in cambio di un lavoro socialmente utile. E' questo il proposito a cui sta lavorando l'amministrazione cossatese. "Vorremmo realizzare una sorta di aiuto mirato, rivolto alle persone residenti, in collaborazione con l'ente socio assistenziale Cissabo - spiega il sindaco Claudio Corradino -. Vorremo dare un aiuto concreto ai nostri cittadini in difficoltà, non soltanto iniziative spot. Erroneamente è stato definito reddito di cittadinanza, ma di fatto è un sostegno. Il reddito è una misura strutturale, che dovrebbe assegnare supporto costante, ma non è mai stata applicata da nessun governo. Il sostegno che vorremmo attuare noi, invece, vuole spostare l'attenzione. Il Governo sta investendo troppe risorse, tramite le prefetture che le affidano poi alle cooperative presenti sul territorio, per accogliere chi scappa dall'Africa. Si parla di persone che scappano dalla guerra, ma in Senegal non c'è la guerra. Soltanto uno su dieci fugge davvero. Per fare questo genere di accoglienza si stanno trovando strutture e fondi, mentre per gli italiani e per gli immigrati che sono in Italia da tempo e che hanno perso il lavoro, non si fa abbastanza. Questo aspetto dell'emergenza pare che non interessi; forse perché dietro non c'è business. Ci sono persone di quaranta o cinquant'anni che hanno perso il lavoro e non ricevono alcun tipo di aiuto. Porteremo avanti il nostro proposito anche se in aperto contrasto a questa ondata di finto buonismo che accoglie trascurando i nostri cittadini. La prima carità, dicevano i nostri vecchi, è quella 'd'lùs', dell'uscio. Quando anche l'ultimo dei nostri anziani avrà una casa, o l'ultimo dei nostri disoccupati avrà un lavoro e la dignità, allora penseremo al primo che arriva da fuori. Anche perché i ragazzi stiamo accogliendo non sono affamati ne bisognosi. Quasi tutti fanno parte di un piano esclusivamente commerciale. Al reddito di cittadinanza dovrebbe pensarci il nostro Governo, invece si sta occupando soltanto di fare annunci e far crescere la pressione fiscale. L'unica tassa che ha ridotto è quella che incassano i Comuni. Stiamo quindi vedendo se è possibile, con una parte dei trasferimenti statali promessi pari a circa 30 o 40 mila euro, di creare, in accordo con l'assessorato ai Servizi sociali, un aiuto per i cittadini in difficoltà. L'idea è di fare in modo che questi possano poi restituire qualcosa alla comunità, svolgendo, ad esempio, un lavoro socialmente utile. Vorremmo aprire quelli che un tempo erano definiti cantieri di lavoro, attuati spot dalla Comunità montana".

La riuscita del progetto dipenderebbe dai trasferimenti governativi attesi per gennaio con l'Imu, altrimenti l'amministrazione dovrà cercare altre risorse. In merito interviene anche il consigliere comunale della lista Cossato cambia - Pd Marco Barbierato. "L'amministrazione spera di istituire una sorta di reddito di cittadinanza a sostegno dei bisognosi - scrive in una nota -. Nobile intento, per carità, che un governo saggio dovrebbe considerare a livello nazionale riprendendo la proposta di Tito Boeri. Mi domando però come farà a trovare le risorse un sindaco che non è stato in grado in sette anni di trovare 80 mila euro per abbassare l'Irpef o per dividerla per fasce di reddito così da aiutare i cossatesi, come noi chiediamo da sempre. Il sindaco e la giunta non sono stati in grado di trovare le risorse per ripristinare l'agevolazione a chi dà in uso gratuito una propria casa ai figli o ai genitori, come era per la vecchia Ici. Allo stesso modo hanno commesso un grossolano errore sulle tariffe nido e mensa, con aumenti del 5% che per alcuni sono schizzati al 10, e per il secondo anno consecutivo aumentano la quota fissa della tariffa rifiuti. E' un'amministrazione che ogni anno stimoliamo a essere più attenta a equità e bisogno quando è ora di approvare i bilanci, ma inutilmente. Anche questa è un'ennesima chiacchiera che farà sicuramente presa e strapperà qualche 'bravo!', ma che si tradurrà in un nulla di fatto, a differenza dell'impegno che Cissabo mette in campo, pur con mille difficoltà. E' un'iniziativa figlia di una maggioranza che non ha saputo rinunciare all'indennità per il presidente del consiglio comunale e che in passato ha bocciato le proposte di non dare indennità agli assessori con una pensione o un reddito dignitoso. La giunta dovrebbe cominciare da questi piccoli passi, visto che è in vena di buoni sentimenti, invece di usare per l'ennesima volta l'arma della propaganda dei migranti. Ricordo che Cossato, a torto o a ragione, non spende un centesimo per loro. Tutto è a carico di prefettura e privati. Solo così forse la giunta recupererà qualche risorsa per attuare i suoi buoni propositi che sembrano più figli del clima natalizio che si respira guardando la tivù, che di intenzioni concrete - conclude Marco Barbierato -. Per la cronaca, io sono disposto fin da subito a rinunciare al mio gettone da consigliere, circa 200 euro all'anno, se può servire a creare un fondo. La giunta e i consiglieri di maggioranza lo farebbero?".

L'affondo di Barbierato non è digerito dal Sindaco, che replica con un appunto: "Il suo pensiero è ridicolo come al solito. Il progetto non sarà facile da attuare, ma lui spara a vuoto. Parla di nobile intento del Governo, ma è il suo quello che abbiamo a Roma, mica il nostro. Oppure Renzi è della Lega nord? Siamo tartassati da tempo in modo infame, quindi sarebbe bene che Barbierato guardasse a casa proprio prima di esprimersi".

Anna Arietti

© Riproduzione Riservata

Privacy Policy


La Presente Privacy Policy ha lo scopo di descrivere le modalità di gestione del sito web www.biellacronaca.it (in seguito anche il “Sito”), in riferimento al trattamento dei dati personali dell’Utente che lo consulta (in seguito anche l’“Utente”).

Si tratta, in particolare, di un’informativa che è resa ai sensi dell’art. 13 del D.Lgs. n. 196/03 recante il “Codice in materia di protezione dei dati personali” (in seguito anche “Codice Privacy”) a coloro che si collegano al Sito.

Il Sito è di proprietà di biellacronaca.it, CF 01838620027 (in seguito anche la “Società”), che garantisce il rispetto della normativa contenuta nel Codice Privacy.

La presente informativa è resa solo con riferimento al Sito e non anche per altri siti web eventualmente consultati dall’Utente tramite link.

L’Utente dovrà leggere attentamente la presente Privacy Policy prima di inoltrare qualsiasi tipo di informazione personale, di compilare qualunque modulo elettronico presente sul Sito stesso o di sottoscrivere una delle tipologie di abbonamento al quotidiano BiellaCronaca offerte sul Sito (in seguito anche “Abbonamento”).


1. Titolare del trattamento.

Il Titolare del trattamento è biellacronaca.it, CF 01838620027 ed il responsabile è il sig. Zola Mauro.


2. Tipologia di dati trattati e finalità di trattamento.

1) Dati di navigazione.

I sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del Sito acquisiscono, nel normale esercizio, alcuni dati personali che vengono poi trasmessi implicitamente nell’uso dei protocolli di comunicazione Internet.

Si tratta di informazioni che, per loro natura, potrebbero, mediante associazioni ed elaborazioni con dati detenuti da terzi, permettere di identificare gli Utenti (ad esempio, tramite l’indirizzo IP, i nomi di dominio dei computer utilizzati dagli Utenti che si collegano al Sito, …) (in seguito anche i “Dati”).

I Dati vengono utilizzati solo per informazioni di tipo statistico (e sono, quindi, anonimi) e per controllare il corretto funzionamento del Sito e vengono cancellati subito dopo l’elaborazione.

I Dati potrebbero essere utilizzati per l’accertamento di responsabilità in caso di ipotetici reati informatici ai danni del Sito o della Società: salva questa eventualità, allo stato, i dati sui contatti web non persistono per più di sette giorni.

Nessun dato personale dell’Utente viene, in proposito, acquisito dal Sito, né viene fatto uso di cookie per la trasmissione di informazioni di carattere personale o di cookie persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi di tracciamento dell’Utente.

L’uso dei c.d. cookie di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell’Utente e svaniscono con la chiusura del bowser) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del Sito

I menzionati cookie di sessione evitano, in ogni caso, il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione dell’Utente e non consentono l’acquisizione di dati personali identificativi dell’Utente.

Per ulteriori approfondimenti circa le tipologie e modalità di utilizzo dei cookie da parte del Sito, è possibile consultare la Cookie Policy qui.

2) Dati forniti volontariamente dall’Utente.

Si tratta dei dati personali forniti direttamente dall’Utente all’atto della registrazione necessaria al fine di accedere al Sito e/o in particolari sezioni dello stesso od alla sottoscrizione di una tipologia di abbonamento proposta sul Sito, vale a dire tutte quelle informazioni personali che consentono l’identificazione dell’Utente (quali, ad esempio, nome e cognome, indirizzo, indirizzo di posta elettronica, numeri telefono, altri numeri e/o codici di identificazione personale) o che sono state inviate alla Società per partecipare alle attività del Sito (ad esempio, immagini o video).

L’invio facoltativo, esplicito o volontario di posta elettronica agli indirizzi indicati sul Sito o la compilazione di moduli per la raccolta dei dati personali o l’invio di materiale audio/video comporta la successiva acquisizione dell’indirizzo del mittente, necessario per rispondere alle richieste, nonché degli eventuali altri dati personali inviati/inseriti.


3. Modalità del trattamento.

I dati personali sono trattati con strumenti automatizzati o manualmente per il tempo strettamente necessario a conseguire gli scopi per cui sono stati raccolti.

Specifiche misure di sicurezza sono osservate per prevenire la perdita dei dati, usi illeciti o non corretti ed accessi non autorizzati. Sul punto, si evidenzia, tuttavia, che, presa coscienza dei rischi legati alla divulgazione di dati personali, nessun sistema è totalmente sicuro od a prova di manomissione da parte di hacker.

A tal fine, la Società evidenzia che sono state poste in essere, ai sensi degli artt. 33 e ss. del Codice Privacy, tutte le misure ragionevolmente necessarie per impedire e minimizzare i rischi dovuti ad accessi non autorizzati, trattamenti, alterazioni o distruzioni non autorizzate o contrarie alla legge.


4. Finalità del trattamento.


I dati personali sono trattati con le finalità di seguito indicate:

a) finalità connesse alla fornitura dei servizi e/o prodotti offerti dal Sito: a mero titolo esemplificativo, fornire i servizi e/o prodotti richiesti dall’Utente; consentire la partecipazione alle attività promosse dal Sito; gestire la comunità degli Utenti; gestire la registrazione al Sito; rispondere a specifiche richieste dell’Utente; adempiere ad obblighi di legge o contrattuali (od esercitare facoltà derivanti dal contratto). Il conferimento dei dati per tale finalità è necessario per usufruire dei servizi richiesti o di accedere al Sito.

b) Invio di comunicazioni commerciali (marketing) e vendita diretta: previo ottenimento del consenso espresso da parte dell’Utente, i dati personali potranno essere utilizzati a fini di invio di comunicazioni commerciali (marketing) e/o vendita diretta, tramite e-mail, fax, telefono ed ogni altra tecnologia di comunicazione a distanza, presente od in futuro sviluppata, per la promozione di beni e servizi propri o di soggetti terzi. Il conferimento dei dati per tale finalità è facoltativo ed un eventuale rifiuto al conferimento non comporterà l’impossibilità di usufruire dei servizi offerti dalla Società.

Tuttavia, anche in caso di consenso, l’Utente avrà comunque il diritto di opporsi, in tutto od in parte, al trattamento dei propri dati personali per finalità di marketing e/o vendita diretta, facendone semplice richiesta alla Società, senza alcuna formalità.


5. Ambito di comunicazione e diffusione.

Potranno venire a conoscenza dei dati personali dell'Utente, i soggetti nominati di volta in volta dalla Società quali responsabili od incaricati del trattamento, in particolare la società SOFTPLACE Srl, con sede legale in Via Massaua n. 6 – 13900 BIELLA (BI) – CF e P.IVA 02255690022 essendo, quest’ultima, incaricata dalla Società della gestione e della manutenzione del Sito.

I dati personali potranno essere comunicati a:

- società controllate/controllanti o collegate della Società, soggetti cessionari di azienda o di ramo d'azienda, società risultanti da possibili fusioni o scissioni della Società, i quali potranno utilizzarli per le medesime finalità specificate alle lettere a) e b) di cui sopra.

Previo ottenimento del consenso espresso dell'Utente, i dati personali potranno altresì essere comunicati a:

- altre società che svolgono attività nei settori dell'intrattenimento, delle produzioni audio/video, dei social networking;

- società partner commerciali, coinvolte in specifici progetti/iniziative promossi dalla Società sul Sito, cui l'Utente ha aderito.

Le suddette società potranno, a loro volta, utilizzarli per finalità di marketing, comunicazioni pubblicitarie e vendite diretta relativamente a beni e servizi propri o di terzi, tramite e-mail, fax, telefono e qualsiasi altra tecnica di comunicazione a distanza, presente od in futuro sviluppata. Tali soggetti agiranno come autonomi titolari del trattamento.

Il consenso alla comunicazione dei dati personali è facoltativo ed un eventuale rifiuto non comprometterà la possibilità di iscriversi al Sito e partecipare alle iniziative promosse dalla Società. Anche in caso di consenso, l'utente avrà comunque il diritto di opporsi, in tutto o in parte, alla comunicazione dei propri dati personali a tali soggetti terzi, nonché al loro successivo trattamento per finalità di marketing e/o vendita diretta, facendone semplice richiesta, senza alcuna formalità, alla Società od ai soggetti terzi cui i dati saranno eventualmente comunicati.

I dati personali dell'Utente non saranno in alcun modo diffusi al pubblico, fatta eccezione per l'eventuale pubblicazione sul Sito del nome, cognome o "nick name" dell'Utente o di immagini o video volontariamente inviate dall'Utente allo scopo precipuo di pubblicarle sul Sito.


6. Diritti del richiedente.

La Società informa che l'art. 7, primo comma, del D.Lgs. 30 giugno 2003, n. 196 ("Codice Privacy”) riconosce, al richiedente, specifici diritti che potranno essere esercitati in qualsiasi momento.

I soggetti cui si riferiscono i dati personali hanno il diritto in qualunque momento di ottenere l’indicazione:

a) dell'origine dei dati personali;

b) delle finalità e modalità del trattamento;

c) della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l'ausilio di strumenti elettronici;

d) degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell'articolo 5, secondo comma, del D. Lgs. 30 giugno 2003, n. 196;

e) dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati.

Ai sensi del menzionato art. 7, secondo comma, del D.Lgs. 30 giugno 2003, n. 196, il richiedente ha il diritto di chiedere:

a) l'aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l'integrazione dei dati;

b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati;

c) l'attestazione che le operazioni di cui alle precedenti lettere a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato.

Le richieste andranno rivolte al titolare del trattamento.