MONGRANDO, VERSO IL SOLD OUT PER EDDA NEGRI MUSSOLINI

La scrittrice nipote del Duce presenterà il suo libro domani sera nella biblioteca di Mongrando. Appello dell’associazione organizzatrice per la prenotazione all’evento.

“Abbiamo i posti contati, è indispendabile che chiunuque voglia partecipare all’incontro di questa sera prenoti immediatamente la propria presenza al numero 347-0537574”.
A lanciare l’appello è Alberto Serena il presidente di NuovaMente, l’associazione che ha organizzato l’incontro (ovviamente ad ingresso gratuito) che si terrà domani sera alle 21 nella biblioteca del Comune di Mongrando con Edda Negri Mussolini.
Figlia di Anna Maria, quintogenita del Duce e di Donna Rachele, Edda è la più piccola delle 7 nipoti dirette di Benito Mussolini: Adria, Marina, Alessandra, Elisabetta, Rachele e Silvia.
Anna Maria morì a 38 anni quando le figlie avute con il presentatore Giuseppe Negri, Silvia ed Edda, avevano appena 6 e 4 anni. Da quel momento le bambine si trasferirono a casa di nonna Rachele che, proprio con la più piccola, instaurò un rapporto molto intimo. Donna Rachele morì che Edda aveva appena 16 anni ed è proprio sul rapporto nato in questi 12 anni che il libro si basa.
Oggi Edda Negri ha 54 anni, vive in provincia di Rimini e, da quando ha pubblicato il libro “Donna Rachele mia nonna. La moglie di Benito Mussolini”, ha quasi superato le 10 mila copie vendute.
Figura sempre in secondo piano, Rachele Guidi era l’ultima di cinque sorelle, di umilissime origini essendo figlia di contadini. Una donna che rifiutò sempre l’etichetta di “first lady” scegliendo di vivere all’ombra del marito con cui ebbe cinque figli: Edda, Vittorio, Bruno, Romano e Anna Maria. Dopo la fine della guerra, Donna Rachele e i figli Romano e Anna Maria furono mandati ad Ischia, dove rimasero fino al 1957. Questa data segna anche il ritorno della salma del Duce a Predappio in seguito alle numerose istanze di Donna Rachele e della figlia Edda. Dopo questa data, Rachele Guidi si ritirò a Forlì, in Villa Carpena, una villetta senza sfarzi ricolma di cimeli e ricordi del marito,  ora diventata museo. Oggi è sepolta vicino al marito nella cripta del cimitero di Predappio.
“Da tutti è conosciuta come Donna Rachele, la moglie del Duce, ma per Edda Negri è semplicemente la nonna che l’ha cresciuta quando la madre Anna Maria è scomparsa – spiega l’organizzatore della serata Alberto Serena -. Il libro presentato domani sera narra la storia di una famiglia dove, a parlare, sono i sentimenti e le emozioni: ricordiamo a chiunque voglia partecipare alla serata di prenotare telefonicamente la propria presenza. Se si dovessero superare le 100 persone valuteremo col sindaco di spostare l’incontro al circolo polivalente del paese”.

Tag:, , ,

Post a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*