MUSEO DEL TERRITORIO, SEMPRE MAGGIORE APPREZZAMENTO E RADDOPPIANO LE VISITE

I visitatori nei primi quattro mesi del 2018 sono passati da 1500 a 3200.

Sono più che raddoppiati, nei primi quattro mesi del 2018, i visitatori del Museo del Territorio rispetto allo stesso periodo del 2017: da gennaio ad aprile dell’anno scorso avevano varcato la soglia del Chiostro di San Sebastiano 1.577 utenti. Quest’anno sono stati 3.276. E il dato non considera il numero degli studenti che hanno partecipato ai laboratori e alle attività riservate alle scuole, rimasto stabile rispetto al passato.
«Il dato numerico è più che soddisfacente» commenta Teresa Barresi, assessore alla cultura. «Ma è interessante aver constatato che non si è trattato solo di nuovi visitatori, ma anche di persone che al Museo sono tornate». Un segno, questo, di interesse per le esposizioni temporanee che si sono avvicendate nelle stanze rinascimentali del chiostro. «La progettualità interna, caratteristica delle ultime mostre organizzate, sta dando i risultati in cui credevo» prosegue l’assessore. «Il Museo che non ospita ma che produce contenuti è apprezzato. È un polo culturale che racconta, rappresenta e trasmette i valori del territorio, in cui i diversi attori coinvolti hanno potuto collaborare con le professionalità del Museo nella costruzione di iniziative condivise. È una mia scommessa che stiamo vincendo, almeno in parte, perché non mi accontento ancora. Ma la strada è quella giusta».
I primi quattro mesi del 2018 sono stati caratterizzati dalla mostra “Neve”, dedicata agli sport invernali nella conca di Oropa, dall’apertura di Selvatica e della mostra dedicata ai disegni di Giuseppe Bozzalla e da manifestazioni e appuntamenti particolari come MusicArte, le visite guidate che hanno mescolato l’arte figurativa e quella delle sette note.

Tag:, , ,

Post a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*