PADRI LAVORATORI LA NOTA DELL’INPS SUI CONGEDI

Nota dell’Inps sui congedi dei padri lavoratori

Proroga ed ampliamento del congedo obbligatorio ed il ripristino del congedo facoltativo per i padri lavoratori dipendenti di cui all’articolo 4, comma 24, lett. a), legge n. 92/2012, per le nascite e le adozioni/affidamenti avvenuti nell’anno solare 2018. Nello specifico l’Istituto ha precisato che la durata del congedo obbligatorio per il padre è aumentata, per l’anno 2018, a quattro giorni, da fruire, anche in via non continuativa, entro i cinque mesi di vita del figlio o dall’ingresso in famiglia o in Italia del minore in caso di adozione/affidamento nazionale o internazionale.

E’ stato inoltre ripristinato, per il 2018, la possibilità per il padre lavoratore dipendente di fruire di un ulteriore giorno di congedo facoltativo, previo accordo con la madre e in  sua  sostituzione, in relazione  al  periodo  di  astensione   obbligatoria   spettante   a quest’ultima.

Rimane fermo che, per le nascite e le adozioni/affidamenti avvenuti nell’anno solare 2017, i padri lavoratori dipendenti hanno diritto a due soli giorni di congedo obbligatorio, anche se ricadenti nei primi mesi dell’anno 2018.

Tag:,

Post a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*